Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 25 marzo 2017

Emma Stone

Benvenuti a Stoneland: occhi di gatto, hit lady, spider girl

Nome: Emily Jean Stone
28 anni, 6 Novembre 1988 (Scorpione), Scottsdale (Arizona - USA)
occhiello
"Dai, levati la maglietta...nooo non ci credo...sei ritoccato con photoshop!"
dal film Crazy, Stupid, Love (2011) Emma Stone è Hannah
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Emma Stone
Golden Globes 2017
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film La La Land di Damien Chazelle

Golden Globes 2017
Premio miglior attrice in un film brillante per il film La La Land di Damien Chazelle

London Critics 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Premio Oscar 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

BAFTA 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

BAFTA 2017
Premio miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Premio Oscar 2017
Premio miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Festival di Venezia 2016
Premio coppa volpi migliore interpretazione femminile per il film La La Land di Damien Chazelle

Golden Globes 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

BAFTA 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

Premio Oscar 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

Golden Globes 2011
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film Easy Girl di Will Gluck



Figura carezzevole, volto candido e bocca corallo, è la fanciulla in cerca di (im)morali lezioni di vita in Irrational Man. Al cinema.
Vai all'articolo

Emma Stone, la nuova musa di Woody Allen

sabato 19 dicembre 2015 - Marzia Gandolfi cinemanews

Emma Stone, la nuova musa di Woody Allen Dotata di una grazia diafana e di un robusto temperamento comico, Emma Stone è la nuova musa di Woody Allen che la recluta per la seconda volta e la nomina erede di Diane Keaton. Cresciuta nel deserto caldo e conservatore dell'Arizona, supera sul palcoscenico del liceo le crisi di panico e si trasferisce a Los Angeles per realizzare il suo destino di attrice. Larghi occhi verdi e ruggine sulla voce, Emma Stone debutta nella commedia demenziale (Suxbad - 3 menti sopra il pelo) a cui presta la propensione ludica e la lampeggiante cattiveria che innamora Jonah Hill. Ma è il bacio di Ryan Gosling sulle note di 'Time of My Life' a emanciparla dal teen movie pruriginoso (Suxbad - 3 menti sopra il pelo, Easy Girl), svegliandola a nuovo cinema. Non prima però di aver tramortito un'orda di morti viventi accanto a Jesse Eisenberg e Abigail Breslin, astri nascenti come lei nel firmamento hollywoodiano.

   

Easy Girl, fra classici letterari e teen movies.

La sostenibile leggerezza del remake

giovedì 3 marzo 2011 - Edoardo Becattini cinemanews

La sostenibile leggerezza del remake C'è una logica paradossale alla base dei remake più recenti, soprattutto di quelli realizzati con un criterio prettamente industriale come quelli per il pubblico giovanile. La logica che vede una storia antica, notoria o, quantomeno, diventata per vie traverse un classico, avere la necessità di aggiornarsi continuamente a nuove forme e tendenze. È come se la strada per l'eterna giovinezza passasse forzatamente lungo il sentiero dell'eterno giovanilismo. Come se anche le opere d'arte soffrissero crisi di mezza età e, di tanto in tanto, avessero bisogno di un gesto pacchiano, di una confezione vistosa e colorata, con la scusa di avvicinare le coscienze abuliche delle nuove generazioni a riscoprire i capolavori del passato.
Prendiamo la moda delle varie trasposizioni (post)moderne delle istituzioni letterarie, attiva soprattutto nel decennio passato ma che un film come Easy Girl ci permette di riprendere in mano. Il film si dichiara sulla carta come un aggiornamento liceale de “La lettera scarlatta” di Nathaniel Hawthorne, classico della letteratura statunitense in cui una donna viene tacciata di adulterio e costretta dai puritani della sua comunità a portare in petto una A di Adultera rosso scarlatto per esibire continuamente la sua colpa agli occhi degli altri. In realtà, lontano tanto dalla revisione kitsch & chic del Romeo + Giulietta di Baz Luhrmann, quanto dalla drammaturgia “scolastica” di O come Otello o dal bignamino lezioso di 10 cose che odio di te (versione teen de “La bisbetica domata” con cui un giovane Heath Ledger trovò la prima celebrità), Easy Girl è solo una finta versione ringiovanita di un capolavoro letterario.

Dal nostro inviato in Spagna Gabriele Niola.

Zombieland: La vamp e la bambina

martedì 13 ottobre 2009 - Gabriele Niola cinemanews

Zombieland: La vamp e la bambina Sono una coppia decisamente mal assortita Emma Stone e Abigail Breslin. La prima, attrice da teen movie ventunenne già vista come comprimaria in Tutte le ex del mio ragazzo e Superbad e tra le protagoniste di The rocker, si presenta con un tacco immenso e una minigonna risicatissima parlando come se fosse doppiata dal suo agente. La seconda neo bambina prodigio lanciata da Little Miss Sunshine, confermata da La custode di mia sorella e ora impegnata in un film d'azione a soli 12 anni, è invece molto più sveglia di una bambina della sua età.
In Zombieland sono due sorelle affiatatissime capaci di cavarsela anche meglio dei maschi tra inganni e morti viventi mentre nelle interviste sembrano molto poco capaci (anche se ognuna per motivi diversi) di distaccarsi dalle risposte preconfezionate tutto zucchero e miele.
Stranamente però spesso il modo con cui si danno le solite risposte lascia intuire molto di più sulla realtà dei fatti di quanto possa emergere da una risposta più originale.

La La Land

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,62)
Un film di Damien Chazelle. Con Ryan Gosling, Emma Stone, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sandra Rosko.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 26/01/2017.

Irrational Man

* * * - -
(mymonetro: 3,28)
Un film di Woody Allen. Con Jamie Blackley, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Emma Stone, Meredith Hagner.
continua»

Genere Thriller, - USA 2015. Uscita 16/12/2015.

Birdman

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,70)
Un film di Alejandro González Iñárritu. Con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan.
continua»

Genere Commedia, - USA 2014. Uscita 05/02/2015.

Magic in the Moonlight

* * * - -
(mymonetro: 3,10)
Un film di Woody Allen. Con Eileen Atkins, Colin Firth, Marcia Gay Harden, Hamish Linklater, Simon McBurney.
continua»

Genere Commedia, - Francia, USA 2014. Uscita 04/12/2014.

The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro

* * * - -
(mymonetro: 3,10)
Un film di Marc Webb. Con Andrew Garfield, Emma Stone, Jamie Foxx, Dane DeHaan, Campbell Scott.
continua»

Genere Azione, - USA 2014. Uscita 23/04/2014.
Filmografia di Emma Stone »

venerdì 24 marzo 2017 - In seconda serata alle 23:40 l'apoteosi e la caduta di un bandito nella Los Angeles del dopoguerra. Con il premio Oscar Emma Stone, Ryan Gosling e Sean Penn.

Gangster Squad, il film stasera in tv su Italia1

a cura della redazione cinemanews

Gangster Squad, il film stasera in tv su Italia1 Los Angeles, 1949. Mickey Cohen, pugile ebreo col vizio della vittoria, risale la gerarchia della criminalità a colpi di pistola e crimini efferati. Padrone superbo e incontrastato della città, compra tutto e tutti deciso a superare i confini di Los Angeles e a 'occupare' Chicago. Giudici e agenti, corrotti dal suo denaro e dalla sua avidità, sono testimoni passivi e agevolatori attivi. Soltanto John O'Mara, reduce della Seconda Guerra Mondiale e marito di una moglie incinta, resiste al fascino e all'ascesa di Mickey, boicottando le sue attività criminali. Il capitano della Polizia, Bill Parker stabilisce di dare allora coerenza alle azioni isolate del sergente, impegnandolo in una lotta organizzata contro il crimine e fornendolo di una squadra di incorruttibili agenti. Verificati i profili e messa insieme una squadra, O'Mara e i suoi uomini avviano una capillare operazione di sabotaggio, colpendo al cuore gli affari di Mickey Cohen. Esasperato e incarognito, il gangster prova a difendersi dagli attacchi sferrando ganci all'aria e indagando sulla misteriosa 'banda'. Tra armi da fuoco e dark lady infuocate, vediamo una squadra che prova a ristabilire legge e ordine nella 'città degli angeli'. Di recente visti nel pluripremiato La la land, Ryan Gosling e Emma Stone sono tra i protagonisti anche di questo film diretto da Ruben Fleischer.

Gangster Squad andrà in onda stasera in seconda serata alle 23:40 su Italia 1.

   

lunedì 6 marzo 2017 - Nessuna come lei, tra le First Lady un'eroina perenne, Jacqueline è al cinema.

Jackie, first per sempre fra leggenda e realtà

Pino Farinotti cinemanews

Jackie, first per sempre fra leggenda e realtà Natalie Portman, nel ruolo Jacqueline Kennedy nel film Jackie, ha conteso l'Oscar a Emma Stone che lo ha vinto, meritatamente, per la sua performance in La La Land. Il film, evocando Jackie, ha smosso tutta una letteratura e la vedova Kennedy è stata rivisitata ancora una volta. In uno dei servizi è emersa una Jacqueline che non era quello che sembrava. E così ecco il racconto di questa donna "mascherata", fredda e calcolatrice, della sua collezione di amanti: dai massimi divi come Holden, Brando, Sinatra, Newman ai cognati, soprattutto all'amatissimo Teddy. Era la donna più famosa del mondo, e c'era uno scotto da pagare, che di solito viene pagato postumo. Scotto come "grande pettegolezzo", certo con buone ragioni. Ma dico che ha poca importanza. In chiave di modello per il mondo resiste l'immagine della leggenda. E' la solita storia della leggenda che si scontra con la realtà. Il quesito che risolse John Ford in un suo film. La realtà perde. Il film di Pablo Larrain, racconta la vicenda della first lady nei giorni successivi l'assassinio di suo marito John Kennedy. Il promemoria riferito a Jacqueline Lee Bouvier Kennedy Onassis è quasi superfluo, trattandosi di eroina perenne. Non c'è letteratura o cinema adeguati alla vicenda della ragazza, donna, predestinata. Nata in una famiglia di alta condizione sociale di New York era amazzone di vaglia, "debuttante dell'anno" nel 1948, studentessa alla Sorbona, padrona delle lingue più importanti, collaboratrice del Washington Times e dunque inserita nell'ambiente politico. Era la principessa pronta per l'incontro col principe ereditario. E infatti non si fece scappare Kennedy. Poi tutto il resto, enorme, come la tragedia. Jackie significa, di fatto, first. Nessuna come lei, appunto. E dopo tanta "Jackie" mi sembra corretto, e storicamente opportuno dedicare piccole storie alle sue colleghe. Stazionando nell'era recente e andando a ritroso.

lunedì 27 febbraio 2017 - Se Trump non fosse stato il Presidente degli USA, il movimento americano del cinema avrebbe premiato il film che meritava, La La Land.

Moonlight, Oscar perfetto... per la politica

Pino Farinotti cinemanews

Moonlight, Oscar perfetto... per la politica Moonlight è un buon film che sarebbe stato perfetto per una sezione di Cannes o per il Sundance. È diventato perfetto per l'Oscar per via della politica e del momento contingente. Se Presidente degli USA fosse stata la Clinton, il movimento americano del cinema non avrebbe dovuto dare una lezione all'amministrazione, e avrebbe premiato il film che lo meritava, La La Land. L'occasione per mandare un messaggio a Donald Trump era troppo ghiotta e puntuale. Moonlight presenta tutti i contenuti e i codici che... non sono congeniali, diciamo così, al Presidente, ma sono argomenti del cartello progressista, vasto, prevalente, che lo contesta: la vicenda di Chiron, dall'infanzia alla maturazione è un modello sociale completo ed efficace di una certa America: le minoranze, la povertà, l'omosessualità, la violenza, la droga, la città nemica, la quasi impossibilità di integrazione e realizzazione. Il tutto in chiave di totale africanità. Un film buono ed efficace, con attori-non-divi buoni ed efficaci e con un regista Barry Jenkins, premiato con l'Oscar per la Sceneggiatura Non Originale, che, dopo aver firmato solo dei "corti", vede il suo film collocato nella storia del cinema. Ci vedo una certa ... sproporzione. Moonlight ha dunque goduto di vantaggi potenti a scapito di titoli migliori. Poi ci sono state compensazioni, ma erano dovute. Il premio alla regia, strameritato, è toccato a Damien Chazelle, che ha firmato La La Land.

lunedì 27 febbraio 2017 - Il film vince gli Oscar alla Miglior Regia (Damien Chazelle) e alla Miglior Attrice (Emma Stone). Premiata anche la canzone 'City of Stars'.

Oscar, niente record per La La Land: 'solo' 6 premi

a cura della redazione cinemanews

Oscar, niente record per La La Land: 'solo' 6 premi La La Land di Damien Chazelle, porta a casa sei statuette: poco meno della metà delle 14 nomination che potevano consegnarlo alla storia. Ma nella storia resterà comunque, per il clamoroso errore dell'annuncio della settima statuetta per il Miglior Film, che invece era andata a Moonlight. Il musical vince l'oscar come Migliore Regia, facendo entrare Chazelle nel guinness dei primati: con i suoi 32 anni è il più giovane regista a vedersi assegnato questo premio. Migliore Attrice ad una commossa Emma Stone. Gli altri premi sono: Miglior Fotografia, Miglior Scenografia, Miglior Colonna Sonora e Miglior Canzone Originale.

   

lunedì 27 febbraio 2017 - Consegnata all'attore la busta con il premio alla Miglior Attrice. Annunciato per errore l'Oscar a La La Land. Poi il dietrofront.

Oscar, Warren Beatty spiega le ragioni del clamoroso errore

a cura della redazione cinemanews

Oscar, Warren Beatty spiega le ragioni del clamoroso errore Clamoroso fuori programma nel momento topico della 89esima edizione degli Oscar. A causa di una busta sbagliata consegnata a Warren Beatty l'Oscar per il Miglior Film è stato assegnato a La La Land ma in realtà sarebbe dovuto andare a Moonlight. I produttori di La La Land avevano anche iniziato il discorso di ringraziamento, poi la clamorosa smentita. Warren Beatty ha spiegato: 'non facevo lo spiritoso, ho perso tempo perchè nella busta c'era scritto Emma Stone... ed ho detto La La Land'.

Altre news e collegamenti a Emma Stone »
La La Land (2016) Irrational Man (2015)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità