Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale

Film 2015 | Commedia +13

Anno2015
GenereCommedia
ProduzioneItalia
Regia diNeri Parenti
AttoriChristian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro, Luca Argentero, Ilaria Spada Dario Bandiera.
Uscitamercoledì 16 dicembre 2015
DistribuzioneMedusa
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,12 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Neri Parenti. Un film con Christian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro, Luca Argentero, Ilaria Spada. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2015, Uscita cinema mercoledì 16 dicembre 2015 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,12 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Ambientato a Santo Domingo, Vacanze ai Caraibi mette in scena tre storie che vedono i loro protagonisti perdersi in situazioni tragicomiche. In Italia al Box Office Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 7,4 milioni di euro e 1,3 milioni di euro nel primo weekend.

Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,12/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,00
PUBBLICO 1,86
CONSIGLIATO NÌ
Una commedia più vintage che vecchia, che ricodifica esplicitamente il genere attenendosi in modo parodistico ai suoi cliché.
Recensione di Paola Casella
giovedì 10 dicembre 2015
Recensione di Paola Casella
giovedì 10 dicembre 2015

Mario Grossi Tubi ha sperperato il proprio patrimonio e quello della moglie Gianna, ignara delle malefatte del marito. Le sue speranze sono ora riposte nel possibile matrimonio fra la figlia Anna Pia, una nerd con pessimo gusto per i fidanzati, e il cinquantenne Ottavio, che si spaccia per miliardario. Peccato che anche Ottavio sia al verde e sia accampato a sbafo nella villa di "un certo Lapo" ai Caraibi. I Caraibi sono anche la location di altre due storie: quella dell'attrazione fatale fra Fausto e Claudia, opposti per background e stile di vita ma supremamente compatibili in materia erotica, e quella della dipendenza di Adriano, conduttore di una tv catanese, da ogni tipo di gadget tecnologico come da ogni tipo di social.
Per capire Vacanze ai Caraibi nella sua dimensione meno scontata bisogna partire dai titoli di coda e dalla scenetta che Neri Parenti fa recitare a se stesso e ai suoi due mattatori, Christian De Sica e Massimo Ghini: regista e attori interpretano una "discussione creativa" sulla scelta se essere più o meno volgari, in conformità con il genere cinepanettone. Se letto a partire da quest'ultima gag, Vacanze ai Caraibi assume una dimensione metacinematografica davvero interessante e particolarmente gustosa per i fan. C'è infatti, nell'intera messinscena della commedia di Parenti, un'estrema consapevolezza delle caratteristiche di quello che è diventato, appunto, un genere a sé, che Vacanze ai Caraibi esplicitamente ricodifica attenendosi in modo quasi parodistico ai suoi cliché più triti.
È la differenza fra un'esecuzione paint by numbers, ovvero intenta a seguire pedissequamente le regole, e un inside joke, ovvero una gag per cognoscenti, che sono sì il regista, gli interpreti e gli sceneggiatori, ma anche il pubblico dfi aficionadosche si è fatto una (in)cultura pop Natale dopo Natale. Non è un caso che il film di Parenti sia costellato di citazioni comprensibili agli addetti ai lavori e a un certo pubblico, dai finti saggi firmati (nel film) dal produttore Mario Gianani e dallo sceneggiatore Fausto Brizzi, cui è dedicata anche una battuta sull'opportunità di dare il suo nome a un criceto, alla pizzeria Frontoni ai Caraibi (omaggio a uno storico locale "sparito" di Trastevere).
Vacanze ai Caraibi risulta più vintage che vecchio, e alcune sue gag, soprattutto quelle fra De Sica e Ghini, sono ad alta probabilità di diventare instant cult: un cult fatto di volgarità spicciole, peti e peni, equivoci e calembour di bassa e bassissima lega che il film esplicitamente descrive come "cose che si facevano a 13 anni", ma di possibile effetto comico cumulativo durante la visione (che affinché il trucco funzioni dovrà essere necessariamente collettiva, e a sala gremita), e di probabile citazionismo futuro.
Al pubblico natalizio non importerà nulla della valenza metacinematografica di cui sopra, ma apprezzerà i talenti comici sullo schermo che includono, nell'ordine, due performer da vaudeville che si potenziano a vicenda (i veterani Ghini e De Sica), un virtuoso delle imitazioni come Dario Bandiera nei panni di Adriano, una principessa della comicità coatta come Ilaria Spada, sempre molto superiore al materiale affidatole e ormai pronta per ruoli di ben maggiore complessità, un interprete affidabile come Luca Argentero cui il ruolo del bacchettone nordico calza come un guanto (vedi Noi e la Giulia) e una solida comedienne come Angela Finocchiaro, ormai "sposa di fatto" di De Sica dopo Compagni di scuola.

Sei d'accordo con Paola Casella?
VACANZE AI CARAIBI - IL FILM DI NATALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 28 dicembre 2015
pippopandev88

Inguardabile, è il miglior commento che posso esprimere su questo "Film", di una volgarità che non fà neanche sorridere, già trita e ritrita, al limite dell'irritante. Se portassi i miei figli chiederei il rimborso del biglietto. Un "Film" che nonostante il titolo richiami il Natale, non ha nulla a che vedere con i valori dello stesso. Tutta la storia costruita su un padre che vuole svendere sua figlia [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 dicembre 2015
shagrath

La trama si articola attorno a tre episodi indipendenti e piuttosto diversi anche nella forma: De Sica è un ex-ricco decaduto che cerca di far sposare sua figlia a un uomo che si presenta come benestante, ma che non lo è per nulla. Questo episodio è quello centrale, il più curato e il più ricco di equivoci, sotterfugi di bassa lega e siprietti volgari, in perfetto [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 gennaio 2016
Mercury30

Ieri sera ho avuto la sfortuna di vedere l'ennesimo Cinepanettone e tuttora mi pento di aver sprecato 90 minuti preziosi della mia vita. Il film è diviso in tre storie diverse che non hanno alcun collegamento tra di loro. Iniziamo dalla peggiore ovvero quella con Luca Argentero ed Ilaria Spada in viaggio con i rispettivi partner che scoprono di avere una grandissima intesa sessuale ma un carattere [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 maggio 2018
Onufrio

La classica commedia natalizia, il cinepanettone italiano che approda ai Caraibi alternando tre storie che vedono come protagonisti in una De Sica e Ghini alle prese con grossi problemi finanziari che cercano ognuno a modo proprio di sistemare la situazione; Luca Argentero ed Ilaria Spada che interpretano due personaggi fra di loro caratterialmente diversi ma attratti fisicamente l'uno dall'altro; [...] Vai alla recensione »

sabato 19 dicembre 2015
bizantino73

Un altro?????noooooooooo!!!!! 

domenica 20 dicembre 2015
Papini

Ho accompagnato i miei figli a vedere questo film. Risultato: si sono annoiati anche loro. Secondo voi è da consigliate. ..sì è da consigliare di smettere 

domenica 20 dicembre 2015
Simone

Dopo tanti anni sempre queste commedie natalizie... è l'ora di smetterla

lunedì 28 dicembre 2015
pier delmonte

Questo film ricorda Natale in Crociera, ma in quel film mi sono divertito, qua la risata non ne vuol sapere di uscire, DeSica ( esageratamente volgare) e la Finocchiaro non stanno bene insieme, Ghini non ha la faccia da comico, Spada e Argentero non riesco ad inquadrarli, Bandiera e’ bravo ma buttato li’ da solo… poverino. Il cine panettone e’ servito!

martedì 22 dicembre 2015
Simone

Film volgare pieno di doppi sensi che non fanno ridere

martedì 29 dicembre 2015
Nando B.

La sera di Natale, io e la mia famiglia siamo andati al cinema per concederci un'ora di completo relax (e di "serena" digestione) dopo il tradizionale pranzo e, sia perché era l'unico film disponibile, sia perché ci era stato detto che era divertente, abbiamo visto proprio "Natale ai Caraibi". Già dalle scene iniziali, almeno per quanto mi riguarda, mi è sembrato pieno di parolacce (molte di più di [...] Vai alla recensione »

martedì 29 dicembre 2015
gianluca sersante

bah ...questi commenti nel forum sanno di falso cmq...a me la commedia parenti de sica boldi prima e parenti de sica ghini adesso coi i vari personaggi di contorno piace cosi, volgare , scorretta e tutta giocata sulla gag. neri parenti non vuole somigliare a nessuno degli altri registi di commedie che invece giocano su sentimenti e buone maniere. neriparenti e' cosi e a me piace cosi anzi diro [...] Vai alla recensione »

sabato 26 dicembre 2015
cianto

Non mancano gli spunti interessanti, seppur esagerati, sulla realtà odierna, ad es. la mania della comunicazione via social-media. Per il resto è un film inutilmente surreale e volgare, di una grossolanità che supera ampiamente quella media dei cinepanettone, al punto da risultare gratuita, irritante e ofuscare le scene comiche. A parte alcuni sketch spassosi, il resto è tirato per i capelli e a volte [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 dicembre 2015
bianca46

Trattandosi di un cinepanettone in verità non è che mi aspettassi molto , dati gli interpreti e la regia ma la speranza è l'ultima a morire e ci ho davvero sperato che non si trattasse di una simile boiata.... in sala eravamo in sei , non c'era l'effetto "sala piena" che poteva essere d'aiuto nell'appoggiare lo scaturire di una risata collettiva ma non c'è stata nemmeno quella.

giovedì 24 dicembre 2015
bianca46

Trattandosi di un cinepanettone in verità non è che mi aspettassi molto , dati gli interpreti e la regia ma la speranza è l'ultima a morire e ci ho davvero sperato che non si trattasse di una simile boiata.... in sala eravamo in sei , non c'era l'effetto "sala piena" che poteva essere d'aiuto nell'appoggiare lo scaturire di una risata collettiva ma non c'è stata nemmeno quella.

giovedì 24 dicembre 2015
Eva

La farsa generalmente fa ridere ma in questo film la farsa non funziona perché ti fa solo sbadigliare

martedì 16 febbraio 2016
JK_DOM

Tutti criticano della volgarità, del trash della commedia, ma non è così, anche perchè i cinepanettoni sono costruiti alla base di questi. Non vedo eccessiva volgarità, apparte nel linguaggio abbastanza scurrile, ma senz'altro è un film godibile. De Sica e Ghini li ho trovati molto in forma, anche perchè il loro episodio era molto curato e dettagliato.

domenica 3 gennaio 2016
Panz Cinema

C'è poco da dire il solito cinepanettone inguardabile

mercoledì 30 dicembre 2015
elpiezo

Consueto appuntamento con il cinepanettone di fine anno, solita commedia costruita su inverosimili vicende che si svolgono in qualche affollata località vacanziera. Ricchezza, tradimenti e tecnologia, questi i temi di tre storie che si intrecciano sotto il sole dei Caraibi, tra battute futili e gag scontate che rendono il film perfino imbarazzante. Nonostante la buona volontà di alcuni protagonisti [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 dicembre 2017
Ricky

attori tutti fantastici

mercoledì 18 maggio 2016
Marco Petrini

incredibile che si possano produrre film così: non parliamo di pellicole di serie B, per favore: questa non è neppure da campionato dilettanti!

lunedì 4 aprile 2016
Giorgio

Mi sembra che ci siano commenti troppo severi. Lo so che il film è volgarotto e con comicità basata su situazioni standard , ma io mi sono divertito.Vorrei ricordare che il grande Totò era sempre stroncato dalla critica quindi.....Inoltre questi film vengono spesso riproposti ciclicamente nelle televisioni. Evidentemente piacciono...

martedì 16 febbraio 2016
JK_DOM

Tutti criticano della volgarità, del trash della commedia, ma non è così, anche perchè i cinepanettoni sono costruiti alla base di questi. Non vedo eccessiva volgarità, apparte nel linguaggio abbastanza scurrile, ma senz'altro è un film godibile. De Sica e Ghini li ho trovati molto in forma, anche perchè il loro episodio era molto curato e dettagliato.

domenica 3 gennaio 2016
Juri Moretti

Neri Parenti a distanza di quattro anni da vacanze di Natale a cortina, torna a lavorare con Christian De Sica facendo il classico cinepanettone però non prodotto da Aurelio de Laurentis ma da Mediaset. Il film è molto divertente ci sono tre episodi che affrontano temi come l' indipendenza da internet o l' amore o la crisi, insomma da un cinepanettone di Neri Parenti non mi sarei [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 gennaio 2016
sergiomartini

Mi stupisco che oltre ai produttori e al regista, ci siano attori di un certo nome, che si prestano a girare simili film stupidi, volgari e senza senso. Consiglio di non portate i bambini.

mercoledì 30 dicembre 2015
film80

De Sica e Parenti ritornano al Cinepanettone scegliendo come meta i Caraibi. L'episodio con De Sica e Bandiera sono i piu' divertenti e originali sicuramente buoni quello con Argentero riesce a far scappare qualche risata forzata. Si deve ammettere che é molto volgare rispetto ad anni fa ed é per questo che é piu' che discreto comunque PROMOSSO anche se non con ottimi [...] Vai alla recensione »

sabato 26 dicembre 2015
film80

Ritorna il GRANDE CINEPANETTONE.L'episodio con De Sica e Ghini fa abbastanza ridere e anche quello con Bandiera e quello con Argentero e Spada diciamo un po di meno.  Come una volta. Anche se NATALE SUL NILO,IN CROCIERA sono migliori rispetto questo ma mi é piaciuto molto comunque molto originale e divertente. Forse De Sica poteva fare un po piu' da ridere ma il suo episodio é [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 dicembre 2015
alexmolle

L'episodio con De Sica e Ghini è stato scritto con maggiore cura e regge tutto il film, attori che si confermano molto affiatati, le risate sono inevitabili. Gli altri 2 episodi sono divertenti, ma diventano scontati/prevedibili nel corso della pellicola. Film che fa il suo dovere, prendendo un buon ritmo soprattutto nella parte centrale.

mercoledì 16 dicembre 2015
gigi25

un film davvero bello e divertente, l'episodio migliore quello con de sica e ghini, ma anche gli altri due se la cavano bene Lo consiglio a tutti se volete farvi 4 risate e di più in leggerezza e spensieratezza

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Vari italiani ai Caraibi sul finire dell'anno in cerca disperata di soldi (De Sica & Ghini con il secondo che vuole sposare la figlia giovane e ingenua del primo), abboccamenti fisici (Bandiera è dipendente dalla virtualità telematica) e una storia d'amore che possa andare al di là della pura carnalità (il perbenino Argentero e la coattona Spada: i migliori).

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Grossi Tubi (De Sica) spera che la figlia si sposi con il presunto miliardario Vianale (Ghini), per risolvere i suoi problemi economici, nonostante che i due cognomi accostati non siano il massimo. Bandiera (il più deludente), invece, è vittima della mania per le nuove tecnologie, mentre, nel terzo episodio, la coatta Ilaria Spada (che brava) si intende solo a letto con l'intellettuale Luca Argentero. [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Christian De Sica è Mario Grossi Tubi (il che gli sconsiglierebbe di consentire al matrimonio della figlia con un pretendente che di cognome fa Vianale. Battuta delicatissima - direbbe Christian - pensateci) ed è un finto ricco che non vede l'ora di attaccare il cappello quando apprende che sua figlia è corteggiata da un attempato Massimo Ghini ossigenato che fa la bella vita ai Caraibi.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati