•  
  •  
Apri le opzioni

James Cameron

James Cameron (James Francis Cameron) è un attore canadese, regista, produttore, produttore esecutivo, scrittore, sceneggiatore, montatore, è nato il 16 agosto 1954 a Kapuskasing (Canada). Al cinema il 14 dicembre 2022 con il film Avatar - La via dell'acqua.
Nel 2010 ha ricevuto il premio come miglior regia al Golden Globes per il film Avatar. Dal 1998 al 2010 James Cameron ha vinto 4 premi: Golden Globes (1998, 2010), Premio Oscar (1998). James Cameron ha oggi 67 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Sono il re del mondo!

A cura di Fabio Secchi Frau

James Cameron è effetti speciali. James Cameron è una fotografia spettacolare. James Cameron è l'impiego di mezzi grandissimi. James Cameron è anche un lungo film. James Cameron è cura maniacale per i particolari, ma anche una colonna sonora efficacissima. Sono tutti qui gli elementi cinematografici di uno dei più importanti maestri della storia del cinema che, fra tripudi di effetti visivi ad alto livello, sufficienti sviluppi narrativi e la presenza rocciosa e impenetrabile di capitani spaziali inseguite da alieni parassiti, transatlantici sul punto di affrontare e abissi esplorati in 3D ha scritto un'importante pagina nel mondo della settima arte.
È il padre di quel capolavoro emozionante che è stato il kolossal romantico-avventuroso-catastrofico Titanic, all'interno del quale l'epica moderna, il melodramma e un'ottima canzone originale gli hanno fatto meritare ben 14 candidature e addirittura 11 Oscar, tra cui quelli di miglior film e di miglior regia. È il narratore di favole tecnologiche, di eroine armate fino ai denti minacciate da esseri provenienti da altri mondi, ma sempre ben attento a non rovesciare complesse derivazioni morali. E mentre, trepidi, i suoi fans si aspettano da lui altre immagini liquefatte che prendono corpo, altri film convincenti ed emozionanti, lui si gode il posto di padrone della seconda più prestigiosa casa di effetti speciali del mondo: la Digital Domain, fondata nel 1993, assieme a Stan Winston e Scott Ross.
Audace e sempre più incline a fare film che si superano nel costo, dopo aver raccontato l'incubo della nave in cui gli innamorati Jack e Rose si sono innamorati e dopo aver cucito addosso a un granitico Arnold Schwarzenegger insospettati registi comici, studia nuovi trucchi elettronici e nuove straordinarie verosimiglianze grazie all'applicazione di sofisticati e innovativi software che si chineranno all'uso della cinematografia digitalizzata, della computer grafica e della visual computing.

L'apprendistato con Roger Corman
Fratello dello stuntman Mike Cameron e di altri 3 ragazzoni, James Cameron è figlio di un ingegnere elettrico e di un'artista. Un figlio cresciuto fra la passione per le discipline scientifiche e l'amore per l'arte, soprattutto per il disegno.
Dopo aver frequentato la Stamford Collegiate di Niagara Falls, si iscrive alla Facoltà di Fisica presso la California State University di Fullerton, dove si trasferisce con la famiglia nel 1971, lascia gli studi, arrangiandosi come può per guadagnare qualche soldo (ha fatto il venditore di automobili e il camionista). Una sola cosa rimpiange della sua vita in facoltà: l'opportunità di entrare e visitare gli archivi cinematografici dell'università. Alla fine, comunque, arriva a una laurea, quella in filosofia alla University of Toronto, nel 1973.
Colpito da 2001 - Odissea nello spazio e da Guerre Stellari, si interessa a tematiche di fantascienza e, a tal proposito, legge il libro di Syd Field "Screenplay", che gli sarà utile per il suo primo cortometraggio, girato con due amici: Xenogenesis. Capisce che è la sua strada ed entra nell'harem del mitico Roger Corman come supervisore delle pellicole della sua casa di produzione. Nel 1978, sposa una cameriera conosciuta al college, Sharon Williams. Sarà Sharon la fonte di ispirazione per il personaggio di Sarah Connor in Terminator. Il matrimonio, però, si conclude nel 1984, quando cioè Cameron sceglie di divorziare da lei per sposare la produttrice Gale Anne Hurd, lasciata a sua volta nel 1989 per la regista Kathryn Bigelow.
Ma non è finita, dopo il divorzio da questa, nel 1991, sposa l'attrice Linda Hamilton dalla quale avrà la sua prima figlia Josephine Archer Cameron. Nonostante la nascita della sua primogenita, il matrimonio va a rotoli nel 1999, quando cioè Cameron si invaghisce dell'attrice Suzy Amis, sposata nel 2000 e madre dei gemelli Claire e Quinn. A quanto pare, riesce a essere fedele solo al suo lavoro e infatti è un solerte scenografo per il film con Robert Vaughn, George Peppard, Sam Jaffe e Sybil Danning I magnifici sette nello spazio (1980) e un ottimo assistente regista per Bruce D. Clark in Il pianeta del terrore (1981) con Robert Englund e Grace Zabriskie.

Il debutto cinematografico
Dopo essere stato direttore della fotografia e autore degli effetti visivi speciali per John Carpenter in 1997 - Fuga da New York (1981) con Ernest Borgnigne debutta con il suo primo film, l'horror Piranha Paura (1981) con Lance Henriksen, uno dei suoi attori feticcio, peraltro. Il risultato è buono, ma non soddisfacente. Si accorge che può fare di più... comincia qui la sua cura maniacale per il particolare. Si dice infatti che pitturò da solo a mano tutti i pesci di plastica del film perché quelli che gli avevano inviato non erano abbastanza verosimili!

Il successo del cult Terminator
Consulente degli effetti speciali di Apollo 13 (1995) con Tom Hanks, Cameron dirige il suo primo cult: Terminator (1984) con Arnold Schwarzenegger. La pellicola, che tratta di un cyborg proveniente dal futuro il cui unico scopo è quello di uccidere la madre del capo di una futura resistenza nella guerra contro le macchine, ha un successo strepitoso e coinvolgente da parte del pubblico, mentre la critica gli offre il Saturn Award per la migliore sceneggiatura, nonché una candidatura allo stesso premio come miglior regista.
Cameron, a questo punto, nel 1991, si spinge in un sequel che non tradisce le aspettative e intrattiene il pubblico con una serie di grandi effetti speciali, ripercorrendo a grandi linee la storia fantascientifica precedentemente impostata. Terminator 2 - Il giorno del giudizio, sempre con Schwarzenegger nella parte del cyborg assassino (anche se diventato difensore del giovane capo della resistenza), gli frutta un Saturn Award come miglior regista, mentre va a qualcun altro quello per la migliore sceneggiatura, per il quale era stato nuovamente candidato.

Fra i due Terminator
Nel frattempo, fra queste due pellicole, scrive la sceneggiatura di Rambo II - La vendetta (1985) con Sylvester Stallone e ne paga le conseguenze: un Razzie Award per il peggior copione. Oltre a questo, dirige un altro sequel Aliens - Scontro finale (1986) con Sigourney Weaver, Michael Biehn, Paul Reiser e Lance Henriksen, dove il capitano Ripley, unica sopravvissuta alla strage dell'astronave Nostromo, dopo 57 anni di ibernazione è scongelata e inviata nel pianeta Acheron, dal quale provengono i parassiti alieni per distruggere la loro "ape regina". Difficile raccogliere l'eredità di Ridley Scott, ma Cameron se la cava egregiamente e infonde il suo particolare stile all'opera, acquistando ritmo, azione, aggressività. Per questi motivi, si porta a casa due Saturn Award: regia e sceneggiatura.
Sopportato solo da pochissimi attori (Michael Biehn, Jenette Goldstein, il già nominato Henriksen, Bill Paxton e Schwarzenegger), dirige Abyss (1989) che gli frutta un nuovo Saturn Award e una nuova candidatura per il copione. Poi ritorna con Schwarzenegger, affiancandolo a una strepitosa Jamie Lee Curtis in True Lies (1994). Ovviamente altro Saturn, seguito da una candidatura al medesimo premio per la sceneggiatura di Strange Days (1995).

Il successo di Titanic e la pioggia degli Oscar
Ma è nel 1997 che firma il capolavoro. Arriva Titanic, con Leonardo DiCaprio, Kate Winslet, Billy Zane, Kathy Bates e Frances Fisher. Tutti ricordano i cinema strapieni, la mania DiCaprio nata successivamente, "My heart will go on" di Celine Dion e tutto quello che questo film ha portato al cinema, spodestando un gigante come Ben-Hur. Una pioggia di Oscar, fra i quali spiccano quelli per il miglior film e il miglior regista e poi candidature a BAFTA, César, Golden Globe e chi più ne ha, più ne metta. Cameron arriva a urlare ai membri dell'Academy Award: «Sono il re del mondo», è la verità!

Il ritorno sul grande schermo con Avatar
Nel 1998 e nel 2003, i Saturn Award decidono di premiarlo con il President's Award, per il grande contributo artistico dato allo sviluppo di nuovo e moderno genere cinematografico. Diventa il signore incontrastato dei monumentali blockbusters. A quel punto, indirizza il suo sguardo verso il piccolo schermo producendo la serie tv Dark Angel (2000-2002) con Jessica Alba, John Savage, Jensen Ackles e Terminator - The Sarah Connor Chronicles (2008-2009) con Brian Austin Green, Lena Headey e Shirley Manson. Poi scrive la sceneggiatura di Spiderman (2002) che però viene rifiutata dagli Studios per la troppa violenza, motivo che spingerà Hollywood a puntare tutto su Sam Raimi.
Nominato agli Emmy per Expedition - Bismark (2002) e autore di documentari marini, nel 2009, torna alla carica con Avatar, un nuovo attesissimo kolossal, con il quale si impone nuovamente come un autocratico e incontentabile autore, un regista aggressivo ed esigente, l'incubo di attori e maestranze, ma anche l'ossessione fatta a persona per le tecnologie al pari di George Lucas e Steven Spielberg. Ha decisamente dimenticato che, prima di essersi autoincoronato il re del mondo, era un tuttofare e che gran parte del suo talento viene proprio da quel sapiente modo di padroneggiare il set.
Il cinema per lui è espressione del meraviglioso e si descrive come un individuo dal carattere di ferro e con una precisione maniacale che, da solo, ha scalato l'empireo Hollywoodiano, sfidando altri miti... e se stesso, a colpi di budget sempre più folli, sempre più lunghi, sempre più action. Ci ha abituati così. Senza pause, senza tregua, con quel gusto per il perverso, per il fantastico, per l'eccezionale e per lo spettacolare che conservano un sottotesto di novità, accuratezza nei movimenti di macchina trascinanti. Folgorante, sensazionale, divertente è un regista degno del suo nome... Anche se non ha la minima idea di sapere chi fosse Humphrey Bogart e di ignorare tutta la storia del cinema. Non è un umanista, insomma, è un autore tecnologo.

Prossimi film

Ultimi film

Drammatico, (USA - 1997), 194 min.
Avventura, (USA - 1994), 141 min.
Avventura, (USA - 1989), 140 min.

Focus

NEWS
venerdì 12 marzo 2010
Marlen Vazzoler

Cameron parla della tv in 3D e della conversione dei film In un'intervista a Usa Today, in occasione del concerto non annunciato dei Black Eyed Peas al Times Square di New York, filmato con macchine da presa in 3D mercoledì scorso, il regista James Cameron ha parlato del processo di conversione dei film 2D in 3D, di una nuova uscita cinematografica di Avatar e di Titanic. Nell'intervista Cameron ha parlato delle televisioni 3D e di come il successo di Avatar abbia cambiato il modo di finanziare i film: "Si sa, tutti sono degli esperti in una notte

NEWS
martedì 12 gennaio 2010
Stefano Cocci

Avatar, lo spettacolo più bello del mondo È l'uomo che ha spinto la sfida della tecnologia nel cuore dell'oceano, e ha vinto 11 Oscar e un miliardo e 800 milioni di dollari di incasso "world wide" . Ha trasportato nel tempo Schwarzenegger per uccidere una donna e, la volta successiva, per salvare lei e suo figlio. Lo stesso Arnold è stato per lui una spia travestita da venditore di computer, dando vita a un affascinante spy movie pieno di azione e di umorismo

NEWS
venerdì 8 gennaio 2010
Marlen Vazzoler

Dopo aver visto i risultati al botteghino di Avatar, diventato il secondo film con l'incasso più alto di tutti i tempi in soli 20 giorni, è normale aspettarsi che la Fox e Cameron decidano di fare nuovamente squadra per un sequel di Avatar. Sebbene in molti non credano a questa possibilità, Cameron ha ammesso durante un'intervista che ci sarà un seguito. Il regista non si è sbilanciato molto, dicendo che si aspetta che lo studio voglia fare un altro film e che ovviamente il seguito sarà molto più facile, dato che la tecnologia già esiste, grazie ad Avatar

INCONTRI
lunedì 26 ottobre 2009
Valerio Salvi

J ames Cameron, ovvero “l’uomo d’oro” di Hollywood che con Titanic ha sbriciolato qualsiasi record (1,8 miliardi di dollari) torna al cinema dopo 12 anni e svariati progetti embrionali. L’attesa per il suo Avatar, che ha richiesto anni di pre-produzione, è elevatissima sia per il pubblico dei fans –mai delusi da un suo film- sia per il mondo del business che, inutile negarlo, spera quanto meno di avvicinarsi a quelle faraoniche cifre

News

Domenica 23 settembre in streaming alle 21:30.
Il guru degli effetti speciali Trumbull torna al lavoro dopo 28 anni.
Il dramma subacqueo è stato girato con la stessa tecnologia utilizzata per Avatar.
Per l'anniversario del centenario Titanic uscirà in 3D.
Landau parla di una possibile collaborazione tra i due registi.
In una serata ricca di sorprese, delusione per Baaria di Tornatore.
Un excursus sui prossimi progetti del regista.
Manca meno di un mese all'uscita ufficiale del film.
Alla grande fiera dei videogame Cameron svela i primi segreti del suo atteso film.
Il nuovo film diretto da James Cameron.
Laz Alonso e e Michelle Rodriguez parlano del film.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati