Sbirri

Film 2009 | Poliziesco 100 min.

Anno2009
GenerePoliziesco
ProduzioneItalia
Durata100 minuti
Regia diRoberto Burchielli
AttoriRaoul Bova, Alessandro Sperduti, Simonetta Solder, Luca Angeletti .
Uscitavenerdì 10 aprile 2009
DistribuzioneMedusa
MYmonetro 2,47 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Roberto Burchielli. Un film con Raoul Bova, Alessandro Sperduti, Simonetta Solder, Luca Angeletti. Genere Poliziesco - Italia, 2009, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 10 aprile 2009 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,47 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sbirri tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dopo la tragica morte del figlio per l'assunzione di una pastiglia di ecstasi, un giornalista televisivo decide di realizzare un reportage sul mondo dello spaccio di stupefacenti. In Italia al Box Office Sbirri ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 1,8 milioni di euro e 481 mila euro nel primo weekend.

Sbirri è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,47/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,20
PUBBLICO 2,52
CONSIGLIATO NÌ
La vita quotidiana di una Squadra Speciale antidroga in un film coraggioso che va oltre il documentario.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 6 aprile 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 6 aprile 2009

Matteo Gatti è un giornalista televisivo che non ha mai avuto problemi nell'esporsi in prima linea quando lo ha ritenuto necessario per realizzare reportage che mettessero i fatti in primo piano. Una tragedia familiare lo ha colpito: il figlio adolescente in gita a Milano ha assunto una pastiglia di ecstasi ed è morto. Matteo riesce a convincere il suo direttore per la realizzazione di un'inchiesta sul mondo dello spaccio di stupefacenti. Il punto di vista sarà quello degli agenti della Squadra Speciale della Polizia operante a Milano. Matteo fingerà di essere uno di loro e, con l'ausilio di un cameraman, riprenderà documenterà ciò che accade veramente. Nel frattempo sua moglie a Roma vive con angoscia l'attesa di un nuovo figlio.
Il film di Burchielli merita di essere segnalato per il coraggio di una sperimentazione che va oltre il documentario inserendo un attore e una troupe nella quotidianità del difficile lavoro di chi, nella polizia, cerca di contrastare la diffusione degli stupefacenti avendo un'attenzione particolare per i rischi che corre la popolazione più giovane. Purtroppo però il film è come diviso in due. Da un lato c'è la realtà, che viene presentata così come si svolge dinanzi all'occhio delle telecamere nascoste (con i volti dei fermati debitamente oscurati). C'è poi un attore che è sempre stato generosamente pronto a sperimentare e che troppo spesso la critica ha incasellato nel facile schema 'bello ma non bravo'.
Bova invece dimostra di essere assolutamente all'altezza di un'improvvisazione richiesta dall'evolvere di eventi imprevedibili offrendo un'interpretazione che è al contempo frutto di preparazione e di capacità di rispondere agli eventi.
Ciò che invece stride (a parte una colonna sonora enfatica sin dalle prime battute) è tutta la parte di finzione con le vicende private del giornalista e della sua relazione con la moglie dopo la morte del primogenito. Per quanto verosimili risultano i video che il ragazzo e i suoi amici avrebbero girato durante la gita a Milano all'opposto è melodrammatica e decisamente 'finta' tutta la sofferenza a distanza dei suoi genitori. Burchielli è uno dei migliori registi di realmovie che abbiamo in Italia ma dovrebbe lasciare la fiction in altre mani.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
SBIRRI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 23 aprile 2009
MLockeR

Il film consiste in un reportage sul lavoro di una squadra di poliziotti - gli eroi di oggi, appunto - che ogni notte con estrema abnegazione compiono l'importante missione di combattere lo spaccio di droga in una grande città come Milano. Matteo Gatti è un famoso giornalista che, in seguito alla morte del figlio Marco per overdose (come si suppone), decide di unirsi a questa squadra di agenti, alla [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 aprile 2009
Fides Italica

A parte il giramento di testa che creano le riprese (volutamente) mosse, il film fa vedere una piccola parte della realtà della droga, in questo caso a Milano. Dico piccola perché in fondo vengono fatti vedere solamente gli appostamenti dell'U.O.C.D. e l'arresto dei ragazzi spacciatori.Sulle conseguenze psicologiche e fisiche che subiscono coloro che fanno uso di droga nemmeno l'ombra, eccezion fatta [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 ottobre 2012
ultimoboyscout

Raoul Bova interpreta il giornalista d'assalto Matteo Gatti che riesce ad entrare nella squadra della Polizia di Stato che si occupa di  criminalità diffusa, a seguito della morte del figlio dopo l'assunzione di una pastiglia di ecstasy. Animato da un fortissimo senso di colpa, cercherà di ripercorrere i passi del figlio e di capire cosa e come sia successo.

martedì 21 aprile 2009
MLockeR

Il film consiste in un reportage sul lavoro di una squadra di poliziotti - gli eroi di oggi, appunto - che ogni notte con estrema abnegazione compiono l'importante missione di combattere lo spaccio di droga in una grande città come Milano. Matteo Gatti è un famoso giornalista che, in seguito alla morte del figlio Marco per overdose (come si suppone), decide di unirsi a questa squadra di agenti, alla [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 aprile 2009
Mark Race

Prima di tutto devo esprimere il mio totale dissenso ai commenti lasciati nel foum. Credo infatti che questo film non sia un film di denuncia, in quanto non comunica nulla che non sia già stato detto dai vari documentari e tg televisivi che da anni informano gli italiani su queste tematiche. Per di più il problema della droga è visto dal classico punto di vista di chi la combatte e questo non può che [...] Vai alla recensione »

domenica 17 maggio 2009
Persellesco

REC: La verosomiglianza tra un film è la realtà spetta al regista come qualità principale del suo lungo lavoro, specialmente se trattandosi di argomentazioni riprese piuttosto da veri espedienti di vita. Quale modo migliore allora se non quello di gettarsi in pieno (sfruttando spesso l'amatorialità delle inquadrature) proprio in quelle situazioni che non essendo frutto di un copione restano prettamente [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 aprile 2009
mauro B

Premetto che il problema droga è un problema veramente drammatico.Ma questo film a me non è piaciuto per niente,non solo a me.Diversi spettatori sono usciti dalla sala durante la proiezione,il film è stato girato come se fosse un documentario,l'ho trovato scontato e quasi banale.Il finale poi quando nasce il bambino,sembra che la coppia si sia dimenticata che il primo figlio è morto.

martedì 7 aprile 2009
bovetta

ehy ciao vi consigli di andare a visionare Sbirri è troppo bello io ci andò venerdì pomeriggio con dei miei amici cmq guardando il trailer è stupendo anche prchè raoul è un ottimo attore secondo me è nato con il presupposto di fare il prtagonista in queste vicende!!!!! W Raoul W Sbirri W le assocazione antidroga e viva tutti quelli ch combattono contro la droga!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

lunedì 13 aprile 2009
francesco

Un film denuncia bellissimo! Secondo me tutte le famiglie italiane dovrebbero vedere il film, così come tutte le scuole italiane dovrebbero proiettare il film affinchè tutti i nostri ragazzai possano vedere il film e capire realmente quanto sia facile cadere nella trappola delle droghe sintetiche. Bravo Raoul. Uno dei film denuncia più belli degli ultimi venti anni!

domenica 12 aprile 2009
Andriy

Bellissimo film-documentario che racconta il mondo dello spaccio della droga, ma soprattutto quello dell'"antidroga". Il mix tra i filmati reali e la storia che ruota attorno queste immagini, crea una suspance che ci porta fino al colpo di scena finale. La situazione familiare e stata ricreata appositamente per mostrare uno dei tanti motivi che possono avvicinare un giovane come tanti altri al mondo [...] Vai alla recensione »

sabato 21 novembre 2009
lazarus ledd

un grande film che unisce la drammaticita della storia con l'atrocita giovanile nel mondo della droga.penso sia il piu bel film di raoul bova,e una massima interpretazione. dovrebbero farlo vedere nelle scuole. dopo aver visto questo film,si guarda il mondo della droga con altri occhi

domenica 12 aprile 2009
sasha

a me è piaciuto molto. x favore sapete dirmi la canzone del film cantata da una donna, straniera, è lenta. Non è begin. Grazie in anticipo

sabato 18 aprile 2009
pippomov

Ottimo lavoro di Roberto Burchielli! Finalmente un punto di vista diverso,non esistono solo poliziotti fanatici picchiatori e riciclatori di roba che sequestrano! Secondo me chiunque abbia dei figli dovrebbe fare,con loro, un salto al cinema perchè propone oggetti di discussione molto utili ad una famiglia ed alla formazione dei ragazzi. Non è mai troppo presto per certi argomenti.

venerdì 18 giugno 2010
Montale

  Questo è un film VERO!!! non sono tutti effetti speciali...sono vere imprese dove i poliziotti rischiano TUTTE LE VOLTE la loro vita...e questo film è "improvvisato"...quando mai un regista ha costruito un film del genere ricco di azione ribadisco VERA? complimenti al regista, a Raoul e soprattutto ai ragazzi dell'antidroga.

mercoledì 1 settembre 2010
cleu93

è ovvio che io debba dare 5 stelle a questo "film" se così lo si può chiamare perchè in realtà le scene sono tratti reali di vita.

venerdì 10 luglio 2009
DONY64

Film drammatico, che unisce realta' quotidiana,crudezza dei ruoli,drammaticita' interpretata magistralmente da Raul Bova che esegue il suo ruolo in modo eccellente insieme alla compagna del film Simonetta Solder.Il film prende sin dall'inizio ed e' molto toccante per l'argomento trattato ed a mio parere dovrebbe essere proiettato dagli istituti scolastici per aprire un po' gli occhi ai giovani.

giovedì 18 novembre 2010
Dano25

c'è poco da dire; il docu-film è da divulgare nelle scuole e da vedere CON i figli per una serata socialmente importante come il problema che tratta.

mercoledì 1 settembre 2010
did93

gran film, che in realtà non lo è neanche, di denuncia su un problema sociale di prim' ordine in italia cioè la droga che è alla portata di tutti, è più "democratica", come dice un bravissimo Raoul Bova in una scena del film. Da far vedere nelle scuole assolutamente. 

venerdì 10 luglio 2009
DONY64

DIMENTICAVO LE STELLE.

domenica 3 giugno 2012
IlparereDelPubblico

Complimenti al regista roberto burchielli e all'attrice Simonetta solder per aver rovinato un film..La pellicola in se non è male,molto veritiera nella situazioni che propone, grezza e realistica,giù il cappello per Angelo Langè poliziotto vero in servizio a milano che attore impovvisato recita davvero bene..Ma finiscono qui le lodi,una delle peggior regie che abbia mai visto,questo [...] Vai alla recensione »

martedì 31 agosto 2010
ilyily

già il trailer è emozionante..capolavoro in stile allen!

sabato 3 dicembre 2011
davide chiappetta

E' un 'docu-dramma'  o format-reality, a voi la scelta, di una rara bruttezza che al confronto Specchio Segreto del grande Loy è un capolavoro alla Quarto Potere. Gli unici bravi di questo format sono i sbirri che fanno bene il loro mestiere. Bova che parla alla telecamera è di una insopportabilità estrema.

giovedì 25 giugno 2009
Vittorio

Film documentario, pesante soprattutto all'inizio che poi però diventa avvincente nella parte centrale e nel finale!! Film che non porta nulla di nuovo ma che riesce comunque a centrare il problema della droga e soprattutto del vuoto della nuova generazione!!

giovedì 16 aprile 2009
Elvis shot JFK

io l'ho visto in streaming sul web.....ma dura solo 44 minuti oppure hanno tagliato qualche pezzo? comunque me l'aspettavo più potente.......alla fine finisce tutto a "tarallucci e vino"......

domenica 14 giugno 2009
dario

Cinema italiano in crisi? Con film del genere è comprensibile. Opera vergognosamente povera, priva di idee, girata malissimo (anche tecnicamente) e interpretata come peggio non si può dai due attori principali (Bova e la Solder: colpa anche della sceneggiatura, d'una povertà incredibile e d'una presunzione insopportabile). Il regista deve tornare all'abc.

FOCUS
INCONTRI
venerdì 3 aprile 2009
Edoardo Becattini

Un progetto educativo e reale In principio furono gli americani verso la fine degli anni '80 ad inviare troupe televisive della Fox al seguito delle volanti di polizia delle varie città. Ma anche in Italia abbiamo sempre avuto un debole, televisivamente parlando, per la divisa e per i vari corpi di difesa dello stato, declinando i vari prodotti dal più impegnato film di valore sociale alla più frivola soap opera concepita come vetrina per corpi di immaturo talento.

Frasi
Ecco,la gara dei carrelli....
Una frase di Marco Gatti (Alessandro Sperduti)
dal film Sbirri - a cura di Wsbirri
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Silvana Silvestri
Il Manifesto

Con un doppio salto mortale la televisione invade anche il grande schermo, in Sbirri, di Roberto Burchielli grande spot didattico contro la droga, testimonial Raoul Bova e l'Uocd (Unità Operativa Criminalità Diffusa) di Milano. Costruito in parte avendo come riferimento l'azione dei reporter d'assalto, le fiction sulle squadre di polizia, ha come elemento documentario originale l'autentica azione dei [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Caso vuole che, con il film di Davide Ferrario, esca un altro esempio di contaminazione tra cinema e verità, tra docu e fiction. Di tipo molto diverso. Lo stesso protagonista Raoul Bova aveva a cuore ed ha animato il progetto di raccontare "gli eroi di oggi". Così le operazioni antidroga milanesi nelle quali si infiltra il reporter Matteo Gatti interpretato da Bova, sono autentiche operazioni antidroga [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Roberto Burchielli, il regista più bravo a realizzare "realmovie" (da recuperare il capolavoro Cocaina visto su Raitre), affianca l'attore Raoul Bova a veri poliziotti milanesi della squadra speciale antidroga. Bova è il giornalista Matteo Gatti (omaggio al vero Fabrizio Gatti dell'Espresso) traumatizzato dalla morte del figlio per una pasticca di ectasy.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Docu-fiction, termine ostrogoto che lascia presagire una noia infinita. A parte che si tratta di merce per la tv, mica per il cinema. Anche se siamo sotto Pasqua, non bastano tutti i santi del Paradiso per salvare il nobile, ma barbosissimo Sbirri, scritto e diretto da Roberto Burchielli, autore, guarda caso, di numerosi film per Rai e Mediaset. La storia, priva di qualsiasi emozione, parte da Roma [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
venerdì 10 aprile 2009
 

Periferie del Mondo – Periferia Immaginaria R aoul Bova, accompagnato da Luca Angeletti, Simonetta Solder e Alessandro Sperduti, torna a Scampia dopo la promessa fatta un anno e mezzo fa: "Verrò ancora a trovarvi, tornerò al festival delle periferie", [...]

ULTIMA ORA
giovedì 2 aprile 2009
 

S birri di Burchielli è la storia di un giornalista (Raoul Bova) che, dopo aver perso il figlio per droga, vuole indagare sul narcotraffico.Il film - nelle sale dal 10 aprile - racconta le vicende del giornalista, che è accolto nella squadra speciale [...]

NEWS
martedì 31 marzo 2009
 

Raoul Bova fa scuola È stato presentato a Roma, in occasione della quarta edizione del concerto sulla legalità, realizzato dalla Polizia di Stato: "La sicurezza . . .mi . . . fa . . .re", il progetto della Warner Village Cinemas: IL CINEMA FA SCUOLA. [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati