Dizionari del cinema
Quotidiani (2)
Periodici (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 24 maggio 2017

Robert Downey Jr.

L'insostenibile leggerezza dell'alcol

Nome: Robert Downey
52 anni, 4 Aprile 1965 (Ariete), New York City (New York - USA)
occhiello
Capitan America: "Sei grosso con quella corazza ma senza, cosa rimane?" Tony Stark: "Be', vediamo, sono un genio, un milionario, un playboy e anche un filantropo!"
dal film The Avengers (2012) Robert Downey Jr. è Tony Stark / Iron Man
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Robert Downey Jr.
Golden Globes 2010
Nomination miglior attore in un film brillante per il film Sherlock Holmes di Guy Ritchie

Golden Globes 2010
Premio miglior attore in un film brillante per il film Sherlock Holmes di Guy Ritchie

Golden Globes 2009
Nomination miglior attore non protagonista per il film Tropic Thunder di Ben Stiller

Premio Oscar 2009
Nomination miglior attore non protagonista per il film Tropic Thunder di Ben Stiller

Golden Globes 2001
Premio miglior attore secondario serie miniserie film tv per il film Ally McBeal di Dennie Gordon, Arlene Sanford, Sandy Smolan

Golden Globes 2001
Nomination miglior attore secondario serie miniserie film tv per il film Ally McBeal di Dennie Gordon, Arlene Sanford, Sandy Smolan

Festival di Venezia 1993
Premio coppa volpi straordinaria per il film America oggi di Robert Altman

Golden Globes 1993
Nomination miglior attore per il film Charlot di Richard Attenborough

Premio Oscar 1992
Nomination miglior attore per il film Charlot di Richard Attenborough



Robert Downey Jr. abbandona le vesti di figlio ribelle per diventare padre nel film di Jon Poll.

Charlie Bartlett: "cattivi" ragazzi crescono

mercoledì 28 maggio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Charlie Bartlett: La vita è come un mazzo di carte, quando lo tagli in due non sai mai quello che ti capita, sta a te accettare la sfida o arrenderti". Parola di Robert Downey Jr., che di recente ha vestito i panni del supereroe dall'armatura d'acciaio e il cuore artificiale, ma che continua a offrire indimenticabili interpretazioni nel circuito indie. Dopo una vita passata a incarnare il "cattivo" ragazzo in conflitto col padre (Al di là di tutti i limiti, Guida per riconoscere i tuoi santi, Iron Man), in Charlie Bartlett ha il ruolo del "cattivo" padre in conflitto con la figlia (e se stesso). La commedia generazionale di Jon Poll - al suo esordio in lungo dopo una pregevole carriera come montatore - guarda alla vita dei ragazzini americani fuori e dentro il liceo, ai loro problemi spesso mal gestiti dalle istituzioni (che siano familiari o scolastiche), mostrandoli persi senza la quotidiana dose di Ritalin. Il regista si assume il compito di far riflettere sul mondo adolescenziale dove le potenzialità di ognuno vanno scovate e incoraggiate e non messe a tacere con qualche pillola o a suon di sberle. Gli adulti, visti dai giovani, sono altrettanto persi, ma hanno ancora l'occasione di redimersi. Ne abbiamo parlato con Robert Downey Jr.

Oggi Robert Downey Jr. è Iron man, supereroe di "ferro".

5x1: Robert Downey Jr. l'uomo tornato dall'oblio

martedì 29 aprile 2008 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: Robert Downey Jr. l'uomo tornato dall'oblio Non ama definirsi attore ma "faker", un truffatore, un falsificatore. Probabilmente molti dei fans di Robert Downey Jr. non sarebbero d'accordo con questa definizione, riconoscendo al ragazzo di New York molte più doti di quante lui stesso sia capace di ammettere.
La sua ascesa è stata ostacolata da problemi di dipendenza da sostanze stupefacenti e alcol che gli sono valsi arresti, settimane di prigionia e analisi antidroga obbligatorie sul set di alcuni film. Nel 1992 sembrava l'uomo destinato a segnare la storia del cinema: il suo Chaplin commosse e lo lanciò nell'Olimpo. Proprio il successo fece emergere gli abissi dell'animo di Robert Downey Jr., quelle stesse profondità che probabilmente gli regalano uno degli sguardi più intensi e veri di Hollywood: quando Robert guarda, vede per davvero il suo interlocutore; quando Robert piega il suo volto in una smorfia d'espressione, diventiamo noi stessi quella emozione.
Fu la televisione a recuperarlo: nella serie Ally McBeal ottenne premi e iniziò a risalire la china; il cinema tornò a celebrarlo con Kiss Kiss Bang Bang diretto da un altro grande desaparecido di Hollywood: quel Shane Black che negli anni Ottanta fu lo sceneggiatore più pagato grazie al successo di Arma Letale. Per lui fu letale l'idea di far morire il protagonista della franchigia, Martin Riggs: messo da parte da tutti, si risollevò solo con questa pellicola.
Con Iron man Robert Downey Jr. torna in grande spolvero nei panni di un supereroe: dopo essere resuscitato dalla morte professionale, combattere i terroristi in un esoscheletro di ferro non è una sfida impossibile.

Robert Downey Jr. è il primo supereroe convincente della storia del cinema.

Iron Man, quando il supereroe diventa umano

giovedì 24 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Iron Man, quando il supereroe diventa umano Al di là di tutte le aspettative il film di Jon Favreau convince. Sarà che per la prima volta da quando il cinema ha iniziato a giocare con i supereroi - che fossero in calzamaglia o mascherati, armati di superpoteri o (co)stretti in tutine di pelle - Iron Man non mette in scena solo l'eroe, ma soprattutto l'uomo. "Nei fumetti ci sono due tipi di supereroi, quello più comune è colui che per qualche motivo si ritrova ad avere dei poteri magici. Per quanto mi riguarda il mito più bello è quando la persona fa un percorso di maturazione e decide di diventare un eroe. Iron Man non ha super poteri. Si costruisce un'armatura e si inventa eroe e in quel momento il suo cuore cambia". Parola del regista, che per trasporre l'ennesimo fumetto della Marvel si circonda di un cast eccezionale (Robert Downey Jr., Terrence Howard, Gwyneth Paltrow, Jeff Bridges) e lo rende partecipe di tutte le fasi di scrittura. Nascono così, materiale originale alla mano, i personaggi di Tony Stark, Jim Rhodes, Virginia 'Pepper' Potts e Obadiah Stane. Grazie al contributo di attori che sono stati capaci di rimanere fedeli al fumetto e al contesto attuale del mondo (la guerra in Afghanistan al posto del conflitto in Vietnam dell'Iron Man in strisce), trovando un personalissimo modo per tramutarlo in cinema d'intrattenimento.

Captain America: Civil War

* * * - -
(mymonetro: 3,39)
Un film di Anthony Russo, Joe Russo. Con Chris Evans, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Jeremy Renner.
continua»

Genere Azione, - USA 2016. Uscita 04/05/2016.

Avengers: Age of Ultron

* * * - -
(mymonetro: 3,10)
Un film di Joss Whedon. Con Samuel L. Jackson, Aaron Johnson, Robert Downey Jr., Elizabeth Olsen, James Spader.
continua»

Genere Azione, - USA 2015. Uscita 22/04/2015.

The Judge

* * * - -
(mymonetro: 3,07)
Un film di David Dobkin. Con Robert Downey Jr., Robert Duvall, Vera Farmiga, Billy Bob Thornton, Vincent D'Onofrio.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2014. Uscita 23/10/2014.

Chef - La ricetta perfetta

* * * - -
(mymonetro: 3,19)
Un film di Jon Favreau. Con Jon Favreau, Sofía Vergara, John Leguizamo, Scarlett Johansson, Dustin Hoffman.
continua»

Genere Commedia, - USA 2014. Uscita 30/07/2014.

Iron Man 3

* * * - -
(mymonetro: 3,09)
Un film di Shane Black. Con Robert Downey Jr., Gwyneth Paltrow, Don Cheadle, Guy Pearce, Rebecca Hall.
continua»

Genere Azione, - USA, Cina 2013. Uscita 24/04/2013.
Filmografia di Robert Downey Jr. »

venerdì 12 maggio 2017 - Negli USA Guardiani della Galassia Vol. 2 rimane saldo in prima posizione.

Box Office, Alien: Covenant batte King Arthur

Olivia Fanfani cinemanews

Box Office, Alien: Covenant batte King Arthur Al debutto nelle sale italiane, Alien: Covenant inizia la sua corsa piazzandosi subito al primo posto della classifica nazionale, con un incasso che supera - seppur di pochissimo - i 200mila euro.
Seguito a distanza da King Arthur - Il potere della spada che dopo un'apertura claudicante, al quarto posto nell'ultimo Cinema2day di mercoledì, si aggiudica il secondo posto sopra Guardiani della Galassia Vol. 2. Il film di James Gunn, per la prima volta da settimane guadagna solo il terzo gradino del podio.
Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse chiude la giornata con soli 40mila euro, con un quarto posto lontano dagli incassi delle prime posizioni e altrettanto dal centro classifica, con incassi che non superano i 25mila euro.
È guerra aperta tra lo sregolato Kenny Wells di Matthew Mcconaughey di Gold - La grande truffa, al quinto posto (per un soffio) sopra il tanto atteso Song to Song di Malick. Al regista di The Tree of life non è sufficiente il cast spaziale con Ryan Gosling, Rooney Mara, Michael Fassbender e Natalie Portman per guadagnarsi il podio nel primo giorno di programmazione della sua ultima fatica.
Al settimo posto troviamo il primo italiano in classifica, la new entry italiana Tutto quello che vuoi inizia la sua corsa con poco più di 19mila euro d'incassi, sopra Baby Boss scivolato dal terzo all'ottavo posto e The Circle, nono con 15 mila euro. A chiudere la classifica La tenerezza. Il dramma di Gianni Amelio si conferma decimo con soli 14mila euro, riuscendo a non uscire dalla top ten nonostante le new entry nella giornata di ieri.

In USA si cominciano le prime trepidanti stime per il debutto dell'attesissimo Wonder Woman, fissato per il 2 giugno in America e per il 1 giugno in Italia. Il film, con protagonista la supereroina interpretata dall'affascinante Gal Gadot, dovrebbe portare in casa DC Comics oltre 65 milioni di dollari e aprire così tra le uscite più remunerative delle classifiche annuali. Stabile invece la classifica prevista per il weekend, con analisi stimate per Guardiani della Galassia Vol. 2 in linea con un incasso del 55% superiore all'originale, come già avvenuto per il fine settimana di apertura del film. Nel frattempo Marvel attende l'uscita in Giappone (ultimo mercato estero per il film) prevista per il weekend, stimando anche lì un superamento netto dei due milioni di dollari con cui aveva aperto il primo capitolo della saga, che chiuse sul mercato nipponico con oltre nove milioni e mezzo d'incassi totali. Warner Bros con il suo King Arthur tenta di far breccia sul pubblico con il particolare stile di Ritchie, così come fu per Sherlock Holmes nel 2009.
L'unica incognita potrebbe essere rappresentata dalla differenza con cui il pubblico subisce il fascino dei protagonisti: Charlie Hunnam si dimostrerà all'altezza della stella di Sherlock Robert Downey Jr.? Dubbio legittimo se pensiamo che l'attore all'epoca contava già sul successo dell'interpretazioni di Iron Man e Tropic Thunder.

Ieri su MYmovies.it 631.757 visitatori: +76,19% vs Comingsoon.it - Fonte Audiweb - dati della giornata di giovedì 11 maggio 2017.

Box Office Italia del 11/05/2017
1. Alien: Covenant: Euro 204.302
2. King Arthur - Il potere della spada: Euro 96.078
3. Guardiani della Galassia Vol. 2: Euro 53.217
4. Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse: Euro 41.117
5. Gold - La grande truffa: Euro 24.496
6. Song To Song: Euro 21.455
7. Tutto quello che vuoi: Euro 19.273
8. Baby Boss: Euro 15.473
9. The Circle: Euro 15.073
10. La tenerezza: Euro 14.367

mercoledì 10 maggio 2017 - Torna sul grande schermo il più famoso eroe della Marvel. Al cinema dal 6 luglio.

Spider-Man: Homecoming, il motion poster del film

a cura della redazione cinemanews

Spider-Man: Homecoming, il motion poster del film Il giovane Peter Parker/Spider-Man (Tom Holland), reduce da un clamoroso debutto in Captain America: Civil War, inizia a sperimentare la sua ritrovata identità da super-eroe in Spider-Man: Homecoming. Entusiasta della sua esperienza con gli Avengers, Peter torna a casa, dove vive con la zia May (Marisa Tomei), sotto l'occhio vigile del suo nuovo mentore Tony Stark (Robert Downey Jr.). Peter cerca di tornare alla sua routine quotidiana - distratto dal pensiero di dover dimostrare di valere di più dell'amichevole Spider-Man di quartiere - ma quando appare l'Avvoltoio (Michael Keaton), tutto ciò a cui Peter tiene maggiormente viene minacciato. Il reboot dedicato all'uomo ragno è un high-school movie, tra ragazze, bulli, sfigati e questioni da adolescenti. Il film diretto da Jon Watts è interpretato da Tom Holland, Robert Downey Jr., Michael Keaton e Marisa Tomei. Distribuito da Warner Bros. Italia, Spider-Man: Homecoming sarà al cinema dal 6 luglio.

   

Altre news e collegamenti a Robert Downey Jr. »
Spider-Man: Homecoming (2017) Captain America: Civil War (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità