Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
lunedì 11 dicembre 2017

Emma Stone

Benvenuti a Stoneland: occhi di gatto, hit lady, spider girl

Nome: Emily Jean Stone
29 anni, 6 Novembre 1988 (Scorpione), Scottsdale (Arizona - USA)
occhiello
"Dai, levati la maglietta...nooo non ci credo...sei ritoccato con photoshop!"
dal film Crazy, Stupid, Love (2011) Emma Stone è Hannah
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Emma Stone
Golden Globes 2018
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film La Battaglia dei Sessi di Jonathan Dayton, Valerie Faris

Golden Globes 2017
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film La La Land di Damien Chazelle

Golden Globes 2017
Premio miglior attrice in un film brillante per il film La La Land di Damien Chazelle

London Critics 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Premio Oscar 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

BAFTA 2017
Nomination miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

BAFTA 2017
Premio miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Premio Oscar 2017
Premio miglior attrice per il film La La Land di Damien Chazelle

Festival di Venezia 2016
Premio coppa volpi migliore interpretazione femminile per il film La La Land di Damien Chazelle

Golden Globes 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

BAFTA 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

Premio Oscar 2015
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Birdman di Alejandro González Iñárritu

Golden Globes 2011
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film Easy Girl di Will Gluck



Figura carezzevole, volto candido e bocca corallo, è la fanciulla in cerca di (im)morali lezioni di vita in Irrational Man. Al cinema.
Vai all'articolo

Emma Stone, la nuova musa di Woody Allen

sabato 19 dicembre 2015 - Marzia Gandolfi cinemanews

Emma Stone, la nuova musa di Woody Allen Dotata di una grazia diafana e di un robusto temperamento comico, Emma Stone è la nuova musa di Woody Allen che la recluta per la seconda volta e la nomina erede di Diane Keaton. Cresciuta nel deserto caldo e conservatore dell'Arizona, supera sul palcoscenico del liceo le crisi di panico e si trasferisce a Los Angeles per realizzare il suo destino di attrice. Larghi occhi verdi e ruggine sulla voce, Emma Stone debutta nella commedia demenziale (Suxbad - 3 menti sopra il pelo) a cui presta la propensione ludica e la lampeggiante cattiveria che innamora Jonah Hill. Ma è il bacio di Ryan Gosling sulle note di 'Time of My Life' a emanciparla dal teen movie pruriginoso (Suxbad - 3 menti sopra il pelo, Easy Girl), svegliandola a nuovo cinema. Non prima però di aver tramortito un'orda di morti viventi accanto a Jesse Eisenberg e Abigail Breslin, astri nascenti come lei nel firmamento hollywoodiano.

   

Easy Girl, fra classici letterari e teen movies.

La sostenibile leggerezza del remake

giovedì 3 marzo 2011 - Edoardo Becattini cinemanews

La sostenibile leggerezza del remake C'è una logica paradossale alla base dei remake più recenti, soprattutto di quelli realizzati con un criterio prettamente industriale come quelli per il pubblico giovanile. La logica che vede una storia antica, notoria o, quantomeno, diventata per vie traverse un classico, avere la necessità di aggiornarsi continuamente a nuove forme e tendenze. È come se la strada per l'eterna giovinezza passasse forzatamente lungo il sentiero dell'eterno giovanilismo. Come se anche le opere d'arte soffrissero crisi di mezza età e, di tanto in tanto, avessero bisogno di un gesto pacchiano, di una confezione vistosa e colorata, con la scusa di avvicinare le coscienze abuliche delle nuove generazioni a riscoprire i capolavori del passato.
Prendiamo la moda delle varie trasposizioni (post)moderne delle istituzioni letterarie, attiva soprattutto nel decennio passato ma che un film come Easy Girl ci permette di riprendere in mano. Il film si dichiara sulla carta come un aggiornamento liceale de “La lettera scarlatta” di Nathaniel Hawthorne, classico della letteratura statunitense in cui una donna viene tacciata di adulterio e costretta dai puritani della sua comunità a portare in petto una A di Adultera rosso scarlatto per esibire continuamente la sua colpa agli occhi degli altri. In realtà, lontano tanto dalla revisione kitsch & chic del Romeo + Giulietta di Baz Luhrmann, quanto dalla drammaturgia “scolastica” di O come Otello o dal bignamino lezioso di 10 cose che odio di te (versione teen de “La bisbetica domata” con cui un giovane Heath Ledger trovò la prima celebrità), Easy Girl è solo una finta versione ringiovanita di un capolavoro letterario.

Dal nostro inviato in Spagna Gabriele Niola.

Zombieland: La vamp e la bambina

martedì 13 ottobre 2009 - Gabriele Niola cinemanews

Zombieland: La vamp e la bambina Sono una coppia decisamente mal assortita Emma Stone e Abigail Breslin. La prima, attrice da teen movie ventunenne già vista come comprimaria in Tutte le ex del mio ragazzo e Superbad e tra le protagoniste di The rocker, si presenta con un tacco immenso e una minigonna risicatissima parlando come se fosse doppiata dal suo agente. La seconda neo bambina prodigio lanciata da Little Miss Sunshine, confermata da La custode di mia sorella e ora impegnata in un film d'azione a soli 12 anni, è invece molto più sveglia di una bambina della sua età.
In Zombieland sono due sorelle affiatatissime capaci di cavarsela anche meglio dei maschi tra inganni e morti viventi mentre nelle interviste sembrano molto poco capaci (anche se ognuna per motivi diversi) di distaccarsi dalle risposte preconfezionate tutto zucchero e miele.
Stranamente però spesso il modo con cui si danno le solite risposte lascia intuire molto di più sulla realtà dei fatti di quanto possa emergere da una risposta più originale.

La Battaglia dei Sessi

* * * - -
(mymonetro: 3,05)
Un film di Jonathan Dayton, Valerie Faris. Con Emma Stone, Steve Carell, Andrea Riseborough, Sarah Silverman, Martha MacIsaac.
continua»

Genere Biografico, - USA, Gran Bretagna 2017. Uscita 19/10/2017.

La La Land

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,69)
Un film di Damien Chazelle. Con Ryan Gosling, Emma Stone, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sandra Rosko.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 26/01/2017.

Irrational Man

* * * - -
(mymonetro: 3,21)
Un film di Woody Allen. Con Jamie Blackley, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Emma Stone, Meredith Hagner.
continua»

Genere Thriller, - USA 2015. Uscita 16/12/2015.

Birdman

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,71)
Un film di Alejandro González Iñárritu. Con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan.
continua»

Genere Commedia, - USA 2014. Uscita 05/02/2015.

Magic in the Moonlight

* * * - -
(mymonetro: 3,10)
Un film di Woody Allen. Con Eileen Atkins, Colin Firth, Marcia Gay Harden, Hamish Linklater, Simon McBurney.
continua»

Genere Commedia, - Francia, USA 2014. Uscita 04/12/2014.
Filmografia di Emma Stone »

lunedì 11 dicembre 2017 - L'Italia in gara: 3 candidature per Chiamami col tuo nome e una per Ella & John - The Leisure Seeker e The Young Pope. Il 7 gennaio la cerimonia di premiazione.

Golden Globe 2018, tutte le nomination

a cura della redazione cinemanews

Golden Globe 2018, tutte le nomination Sono state annunciate oggi le nomination della 75a edizione dei Golden Globe Awards, i premi assegnati, ogni anno, da una giuria di circa novanta giornalisti della stampa estera iscritti all'HFPA (Hollywood Foreign Press Association). Anticipatori dei premi Oscar, che saranno annunciati il 4 marzo 2018, i Golden Globe sono riconoscimenti che riguardano sia il mondo del cinema che della televisione. L'Italia ha ricevuto numerose nominations: 3 candidature per Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, 1 nomination per Helen Mirren (Ella & John - The Leisure Seeker di Paolo Virzì) e per Jude Law (The Young Pope di Paolo Sorrentino). I Golden Globe verranno consegnati durante la cerimonia di premiazione del 7 gennaio 2018, al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills. A condurre la serata ci sarà l'umorista Seth Meyers, popolare per essere stato uno dei più importanti sceneggiatori e attori del Saturday Night Live.

domenica 12 novembre 2017 - Metz ha deciso saggiamente di agire in totale controtendenza rispetto al racconto sportivo unitario che la diretta - con le sue grammatiche e i suoi codici - tende a costruire. Al cinema.

Borg McEnroe, quando il campo diventa un set da sezionare

Roy Menarini cinemanews

Borg McEnroe, quando il campo diventa un set da sezionare Ci sono state almeno tre grandi rivalità cui ha dato vita John McEnroe, forse - in termini di talento puro - il tennista più visionario della storia della racchetta: quella con Borg, quella con Connors, e quella con Lendl. Quest'ultima si nutriva degli sprazzi finali della Guerra Fredda, con McEnroe l'americano libero come il jazz e Lendl il cecoslovacco robotico come Ivan Drago. Tra lui e Connors era invece un derby tra sbruffoni, con litigi epici a bordo rete. E infine Borg, con cui la rivalità sembrava nata apposta per dare vita a situazioni cinematografiche - e non è un caso che ora stiamo commentando un film che reca nel titolo il nome dei due straordinari giocatori. In Borg McEnroe Janus Metz privilegia il punto di vista di Borg, con rare concessioni ai flashback del genio newyorkese, anche se mantiene per tutta la durata una certa equanimità. Del resto, la produzione è svedese di partenza, e dunque non si poteva pretendere un racconto orientato sul protagonista americano. La cosa più intrigante di Borg, d'altra parte, era proprio il fuoco che covava sotto la cenere. Anche lui - anzi, soprattutto lui - era quello che urlava in campo e spaccava le racchette, ma solo nella fase giovanile della carriera. Successivamente, grazie a una disciplina mentale ferrea, Borg riuscì a spazzare sotto il tappeto della razionalità i suoi eccessi, confinati al fuori-campo (in tutti i sensi). McEnroe, invece, riusciva a trarre forza ed energia dalle proprie stesse scenate. Ben lungi dal deconcentrarsi, poteva lanciare insulti osceni alla quasi totalità dei giudici e dei guardalinee senza perdere lucidità nel match, anzi terremotando le quiete certezze degli avversari.

Altre news e collegamenti a Emma Stone »
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità