Avatar

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Avatar   Dvd Avatar  
Un film di James Cameron. Con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Stephen Lang, Michelle Rodriguez.
continua»
Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 162 min. - USA, Gran Bretagna 2009. - 20th Century Fox uscita venerdì 15 gennaio 2010. MYMONETRO Avatar * * * 1/2 - valutazione media: 3,84 su 767 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,84/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Un veterano di guerra paralizzato, viene trasportato su Pandora, una pianeta dominato da una popolazione aliena.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
James Cameron si conferma un regista capace di fondere spettacolarità e messaggio
Giancarlo Zappoli     * * * * -

Jake Sully è un marine costretto su una sedia a rotelle che accetta di trasferirsi sul pianeta Pandora (distante 44 anni luce dalla Terra) in sostituzione del fratello morto. Costui era uno scienziato la cui missione era quella di esplorare il pianeta mediante un avatar. Essendo l'atmosfera del pianeta tossica per gli umani sono stati creati degli esseri simili in tutto e per tutto ai nativi che possono essere 'guidati' dall'umano che si trova al sicuro dentro la base. Pandora però non è solo un luogo da studiare. È soprattutto un enorme giacimento di un minerale prezioso per la Terra su cui la catastrofe ecologica ha ridotto a zero le fonti di energia. Uomini d'affari avidi e militari si trovano così uniti nel tentativo di spoliazione del pianeta. C'è però un problema: gli indigeni Na'vi non hanno alcuna intenzione di farsi colonizzare. Il compito iniziale dell'avatar di Jake sarà quello di conoscerne usi e costumi e di farsi accettare all'interno delle loro comunità. Sarà così in grado di riferire se sia possibile sottometterli. Jake conosce così Neytiri, una guerriera Na'vi figlia del capo tribù. Da lei impara a divenire un guerriero molto diverso dal marine che è stato e se ne innamora ricambiato. Da quel momento la sua visione dell'impresa cambia.
James Cameron è tornato e, ancora una volta, ha lanciato la sua sfida molto personale al mondo del cinema. Così come in Titanic, snobbato a torto dalla critica più vetero-conservatrice, anche in Avatar decide di basare l'impresa su una sceneggiatura che a un primo sguardo non può non apparire decisamente semplice (anche se chi ha fatto facili e ironici riferimenti a Pocahontas ha dimenticato che la giovane indiana d'America visse, nella sua storia d'amore con John Rolfe, il percorso esattamente opposto a quello qui narrato).
Cameron si rivela, proprio grazie agli stereotipi narrativi di cui fa ampio uso, un vero autore. Potrebbe sembrare un ossimoro ma non è così. Perché pesca citazioni a piene mani dalla storia del cinema (non rinunciando, ad esempio, a citarsi richiamando in servizio la Sigourney Weaver, un tempo Ripley, offrendole un'entrata in scena provocatoria con sigaretta accesa o attingendo per il personaggio di Tsu'tey al Vento nei Capelli di Balla coi lupi) ma riesce a trasferirle nelle proprie ossessioni narrative. Che sono quelle (tanto per citarne solo alcune) della scoperta di 'Nuovimondi' da Abyss al già citato Titanic o del cosa significhi sentirsi alieno e sul cosa accade quando la prospettiva si rovescia.
Ma è soprattutto il mistero delle dinamiche organiche naturali e del loro rapporto con la Scienza e con i suoi prodotti (siano essi macchine come in Terminator o corpi che sono al contempo un sé e un 'altro da sé' come gli avatar) che lo affascina. Non facendogli però dimenticare che al pubblico (anche al più vasto, indispensabile per riassorbire gli enormi capitali investiti e trarre un profitto) non è sufficiente offrire la tecnologia più avanzata (che qui non manca). Non basta 'stupirlo'.
Anche se nel modo più accessibile è fondamentale suscitare un pensiero. In Titanic ci si immergeva alla ricerca di un tesoro e se ne riportava invece una traccia di memoria (il ritratto) che spingeva poi lo spettatore a interrogarsi su una nave che diveniva, senza superflue sottolineature, il simbolo della divisione in classi di una società. In Avatar, pensato 15 anni fa ma realizzato negli ultimi 4, la recente lezione della guerra in Iraq lascia le sue tracce profonde. Ancor più del discorso ecologico che sottende tutto il film (con la sua visione di un'energia panica da rispettare) è quello sulla facile etichettatura di nemici applicabile a coloro che posseggono le fonti energetiche che abbisognano ai più forti che maggiormente segna la narrazione. È storia di sempre, si dirà, già vista (al cinema) e sentita. Ma ci vogliono registi capaci di osare, consapevoli che tutte le storie sono già state narrate ma che alcune meritano di essere ribadite con tutta la forza della spettacolarità che è possibile mettere in campo.
Avatar non sarà il film che rivoluzionerà la storia del cinema ma Cameron merita rispetto e ammirazione. Sa perché e su quali temi rischiare, in un'epoca in cui la grande maggioranza cerca l'incasso sicuro. Onore al merito.

Premi e nomination Avatar MYmovies
il MORANDINI
Avatar recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Avatar
Primo Weekend Italia: € 9.652.000
Incasso Totale* Italia: € 65.676.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 12 settembre 2010
Primo Weekend Usa: $ 4.000.000
Incasso Totale* Usa: $ 73.000.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 20 dicembre 2009
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Avatar

premi
nomination
Premio Oscar
3
8
Nastri d'Argento
1
1
Golden Globes
2
4
David di Donatello
0
1
BAFTA
2
10
* * * * *

Seppelite il mio cuore a wounded pandora

sabato 16 gennaio 2010 di JOKER79

Una meravigliosa ed onirica esperienza in 3d.Contrariamente a quanto avevamo vissuto in Alien ed in Terminator dove il mondo rifletteva una dimensione claustrofobica e malata in questo film l'umanità è alla deriva in cerca di risorse. La scelta ricade su Pandora(non a caso un vaso da non aprire), una giungla incontaminata dove una popolazione di indigeni i Na'vi vive in simbiosi profonda con la propria "Terra". Questa volta gli umani non sono invasi come avevamo visto in Id, ma divengono invasori, continua »

* * * * *

Il ritorno all'arte cinematografica

domenica 17 gennaio 2010 di Doja87

Cosa ci si aspetta d un film? Sogno, realtà, passione, rabbia, e molte altre emozioni che ci spingono a pagare un biglietto e distaccarci dal mondo per un paio d'ore. Fare buoni film è divenuto ormai una rarità, anche nei registi più affermati e famosi, che dopo il successo si fermano a produrre filmetti senza anima ma con grandi effetti visivi. James Cameron è riuscito a risaldare in me la fiducia nel cinema. Ultimamente sono stata "scottata" dai miei registi preferiti, quelli che hanno costellato continua »

* * * - -

Mediocre

sabato 16 gennaio 2010 di Cosimuzzo

Sono completamente d'accordo con la recensione del sito, james cameron si conferma un regista capace di infondere spettacolarità e messaggio. Adesso vorrei però soffermarmi sulla mia opinione personale sul film, che sebbene abbia un minimo valore, per il suo messaggio ambientalista, e per l'uso innovativo delle tecnologie 3d, rimane pur sempre un' opera per le masse e in quanto tale la parola "capolavoro" è abbastanza azzardata, in quanto è pronunciata da persone che non studiano cinema e che non continua »

* * - - -

Ha cambiato la storia del cinema

venerdì 12 novembre 2010 di davide_chiappetta

Il film indubbiamente affascinante dal punto di vista visivo è il sogno compiuto di Cameron dopo aver fatto il banco di prova coi documentari ecologici-marini in stereografia 3D come 'Aliens of the Deep' del 2005. Non me ne voglia chi ama questo film, ma questo movie è un polpettone finto-ecologista e anti imperialista, con immagini lucide e traslucide in ogni punto dello schermo ("massììi, abbondiamo, abbondantis in abbondandum!… Che non si continua »

Jake Sully (Sam Worthington)
Manderanno un messaggio per dirci che loro possono prendersi tutto quello che vogliono ma, noi manderemo il nostro messaggio...
Questa, questa è la nostra terra!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jake Sully (Sam Worthington)
A volte tutta la vita si riduce a unico, folle gesto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jake Sully
Si vive solo due volte. Se diventi qualcuno nella tua vita allora vuol dire che stai vivendo per la seconda volta.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Avatar oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Avatar

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 6 giugno 2013

Cover Dvd Avatar A partire da giovedì 6 giugno 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Avatar di James Cameron con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Laz Alonso. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet Avatar. Extended Collector's Edition (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 24,99 €
Aquista on line il dvd del film Avatar

SOUNDTRACK | Avatar

La colonna sonora del film * * * * -

Disponibile on line da venerdì 15 gennaio 2010

Cover CD Avatar A partire da venerdì 15 gennaio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Avatar del regista. James Cameron Distribuita da Atlantic. Su internet il cd Avatar è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 13,50 €
Prezzo di listino: 16,30 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Avatar

INTERVISTE | Nuove curiosità sul film di Cameron.

Joe letteri continua a svelare i mille segreti del film

lunedì 1 febbraio 2010 - Gabriele Niola

Avatar: Joe Letteri continua a svelare i mille segreti del film Pensavamo di sapere tutto e non sapevamo niente. Ospite al Future Film Festival di Bologna, Joe Letteri, la punta di diamante della WETA e il responsabile degli effetti speciali di Avatar, racconta il making di un film sulla cui produzione già si è scritto di tutto ma che non finisce mai di stupire. Un film per il quale erano necessarie in media 3 settimane di rendering (il processo di finalizzazione che applica tutti gli interventi all'immagine al massimo della risoluzione) per ogni scena. Salta fuori che l'acqua del fiume in cui cade Jake sotto forma di Na'Vi è finta, digitale di un digitale che così reale non lo si era mai visto prima.

FOCUS | ... ma è solo un film.

Il nuovo big bang

lunedì 18 gennaio 2010 - Pino Farinotti

Avatar, il nuovo Big Bang Partiamo dall'iperbole degli incassi. Avatar è già primatista del mondo per velocità, 1 miliardo e 140mila dollari in poche settimane. E non c'è dubbio che batterà il record assoluto (1 miliardo 800mila) di Titanic, dello stesso Cameron. Anche da noi ha già battuto il primo record di incasso in un solo giorno. Una mia didascalia è quella riferita al rapporto successo di pubblico-qualità artistica: un capolavoro non è mai proiettato in una sala troppo piena. Nel caso Cameron tutto concorre all'iperbole dei dollari, uffici stampa, storia, marketing spontaneo.

APPROFONDIMENTI | La pellicola che ridefinisce il concetto di filmmaking.

Tutte le innovazioni del film

martedì 12 gennaio 2010 - Gabriele Niola

Avatar: tutte le innovazioni del film Da tempo sapevamo che di Avatar la componente più importante sarebbe stata la fattura, il modo cioè in cui James Cameron è riuscito a convogliare le principali tecnologie di filmmaking digitale allo stato dell'arte e spingerle in avanti superando tutte le barriere contro le quali gli altri film si sono scontrati per anni. E ora che è al cinema e lo possiamo vedere Avatar conferma che il regista di Terminator è riuscito nell'impresa di dimostrare a tutti che un altro modo di fare cinema è possibile.

INTERVISTE | L'attrice parla del suo rapporto con la fantascienza.

Intervista a sigourney weaver

lunedì 9 novembre 2009 - Valerio Salvi

Avatar: intervista a Sigourney Weaver S igourney Weaver, classe 1949, è una delle protagoniste dell’Avatar di Cameron, lei che detiene ancora incontrastata lo scettro di eroina più “tosta” del cinema (e non solo di quello di genere), la Ripley della saga di Alien. Ma Sigouney è stata anche Gwen de Marco in Galaxy Quest oltre che la voce originale del computer della nave spaziale in Wall E, insomma se non ne sa di fantascienza ed avventura lei… Qual è per te, che ne sei un’icona, il fascino della fantascienza? Mio padre era una sorta di pioniere a modo suo, un uomo che viveva già nel secolo successivo e la fantascienza quindi sembrava una sorta di estensione della vita normale.

INTERVISTE | Come è stato realizzato il mondo di Pandora.

Intervista a james cameron

lunedì 26 ottobre 2009 - Valerio Salvi

Avatar: intervista a James Cameron J ames Cameron, ovvero “l’uomo d’oro” di Hollywood che con Titanic ha sbriciolato qualsiasi record (1,8 miliardi di dollari) torna al cinema dopo 12 anni e svariati progetti embrionali. L’attesa per il suo Avatar, che ha richiesto anni di pre-produzione, è elevatissima sia per il pubblico dei fans –mai delusi da un suo film- sia per il mondo del business che, inutile negarlo, spera quanto meno di avvicinarsi a quelle faraoniche cifre. Al buon James, ormai cinquantenne, interessa invece soltanto che il suo progetto conquisti il pubblico.

INTERVISTE | In occasione dell'Avatar Day italiano il produttore Landau parla del film.

Intervista a jon landau

giovedì 3 settembre 2009 - Valerio Salvi

Avatar: intervista a Jon Landau Jon Landau ha quasi cinquant'anni ed è un nome poco noto al grande pubblico, ma molto agli addetti ai lavori. È uno dei produttori "mida" di Hollywood (basterebbe Titanic) e l'uomo che ha lavorato fianco a fianco con James Cameron nel suo nuovo ambiziosissimo progetto: Avatar. Un'avventura fantascientifica che ci porterà su nuovi mondi e in nuovi universi. Beh, anche se scontato viene da chiederti come è stato tornare a lavorare con Jim [James Cameron – NdA]? Soprattutto eccitante anche se nel frattempo (dopo Titanic) avevamo fatto altro insieme.

APPROFONDIMENTI | Presentati con successo a San Diego quindici minuti del film di Cameron.

15 minuti in anteprima

lunedì 27 luglio 2009 - Valerio Salvi

Avatar, 15 minuti in anteprima Quattordici anni per riuscire a preparare la sua realizzazione, quattro anni per finirlo (di cui praticamente quasi due di riprese), questi sono i consueti numeri fuori scala di James Cameron. Questa volta il sorprendente cineasta canadese (sì perché non è americano come molti pensano) ha deciso di battere dei record non di spesa - come ci aveva abituati precedentemente - ma di tempo. Ovvio che potrà infrangere anche il muro di incassi da lui stesso costruito con Titanic. Avatar è fantascienza allo stato puro.

   

APPROFONDIMENTI | Alla grande fiera dei videogame Cameron svela i primi segreti del suo atteso film.

Tra videogioco e film

mercoledì 3 giugno 2009 - Gabriele Niola

Avatar, tra videogioco e film Ha dribblato gli appassionati di cinema e ha svelato i primi segreti a quelli di videogiochi. James Cameron si è presentato sul palco dell'E3 di Los Angeles, il principale evento mondiale in materia di videogames, per presentare il videogioco di Avatar, il suo prossimo attesissimo film, e lì ha parlato per la prima volta della storia. Il suo discorso è durato 14 indispensabili minuti raccontando come sarà il gioco ma di fatto spiegando per la prima volta anche quale sarà il contesto in cui si svolgerà la storia del film.

BIZ

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

… al vecchio 3D

venerdì 10 giugno 2011 - Robert Bernocchi

Sempre Silvia Bizio, in un articolo sulla serie televisiva “Terra Nova”, scrive che Stephen Lang “era il marine paraplegico di Avatar". Certo, come no, quindi Sam Worthington faceva il colonnello fanatico, giusto? continua »

   

Un avatar alla conquista del nuovo mondo

di Alberto Crespi L'Unità

Pocahontas. Un po' tutti, nell'attesa di Avatar, abbiamo evocato la principessa pellerossa amata da John Smith. Ci siamo cascati anche noi, dopo aver visto i 20 minuti di antipasto presentati dalla Fox qualche settimana fa, e avendo letto la trama che vede un marine yankee, spedito fra i nativi del pianeta Pandora, innamorarsi di una principessa dalla pelle blu e passare dalla parte degli «indiani». Beh, era una sciocchezza. James Cameron ci ha teso una trappola e noi ci siamo cascati. Visto Avatar, dunque, ieri mattina (esce in Italia venerdì prossimo, in ridicolo ritardo sul resto del pianeta). »

Tenetevi forte, arriva Avatar

di Lorenzo Soria La Stampa

Nella primavera del 1997 nessuno a Hollywood aveva dubbi: Titanic era destinato a diventare il più colossale fallimento della mecca dei cinema, 200 milioni di dollari buttati via in una storia che aveva un finale tragico. Sappiamo come è andata a finire: Titanic è diventato il più grande successo commerciale di tutti i tempi, vinse undici premi Oscar, incluso quello per il miglior film e per la regia di James Cameron, che quella notte si auto-proclamò «King of the World». Poi, il silenzio: tutto quello che il regista e creatore di Titanic, Aliens e Terminator ha prodotto da allora sono stati una serie televisiva (Dark Angels) e un documentario su un'esplorazione fatta al vero Titanic per il quale aveva acquistato con soldi suoi due sottomarini russi. »

«Avatar», lo stupor mundi versione Hollywood in 3D

di Valerio Caprara Il Mattino

Se la domanda fosse «vale la pena di vederlo», la risposta sarebbe sì, naturalmente. Con la raccomandazione di cercarvi lo schermo più grande possibile e l'apparato audio/video al massimo livello. Qualora v'interessi andare al sodo e sapere se il film è bello, la risposta è ancora un sì convinto. Se a questo punto però pretendereste la notizia di un nuovo capolavoro firmato James Cameron, dobbiamo optare per il no: per niente apocalittico, polemico o malevolo, ma pur sempre un no. «Avatar», rigorosamente da vedersi nella profondità di campo suggestiva (ma non sconvolgente) garantita dal 3D, riflette più di una curiosa contraddizione dell'autore. »

Nel 'buonismo' di Avatar la tecnologia trionfa per difendere la natura

di Michele Serra La Repubblica

Chi vede nella tecnologia un fattore di disumanizzazione, e teme che la geometrica potenza degli effetti speciali sfratti dallo schermo la semplicità dei sentimenti, vada a vedere Avatar, e ci porti tranquillamente anche i bambini. Se Avatar ha un difetto non è certo la lussuria ottica. È il moralismo da fiaba edificante. Quel moralismo che è una delle nervature fondamentali (e immortali) del cinema americano. Vincono i buoni (e ci si commuove), e i cattivi in rotta abbandonano la scena in catene. »

Avatar | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | joker79
  2° | doja87
  3° | luca alvino
  4° | davide_chiappetta
  5° | piero favento
  6° | raffaella
  7° | 4ng3l
  8° | sherpadrum
  9° | danny86
10° | gadoraid
11° | slowfilm.splinder.com
12° | the lady on the hot tin roof
13° | doner
14° | baross
15° | sweet_dreamer87
16° | kronos
17° | grumpy
18° | linus2k
19° | gropius
20° | weach
21° | madmax86
22° | the man of steel
23° | edoframe
24° | giorpost
25° | think
26° | evilnightmare 90
27° | mr manatthan
28° | the man of steel
29° | weach
30° | ilpredicatore
31° | alex delarge 97
32° | paopon
33° | bluenick
34° | marvelman
35° | ferdinando
36° | sammy
37° | mystic
38° | paride86
39° | superpicche
40° | alespiri
41° | andyflash77
42° | grindhouse
43° | giu/da(g)
44° | lucadrago
45° | renato c.
46° | poggi
47° | jacopo b98
48° | sawclaudio
49° | fabal
50° | paolopettinato
51° | ryan.gamer
52° | monnnyticia
53° | il brandani
54° | saix91
55° | alespiri
56° | il cinefilo
57° | giacomo j.k.
58° | liuk©
59° | brunus10480
60° | claudus
61° | magikshot
62° | rex tremendae
63° | stefander
64° | levo95
65° | bras0la
66° | pinknapkins
67° | marvelman
68° | vales.
69° | kevin costner
70° | egomaster
71° | massimiliano di fede
72° | stefanoj
73° | cosimuzzo
Premio Oscar (11)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (6)
David di Donatello (1)
BAFTA (12)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Backstage
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Video
1|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 | 116 | 117 | 118 | 119 | 120 | 121 | 122 | 123 | 124 | 125 | 126 | 127 | 128 | 129 | 130 | 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 | 141 | 142 | 143 | 144 | 145 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità