La prima notte di quiete

Acquista su Ibs.it   Dvd La prima notte di quiete   Blu-Ray La prima notte di quiete  
Un film di Valerio Zurlini. Con Giancarlo Giannini, Alain Delon, Lea Massari, Alida Valli, Renato Salvatori.
continua»
Drammatico, durata 132 min. - Italia 1972. MYMONETRO La prima notte di quiete * * * - - valutazione media: 3,44 su 37 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

LA QUIETE E LA MORTE Valutazione 5 stelle su cinque

di fedeleto


Feedback: 49130 | altri commenti e recensioni di fedeleto
mercoledì 13 febbraio 2013

Daniele Dominici e' un professore di filosofia,che si trasferisce a Rimini per fare una supplenza.Solitario e introverso,vive un rapporto di coppia ormai in crisi,si innamora della giovane studente Vanina.Inizieranno i problemi,tra la famiglia della ragazza che non lo sopporta,e il ragazzo truffatore e losco che la rivuole indietro.Ma nonostante tutto l'amore riesce a superare questi ostacoli,ma non la morte,causata dal pensiero di rimorso verso la moglie lasciata.Valerio Zurlini,oltre alla regia,firma anche il soggetto e la sceneggiatura,quest'ultima insieme a Medioli.L'opera di Zurlini affonda le sue radici nei temi cari al regista,ovvero la solitudine e l'abbandono.Dominici e' un professore che vaga in una Rimini oscura e nebbiosa(quasi fosse uno stato d'animo del protagonista) fotografata da un grande direttore come Dario Di Palma(la morte ha fatto l'uovo),in questo scenario conosce dei personaggi con cui entra in confidenza,Spider(un ottimo Giannini),Gerardo,e Marcello(Renato Salvatori).L'odissea del professor Dominici,inizia con una barca ove ci sono due stranieri che gli chiedono in inglese dove si trovano,Rimini risponde Dominici e dice di non esserci mai stato,quando invece e' molto legato eccome a questa citta'.La storia dunque incomincia quasi con un approdo,in seguito egli concorda con i studenti la scelta di fumare  in classe andando contro il preside,uno spirito dunque anarchico che non ama le regole,e come dice lui rossi o neri non interessa,i neri sono piu' stupidi.E' chiaro che dal 68 in poi sono molti i film che sottolineano la politica,Zurlini preferisce non parlarne.Incomincia l'amore per la sua studentessa Vanina(il nome ovviamente inspirato al racconto di Stendhal),attirato da lei per il suo essere misterioso e triste,il collegamento del loro amore e' questo cupo sentimento,ella viene da una realta' squallida familiare ove la madre era una prostituta,e invece Dominci viene da un passato oscuro,Rimini era la citta' ove egli in giovane eta' era stato ed aveva vissuto il suicidio della cugina(un collegamento da citare e' senza dubbio Armance di Stendhal),pubblica una raccolta di poesie che e' intitoolata la prima notte di quiete,quasi dunque un elogio alla morte.La vita di Dominci trova dunque nel silenzio le risposte,o meglio nella morte la vita.Lo scenario pertanto e' estremamente suggestivo,la camminata di Dominici nella nebbia e' un chiaro viaggio nel suo inconscio oscuro,il suo passato e' il suo dittatore,e il voler sempre ricordare o tornare indietro e' morire metaforicamente lo si vede verso la scena finale ove Dominici vuole tornare indietro dalla moglie per vedere se si e' suicidata e viene travolto da un camion,dunque tornare indietro e' morire),Non mancano anche i riferimenti all'arte, la madonna del parto,dove Dominici spiega l'emozione e la sensazione dell'arte,tutto si ricollega al fatto di avere un figlio,Dominici pertanto in questione e' assolutamente negativo,ma il parto rappresenta un dono della vita o una pre- quiete? Inoltre Zurlini evidenzia spesso la vita esagerata che svolge la combriccola di Rimini(tardi vitelloni) che tra droghe,sesso e ambiguita' vive il concetto di esternazione del materialismo,dandosi a piaceri materiali,in questo scenario dunque di contrappone deontologicamente un dualismo,spiritualismo(l'amore tra Dominci e Vanina) e materialismo.Spider pertanto rimane un personaggio interessante,che oltre ad essere uno della combriccola,e' anche sensibile e rispettoso verso la persona di Dominci,un amore forse piu' spirituale.La quiete scende tra le nebbie di una Rimini in silenzio,ma il capolavoro di Zurlini sale nell'olimpo del cinema.Ottimo Alain Delon.Toccanti musiche di Nascimbene.Interessante la Petrova nella parte di Vanini.

[+] lascia un commento a fedeleto »
Sei d'accordo con la recensione di fedeleto?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di fedeleto:

Vedi tutti i commenti di fedeleto »
La prima notte di quiete | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | brancaleone
  2° | paride86
  3° | giorgio
  4° | brabcaleone
  5° | parsifal
  6° |
  7° | xantoflores
  8° | fedeleto
  9° | faucau
10° | dario
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità