•  
  •  
Apri le opzioni

Jennifer Jason Leigh

Jennifer Jason Leigh (Jennifer Lee Morrow) è un'attrice statunitense, regista, produttrice, scrittrice, è nata il 5 febbraio 1962 a Los Angeles, California (USA).
Nel 1993 ha ricevuto il premio come coppa volpi straordinaria al Festival di Venezia per il film America oggi. Jennifer Jason Leigh ha oggi 60 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Attenti alla Leigh

A cura di Fabio Secchi Frau

Cosa succede quando un'attrice rifiuta ruoli che fanno diventare celebri oltre misura le sue colleghe? L'esperto direbbe che l'attrice in questione dovrebbe cominciare a leggere meglio le sceneggiature che le sottopongono o quantomeno licenziare il proprio agente.
Jennifer Jason Leigh è una grande attrice onnivora. Onnivora, ma distratta. Recita, a volte recita anche lo stesso ruolo senza accorgersene, ma non impara dai suoi errori, abbandona un copione perché dovrebbe interpretare una prostituta ma non le piace interpretare le prostitute, poi magari si pente. Attualmente, sulla sua filmografia vi è una specie di trincea fra le sue buone intenzioni e le buone occasioni mancate. Non è una che ama necessariamente Hollywood, né unicamente pensa di essere una interprete radical-chic di opere indipendenti cinematografiche o teatrali. È una che sommariamente ama trovare personaggi che creino in lei un trasporto emotivo o siano ritratti di donne esplicitamente sessuali, vulnerabili e violente, ma che prima di portarle in scena deve attraversare un cammino che come nella teoria più classica del Metodo, la porta a scrivere diari dal punto di vista del suo personaggio, a intervistare persone inerenti all'ambiente al suo ambiente, fino a poter ben dire alla Flaubert: "Questa donna c'est moi!".
Ci si aspetterebbe una personalità molto diversa da una figlia d'arte come lei ma, quando poi la si ha di fronte, si scopre che non è il solito capro espiatorio che per necessità e vocazione si affida a Hollywood per ogni film della sua carriera. Sta in mezzo, fra le pellicole degli Studios e quelle underground, senza lasciarsi lusingare e convincere. Di sicuro, è una figura cinematografica in via di estinzione che sta per essere sostituita da ragazzotte mediamente bellocce, abbronzate e senza particolari doti recitative, che si aggirano per il set truccate come dive, ma che hanno tutto da invidiare alle vere grandi star del firmamento americano. Ma lei non è invidiosa, conosce se stessa, i suoi gusti e, sebbene a volte abbia bisogno di qualche consiglio sulla carriera in più, piace a tanti.
Quasi sempre non ci azzecca e, invece di ringraziare per una parte che potrebbe essere stata scritta apposta per lei, tende a discutere perfino con i grandi Maestri, come non si deve fare mai in questi casi. Immedesimazione ed esistenza sono le due parole chiave della sua avventura cinematografica che le permettono di conoscere un personaggio, scoprirlo come se vivesse da anni sotto la sua pelle, incarnarlo, sognarlo. Potrebbe impressionarci di più se solo volesse, potrebbe con pazienza mettere da parte il suo "snobbismo artistico" e regalarci il suo talento così come è, evitando le solite polemiche.

Figlia d'arte e nome d'arte
Nata il 5 febbraio 1962 a Hollywood, è la figlia dell'attore Vic Morrow e della sceneggiatrice Barbara Turner. Decise di cambiare il suo nome Jennifer Leigh Morrow in Jennifer Jason Leigh in onore di un caro amico di famiglia, Jason Robards.
Di origini ebree, cresce con sua sorella maggiore Carrie Ann Morrow (attualmente tecnica advisor), con la sua sorellastra Mina Badie (nata da una relazione della madre con il regista Reza Badiyi).

Debutto con Jason Robards e un mese da cameriera
Il debutto cinematografico è segnato all'età di nove anni nel film di Tod eines Fremden (1976), dell'ex patrigno Reza Badiyi e di Udi Massad, accanto a Jason Robards. All'età di quattordici anni frequenta il Summer Acting Workshops ideato da Lee Strasberg e comincia ad avere i primi ruoli televisivi. Ed è proprio per la recitazione che lascia la Pacific Palisades High School, sei mesi prima di essersi diplomata. Tutto pur di partecipare al film Fuori di testa (1982) accanto a Sean Penn, nel quale ha il primo ruolo da protagonista, quello di Stacy Hamilton, cameriera del Perry's Pizza (luogo nel quale la Leigh ha veramente lavorato per un mese per entrare nella parte). Lo stesso anno, appare anche in Obiettivo mortale (1982) con Sean Connery, poi il dramma.

La morte di suo padre
Durante la lavorazione del film Ai confini della realtà (1983) suo padre muore per un incidente aereo. La colpa sembra essere del regista John Landis, colpevole fra l'altro (per via dello stesso incidente) della morte di due bambini che recitavano nel film. Nonostante al processo siano stati fatti testimoniare membri del cast che hanno giurato che Landis sapesse dei rischi che Morrow e i due bambini correvano nel girare la scena, il regista venne assolto da ogni accusa, anche se dovette comunque pagare un cospicuo assegno alle due figlie di Vic Morrow e, quindi, anche alla stessa Leigh.

Voleva essere il fuoco in Fuoco assassino
Da quel momento, la Leigh odierà Landis e tutti quei registi che pensano di comprare la vita e la morte delle persone con lo strapotere del silenzio delle Majors.
A testa bassa, si presenta per ruoli come quello di Sarah Connor in Terminator (1984) ma James Cameron, per quanto la adori, la considera troppo giovane per la parte e vira per Linda Hamilton. Lei si consola con Bulldozer (1984) con Jamie Lee Curtis e Club di uomini (1986) con Harvey Keitel, ma sono due fiaschi.
Durante un party in uno yacht, conosce Larry DeWaay, produttore cinematografico che le propone di leggere lo script di un film dal titolo Fuoco assassino (1991) che dovrebbe essere girato quell'anno con Robert De Niro. La Leigh legge il copione e, quando chiama il regista del film Ron Howard, dichiara di essere molto interessata al ruolo del fuoco perché è sicuramente il ruolo migliore di tutto il film. Howard ci fa una risata su e la inserisce comunque nel film.

Coppa Volpi per America oggi
Premiata con l'MTV Movie Awards come migliore cattiva grazie al film Inserzione pericolosa (1992), viene corteggiata da Robert Altman che la inserisce prima in America oggi (1993) con Jack Lemmon e Tim Robbins e poi in Kansas City (1996), ma è con il primo film che lei e tutti gli altri attori (fra i più famosi citiamo anche Andie MacDowell, Bruce Davison, Julianne Moore, Matthew Modine, Anne Archer, Fred Ward, Chris Penn, Lili Taylor, Robert Downey Jr., Madeleine Stowe, Lily Tomlin, Tom Waits, Peter Gallagher, Frances McDormand, Lori Singer, Lyle Lovett) vincono il Golden Globe e la Coppa Volpi.

I due film per i Coen
Apprezzata anche dai fratelli Joel ed Ethan Coen lavora con Paul Newman e un ritrovato Tim Robbins in Mister Hula Hoop (1994), in un ruolo che ha scippato a Winona Ryder e Bridget Fonda, e poi in L'uomo che non c'era (2001).

Altri film
Nel 1994 indossa i panni della grande scrittrice Dorothy Parker in Mrs. Parker e il circolo vizioso (1994), con Gwyneth Paltrow, ottenendo una candidatura ai Golden Globe; poi appare in Georgia (1995), basato su un incidente che era realmente accaduto a lei e a sua madre, e nel thriller L'ultima eclissi (1995) dove sfiora il Saturn Award come miglior attrice non protagonista.
Ritorna al film in costume con Washington Square - L'ereditiera (1997) che riesce a scippare ad attrici del calibro di Meg Ryan, Anne Heche e Diane Lane, poi si affianca a Michelle Pfeiffer nel country-drama Segreti (1997), ma soprattutto diventa la protagonista femminile del capolavoro eXistenZ (1999) di David Cronenberg.

L'esperienza registica con Alan Cumming
Nel 2001 si mette alla prova come regista con l'amico e collega Alan Cumming, con cui gira la commedia Anniversary Party, una pellicola indipendente nella quale seguono le regole del Dogma di Lars von Trier per raccontare il microcosmo delle loro vite. Per farlo, chiamano a raccolta tutti i loro amici: dalla coppia Kevin Kline e Phoebe Cates che arrivano con i loro figli, a Gwyneth Paltrow, passando per Jennifer Beals, John C. Reilly, Parker Posey, ma anche la sorellastra Mina Badie. Il risultato è quanto di più noioso ci possa essere.

Altri film
Tornata ai buoni e vecchi film hollywoodiani con Era mio padre (2002) con Tom Hanks e ancora una volta Paul Newman, nel 2003 è diretta da Jane Campion nel thriller erotico In the Cut (2003) con una rinata (e rimorta subito dopo) Meg Ryan.
Molto più inquietante e kafkiano è il suo ruolo di Stevie nel film di Brad Anderson L'uomo senza sonno (2004) con Christian Bale e Michael Ironside. È sicuramente uno dei suoi personaggi migliori, se accantoniamo The Jacket (2005) con Kris Kristofferson e il curioso Il matrimonio di mia sorella (2007) con Nicole Kidman e firmato da Noah Baumbach che, dopo averla sposata, la vorrà anche in Lo stravagante mondo di Greenberg (2010), che lei sceneggia con il marito e Ben Stiller, e dove cercano di creare un cast di soli parenti o figli d'arte - oltre a Ben Stiller (figlio di Jerry Stiller e Anne Meara), ci sono la stessa Leigh, ma anche Jake Paltrow (fratello di Gwyneth e figlio di Bruce Paltrow e dell'attrice Blythe Danner), Juno Temple (figlia del regista Julien Temple), Dave Franco (fratello di James Franco), Max Hoffman (figlio di Dustin Hoffman) e Zosia Mamet (figlia dell'attrice Lindsay Crouse e dello sceneggiatore David Mamet). Lavorerà poi per Charlie Kaufman (Synecdoche, New York, Anomalisa) e per Tarantino in The Hateful Eight.

I tanti film rifiutati
Vale la pena spendere tante, purtroppo troppe, righe per i ruoli che Jennifer Jason Leigh ha rifiutato in tutta la sua carriera. Molti di questi hanno favorito enormemente la carriera di alcune attrici. Prendiamo Jodie Foster, senza il categorico rifiuto di Jennifer Jason Leigh, non avrebbe mai girato il capolavoro Taxi Driver (1976); non avrebbe mai vinto il suo prima Oscar con Sotto accusa (1988) e nemmeno il secondo con Il silenzio degli innocenti (1991); non avrebbe mai lavorato in Nell (1994), Contact (1997), Flightplan - Mistero in volo (2005) e Inside Man (2006). Non basta? C'è anche Brooke Shields che, grazie ai rifiuti della Leigh, recitò in Pretty Baby (1978) e Laguna blu (1980), fondamentali per la sua carriera di attrice. Stesso discorso per Ally Sheedy con Breakfast Club (1985) e St. Elmo's Fire (1985) e poi Laura San Giacomo (Sesso, bugie e videotape); Julia Roberts (Pretty Woman); Kyra Sedgwick (Singles - L'amore è un gioco); Lori Petty (Ragazze vincenti); Asia Argento (La sindrome di Stendhal); Julienne Moore (Boogie Nights - L'altra Hollywood); Kim Basinger (L.A. Confidential... perdendo il conseguente Oscar?); Lara Flynn Boyle (Men in Black II); Heather Graham (Adrift in Manhattan).
Fra i ruoli mancati per una pessima audizione ci sono invece quello di Catwoman in Batman - Il ritorno (1992) che andò nelle grinfie di Michelle Pfeiffer, quello della muta protagonista di Lezioni di piano (1992) che andò a Holly Hunter e quello dell'ambiziosa donna di spettacolo di Da morire (1995), che andò a Nicole Kidman. Stanley Kubrick la corteggiò per una piccola parte in Eyes Wide Shut (1999), il suo ultimo film, ma per problemi tecnici, dopo le riprese, fu richiamata dal grande Maestro per rifare la parte. A quel punto la Leigh dichiarò di non essere disponibile e Kubrick fece recitare l'intero ruolo a un'altra attrice, la svedese Marie Richardson. Per nulla d'accordo con la scena di sesso orale che l'attore e regista Vincent Gallo voleva farle fare nel suo film The Brown Bunny, la Leigh rifiutò assolutamente la parte che però diede tanta fortuna a Chloë Sevigny. Dopo aver firmato il contratto per Toy boy (2009), decide di non fare il film e, all'ultimo momento, viene rimpiazzata da Anne Heche.

I telefilm cult mancati
Non meno faticoso è stato il suo percorso televisivo. Aveva solo sedici anni quando recitò in un episodio di Baretta (1977), cui seguirono molte altre apparizioni in telefilm di vario genere (Una famiglia americana, Frasier, Weeds), ma anche qui fece delle pessime scelte rifiutando ruoli da protagonista in serial cult come Lost (che andò poi a Cynthia Watros) e Desperate Housewives (suo doveva essere il ruolo di Bree che andò alla rossa Marcia Cross). Si salvano solo le scelte dei film tv da La guerra del Golfo (1998) al romanticissimo Lettera d'amore (1998).

La carriera teatrale
Nel 1997 appare nel videoclip "Last Cup of Sorrow" di Faith No More, mentre a teatro è una splendida Sally Bowles per il musical "Cabaret" di San Mendes, sostituendo la defunta Natasha Richardson. Nel 2001 prende il posto di Mary-Louis Parker in "Proof", ma recita anche in "The Glass Menagerie", "Man of Destiny", "The Shadow Box", "Picnic" "Sunshine", "Abigail's Party" e "House of Blue Leaves".

Vita privata
Grande amica di Phoebe Cates, di Blair Tefkin e del regista Paul Thomas Anderson, ha una relazione per cinque anni con Eric Stoltz e fra gli Ottanta e Novanta con David Dukes e Jason Patric, ma solo con il regista Noah Baumbach arriva al matrimonio il 2 settembre 2005, che l'ha portata a diventare madre di un bambino, Rohmer, anche se poi l'unione è finita con un divorzio. Pochi sanno che ha ispirato la canzone "Jennifer Jason Leigh" della band punk J Chuch.

Ultimi film

Documentario, (USA - 2019), 103 min.
Drammatico, (USA - 2017), 99 min.
Horror, (USA - 2017), 85 min.
SERIE - Thriller, Drammatico - (USA - 2017)
SERIE - Commedia, Drammatico - (USA - 2017)

News

Da Jennifer Jason Leigh a Natalie Portman, fino a Tessa Thompson, ecco chi sono le attrici protagoniste del film di Alex...
Un adolescente con disturbi dello spettro autistico decide di trovarsi una ragazza e il suo bisogno d'indipendenza spinge...
Da Marilyn Monroe a Eva Green, da Claudia Cardinale a Jennifer Jason Leigh di The Hateful Eight, non c'è una bellissima...
Oggi in concorso Jerzy Skolimowski e Laurie Anderson.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati