Gangster Squad

Film 2013 | Thriller +16 113 min.

Regia di Ruben Fleischer. Un film con Ryan Gosling, Emma Stone, Sean Penn, Anthony Mackie, Josh Brolin, Giovanni Ribisi. Cast completo Genere Thriller - USA, 2013, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 21 febbraio 2013 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 2,18 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Gangster Squad tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Cast di stelle per un film che racconta la lotta di due poliziotti contro il boss mafioso più temuto di Los Angeles alla fine degli anni Quaranta. In Italia al Box Office Gangster Squad ha incassato 1,2 milioni di euro .

Passaggio in TV
giovedì 19 luglio 2018 ore 1,39 su PREMIUMCINEMAENERGY

Gangster Squad è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,18/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,13
PUBBLICO 2,42
CONSIGLIATO NÌ
Un cast di attori insinuati da un senso di vuoto, come i loro personaggi, precipita il film verso una fine nota dopo uno svolgimento incolore e impersonale.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 15 febbraio 2013
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 15 febbraio 2013

Los Angeles, 1949. Mickey Cohen, pugile ebreo col vizio della vittoria, risale la gerarchia della criminalità a colpi di pistola e crimini efferati. Padrone superbo e incontrastato della città, compra tutto e tutti deciso a superare i confini di Los Angeles e a 'occupare' Chicago. Giudici e agenti, corrotti dal suo denaro e dalla sua avidità, sono testimoni passivi e agevolatori attivi. Soltanto John O'Mara, reduce della Seconda Guerra Mondiale e marito di una moglie incinta, resiste al fascino e all'ascesa di Mickey, boicottando le sue attività criminali. Il capitano della Polizia, Bill Parker stabilisce di dare allora coerenza alle azioni isolate del sergente, impegnandolo in una lotta organizzata contro il crimine e fornendolo di una squadra di incorruttibili agenti. Verificati i profili e messa insieme una squadra, O'Mara e i suoi uomini avviano una capillare operazione di sabotaggio, colpendo al cuore gli affari di Mickey Cohen. Esasperato e incarognito, il gangster prova a difendersi dagli attacchi sferrando ganci all'aria e indagando sulla misteriosa 'banda'. Tra armi da fuoco e dark lady infuocate, la squadra proverà a ristabilire legge e ordine nella 'città degli angeli'.
Diversi anni fa un critico, guardando i quattro intoccabili di De Palma raggiungere i confini del Canada fucile alla mano e alla maniera della vecchia cavalleria, ebbe a dire che il regista della New Hollywood non aveva il senso forte del paesaggio di Michael Cimino. A ventisei anni da Gli intoccabili c'è da chiedersi cosa direbbe quello stesso critico del (non)senso 'gangsteristico' di Ruben Fleischer, alle prese con un boss della malavita e una costola 'confidenziale' del LAPD (Los Angeles Police Department). Gangster Squad, apoteosi e caduta di un bandito nella Los Angeles del dopoguerra, fa (ci auguriamo inconsapevolmente) il verso nella vicenda, nei personaggi, nelle situazioni e negli ambienti all'hardboiled letterario e a quello cinematografico, fallendo la rilettura moderna del modello di Hawks, esagerando nei divi e abusando dello slow motion. Non è il colore il problema, L.A. Confidential sembra un nero d'epoca nonostante il colore, non è nemmeno il digitale applicato a un film in costume, Nemico Pubblico ha ampiamente dimostrato che un realismo luministico può restituire un senso di contemporaneità a una materia anacronistica, l'insolvenza verso il genere e lo spettatore è dovuta piuttosto al fatto che i personaggi vengono rinchiusi all'interno di robusti stereotipi e in nessun modo confrontati con la realtà americana dell'epoca che si sta rappresentando. Ispirato alla storia vera del criminale Mickey Cohen, criminalmente attivo nella Los Angeles degli anni Cinquanta, e trasposizione del romanzo omonimo di Paul Lieberman, Gangster Squad spreca un cast di attori eminenti ma insinuati da un senso di vuoto come i loro personaggi, di cui Fleischer non avvia mai il percorso emotivo. La mancata orchestrazione delle loro performance, troppo spesso gigionesche e iperrealiste alla maniera del film, precipita Gangster Squad verso una fine nota dopo un svolgimento incolore e impersonale. Lo spaesamento successivo alla visione non deriva poi dall'attualità del mezzo impiegato, immediatamente percepibile nella rivelazione dei set, quanto nell'assenza di un'idea che avvicini e traduca in stile gli elementi primari del genere: il pathos, la tragedia, il cameratismo, le lacrime, il destino, il mito della frontiera, gli uomini che sparano, i corpi che cadono, il panico degli innocenti.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
GANGSTER SQUAD
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 febbraio 2013
Bacci93

  Impossibile, come dice il mio collega, non riandare con la memoria a "Gli Intoccabili" di Brian De palma nell'assistere a lla lotta senza quartiere tra il boss della città e la limitata squadra di agenti di polizia non corrotti. Cambiano i protagonisti: Al Capone cede il posto a Myckey Cohen;e gli scenari: Chicago diventa Los Angeles; ma è evidente l'analogia [...] Vai alla recensione »

sabato 23 febbraio 2013
donni romani

Impossibile non riandare con la memoria a "Gli Intoccabili" di "De Palma o a "L.A. Confidential" di Hanson nell'assistere alla lotta senza quartiere fra un piccolo boss in ascesa nella Los Angeles del 1949 e la squadra di agenti che con ogni mezzo cerca di ostacolarne l'azione criminale. Manca però l'atmosfera dolente e malinconica dei due film appena citati [...] Vai alla recensione »

domenica 21 luglio 2013
tonysamperi

SULLA SCENEGGIATURA Ogni uomo porta un distintivo, un simbolo di fedeltà...Onore e dovere sono il badge di John O'Mara. Nello stile di "Gli intoccabili" e "L.A. Confidential" si ritorna negli anni 50. Ritornato dalla guerra John non riconosce più la sua città: il boss Mickey Cohen ha sete di potere e, conquistata Los Angeles, pianifica di conquistare il [...] Vai alla recensione »

martedì 5 marzo 2013
Flyanto

 Film ambientato nella Los Angeles degli anni '40 dove due poliziotti onesti e pieni di ideali architettano un piano al fine di sconfiggere in maniera definitiva un grosso boss (interpretato da Sean Penn) di una folta banda di gangsters che minaccia ed impera sull'ormai soggiogata popolazione. Per questo loro intento i due poliziotti riuniranno una squadra di altrettanti temerari poliziotti [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 marzo 2013
grisarobe

premesso che non ho visto gli intoccabili di de palma e quindi non posso far paragoni mi limiterò a fornire un giudizio obiettivo su questo film. la storia è ispirata al famoso criminale statunitense mickey cohen... sia chiaro è solo "ispirata", ma molto romanzata perchè non segue pari pari la biografia e le vicende del vero personaggio... il filone della trama è incentrato sulla doppia contrapposizione [...] Vai alla recensione »

sabato 2 marzo 2013
Albi.vendrame

A Los Angeles nel 1949 la città del cinema era in pugno di uno spietato pugile ebreo: Micky Cohen. John O'Mara sergente della polizia di stato viene ingaggiato dalle alte cariche statali con lo scopo di creare una squadra illegale di poliziotti che lo sconfigga. Buona idea iniziale, aiutata anche dalla realtà che però soffre troppo del confronto con nobili film come "gli intoccabili" che hanno stregato [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 marzo 2014
ClaudioFedele93

Los Angeles 1949. Il crimine dilaga in ogni strada, nessuno è al sicuro e tutti devono tener conto al mafioso Micky Cohen, capo del crimine organizzato nella città degli angeli. In tutto questo trambusto, omicidi e violenza gratuita John O’Mara (Josh Brolin) viene messo a capo di una squadra segreta dal Comandante della Polizia Bill Parker affinché dietro copertura possano [...] Vai alla recensione »

sabato 8 marzo 2014
Giuseppe Del Sole

Giovanni Ribisi e poco altro. C'è del mestiere, certo, nell'aver, se non ricreato, diciamo abbozzato sapientemente un'epoca. Ma, per la miseria, quella era un'epoca romantica e questo non è emerso per niente. Ma, dico io, si può attingere ad un tale stuolo di attori di prima grandezza e poi fare un film appena appena mediocre.

venerdì 1 marzo 2013
Paolo Radice

Mickey Cohen (Sean Penn) è un ex campione di pugilato, divenuto boss incontrastato nella Los Angeles del secondo dopoguerra; ha comprato polizia, giudici e procuratori e nessuno sembra in grado di fermare le sue ambizioni di ascesa a livello nazionale. Il capo della polizia Bill Parker (Nick Nolte), però, decide di mettere in piedi una squadra speciale che possa porre fine a questo stato [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 maggio 2014
Noia1

Un giudice concede ad un sergente di raggruppare una squadra di uomini per sconfiggere un boss mafioso che sta prendendo sotto il suo controllo l’intero stato. Chi cerca un film impegnato ha sbagliato di grosso, chi cerca la novità anche e chi cerca la denuncia non si aspetti chissà che cosa. Film all’insegna dell’azione con tanta violenza e poche parole per due ore di divertimento e scene spettacolari, [...] Vai alla recensione »

sabato 10 maggio 2014
ultimoboyscout

Sul finire degli anni '40 Los Angeles è diventata una città violenta e pericolosa, regno di Mickey Cohen, malavitoso senza scrupoli circondato da scagnozzi cattivissimi, che gode della protezione di giudici, politici e di parte della Polizia locale. Viene quindi creata una squadra fantasma di incorruttibili col compito di spazzare via la criminalità dalla città, facendo il lavoro sporco.

lunedì 25 febbraio 2013
tommygun28

Non c'è ombra di dubbio che "Gangster Squad" richiami alla mente "Gli Intoccabili" di De Palma, le analogie o i richiami se volete, sono abbastanza evidenti anche se cambia la location e il periodo storico in cui le vicende sono narrate. Ma tutto si esaurisce qui, perchè il film non riesce minimamente ad uguagliarlo.

venerdì 1 marzo 2013
Paolo Radice

Ritmi tambureggianti e continui richiami al selvaggio west in un film che trasuda testosterone in ogni scena, portando lo spettatore verso un finale romantico ma prevedibile   Mickey Cohen (Sean Penn) è un ex campione di pugilato, divenuto boss incontrastato nella Los Angeles del secondo dopoguerra; ha comprato polizia, giudici e procuratori e nessuno sembra in grado di fermare le sue [...] Vai alla recensione »

martedì 26 febbraio 2013
PabloUnchained

Gangster Squad,dopo 8 mesi di ritardo per via della strage d'Aurora,arriva finalmente nei nostri cinema e all'uscita dalla sala ci lascia un senso di rancore verso questo film,perchè è veramente una brutta copia del classico dei gangster movie "Gli Intoccabili(in originale" Untouchables")di Brain De Palma.Ma perchè questo film è senz'anima?Partiamo [...] Vai alla recensione »

martedì 26 febbraio 2013
renato volpone

Ecco che arriva un nuovo film sui gangster , siamo in una Los Angeles violenta e ingovernabile nel 1949, la polizia ha le mani legate e per affrontare la potenza di Mickey Cohen, ex pugile trasformatosi in capo della criminalità organizzata,  si vede costretta ad organizzare una banda fantasma che sgominerà i gangster e interromperà l’espansione egemonica del crimine [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 marzo 2013
Beppe Baiocchi

Il film inizia come un classico Gangster Movie, Los Angeles, anni 50, Mickey Cohen (Sean Penn) è il boss della città. La polizia è corrotta, viene costituita una integerrima squadriglia di poliziotti integerrimi per sconfiggere il boss della città. La storia sembra un classico di genere, ripeto SEMBRA perchè in verità è un guazzabuglio completo di generi [...] Vai alla recensione »

domenica 16 novembre 2014
marione

Leggo che non è piaciuto molto. Io l'ho trovato bello, denso, intenso, uno spettacolo dai colori e contrasti forti perfettamente armonioso con la recitazione eccellente di tutti i bravissimi attori, su tutti il sempre superlativo Sean Penn. Il ritmo ti coinvolge durante tutta la durata, a colpirti e trascinarti è tutto l'insieme forte e coerente.

lunedì 25 febbraio 2013
Bilo1983

Il recensore stronca un film che in realta scorre via velocemente con tanta azione e un cast fantastico....attori davvero bravi...un buon film per una domenica di divertimento..tra sparatorie e inseguimenti....cosa si puo chiedere di piu da un gangster movie....?Vogliamo parlare delle ambientazioni? davvero ben fatte....Ripeto la recensione lascia il tempo che trova.

lunedì 8 luglio 2013
davidenko95

Un film che ben intrattiene per quasi due ore: non ti senti derubato di otto euro finito il film.

giovedì 11 luglio 2013
Cenox

Vale tre stelle e mezzo, e se devo sottolineare uno dei maggiori difetti del film, è proprio come il regista ha voluto sviluppare lo scontro finale tra il tenente ed il gangster ebreo Cohen, ma a parte quest'aspetto il film è ben fatto, rendendo reali i piani della squadra, che il più delle volte si rivelano non proprio azzeccatissimi.

giovedì 14 marzo 2013
enzo70

Un remake degli “Intoccabili” che risulta sicuramente piacevole per gli amanti del genere. A parte il solito grandioso Sean Penn che interpreta il ruolo del cattivo, Mickey Cohen, rivisitazione del vecchio Al Pacino che nell’originale grida “sei solo chiacchiere e distintivo” a Kevin Kostner, il cast diretto da Ruben Fleischer è sicuramente di tutto rispetto: Ryan [...] Vai alla recensione »

domenica 24 febbraio 2013
BARONE DI FIRENZE

La tarantinite ha coinvolto tutti produttori e registi Americani, tema dominante sangue a gogo, corpi dilaniati e effetti speciali portati all'esasperazione. Io mi domando e vi domando l'efferatezza di questi azion movie supera la Mafia la Camorra e la Drangheta con la Sacra Corono Unita messe insieme ma io ci metterei anche la mafia russa e quella cinese per poter arrivare agli scontri a fuoco riportati [...] Vai alla recensione »

domenica 24 febbraio 2013
therealman

Come ho detto sopra non vale 4 stelle, ma le ho messe per alzare il pessimo voto dato dal critico del sito. Il film si lascia vedere,gli attori sono ottimi,ma la storia è troppo superficiale. Non è sicuramente all'altezza del vecchio capolavoro "gli Intoccabili" , ma è un film più che discreto. Voto reale: 3 stelle.

domenica 26 ottobre 2014
yurigami

Epico!!! Un po' assurdo, ma chissene, i dialoghi sono troppo belli, i personaggi pure, tutto troppo bello per i miei gusti, forse un po' troppe scene girate di notte, ma è una scelta voluta stile noir, funziona. Solo io ho notato di questo film il naso buffo di Sean Penn? Sembra uno dei sette nani. Robert Patrick vince tutto.

mercoledì 12 giugno 2013
afficarlo

il film è appena arrivato nelle viteoteche e come fan di sean penn lo prendo e lo vedo nella pace di casa; certo non è un capolavoro ma tutto sommato sopra la media del deserto attuale ( soprattutto italiano ) ; resto però esterefatto dalla recensione della vostra critica cinematografica che scrive a proposito di nemico pubblico " ha dimostrato che un realismo luministico può restituire un senso di [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 febbraio 2013
gpistoia39

Si danno un sacco di botte, si ammazzano in grande quantità, mi ricorda il film gli Intoccabili con sean Connery e quello che ha fatto Balla con i Lupi. Ma alla fine non è male, qualcuno resta in piedi, meno male, e la giustizia in una Los Angeles 1946 con poliziotti più che corrotti, trionfa. C'è da dire che comunque gli Americani hanno le palle, perchè se questo [...] Vai alla recensione »

sabato 25 marzo 2017
giovanni acciarito

Non ho potuto vedere il film gangster squad e cchiedo gentilmente se al piu'presto possiate trasmetterlo di nuovo. Spero ce questa mia richiesta venga presa in considerazione. distinti saluti.

mercoledì 21 ottobre 2015
Barolo

Il confronto con " Gli Intoccabili" a cui si ispira in maniera sfacciata è improponibile,tuttavia la storia è avvincente e ben interpretata.Una menzione particolare per Sean Penn,nella parte del cattivissimo è perfetto.Si può vedere

lunedì 10 febbraio 2014
Psyco86

Il film è ben fatto come anche la scelta del cast. Mi è piaciuta la scelta di Sean Peen nel ruolo del Gangester Micky Coen. Il film non è noioso come si potrebbe pensare inizialmente, visto che c'è un giusto mix tra dialoghi e azione. Forse l'ambientazione non è proprio centrata. Se fossi stato il regista del film avrei scelto la New York degli quaranta.

lunedì 4 marzo 2013
ingdottalex

è un film "motivazionale"; ha me ha dato la carica! eh sì, esci che hai la voglia di combattere il male, le ingiustizie. bellissima rappresentazione della lotta tra bene e male; momenti tragici, momenti comici..e poi un grande protagonista, il sergente che sembra davvero di quegli anni, un attore di alri tempi. Da vedere

mercoledì 27 febbraio 2013
Marvallin88

Guardando il voto che aveva questo film "Ni" pensavo fosse brutto, ma invece mi è piaciuto molto. Stile gangster sparatutto, cast d'attori strepitoso, certamente la storia non è elaboratissima ma ti fa stare sulle parecchio sulle spine. Forse visto il cast ci si aspettava un film da gara, per questo è stato penalizzato ma secondo me merita veramente.

domenica 24 febbraio 2013
Bacci93

Impossibile, come dice il mio collega, non riandare con la memoria a "Gli Intoccabili" di Brian De palma nell'assistere alla lotta senza quartiere tra il boss della città e la limitata squadra di agenti di polizia non corrotti. Cambiano i protagonisti: Al Capone cede il posto a Myckey Cohen;e gli scenari: Chicago diventa Los Angeles; ma è evidente l'analogia con il film [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 ottobre 2015
Barolo

Il confronto con " Gli Intoccabili" a cui si ispira in maniera sfacciata è improponibile,tuttavia la storia è avvincente e ben interpretata.Una menzione particolare per Sean Penn,nella parte del cattivissimo è perfetto.Si può vedere

sabato 29 marzo 2014
Lordbyron

Tratto da una storia vera, viene inscenata la lotta della polizia di Los Angeles all'ascesa del gangster Mickie Cohen .Sotto la guida di John O'mara, interpretato da Josh Brolin, che in questo film impersona un poliziotto integerrimo, l'opposto della parte che aveva in "American Gangster" , formeranno una squadra di poliziotti "bordeline" che contrasterrano il crimine [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
Onufrio

Più Noir che thriller, Gangster squad narra la storia di un sergente che affronta la battaglia contro il boss di Los Angeles Mickey Cohen, una lotta che unirà un gruppo di poliziotti e gente del mestiere, brava con le armi e la tecnologia dell'epoca per sconfiggere questo cancro che attanaglia la città, in cui la maggior parte sono corrotti dal potere di Cohen; violenza no [...] Vai alla recensione »

venerdì 30 agosto 2013
Ruger357MgM

Un format,con stereotipi collaudati: il capomafia sadico, lo sbirro integerrimo, la pupa pentita.Spiace vedere il talento di Sean Penn svenduto per pochi dollari,in una interpretazione a confronto della quale la comparsata in Dick Tracy,ma il truccatore é lo stesso, era da nomination.Irrilevanti i comprimari,debolissimo il plot,ricalcato in sostanza dal ben piú robusto L.

sabato 11 maggio 2013
albymarat

Empire squad, ovvero una carne trita composta da super attori ( alcuni solo sulla carta ), trama raffazzonata e macchiette.Non si salva niente, terra bruciata e hanno pure sparso sale. Non cresce nulla di buono ( si salva solo la fotografia come giustamente qualcuno sottolinea ). Mickey Cohen è uno scimmiottamento moderno di un villain anni 40'  trincerato dietro una faccia nodosa da [...] Vai alla recensione »

sabato 30 marzo 2013
astromelia

la recensione ha già detto tutto di questo movie banalotto e poco convincente,strano per essere una storia vera,ma il cast non avvince nonostante sean penn e ryan gosling che però non hanno il solito mordente,la storia è scontata e a metà comincia ad annoiare,troppo simile agli altri film sul genere,forse il filone gangster è stato sfruttato in maniera eccedente,gosling troppo affascnante e patinato [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 marzo 2013
SILVIA63

Film molto violento, non il mio genere, ma ben fatto. Il cast e' veramente notevole. Molto bravo Penn. Gosling sempre affascinante e perfetto. La Stone molto brava.

venerdì 1 marzo 2013
liulai

Il film parla della storia di Mickey Cohen un ex pugile, ebreo, diventato un boss della Los Angeles 1949 che ha il completo controllo della città anche grazie a poliziotti corrotti. Fino a quando il capo della polizia recluta un poliziotto e lo mette a capo di una task force segreta (di cui lui stesso sceglierà i componenti) per sventare Cohen.... .

lunedì 23 novembre 2015
dario

E' un fumetto, in parte gradevole, in parte fastidioso. Storia senza senso, condotta a ritmo vertiginoso con mestiere. Gli attori stanno al gioco. Eccessivo Penn. 

martedì 18 marzo 2014
stefano bruzzone

di films sul genere ne sono stati fatti tanti e tutti migliori di questo, anche senza toccare cult del calibro degli intoccabili. non basta un grande cast per fare un grande film e questo è un esempio lampante. sceneggiatura appena abbozzata così come i personaggi privi di personalità e di profondità. tutti gli argomenti in questo film vengono appena sfiorati, persino scenografie [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 aprile 2013
hollyver07

Pessimo film del quale salverei solo la fotografia.... se l'ambientazione che essa conferisce alla boiata non fosse chiaramente ispirata da altre (migliori) pellicole. Il resto è puro pattume cinematografico che non si può nemmeno affiancare ai "B-movie". Inquietante... è l'idea che sia tratto da una storia vera; mi chiedo quale genere di spettatori possa interessare [...] Vai alla recensione »

sabato 13 luglio 2013
paride86

Gangster Squad è un noir che intrattiene ma nulla di più. Molte cose sono viste e straviste e la commistione col western è a tratti surreale. Gli attori non sono tutti all'altezza: Ryan Gosling stenta ad essere credibile, ma per fortuna Sean Penn dà sempre il meglio di sé. Tutto sommato non è male.

lunedì 9 settembre 2013
birbo

con questo fim ho preso una cantonata pazzesca, pensavo fosse un film realistici tipo Public Enemy, American Gangster invece mi sono trovato con film irreali, fumettistici e decorativi come Max Payne o The Spirit, dove la logica e la vicinanza alla realtà e credibilità delle cose sono praticamente un altro cenere. SItuazioni lontane da ogni credibilità, con l Apoteosi del conflitto finale davanti all [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Uno sbirro non in vendita è come un cane con la rabbia, bisogna per forza abbatterlo."
Una frase di Mickey Cohen (Sean Penn)
dal film Gangster Squad - a cura di bacci93
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Se un noto autore di polizieschi come James Ellroy ne ha rievocato la figura in ben tre dei suoi romanzi losangelini fra cui LA. Confidential diventato nel 1997 un film di culto, Mickey Cohen deve essere stato un gangster da prendere sul serio. Ebreo di origine ucraina, sadico e megalomane, fece rapida carriera nelle fila della mala passando da New York a Chicago e poi in California dove tentò di fondare [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Di quale, antitetica, pasta siano fatti i due personaggi principali, il film lo fa capire nelle primissime scene. Mickey Cohen squarta un tizio, incatenato a due auto come nell'antichità s'incatenavano i condannati agli elefanti. Proveniente da Brooklyn, l'uomo è lo spietato padrino di Los Angeles (siamo nel 1949), dove controlla il traffico di droga, prostituzione e armi comprando il silenzio di politicant [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

Quasi nulla sembra veramente nuovo nel film diretto da Ruben Fleischer. È vero, alcune figure, alcuni volti sembrano lucenti come la pittura a olio. Ma a parte questo, sembra di assistere a un'esposizione di oggetti di seconda mano. L'anno è il 1949, a Los Angeles c'è il potentissimo e cattivissimo gangster Mickey Cohen (Sean Penn). O almeno questo è quello che Cohen vuole farci credere.

Valerio Caprara
Il Mattino

Sean Penn protagonista di un gangster-movie di alte pretese: c'era d'accendere un cero a Lumière. Invece, purtroppo, «Gangster squad» è un film minore, stilisticamente anodino e narrativamente stereotipato che riesce per di più a minimizzare quasi tutte le performance di un cast stellare. Cercando di rientrare nell'affollata scia di capodopera come «Gli intoccabili», «L.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Los Angeles, 1949. Il boss ebreo Mickey Cohen (Sean Penn) detta legge: un impero criminale alimentato da droga, armi, prostituzione e scommesse e supportato da sicari senza scrupoli e agenti e politici corrotti. Ma c'è chi non si fa ungere: il capo del LAPD (Nick Nolte) dà al sergente John O'Mara (Josh Brolin) il compito di allestire una piccola e segreta squadra per combattere Cohen.

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Diavoli nella Città degli Angeli. Gangster Squad, di Ruben Fleischer, ricostruisce l'infernale Los Angeles degli anni 40, in mano ai banditi e ai poliziotti corrotti. Il Diavolo numero 1 è Mickey Cohen, pazzoide criminale cx pugile, attratto dalle super-bambole e avido fino al parossismo di potere e denaro. Per combattere uno così, per farlo scendere dal gradino più alto non bastano i normali mezzi [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Frenetico, ambizioso poliziesco, ambientato nella Los Angeles del '49, una scontata rifrittura di Gli intoccablli, mescolata con Scarface, che non vale la decima parte né dell'uno, nè dell'altro. Sean Penn, nel peggior ruolo della cartiera, è un'oscena caricatura del cattivo. Ryan Gosling è il cinico sbirro, pronto a singhiozzare sul corpo del Gavroche di turno. Da Il Giornale, 21 febbraio 2013

Francesco Alò
Il Messaggero

Non aspettatevi alcuna sottigliezza (se non per una citazione horror del Dracula di Bela Lugosi) ma cazzotti, pallottole, femmes fatales completamente sbagliate e molto rumore per quello che doveva essere Gli intoccabili del nuovo millennio: Gangster Squad, dal regista di Benvenuti a Zombieland. Hollywoodland è la scritta che sovrasta nel 1949 una Los Angeles in balia della follia criminale di Mickey [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO
giovedì 7 febbraio 2013
Chiara Renda

Sto mettendo su una squadra: queste le parole del poliziotto John O'Mara (Josh Brolin), nel tentativo di convincere Jerry Wooters (Ryan Gosling) a ribellarsi alla corruzione dilagante a Los Angeles nel 1949.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati