MYmovies.it
Advertisement
Avatar: intervista a James Cameron

Come è stato realizzato il mondo di Pandora.
di Valerio Salvi

L'uomo d'oro di Hollywood
Sigourney Weaver (Susan Alexandra Weaver) (69 anni) 8 ottobre 1949, New York City (New York - USA) - Bilancia. Interpreta La dottoressa Grace Augustine nel film di James Cameron Avatar.

lunedì 26 ottobre 2009 - Incontri

J ames Cameron, ovvero “l’uomo d’oro” di Hollywood che con Titanic ha sbriciolato qualsiasi record (1,8 miliardi di dollari) torna al cinema dopo 12 anni e svariati progetti embrionali.
L’attesa per il suo Avatar, che ha richiesto anni di pre-produzione, è elevatissima sia per il pubblico dei fans –mai delusi da un suo film- sia per il mondo del business che, inutile negarlo, spera quanto meno di avvicinarsi a quelle faraoniche cifre.
Al buon James, ormai cinquantenne, interessa invece soltanto che il suo progetto conquisti il pubblico.
Il film in Italia uscirà a gennaio, un’ottima scelta di marketing, che eviterà pericolose sovrapposizioni natalizie e soprattutto garantirà maggior disponibilità di sale 3D, essenziale per apprezzare al meglio la pellicola.

Hai creato un nuovo mondo praticamente dal nulla, come ti sei ispirato?

Ho praticamente frullato tutto quello che ho letto e visto fin da ragazzo unendo fantascienza, fumetti, televisione e paperback. Come autori mi sono ispirato a Calrke per le sue idee di futuro vicino e probabile, ad Asimov con il suo aspetto scientifico e ad Hainley, che è il più realista [ma noi sappiamo che lo aveva già sfruttato in Aliens - NdA.
Ho impiegato 3 settimane ad ideare la struttura di Pandora, questo nuovo mondo su cui costruiamo tutto il resto.] Se è vero che avevi in mente questo progetto da molto tempo, come mai lo hai realizzato solo oggi, dopo Titanic avevi praticamente carta bianca? Il problema era la tecnologia necessaria per realizzare il tutto, all'epoca -e parliamo di 14 anni fa- non esisteva.
Il problema principale era la realizzazione degli umanoidi, i nativi di Pandora, che non riuscivano a trasmettere le emozioni con le loro espressioni. A evo pensato a qualcosa come Jurassic Park, un ottimo lavoro, ma i dinosauri sono inespressivi e quindi Spielberg non aveva i miei problemi. In Titanic abbiamo fatto un po' di “folla” al computer, ma solo per scene d'insieme, perché da vicino è poco credibile.
Ora con i nuovi software ho potuto creare , muscoli, ossa, pelle ed espressioni, praticamente tutto.
Ogni volta ci si spinge un po' più avanti.

Così hai potuto fare tutto quello che volevi?

Si, a parte un paio di cose molto marginali. L'acqua è stata molto complessa soprattutto quando doveva interagire con i nativi. Abbiamo impiegato un intero anno per trasformare gli attori nei loro avatar elettronici.

Un'impresa complessa anche con i nuovi software quindi...

Si, molto difficile, ma ogni volta che finivamo di realizzare un pezzo delle nostre creature, la soddisfazione era immensa, è come veder nascere una nuova creatura.
La più difficile è stata Sigourney per via del suo viso molto particolare che difficilmente si adatta alla fisiognomica dei nativi di Pandora E come siete arrivati a questa versione finale? Inizialmente avevo pensato a qualcosa di molto più alieno, ma poi siamo arrivati a questa soluzione finale. D'altronde c'è anche una storia d'amore, quindi devono essere anche un po' attraenti.

Quindi ora avete anche molto materiale?

Abbiamo codificato tutto il mondo e riportato i dati su una sorta di “Bibbia di Pandora” a disposizione di tutti coloro che volessero sviluppare qualcosa nel nostro mondo. Abbiamo stabilito cose come la stagioni e molto altro.
Se crei una biologia per degli alieni, deve essere credibile, tutti particolari che magari sono inutili per gare meglio il film, ma che servono a dare credibilità e che piacciono molto ai fans.

Sarà difficile ora lasciare il mondo di Pandora?

C'era il bisogno di una nuova piattaforma culturale, un nuovo mondo senza basi preesistenti. Quando lavori su una franchise o su un mondo di cui tutti sanno già troppe cose è molto difficile sorprendere lo spettatore. Questo è il nuovo!

Gallery


Sam Worthington (Samuel Worthington) (42 anni) 2 agosto 1976, Godalming (Gran Bretagna) - Leone. Interpreta Jake Sully nel film di James Cameron Avatar.
Se è vero che avevi in mente questo progetto da molto tempo, come mai lo hai realizzato solo oggi, dopo Titanic avevi praticamente carta bianca?
Zoe Saldana (Zoe Yadira Saldaña Nazario) Altri nomi: (Zoë Saldana / Zoe Saldaña / Zoë Saldaña ) (41 anni) 19 giugno 1978, Passaic (New Jersey - USA) - Gemelli. Interpreta Neytiri nel film di James Cameron Avatar.
E come siete arrivati a questa versione finale?
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati