Fantastic Machine

Film 2023 | Documentario, +13 85 min.

Titolo originaleAnd the King Said, What a Fantastic Machine
Anno2023
GenereDocumentario,
ProduzioneDanimarca, Svezia
Durata85 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diAxel Danielson, Maximilien Van Aertryck
AttoriElio Germano .
Uscitagiovedì 9 maggio 2024
DistribuzioneTeodora Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,02 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Axel Danielson, Maximilien Van Aertryck. Un film con Elio Germano. Titolo originale: And the King Said, What a Fantastic Machine. Genere Documentario, - Danimarca, Svezia, 2023, durata 85 minuti. Uscita cinema giovedì 9 maggio 2024 distribuito da Teodora Film. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,02 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fantastic Machine tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 2 maggio 2024

Un documentario che si interroga sulle immagini stesse.

Consigliato sì!
3,02/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,69
PUBBLICO 3,36
CONSIGLIATO SÌ
La storia e il futuro delle immagini in un'opera che pone domande e rivendica maggiore consapevolezza.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 20 febbraio 2023
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 20 febbraio 2023

La macchina da presa (ora telecamera) è il soggetto di questo documentario che vede i due registi ancora una volta uniti in una ricerca. Questa volta si chiedono come la contemporanea ossessione per le immagini si sia sviluppata al punto da mutare i nostri comportamenti. Partono dalle prime immagini impressionate su una lastra fotografica per giungere al dato, stimato per il 2022, di 45 miliardi di camere presenti sul pianeta e senza alcun tipo di linea progettuale.

Un'antologia di immagini che ci ricorda quanto realtà, sua rappresentazione e sua distorsione siano sempre più difficili da distinguere.

Il titolo abbisogna di una spiegazione preliminare. Georges Méliès, impossibilitato a causa del rumore prodotto dalle cineprese, a riprendere l'incoronazione di Edoardo VII d'Inghilterra nel 1902, la girò in studio avvalendosi di attori. Quando il re vide il film esclamò: "Che fantastica macchina è questa che può mostrare anche ciò che non è avvenuto", riferendosi a situazioni che non avevano avuto luogo nel corso della cerimonia.

In questo documentario, che mostra nelle scene d'apertura la prima immagine riprodotta su una lastra fotografica nel 1839, si compie un percorso di quasi 200 anni per mostrare quanto l'immagine, fissa o in movimento, abbia progressivamente occupato un posto predominante nella società. Ci viene giustamente ricordato che l'attribuzione ai Lumière dell'invenzione del cinema è legata al balzo in avanti che essi fecero compiere a questa forma di comunicazione. Fino ad allora la visione poteva esserci ma era dell'individuo singolo. Con i due fratelli francesi diviene collettiva.

Ed oggi, si chiedono i due registi? Cosa accade in un tempo in cui le immagini si scambiano alla velocità della luce e in cui si parla di fake news a proposito e a sproposito (vedasi le riprese girate a Capitol Hill al momento dell'irruzione dei sostenitori di Trump)? Come ci relazioniamo ad esse? Siamo consapevoli che basta allargare o stringere un'inquadratura per modificare totalmente la percezione di un accadimento da parte di chi guarda?

Il lavoro di Danielson e Van Aertryck, grazie al fatto che, specie nella seconda parte, si avvale di una miriade di riprese e di siti su cui i nativi digitali sono assolutamente competenti, andrebbe mostrato in tutte le scuole superiori. Anzi, prima dovrebbero essere i docenti a vederlo per prendere ulteriore coscienza del fatto che la scuola mentre insegna a scrivere, leggere e decodificare gli scritti altrui, ben poco ancora fa per favorire la decodificazione del linguaggio dominante che tutti accomuna: quello delle immagini.

Immagini che possono costituire un grande valore da condividere ma anche un mezzo per asservire e uniformare volontà. Le dichiarazioni di un'anziana Leni Riefenstahl (la regina della propaganda cinematografica nazista) vanno ascoltate con molta attenzione e con la consapevolezza della incommensurabile capacità di diffusione e assuefazione che oggi le immagini possiedono.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 11 maggio 2024
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Robert Ostlund - il fantastico regista che ha vinto due volte Cannes nel giro di pochi anni, nel 2017 con "The Square" e nel 2022 con "Triangle of Sadness" - ha prodotto il documentario. Ottimo "argomento di vendita" (così gli editori scrivono nelle schede per i librai, aggiungendo le copie vendute dal libro precedente, o altri dettagli golosi). Alla Berlinale era nella sezione Generation, dedicata [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 maggio 2024
Giovanni Guidi Buffarini
Corriere Adriatico

0k, tecnicamente non è un film di Ruben Ôstlund, il fin troppo celebrato regista essendone solo il produttore esecutivo. Però gli autori di questo doc sulla proliferazione delle immagini - dalla prima fotografia ai giorni nostri - qualcosa da Ôstlund hanno preso. II peggio. II moralismo esercitato su bersagli facili. Ecco l'influencer che si riprende mentre dorme, i genitori che filmano il pianto dei [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 maggio 2024
Jonathan Romney
Financial Times

Partendo da Eadweard Muybridge per arrivare a Tik- Tok, il documentario di Axel Danielson e Maximilien Van Aertryck (prodotto da Ruben Östlund) si chiede come, dall'austera aspirazione dei fratelli Lumière di catturare la realtà, siamo finiti in una fiera di follia e falsità. Questa storia della menzogna visuale, un po' seria e un po' no, può ricordare i documentari di montaggio di Adam Curtis.

giovedì 9 maggio 2024
Mazzino Montinari
Il Manifesto

Presentato al Sundance e alla Berlinale, Fantastic Machine esce nelle sale italiane con la voce narrante di Elio Germano. Il documentario di montaggio diretto da Axel Danielson e Maximilien Van Aertryck è la storia di un viaggio che ha inizio nel 1828 quando Joseph Niépce «riesce a fissare un'immagine che appare nell'oscurità». Un lungo percorso di invenzioni, scoperte, studi ed esperimenti che producono [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 maggio 2024
Eugenio Grenna
Sentieri Selvaggi

Cosa lega tra loro Eadweard Muybridge, Belle Delphine, Georges Méliès e Logan Paul? A primo impatto queste potrebbero sembrare associazioni apparentemente casuali se non addirittura azzardate. Eppure, ciascuno di questi individui ha saputo, perseguendo obiettivi inevitabilmente distanti se non opposti tra loro, lavorare sulla forza simbolica e narrativa dell'immagine, sfruttando l'evoluzione delle [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 maggio 2024
Francesco Bonfanti
Close-up

Un uomo si addormenta durante una live, le iscrizioni al canale si moltiplicano perché le persone lo vogliono vedere dormire. Quando si sveglia, una marea di "no" in chat lamenta l'accadimento e abbandona l'evento. Stacco, e Donald Trump insiste: La giri, gira la camera, signora. La punti dietro di lei! Stacco, e alcuni soldati dell'ISIS fanno i loro bloopers nel cercare di filmare un discorso [...] Vai alla recensione »

martedì 7 maggio 2024
Emanuele Sacchi
Film TV

Come potrebbe essere una riflessione sul potere invasivo delle immagini e sul loro uso distorto secondo Ruben Östlund? Questo è più o meno il quesito al quale risponde Fantastic Machine, film-saggio sul potere manipolatorio dell'immagine contemporanea caratterizzato da un tono sardonico e amaro, congeniale allo spirito della due volte Palma d'oro al Festival di Cannes.

domenica 22 ottobre 2023
Mario Turco
Sentieri Selvaggi

Le crociate contro la stupidità dei balletti di TikTok, verso la pornografia a buon mercato di OnlyFans e la mercificazione della propria vita per qualche reactions in più sono argomenti che trovano, anche giustamente, tanto spazio in quei bar digitali che sono diventati i social network. Ma ad un dispositivo complesso e ipermediato come il cinema si richiederebbe qualche riflessione un po' più strutturata [...] Vai alla recensione »

NEWS
GUARDA L'INIZIO
venerdì 3 maggio 2024
 

Su MYmovies i primi minuti di un'opera prodotta da Ruben Östlund che pone domande sull'uso delle immagini. Dal 9 maggio in sala. Guarda l'inizio del film »

TRAILER
mercoledì 10 aprile 2024
 

Regia di Axel Danielson, Maximilien Van Aertryck. Un film con la voce narrante di Elio Germano. Da giovedì 9 maggio al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati