Skyscraper

Film 2018 | Azione +13 102 min.

Titolo originaleSkyscraper
Anno2018
GenereAzione
ProduzioneUSA
Durata102 minuti
Al cinema364 sale cinematografiche
Regia diRawson Marshall Thurber
AttoriDwayne Johnson, Neve Campbell, Pablo Schreiber, Chin Han, Roland Møller Byron Mann, Elfina Luk, Kayden Magnuson, Hannah Quinlivan, Kevin Rankin, Noah Taylor, McKenna Roberts, Darryl Quon.
Uscitagiovedì 19 luglio 2018
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Regia di Rawson Marshall Thurber. Un film con Dwayne Johnson, Neve Campbell, Pablo Schreiber, Chin Han, Roland Møller. Cast completo Titolo originale: Skyscraper. Genere Azione - USA, 2018, durata 102 minuti. Uscita cinema giovedì 19 luglio 2018 distribuito da Universal Pictures. Oggi tra i film al cinema in 364 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Condividi

Aggiungi Skyscraper tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Sul grattacielo più alto del mondo scoppia un incendio. Molte vite sono in pericolo. Skyscraper è 1° in classifica al Box Office. venerdì 20 luglio ha incassato € 107.966,00 e registrato 16.690 presenze.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un film familiarista che riposa sul carisma della sua stella e frequenta senza imbarazzo tutti i cliché dei generi prendendosi davvero molto sul serio.
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 17 luglio 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 17 luglio 2018

Will Sawyer, veterano di guerra e agente dell'FBI, perde una gamba in un'operazione per liberare gli ostaggi. Dieci anni dopo ha una moglie e due figli che contano su di lui e vivono con lui ai piani alti di un grattacielo avveniristico costruito nel cielo di Hong Kong da un miliardario cinese megalomane. Nominato responsabile della sicurezza della struttura, il grattacielo più alto e più sicuro del mondo prende improvvisamente fuoco. Dell'incendio viene accusato a torto Will. Ma lui non ci sta. Considerato fuggitivo dalla polizia cinese, non gli resta che trovare i veri colpevoli, riabilitare la propria reputazione e salvare la sua famiglia intrappolata all'interno e al di sopra del livello del fuoco.

Sospeso tra film d'azione e film catastrofico, Skyscraper riposa sul carisma della sua stella e frequenta senza imbarazzo tutti i cliché dei generi prendendosi davvero molto sul serio.

Rawson Marshall Thurber assolda di nuovo Dwayne Johnson (Una spia e mezzo) per recuperare il piacere un po' vintage di un eroe senza poteri sovrumani che non ha altro da offrire se non lo spettacolo del suo corpo in action. All'architettura infernale del grattacielo del titolo, il regista oppone la muscolatura sostenibile di The Rock, 120 chili di muscoli pronti a tendersi al servizio di questa o quella causa. A questo giro di giostra è la famiglia dell'eroe l'obiettivo da raggiungere e salvare sollevando pesi, saltando in corsa da una gru e lanciandosi a pieno cielo sospendendo l'incredulità dello spettatore.

Appeso al 96° piano e usando la sua gamba artificiale come arresto per le porte, il nostro abbatterà (letteralmente) i cattivi in un film che assomiglia a Trappola di cristallo ma che non arriva nemmeno al primo piano dei suoi modelli (L'inferno di cristallo). Se le stazioni di Bruce Willis contavano sulla messa in scena virtuosa e la filmografia virile di John McTiernan, Johnson è accompagnato nella scalata da Rawson Marshall Thurber il cui solo fatto d'armi è una commedia demenziale (Palle al balzo).

Con la sua storia di un eroe usa e getta nelle grinfie di un gruppo di terroristi che prendono il controllo di un edificio impressionante, Skyscraper gioca sulla verticalità di un building-mondo che si allunga nel cielo e ha come controcampo ai suoi piedi una folla di gente esaltata dalle acrobazie di un impiegato fuori norma.

Magnificare la Cina ultramoderna e il corpo di Dwayne Johnson, gigante affabile che protegge Chicago da un attacco di mostri giganti (Rampage - Furia animale) o impedisce il collasso di un grattacielo in fiamme a Hong Kong coi soli bicipiti, sono le ragioni di un film familiarista che incontra le convenzioni del catastrofico e assume l'estetica dell'animazione. Abituato a battere l'apocalisse a braccio di ferro, per Dwayne Johnson neutralizzare terroristi e dominare incendi sono pure formalità dentro un film politicamente corretto e con qualche bell'effetto di prospettiva.

Corpo eroico con ambizioni da orsacchiotto, l'attore è incapace di usare la fisicità come motore della rappresentazione. Film dopo film, cataclisma dopo cataclisma, incarna le rovine del cinema d'azione americano, accontentandosi di gesticolare su sfondi verdi montati in alternanza con piani di folle plaudenti e di pubblico anestetizzato che sembra aver scordato che ogni apparizione di Schwarzenegger sullo schermo era un prodigio. Un corpo che non si contentò di rinviare a vecchie mitologie (Conan il barbaro), inventandone una nuova rivolta al futuro (Terminator).

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Una roccia scagliata nella skyline di Hong Kong.
Overview di Emanuele Sacchi

Si sa molto poco di Skyscraper ma circola insistentemente un'immagine iconica. Un poster che ritrae The Rock, al secolo Dwayne Johnson, alle prese con il salto in lungo più incredibile di sempre. Nel vuoto, staccando a partire da un pontile, per mulinare nell'aria e arrivare all'appartamento di un grattacielo in fiamme. Johnson ci ha abituato a prodezze spettacolari di ogni genere negli ultimi anni e Skyscraper sembra voler mettere il punto esclamativo su tutto quanto visto fin qui. Il genere è chiaramente catastrofico e i modelli sono inevitabilmente Inferno di cristallo del 1974 e Trappola di cristallo del 1988. Il primo per la presenza di un grattacielo avveniristico appena costruito, che si trasforma in una trappola mortale; il secondo per la presenza di un eroe pronto a tutto per salvare vite umane: ieri lo sbruffone con un cuore di Bruce Willis, oggi il culturista e padre di famiglia interpretato da Dwayne Johnson.

Il passato del protagonista, Will Ford, ricorda quello del John McClane di Willis: ex agente FBI, quindi militare in Iraq, dove perde una gamba - dal ginocchio in giù - a causa di un'esplosione.

Il perfetto responsabile di un team, l'uomo che calcola tutto pur di mettere in sicurezza la situazione. Will Ford non può che divenire il perfetto uomo della security, in particolare dei palazzi più evidenti e vulnerabili, i grattacieli: per questo si rivolge a lui il personaggio interpretato da Chin Han, che ha fatto costruire a Hong Kong il palazzo più alto. 3500 piedi per 230 piani di altezza: un mostro di cemento, vetro e acciaio in cui Ford vive con la propria famiglia. Al 98.mo piano, mentre l'incendio si svilupperà al 96.mo, obbligando Ford a ricorrere a ogni risorsa pur di salvare i suoi cari.

Anche se non sono chiari movente e dinamica del fatto, risulta già chiaro dal trailer che Ford sarà accusato di essere colui che ha appiccato l'incendio, complicando ulteriormente le cose. La corsa contro il tempo per salvare moglie e figli diviene anche una fuga dalla giustizia che intende mettere le mani su Ford. A vestire i panni della signora Ford ritroviamo un volto amato degli anni Novanta, la Neve Campbell perennemente perseguitata da un assassino durante i quattro episodi di Scream. Il villain è invece Chin Han, attore di Singapore bilingue e quindi spesso utilizzato in coproduzioni tra Usa e Cina. Han figurava infatti tanto nella sequenza hongkonghese de Il cavaliere oscuro che in Ghost in the Shell.

Le immagini di un grattacielo in fiamme, destinato a crollare su se stesso, non possono che ricordare l'11 settembre 2001 e quella tragica successione di eventi impossibile da dimenticare. Una ferita americana tuttora aperta, che fa leva su un patriottismo che vede in Dwayne Johnson un volto ormai ricorrente dell'american way of life. Ma la popolarità dell'attore in Estremo Oriente e l'ambientazione nella skyline di Hong Kong puntano anche al mercato cinese.

La regia è affidata a Rawson Thurber, in genere avvezzo a tutt'altra atmosfera. Noto soprattutto per commedie demenziali come Palle al balzo o Come ti spaccio la famiglia, Thurber ha confezionato uno script in cui sembra esserci poco o nessuno spazio per l'ironia. Una sceneggiatura e un soggetto originali, che fanno di Skyscraper la produzione a più alto budget dell'anno tra quelle che non sono adattamenti.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Frasi
- E' giusto avere paura! Per essere coraggioso, devi essere spaventato!
Will Sawyer (Dwayne Johnson)
dal film Skyscraper - a cura di MYmovies.it
NEWS
BOX OFFICE
sabato 21 luglio 2018
Andrea Chirichelli

Skyscraper si conferma leader del mercato italiano, ma per ora le cifre non entusiasmano: solo 107mila euro ieri per l'action con The Rock, che forse era lecito aspettarsi a numeri un po' più alti, vedremo cosa combinerà nel weekend.

BOX OFFICE
venerdì 20 luglio 2018
Andrea Chirichelli

Skyscraper, com'era prevedibile, ottiene la prima posizione del box office con quasi 100mila euro e oltre 15mila spettatori in una delle giornate più povere dell'anno. Pronostici rispettati quindi per The Rock, che da solo porta al cinema quasi più [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati