La notte del giudizio per sempre

Film 2021 | Azione, Fantascienza, Horror, +13 103 min.

Regia di Everardo Gout. Un film con Ana de la Reguera, Tenoch Huerta, Josh Lucas, Cassidy Freeman, Leven Rambin. Cast completo Titolo originale: The Forever Purge. Genere Azione, Fantascienza, Horror, - USA, 2021, durata 103 minuti. Uscita cinema giovedì 8 luglio 2021 distribuito da Universal Pictures. Oggi tra i film al cinema in 164 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,80 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La notte del giudizio per sempre tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

I membri di un movimento clandestino, non più soddisfatti di una sola notte all'anno di anarchia e omicidio, decidono di calare l'America in un tempo di caos e massacro. Nessuno è più al sicuro. La notte del giudizio per sempre è 5° in classifica al Box Office. venerdì 23 luglio ha incassato € 14.937,00 e registrato 2.255 presenze.

La notte del giudizio per sempre è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
2,80/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,60
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
L'ultima (?) notte del giudizio cala sull'America, trasformandosi in una spaventosa Guerra Civile.
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 9 luglio 2021
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 9 luglio 2021

Otto anni dopo i fatti di La notte del giudizio - Election Year, i Nuovi Padri Fondatori sono ritornati al potere e hanno ripristinato "Lo Sfogo", ossia la notte in cui tutto è permesso. Il Paese però è cambiato, la xenofobia è cresciuta e questa volta c'è chi non accetta che lo Sfogo possa finire di nuovo e intende invece farlo durare per sempre... o per lo meno finché l'America non sarà stata "razzialmente purificata". Una coppia messicana, fuggita negli States per scappare alla violenza dei narcos, si ritrova così in un incubo ancora peggiore di quello che si è lasciato alle spalle. Sola, paradossale speranza: il ritorno in Messico.

Dopo quattro film (e due stagioni televisive), la saga porta finalmente "Lo Sfogo" alle sue estreme conseguenze, in un'avventura horror on the road e spesso assolata che rinnova, per quanto possibile, un franchise ormai stanco.

Presentato come l'ultimo capitolo della saga, potrebbe facilmente avere un ulteriore seguito a detta di James De Monaco, l'ideatore e supervisore italoamericano delle Notti del giudizio, che sogna di tornare a lavorare con Frank Grillo in un ulteriore sequel. Qui però, come già nel prequel La prima notte del giudizio affida la regia a un altro autore, che possa garantire maggior autenticità alla vicenda e ai personaggi. Il capitolo precedente, ambientato in un quartiere dalla popolazione prevalentemente afroamericana, era stato infatti affidato al nero Gerard McMurray, mentre ora dietro la macchina da presa troviamo il latinoamericano Everardo Gout, che segue in realtà un cast molto misto, con una famiglia di rancheri bianchi, una trittico di messicani in fuga e nell'ultimo atto pure un paio di nativi americani.

A differenza dei film precedenti, dove i villain erano spesso giovani amorali e potevano essere di varie etnie, qui gli uomini e le donne determinati a trasformare lo Sfogo in un'operazione di pulizia etnica sono tutti bianchi e fanno parte di una vasta rete organizzata. Se nei passati capitoli pure c'erano gruppi relativamente strutturati ma dominava l'idea di una notte di anarchia dove tutto poteva succedere (non a caso il capitolo migliore, il secondo, si intitolata proprio Anarchia - La notte del giudizio), in La notte del giudizio per sempre c'è una chiarissima divisione in fazioni, con i purificatori contro tutti. Il gruppo infatti si scontra anche con le milizie dei Nuovi Padri Fondatori, prende di mira i bianchi più ricchi (anche se uno di loro fa immediatamente notare l'ipocrisia della rivolta) e soprattutto attacca a vista ogni minoranza etnica.

De Marco e Gout spingono il pedale fino in fondo, in un'Odissea che attraversa gli Stati Uniti al collasso, squarciati da una nuova guerra civile che incendia l'intera nazione. Il film si apre con l'arrivo di soppiatto dal Messico, attraverso un tunnel, e si chiude con il ribaltamento dove il Messico non è più il luogo da cui fuggire, ma quello verso cui fuggire.

L'accusa alle politiche americane reazionarie e alla diffusione scriteriata di armi da fuoco non potrebbe essere più netta. Inoltre le scene finalmente alla luce del sole e in esterni rurali danno al film un tono diverso, con uno showdown nel deserto a metà tra i western e Mad Max. In una parentesi notturna a El Paso, Gout dà poi del suo meglio con un elaborato piano sequenza, che segue i protagonisti mentre cercano insieme di navigare la città in fiamme e restituisce l'idea della paura e del caos tutto intorno.

Il regista si toglie anche lo sfizio di un omaggio cinefilo, con il Dracula del 1931 che viene proiettato all'interno di un cinema abbandonato. La serie rimane comunque fedele a se stessa, con personaggi purtroppo solo abbozzati in fuga da maniaci più o meno mascherati, decisi a ucciderli in modo sadico e brutale. Il finale è memorabile e le novità evitano il senso di déjà vu, ma nessuno dei nuovi protagonisti ha il carisma di Frank Grillo, tranne forse per i nativi americani, che entrano però in scena troppo tardi.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
LA NOTTE DEL GIUDIZIO PER SEMPRE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 21 luglio 2021
Gabriele Barducci
Nocturno

Quello de La notte del giudizio (The Purge in originale, che rende meglio le intenzioni autoriali della saga ideata da DeMonaco) è, potenzialmente, uno di quei franchise senza fine, anche quando raschia lapalissianamente il fondo del barile, per poi ricordarsi che, invece di cercare in questi posti angusti, basta volgere lo sguardo alla quotidianità degli Stati Uniti e trovare materiale pressoché [...] Vai alla recensione »

sabato 10 luglio 2021
Marco Minniti
Asbury Movies

Abbiamo aspettato un bel po', per poter vedere La notte del giudizio per sempre, essendo stato il film di Everardo Gout - qui subentrato in cabina di regia al creatore della saga James DeMonaco - una delle "vittime" cinematografiche del Covid. C'è voluto un po' di tempo, precisamente un anno (l'uscita del film era inizialmente fissata per luglio 2020), nel corso del quale la Blumhouse ha avuto modo [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 luglio 2021
Alessio Baronci
Sentieri Selvaggi

La prima immagine è quella di due figure nel deserto. Sono Juan e Adela due messicani in fuga verso l'America che una volta stabilitisi in Texas, nel ranch dei ricchi Tucker, finiranno loro malgrado al centro dell'ennesimo Sfogo, la notte in cui ogni crimine è permesso, che però, stavolta, si tramuterà inaspettatamente in una vera e propria guerra civile xenofoba.

giovedì 8 luglio 2021
Roberto Nepoti
La Repubblica

Qualcuno ha scritto che è come immaginare l' assalto a Capitol Hill in versione zombi-movie: e non aveva affatto torto. Il quinto episodio della truculenta saga Blumhouse, che include anche due stagioni televisive, s' intitola La notte del giudizio per sempre perché estende l' idea originaria (una notte l' anno la strage è un "liberi tutti" legalizzato) postulando che bande di suprematisti bianchi [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 luglio 2021
Andrea Chimento
Il Sole-24 Ore

A proposito di franchise, questa settimana nei cinema arriva anche un nuovo capitolo della saga de «La notte del giudizio»: si tratta del quinto film che ha per tema lo "Sfogo", una notte in cui negli Stati Uniti non ci sono regole e si può praticare qualunque tipo di violenza.In questo caso, però, i membri di un movimento clandestino pensano di togliere qualsiasi limite temporale allo "Sfogo", non [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 13 maggio 2021
 

Regia di Everardo Gout. Un film con Josh Lucas, Leven Rambin, Cassidy Freeman, Will Patton, Ana de la Reguera. Da giovedì 8 luglio al cinema. Guarda il trailer »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 164 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati