Civil War

Film 2024 | Azione, Drammatico, 109 min.

Regia di Alex Garland. Un film Da vedere 2024 con Nick Offerman, Kirsten Dunst, Wagner Moura, Jefferson White, Nelson Lee. Cast completo Titolo originale: Civil War. Genere Azione, Drammatico, - Gran Bretagna, USA, 2024, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 18 aprile 2024 distribuito da 01 Distribution. - MYmonetro 3,34 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Civil War tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 27 marzo 2024

In un'America sull'orlo del collasso un gruppo di reporter intraprende un viaggio in condizioni estreme, mettendo a rischio le proprie vite per raccontare la verità.

Consigliato sì!
3,34/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 2,67
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Il film più provocatorio dell'anno: un'opera dal taglio documentaristico, specchio di un mondo distorto che somiglia al nostro presente.
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 20 marzo 2024
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 20 marzo 2024

In una New York a corto di acqua e dove la guerra è arrivata in forma di terrorismo, con attentati kamikaze, il giornalista Joel e la fotografa Lee hanno deciso che è rimasta una sola storia da raccontare: intervistare il Presidente degli Stati Uniti, da tempo trinceratosi a Washington mentre dilaga una feroce Guerra Civile. Partono così per un viaggio verso la capitale, cui si aggregano l'anziano e claudicante giornalista Sammy e la giovane fotografa Jessie, che vede in Lee un modello da seguire. Contro quel che resta del governo si muovono le truppe congiunte Occidentali di Texas e California, ma la regione che i giornalisti attraverseranno nel loro viaggio non è fatta di battaglie campali tra schieramenti ed è invece preda di un caos di microconflitti e atrocità.

Il film più provocatorio dell'anno, e il più costoso mai prodotto da A24, non offre spiegazioni bensì scuote dispiegando un violentissimo conflitto, ambientato in America ma rivolto più in generale al degrado della Democrazia.

Il regista Alex Garland ha infatti dichiarato che se negli Stati Uniti certe cose sono esacerbate, per esempio dall'onnipresenza delle armi da fuoco, ci sono guerre civili che sono state combattute a colpi di machete e hanno comunque fatto decine di migliaia di morti. Garland dice che avrebbe potuto ambientare il film pure nella sua Inghilterra o in qualsiasi altra democrazia, perché alla vera origine di questa Civil War c'è la demonizzazione dell'avversario politico, l'assunzione di entrambe le parti di una posizione di presunta superiorità etica che squalifica la parte avversa e impedisce ogni confronto, allargando sempre più le divisioni.

Anche per questo i suoi protagonisti hanno il solo punto di vista lucido e costruttivo: la neutralità. Imparziali fino all'estremo, si ribellano allo stato delle cose documentandolo senza sconti, anche negli orrori più truci. Drogati di adrenalina o anestetizzati alle emozioni dalle brutalità cui hanno assistito, attraversano un'America insidiosa e a tratti surreale, dove borghi tranquilli sono protetti da cecchini sui tetti e dove militari scavano fosse comuni.

Garland inizia il film in medias res, senza cartelli esplicativi né dialoghi riassuntivi per il beneficio degli spettatori: ai protagonisti è chiaro quali sono le parti in campo e tanto gli basta. Questo radicale rifiuto di didascalismi si traduce in una straordinaria densità: gli eventi si susseguono rapidi, numerosi e sempre più violenti, fino a un assalto finale a Washington tanto spaventoso quanto teso ed efficace dal punto di vista spettacolare. Il crescendo di morte e distruzione appare ineluttabile e troverà una secca e amarissima conclusione, tutt'altro che rassicurante.

L'assenza di spiegazioni impedisce del resto di disinnescare questo incubo con la logica e anche quel poco che ci viene detto basta del resto a scombinare i nostri preconcetti. La California liberal e il Texas conservatore sono qui alleati, contro un Presidente "fascista" che ha mantenuto il potere per un terzo mandato, ha sciolto l'FBI e ha approvato bombardamenti con droni sul suolo americano. L'odio verso di lui unisce così Stati anche tradizionalmente avversi, in un caotico precipitare degli eventi che evita di essere una banale e strumentalizzabile rappresentazione delle divisioni dell'America oggi.

Spesso è persino impossibile dire chi stia da una parte e chi dall'altra e i protagonisti del resto non lo chiedono quasi mai e quando lo fanno non ricevono risposte, oppure vengono coperte dalla musica, come quando Joel chiacchiera e ride con i sopravvissuti a una sparatoria, mentre Jessie fotografa un'esecuzione. Il loro obiettivo è fare l'ultimo scoop o lo scatto definitivo, quello che rimarrà nella memoria collettiva, il loro operare è un misto di necessario cinismo e folle coraggio, di cui Garland non nasconde i paradossi.

Anzi gli inserti fotografici sono la principale marca stilistica del film, dove il flusso frenetico dell'azione è spesso spezzato da immagini statiche, a volte in bianco e nero, di uno o due secondi di durata e senza audio che non sia il suono di uno scatto di macchina fotografica. I suoi giornalisti, con la loro facciata di neutralità - che si infrange però a volte in grida mute e disperate - sono l'unica risposta possibile alla fine della democrazia, sono i testimoni che ci ammoniscono riguardo il baratro a cui ci avviciniamo. È attraverso di loro che Garland firma un'opera dal taglio documentaristico, specchio di un mondo distorto ma in cui è fin troppo facile riconoscere il presente.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 11 aprile 2024
Mattia Pasquini
Ciak

Dal regista di 28 giorni dopo ed Ex Machina, arriva Civil War, il nuovo dramma firmato da Alex Garland, che dopo i robot torna a sviluppare la paura del futuro e della modernità in un quasi docufilm distopico interpretato da Kirsten Dunst e Wagner Moura e una Cailee Spaeny sempre più sotto i riflettori dopo il Priscilla di Sofia Coppola. Al cinema dal 18 aprile, distribuito da 01 Distribution, il film [...] Vai alla recensione »

sabato 30 marzo 2024
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Il londinese classe 1970 Alex Garland vanta un discreto curriculum, in cui la fantascienza e la distopia hanno prelazione, da Ex Machina (2015) ad Annientamento (2018). Stupisce un poco che, contemplando una guerra civile negli Stati Uniti - più o meno - qui e ora, paia assecondare le coordinate di quella storica, 1861-1865, piuttosto che lo stato dell'arte, dall'assalto a Capitol Hill del 2021 al [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 marzo 2024
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Il cinema è uno strumento privilegiato per rielaborare le paure del nostro tempo. Non è un caso che tra i generi più fortunati di questi anni ci sia l'horror: permette di accarezzare il brivido, restando comodamente seduti sulla propria poltrona. Da un'attualità schizofrenica è nata la distopia. Le tendenze si mescolano alla finzione, cercando di esorcizzare un futuro che rischia di distruggerci.

NEWS
CELEBRITIES
venerdì 12 aprile 2024
Fabio Secchi Frau

L'attore, regista, produttore e musicista brasiliano torna al cinema diretto da Alex Garland. Civil War, dal 18 aprile al cinema. Vai all'articolo » 

CELEBRITIES
martedì 2 aprile 2024
Fabio Secchi Frau

Il regista/scrittore londinese dirige un'opera dal taglio documentaristico che parla al presente, tra i film più provocatori dell'anno: Civil War, dal 18 aprile al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
venerdì 22 marzo 2024
 

Regia di Alex Garland. Un film con Jesse Plemons, Nick Offerman, Kirsten Dunst, Cailee Spaeny, Wagner Moura. Da giovedì 18 aprile al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
mercoledì 28 febbraio 2024
 

Regia di Alex Garland. Un film con Jesse Plemons, Nick Offerman, Kirsten Dunst, Cailee Spaeny, Wagner Moura. Da giovedì 18 aprile al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
giovedì 14 dicembre 2023
 

Regia di Alex Garland. Un film con Jesse Plemons, Nick Offerman, Kirsten Dunst, Cailee Spaeny, Wagner Moura. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati