Io & Marilyn

Film 2009 | Commedia 96 min.

Regia di Leonardo Pieraccioni. Un film con Leonardo Pieraccioni, Suzie Kennedy, Biagio Izzo, Barbara Tabita, Rocco Papaleo. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2009, durata 96 minuti. Uscita cinema venerdì 18 dicembre 2009 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,45 su 80 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Io & Marilyn tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Gualtiero Marchesi, un uomo separato, durante una seduta spiritica invoca Marilyn, che compare nella sua vita, ma sarà solo lui a vederla e sentirla... e qui cominceranno i guai. In Italia al Box Office Io & Marilyn ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 12,9 milioni di euro e 1,6 milioni di euro nel primo weekend.

Io & Marilyn è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato nì!
2,45/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 1,89
PUBBLICO 3,21
CONSIGLIATO NÌ
Pieraccioni evoca il fantasma di Marilyn e infila un destino tragico(mico).
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 16 dicembre 2009
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 16 dicembre 2009

Gualtiero Marchesi è un "riparatore" di piscine col cuore spezzato e una figlia adolescente. La moglie gli ha preferito il circo e il magnetico Pasquale, napoletano verace, impavido tiratore di coltelli e domatore di una tigre mansueta. Confortano le sue sere vuote e le sue malinconie piene una coppia di amici gay, pasticcieri pasticcioni con cui improvvisa una seduta spiritica ed evoca lo spirito di Marilyn Monroe. La bionda diva non si farà attendere e apparirà fantasma carnale a colui che l'ha invocata col cuore. Comincia così un'inedita convivenza tra Gualtiero e la diva americana, romantica e generosa dispensatrice di consigli sentimentali. Ispirato dalla sua bellezza e dalla sua malia, Gualtiero proverà a riconquistare la sua compagna tra gonne bianche sollevate da un soffio e sotto un cielo di stars.
Come Tom Ewell, redattore con prole e la moglie in vacanza, Leonardo Pieraccioni, addetto alla manutenzione delle piscine e la moglie al circo, ha una bionda in casa e Marilyn Monroe nella doccia. Il Pieraccioni innamorato e piantato di Io e Marilyn frequenta il piano terreno della commedia, infilando per la prima volta il primo piano del (melo)dramma e quello surreale del fantasy. Nella sua Toscana, battuta dai cicloni, accesa dai fuochi d'artificio e frequentata assiduamente da principi e pirati disposti a eccitanti grullate, appare un fantasma biondo che ha i contorni morbidi e auratici di Marilyn Monroe. Icona depositata nel cuore del nostro immaginario collettivo, la visione della diva che trattiene l'abito sollevato dal soffio della metropolitana non ha mai smesso di tormentare il comico toscano, che la coglie nella sua candida levità a dispetto della sua piena carnalità.
Dentro a un plissé altrettanto candido la sosia inglese di Marilyn è la magnifica proiezione del Gualtiero di Pieraccioni, ragazzo di provincia ormai maturo, che contrappone al pretenzioso capitale di virilità dell'antagonista la produttività del lavoro e la pienezza del sentimento. Pieraccioni sembra finalmente individuare un personaggio credibile sia nelle sfumature umoristiche sia nel destino tragico(mico).
Intorno a lui pulsa e si agita un piccolo mondo che si avvale, altra bella novità, della pregnanza dei personaggi secondari: l'allucinato Arnolfo di Rocco Papaleo, il domatore indomabile di Biagio Izzo, il pasticciere possessivo di Laurenti, il maresciallo sregolato di Pannofino. Limando la trivialità e la toscanità, l'accumulo e la ripetizione dei clichè, il regista fiorentino rimanda il trionfo del suo eroe piccolo piccolo e punta sulla grazia e l'incanto della sua visione: una donna e un'attrice geneticamente disposta alla malinconia.
La Marilyn di Suzie Kennedy è allora il morbido muro sul quale rimbalza la fragilità del comico e il suo desiderio di essere moderatamente felice. Seduto accanto a una stella su un pontile o a una fermata d'autobus.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
IO & MARILYN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 25 dicembre 2009
davidestanzione

Ancora una volta in coppia col fidato soggettista e co-sceneggiatore Giovanni Veronesi, Pieraccioni, dopo le stantie seppur fortunate fatiche registiche degli ultimi anni, confeziona una godibilissima commedia vien da dire farcita, data la metafora pieraccioniana tra un film e un bignè al cioccolato, da un'inedita venatura fantasy. La definisco "godibilissima" in assenza di definizioni migliori, alla [...] Vai alla recensione »

martedì 5 gennaio 2010
mariac

E' il solito, delizioso film d'amore di Pieraccioni. Stupì certamente di più con "la moglie Bellissima" che non con questa commedia che pur presenta delle novità: l'elemento fantasy e la duplicazione dell'elemento femminile ma c'è qualcosa che lo mantiene a terre, che non lo fa decollare come commedia brillante. Se da un lato ci stupiamo davanti ad una Marilyn più vecchia e meno luminosa dell'originale, [...] Vai alla recensione »

sabato 30 luglio 2011
Bella Earl!

- Siamo nelle mani di Dio - - Speriamo che non applauda - Gualtiero è un uomo con una vita complicata: un lavoretto che gli fa guadagnare poco, è divorziato e la moglie si sta risposando. In questo clima l'uomo fa una seduta spiritica e invoca Marylin Monroe, che gli darà un aiuto particolare. La comicità all'italiana targata "Leonardo Pieraccioni" trova [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 gennaio 2011
scarlett

Gualtiero è un brav'uomo, buon padre di famiglia, gran lavoratore. Peccato che sua moglie, Ramona, lo abbia lasciato dopo 8 anni di matrimonio per mettersi con Pasquale,"magnetico" uomo proprietario di un circo, portando con sé la figlia, Martina. Gualtiero, membro di una classica famiglia allargata, trascorre il suo tempo lavorando e frequentando il cugino Massimo e il partner di costui, Petronio(un [...] Vai alla recensione »

sabato 13 dicembre 2014
Great Steven

IO & MARILYN (IT, 2009) diretto da LEONARDO PIERACCIONI. Interpretato da LEONARDO PIERACCIONI – SUZIE KENNEDY – BIAGIO IZZO – BARBARA TABITA – ROCCO PAPALEO – FRANCESCO PANNOFINO – MASSIMO CECCHERINI – LUCA LAURENTI – MARTA GASTINI – FRANCESCO GUCCINI – LUIS MOLTENI – GIANNA GIACHETTI § Gualtiero Marchesi (come il cuoco, ma [...] Vai alla recensione »

sabato 27 novembre 2010
Luca Scialo

Gualtiero Marchesi è un riparatore di piscine, abbandonato dalla moglie (Barbara Tapita) per un verace domatore di circo (Biagio Izzo). Ha una figlia adolescente, che cerca in modo imbranato di accudire. Durante una delle tante sere trascorse con una coppia di amici gay, rievoca in una seduta spiritica Marilyn Monroe, il cui spirito si materializza.

martedì 12 gennaio 2010
federico89

Il punto positivo di Pieraccioni è il finale. Il film si muove bene, fra pene d'amore e gag non eccessive, il tutto con Marylin evocata dall'oltretombe che si muove per Firenze e fa da consigliera personale al povero Gualtiero (Pieraccioni). Il finale è quello realista: Pieraccioni non recupera la moglie ma, nella scena che precede quella finale, dà un suo personalissimo [...] Vai alla recensione »

martedì 22 dicembre 2009
Matteo Fioramanti

Il Ciclone mi lasciò a bocca aperta. Fuori d’arficio iniziò a storcere il mio naso. Il pesce innamorato mi chinò il capo, rassegnato. Ma, ahimè, causa la mia istintiva simpatia per il comico toscano e le recenti promesse risate non arrivate (Cado dalle nubi), mi hanno indotto a puntare di nuovo su Pieraccioni. Fortuna, il biglietto costava solo sei euro.

giovedì 7 gennaio 2010
alex spezzati

un bel film,stavolta la donna di pieraccioni è la grande Marilyn Monroe,le battute divertenti le avevano già anticipate nel trailer,ma da vedere.

venerdì 25 dicembre 2009
Rubyru

Non è all'altezza dei precedenti Film di Pieraccioni, ha fatto molto di meglio... si fanno 2 risate nel primo tempo grazie al grande Rocco Papaleo, si ride poco nel secondo; scadente anche l'accoppiata Ceccherini Laurenti, pensavo di divertirmi di più!!! Sono un po' delusa :-(

domenica 27 dicembre 2009
maxb14

Più commedia sentimentale quasi tragi-comica, un pò più di trama principale, meno comico e meno situazioni parallele divertenti. Un film maturato ma meno fruibile dal pubblico.

domenica 27 dicembre 2009
corinnaso

Sollininn sapete come buttare via 7,50 euro e2 ore del vs tempo???piuttosto scaricateli nel wc e dormite due ore..ma NN ANDATE A VEDERE IO& MARYLIN...E' UN VILIPENDIO ALL'UMORISMO, ALL'ARTE DI FARE CINEMA, AGLI SPETTATORI CHE HANNO PAGATO MA ANCHE A QUELLI CHE NN PAGHERANNO.... SPETTATORI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI CONTRO LA BASSA QUALITA' DELLE COSE.

mercoledì 23 dicembre 2009
Nikof

martedì 22 dicembre 2009
Freepenguin

Film pieno di battute e situazioni esilaranti che fa veramente ma veramente ridere. E poi la cornice stupenda della città di Firenze, unica con i suoi panorami da un tocco romantico alla pellicola. Molto consigliato.

lunedì 28 dicembre 2009
Andrea Evangelisti

non fa mai ridere ed è veramente penoso annoia dall'inizio alla fine, spero solo che pieraccioni non si metti a fare film come quello schifo di natale a... di Neri e De Sica!!

domenica 27 dicembre 2009
sassolino

La mia simpatia per Leo (cosi' lo chiamiamo in un istinto d'affetto noi fiorentini) m'impedisce dallo stroncare del tutto i suoi film. In quest'ultimo lui tenta di cambiare il suo solito registro accomodante, cercando di farne una commedia surreale dai toni fantastici. Non ci riesce del tutto perché la sua tendenza ad accontentare tutti slitta lievemente nel qualunquismo, nei personaggi abbozzati [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 dicembre 2009
salento

Se qualcuno volesse provare a dormire al cinema consiglio vivamente questo film. Si tratta del solito "film Pieraccioni fotocopia" di sempre.. ma in questo caso il regista a superato se stesso..è riuscito a mettere a dormire un'intera sala del cinema Rivellino a Gallipoli... ciao e Buon Natale a tutti

lunedì 27 dicembre 2010
Jack Black

Il Ciclone è stato molto carino, i Laureati anche (un po' meno, ma comunque apprezzabile), Una moglie bellissima a tratti anche intelligente, ma questo ... Non si ride, non c'è una idea originale.. niente, solo noia e tristezza. Il deserto del Gobi. Mi domando come una persona di successo desideri rovinarsi "la fedina" con un film del genere.

domenica 24 gennaio 2010
ultimoboyscout

Premetto che mi piacciono moltissimo i film di Pieraccioni ma ammetto pure che non è certo la sua opera migliore. Comunque carino e godibile, strappa risate senza l'utilizzo di volgarità o demenzialità, ingredienti di cui si abusa nei bruttissimi film comici-brillanti moderni. Cast pieraccioniano al gran completo, con la piacevole novità di Luca Laurenti.

lunedì 11 gennaio 2010
FELICINO

E' pur vero che i film di Leonardo sono sempre molto simili tra loro e gli attori sono sempre gli stessi, però il film mi è piaciuto molto. Il cast ha compreso anche Luca Laurenti, già abituato alla recitazione per via della sitcom Don Luca di alcuni anni fa. Dico originale per via della trovata di aver richiamato sulla Terra una persona defunta, idea che nei precedenti film leonardeschi non credo [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 gennaio 2010
tyler

Veramente brava l'attrice che fa' Marilyn, il film di per se e' piacevole, divertente e commovente. Riuscito!

mercoledì 30 dicembre 2009
greg2

Carino ma non potrà mai reggere il confronto (e gli incassi) con Natale a Beverly Hills per il semplice motivo che io e Marylin non fa ridere ma fa sorridere (e neanche tante volte). In ogni caso è un film godibile. Ceccherini mi fa compassione, non ha mai pensato di cambiare mestiere??

domenica 27 dicembre 2009
RakDj

La Storia Originale C'è, Le Gag Divertenti Ci Sono, Il Pieraccioni di Sempre C'è, Marylin è Perfetta. Film adatto alle feste altro che Natale a...

lunedì 21 dicembre 2009
tyler

Ho avuto modo di vedere entrambi i cinepattoni, cioe' Natale a Beverly Hills e Io & Marilyn , e, devo dire che onestamente il paragone non esiste. Inutile e volgare il primo , leggero ben recitato e simpatico il secondo. Una sorpresa su tutte la somigliantissima Suzie Kennedy davvero brava, cosi' come ottimi Papaleo ed Izzo. Pieraccioni e' sempre lui.

domenica 20 dicembre 2009
Nino Pell.

Questo film di Pieraccioni è sicuramente gradevole e difatti, guardandolo, non può non trasmetterci una sensazione di piacevolezza e di bontà grazie ad una trama scorrevole, lineare e che, nel finale, ci lascia anche qualche buon messaggio. Il protagonista della storia viene lasciato dalla moglie poiché quest'ultima, amante del Circo, a lui preferisce un intrepido domatore di tigri (interpretato da [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 maggio 2010
Liuk

Film senza infamia e senza lode.. un compitino facile facile migliore degli ultimi di Pieraccioni ma non a livello degli storici che ne hanno fatto la fortuna.

martedì 12 gennaio 2010
dolcesperanza

il film mi è piaciuto, la storia è divertente (senza mai essere volgare) e insieme commovente.

lunedì 11 gennaio 2010
kassandra78

Non è il film più brillante di Pieraccioni....anche se è essenzialmente lui a portare il film ad essere simpaticamente piacevole, ma non certo esilarante.

domenica 3 gennaio 2010
Mancio83

E' vero...è una di quelle commedie acqua e sapone che alla fine lasciano poco di importante, Pieraccioni tende spesso a ripetere i suoi schemi narrativi ma il film risulta comunque molto godibile e per nulla volgare, davvero un buon lavoro e molto bravi i personaggi di contorno a partire da Rocco Papaleo

martedì 22 dicembre 2009
tyler

Divertente, commovente, malinconico e ben recitato! Da vedere!

lunedì 21 dicembre 2009
lippino

bel film

venerdì 22 ottobre 2010
giacomogabrielli

Questa volta il regista toscano ci intrattiene anche durante le feste natalizie. Battute tipiche di Pieraccioni e situazioni scontate, fanno di questo lavoro un film già visto. Soggetto di Giovanni Veronesi. PRETESTUOSO | **

venerdì 20 agosto 2010
francescol82

L'accoppiata Pieraccioni - Ceccherini anche questa volta diverte ma non troppo. Un film appena accettabile: che Pieraccioni stia esaurendo le idee? Senz'altro la sua peggior creazione.

giovedì 24 dicembre 2009
*Geno Snape*

un film carino...

giovedì 24 dicembre 2009
gabry

non mi è mica sembrato così orribile come lo descrive la maggior parte di pubblico e di critica..concordo sul fatto che non sia un capolavoro, che non ci siano due ore di risate continue (anzi meno visto che il film dura circa un'ora e mezzo), ma tutto sommato mi è piaciuto. Neanche paragonabile all'alternativa "leggera e natalizia" di natale a Beverly Hills.

lunedì 21 dicembre 2009
paciugo

Rieccoci all'appuntamento biennale con il film natalizio di Pieraccioni. L'opera è carina, piacevole, scorre bene e si fa apprezzare anche per dei momenti di riflessione che differenziano il primo Pieraccioni con un regista adesso più maturo, che a volte si ferma a guardarsi indietro comunque con lo stesso spirito guascone di sempre. Intendiamoci, il film non resterà nella storia del cinema, ma in [...] Vai alla recensione »

domenica 20 dicembre 2009
brent

Ormai il buon Leonardo li fa tutti uguali! Proprio come la tradizone dei cinepanettoni...Solita trama, soliti eprosnaggi, poche battute... ci vorrebbe un pò di coraggio per cambiare. Finchè il box-office gli darà ragione dubito che cambi la formula.

venerdì 8 gennaio 2010
marezia

ROMA, 7 GEN - Con 20.270.691 milioni di euro il cine-panettone Filmauro 'Natale a Beverly Hills' di Neri Parenti vince la sfida delle feste.In seconda posizione 'Sherlock Holmes' (14.339.000), in sala dal giorno di Natale, vera grande sorpresa in positivo del periodo che va dal 18/12 a ieri.'Io & Marilyn' di Leonardo Pieraccioni (12.400.000), uscito con Medusa nella stessa data, si colloca al 3/o posto. [...] Vai alla recensione »

martedì 29 dicembre 2009
g_andrini

Bravo Pieraccioli, eccelsa l'attrice che impersona Marilyn. Parla delle difficoltà relazionali della vita, che spinge un uomo a credere in quello che non è. Superlativo, non mi aspettavo una tale intensità. Non è affatto il solito film natalizio, anzi. Ben vengano produzioni del genere.

domenica 20 dicembre 2009
Simos92

Dopo "Una moglie bellissima" Pieraccioni debutta con "Io & Marilyn", con una storia originale molto lineare girata a Firenze, che accosta un mix di divertimento ma anche di serietà. E' proprio Pieraccioni nel ruolo di Gualtiero Marchesi che durante una seduta spiritica insieme ai suoi due amici omosessuali, evoca il fantasma di Marilyn. Da qui l'inizio di una divertente convivenza "immaginaria" che [...] Vai alla recensione »

domenica 20 dicembre 2009
giba62

Carino, equilibrato, un bell' esempio di commedia. Bella la sceneggiatura e bravi gli attori. Un film " leggero", non banale, con alcuni momenti teneri.

sabato 19 dicembre 2009
thedirector

Un film che questa volta, forse per la presenza di un personaggio cult come Marilyn, è stato criticato positivamente anche in America ed un giornalista del Time Out New York ha scritto "un film italiano che evoca un personaggio americano!Non pensavo che la commedia italiana potesse vincere su quella americana, ma pare sia così!". Quindi sembra che il film abbia fatto un certo effetto ai nostri compari [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 aprile 2012
cristina chianese

comicissimo

lunedì 30 aprile 2012
cristina chianese

XFETTO,STUPENDO,SPETTACOLARE,OTTIMO,CAPOLAVORO,BELLISSIMO,COMICISSIMO,WHAU,

lunedì 3 gennaio 2011
Siper

Dal genio toscano di Leonardo Pieraccioni nasce “Io e Marilyn”. Questa volta il regista fiorentino interpreta Gualtiero Marchesi, che si occupa di riparare piscine. Assieme agli amici pasticcieri e pasticcioni, Massimo (Massimo Ceccherini) e Petronio (Luca Laurenti) evocano in una seduta spiritica nientemeno che Marilyn Monroe. La grande pin-up (Suzie Kennedy) risponde presente e appare in casa e nella [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 dicembre 2010
acs81

Leonardo Pieraccioni è ritornato ai tempi del Ciclone, il Film fa ridere i gli attori sono tutti bravissimi e perfetti nella parte, chi dice che in italia non ci sono più caratteristi si sbaglia, a parte Papaleo che è davvero un grande e lo dimostra in ogni film, è una sorpresa Izzo e Ceccherini come in ogni film del fido amico Pieraccioni non delude, da vedere assolutamente [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 gennaio 2010
Vipera Gentile

Durante una seduta spiritica, il protagonista evoca Marilyn Monroe con tale intensità da esserne suggestionato al punto di vedersela accanto. L'attrice funge da coscienza e gli suggerisce la strategia per riconquistare l'ex moglie, un'attraente artista del circo, dai capelli lunghi e scuri che, come è noto, è la tipologia femminile prediletta dal regista.

mercoledì 6 gennaio 2010
tyler

Semplicemente bellissimo! Una lieta scoperta !

sabato 2 gennaio 2010
rossavita

Il tentativo di uscire dal cliché (scontato e patetico) della bellona che cede al "fascino" del mariolo romantico e sognatore fallisce miseramente: mancanza di idee e superficialità caratterizzano un film assolutamente sconclusionato e noioso. De "Il ciclone" avevo apprezzato la leggerezza e la freschezza di una storia senza pretese ma con una sua coerenza interna.

sabato 19 dicembre 2009
alexia62

Simpatica commedia all'italiana,carina ,divertente ma non più di tanto...originale sceneggiatura con la storia del fantasma su cui ruota tutto il film,bravi gli attori tra cui spicca Rocco Papaleo,attore poliedrico che si cala benissimo nella parte del paziente psichiatrico.Non mi è piaciuto invece Pieraccioni...solita faccia, solita espressione....

FOCUS
INCONTRI
martedì 15 dicembre 2009
Marzia Gandolfi

Il pirata e la ballerina Lo avevamo lasciato innamorato di una moglie bellissima, lo ritroviamo due anni dopo a Firenze separato da una consorte altrettanto avvenente. Leonardo Pieraccioni torna sullo schermo con una nuova commedia che evoca addirittura lo spirito e il corpo morbido di Marilyn Monroe. “Riparatore” di piscine col cuore spezzato e una figlia adolescente, Gualtiero Marchesi (come il cuoco) vorrebbe riconquistare il cuore della consorte, rapito dallo sguardo magnetico di un tiratore di coltelli napoletano.

Frasi
Gualtiero: Io Marilyn, mi sento vuoto come questa piazza...
Marilyn: Ma questa piazza non è vuota!
Gualtiero: In che senso?...
Marilyn: Tu non devi mai sentirti solo... chiudi gli occhi, sicuramente qualcuno si arrabbierà con me ma... tu sei una brava persona e quindi... accetterò il rischio! Fidati di me! Ricordati Gualtiero che nessuno muore mai davvero, tutti riviviamo nella mente di chi c'ha voluto bene! Nessuno se ne va via per sempre…
Dialogo tra Gualtiero Marchesi (Leonardo Pieraccioni) - Marilyn (Suzie Kennedy)
dal film Io & Marilyn - a cura di Alessandro Spagnuolo
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alberto Castellano
Il Mattino

I film di Pieraccioni sono frammenti (scherzosi) di un discorso amoroso continuamente interrotto. Con il decimo capitolo della sua commedia sentimentale seriale, l'attore-regista toscano regala ai fan una stravagante rivisitazione di uno dei più seducenti miti della storia del cinema. In «Io & Marilyn» la bellona di turno, la stangona straniera che fa breccia nel cuore del provinciale seduttore, è [...] Vai alla recensione »

Marco Giusti
Il Manifesto

Nono film scritto, diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni, o decimo se includiamo anche Il mio West, diretto dal suo cosceneggiatore di sempre Giovanni Veronesi, ma molto pieraccionesco, Io & Marilyn, che esce per Natale con la Medusa in 650 sale, è una commedia fantasy con punte romantiche giocata dai suoi autori con gran garbo, intelligenza, perfetta cura nel dosaggio degli elementi comici [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Gualtiero Marchesi («non il cuoco») è un travet abbandonato dalla moglie che gli ha preferito un artista circense. In una seduta spiritica Gualtiero evoca il fantasma di Marylin Monroe, che vede solo lui e che gli dà consigli, alla Bogie o alla Cantona, per restare in ambito cinematografico. E siccome Gualtiero è Leonardo Pieraccioni, sappiamo già che la storia sarà tenera e malinconica, che l'umorismo [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

"Il mio non è un cinepanettone, ma il film di Natale di Pieraccioni: che esca ora è un'abitudine, perché sotto le feste la gente va al cinema soprattutto per divertirsi". Bravo Leonardo, peccato che lo & Marilyn di divertimento ne assicuri davvero poco. Pieraccioni è simpatico, sia sullo schermo che davanti a un microfono: dispiace, dunque, che la sua nona regia deluda, mettendo nel fuoricampo frizzi, [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

L' altro film natalizio, Io & Marilyn. La maniera sempre soft di Pieraccioni, il tono un po' astratto e fiabesco ottiene il magico risultato di non farti accorgere che usa le stesse pesantezze e le stesse parolacce. Non risparmia sugli ingredienti di facile presa. Tutto sommato si potrebbe essere indotti a dire: viva la faccia dei "Natali a..." così genuinamente trucidi.

Francesco Alò
Il Messaggero

Loach, Pieraccioni e il fantasma mentore. Per Loach c'è il calciatore Eric Cantona (quello vero) mentre in Io & Marilyn arriva una fintissima Marilyn Monroe (Suzie Kennedy, che semmai somiglia più a Jane Russell). La diva appare a Gualtiero (Pieraccioni) dopo una seduta spiritica. Disturbo mentale o fenomeno paranormale, come gli suggerisce l'amico Arnolfo, che ha avuto Hitler in salotto per più di [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Massimo Ceccherini tutto biondo (ma i baffi restano neri) e Luca Laurenti gelosissimo formano una brutta coppia gay di pasticcieri, proprietari della «Boutique del cannolo gioioso». Rocco Papaleo ha i capelli lunghi sino alle spalle, e ha avuto in casa per 25 giorni il fantasma di Hitler. Francesco Guccini, ingrassato in maniera impressionante, è lo psicoanalista dottor Verdicchio.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Un mezzo disastro. Sembrava un autore ritrovato lo spiritoso Leonardo Pieraccioni, sorprendentemente a segno nelle tre ultime uscite (Il paradiso all'improvviso, Ti amo in tutte le lingue del mondo e Una moglie bellissima). Eccolo invece ripiombare al livello dei suoi due precedenti pasticci (Il pesce innamorato e Il principe e il pirata). Io e Marilyn, scritto con l'irriconoscibile Giovanni Veronesi, [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 24 dicembre 2009
Marzia Gandolfi

La rivincita di Natale Ogni anno è la stessa storia e l'Italia si spacca in due: panettone o pandoro? Presepe o albero di Natale? Santa Lucia o Babbo Natale? De Sica o Pieraccioni? Disney "a matita" o animazione in 3D? Cinepanettone o cinema d'autore? [...]

NEWS
venerdì 18 dicembre 2009
Lisa Meacci

Tra Beverly Hills e Firenze Con le ferie e le vacanze scolastiche ormai alle porte entriamo in questo freddissimo weekend pre-natalizio, che tra un po' di shopping e qualche assaggio goloso in più, ci offre i nuovi arrivi cinematografici.

[LINK] FOTO
venerdì 27 novembre 2009
 
NEWS
mercoledì 3 giugno 2009
 

L eonardo Pieraccioni non lo dice ma c'è da scommetterci che nel suo prossimo film si innamorerà di Marlyn Monroe in persona. Il titolo del suo 9/o film è Io e Marilyn, che sarà il film di Natale di Medusa (uscita 18/12).

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati