La prima notte di quiete

Film 1972 | Drammatico 132 min.

Regia di Valerio Zurlini. Un film Da vedere 1972 con Giancarlo Giannini, Alain Delon, Lea Massari, Alida Valli, Renato Salvatori, Adalberto Maria Merli. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 1972, durata 132 minuti. - MYmonetro 3,44 su 36 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La prima notte di quiete tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un supplente colto, ma più portato agli svaghi che all'insegnamento, si innamora di un'allieva anche se convive con un'amante.

La prima notte di quiete è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,44/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,92
CONSIGLIATO SÌ
Storia di una amore proibito.

Un supplente colto, ma più portato agli svaghi che all'insegnamento, si innamora di un'allieva anche se convive con un'amante. La ragazza ha uno spasimante geloso ed è infedele a tutti e due. Il professore progetta la loro fuga ma il giorno stabilito, temendo che la sua donna si suicidi, torna indietro. Lungo la strada rimane vittima di un incidente mortale.

LA PRIMA NOTTE DI QUIETE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 10 aprile 2017
Parsifal

Diretto da Valerio Zurlini e scritto dallo stesso con Valerio Medioli, il film , girato in una Rimini atipica,fuori dai clamori dell' alta stagione con le sue vacuità, narra le vicende del Prof. Daniele Dominici, amante della letteratura e del gioco d'azzardo. Al suo ingresso nella scuola in cui insegnerà , sino alla fine dell' anno scolastico, viene accolto da un preside [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 gennaio 2014
"Joss"

Straordinario questo film di Zurlini girato in una Rimini fredda e nebbiosa, un'ambientazione atipica che si integra alla perfezione con il personaggio di Daniele Dominici (Alain Delon), tormentato professore di lettere. Dotato in più del fascino dell'uomo "vissuto", sempre vestito con un cappotto color cammello, dimesso e con la sigaretta in bocca, la barba non rasata e la vecchissima Citroen che [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 maggio 2017
Xantoflores

Ho rivisto ieri il film dopo la bellezza di 45 anni! Mi è piaciuto adesso come mi piacque allora quando lo vidi in sala. Una bella storia d'amore di due disperati che cercano l'una tra le braccia dell'altro, un rifugio ai propri fallimenti. La vita è stata dura per entrambi, entrambi non sono certo stinchi di santi, ma la solitudine che hanno dentro è come una calamita [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 dicembre 2016
faucau

Delon ce la mette tutta, pure troppo, ma Zurlini è irritante. Le storie estreme fanno sempre fatica a stare in piedi e non basta, non serve sciorinare qualche frasetta filosofeggiante per riscattartte un film che non rivedrei mai una seconda volta, che si trascina a fatica nell'incredibilità di fatti e personaggi. Monotono nello scenario, la rappresentazione della scuola è pressocchè cimiteriale.

mercoledì 13 febbraio 2013
fedeleto

Daniele Dominici e' un professore di filosofia,che si trasferisce a Rimini per fare una supplenza.Solitario e introverso,vive un rapporto di coppia ormai in crisi,si innamora della giovane studente Vanina.Inizieranno i problemi,tra la famiglia della ragazza che non lo sopporta,e il ragazzo truffatore e losco che la rivuole indietro.Ma nonostante tutto l'amore riesce a superare questi ostacoli,ma [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 ottobre 2015
dario

L'impegno è notevole, il risultato meno, causa un fondo intellettualoide che rende il tutto un mezzo pasticcio. Troppi squilli (di tromba) e troppe concessioni al patimento irrazionale. Zurlini altrove ("La ragazzo con la valigia", il suo capolavoro) sa fare cinema com pochi, qui invece si perde in compacimenti mentali.

mercoledì 8 dicembre 2010
grinpelle

Di motivi per definire capolavoro questo film ce ne sono molti, però mi limito a sottolineare le sequenze della vita notturna e clandestina di Rimini: siamo agli inizi dei '70, ma Zurlini inquadra come un profeta le inquietudini e i vizi della provincia padana di decenni dopo. Infatti, se la tragicità dei personaggi li rende in qualche modo "senza tempo", le immagini e le [...] Vai alla recensione »

domenica 11 febbraio 2018
macroci

Un unico consiglio: Capire prima il "Don Giovanni" di Casanova e Mozart! Ma ci sono altri rifacimenti. Cito quelli che conosco: "Andrea Chenier"; "Il  posto delle fragole"; "American beauty"; "Pretty Woman". Per risolvere il rebus leggete almeno una sintesi della vita del veneziano, con particolare attenzione alla sua attività di spia ed [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2016
arnaco

Visto appena uscito mi aveva entusiasmato; rivisto adesso mi ha deluso. E' invecchiato o sono solo invecchiato io? Allora non me ne ero accorto, ma il leitmotiv del film (non alludo alla bella canzone della Vanoni) è l'adagio dal Concerto per flautino e orchestra di Vivaldi che il noto trombettista jezz Maynard Ferguson esegue con i tempi molto rallentati; così [...] Vai alla recensione »

martedì 18 agosto 2015
ratito-max

Film altamente deludente. Non verosimili i personaggi. Gli attori, pur bravi, sono sprecati, non riescono ad entrare, ovviamente, nel personaggio. Non vera la città. Un messaggio decisamente inutile. Mi dispiace dirlo ma non mi piace non mi ha mai emozionato, non mi ha mai parlato.

venerdì 17 ottobre 2014
Citizen Kane

Adoro questo film fatto di false innocenze, di crude passioni e di amicizie tradite nella nebbia della romagna adriatica. Severìne

mercoledì 5 settembre 2012
Luca Scialo

Daniele Dominici diventa supplente in un liceo di Rimini. Qui conosce un gruppo di amici che si danno alla vita trasgressiva, talvolta squallida. Si invaghisce di una sua alunna, Vanina, bella ma malinconica. Un amore difficile che porterà molti guai al professore.  Storie di vite dannate, con passati scomodi, notti smarrite e trasgressive.

mercoledì 30 aprile 2014
fedemug87

Il film è un pò una riflessione sulla vita ambientato in una città di provincia come Rimini in cui all'inverno meteorologico si accosta l'inverno sociale con la corruzione dilagante, i giovani ribelli e le belle ragazze sfruttate da cinici personaggi. Delon rappresenta il classico uomo tra i 30 e i 40 anni che ha bisogno di nuovi stimoli per trovare risposte alla sua [...] Vai alla recensione »

Frasi
...ma lo sconforto che hai dentro, la tua malinconia senza rimedio, non riesco a sopportarla...
Dialogo tra Daniele Dominici (Alain Delon) - Vanina Abati (Sonia Petrova)
dal film La prima notte di quiete - a cura di "Joss"
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati