Elle

Film 2016 | Drammatico +13 130 min.

Titolo originaleElle
Anno2016
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata130 minuti
Regia diPaul Verhoeven (I)
AttoriIsabelle Huppert, Laurent Lafitte, Virginie Efira, Christian Berkel, Anne Consigny Jonas Bloquet, Charles Berling, Lucas Prisor, Vimala Pons, Raphaël Lenglet, Judith Magre.
Uscitagiovedì 23 marzo 2017
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,13 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Paul Verhoeven (I). Un film con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Virginie Efira, Christian Berkel, Anne Consigny. Cast completo Titolo originale: Elle. Genere Drammatico - Francia, 2016, durata 130 minuti. Uscita cinema giovedì 23 marzo 2017 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,13 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Elle
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Isabelle Huppert in un film ad alta tensione dove la vittima prende in mano la situazione e comincia a seguire a sua volta il suo molestatore. Il film ha ottenuto 1 candidatura ai Premi Oscar, 2 candidature e vinto un premio ai Golden Globes e 11 candidature ai Cesar. Al Box Office Usa Elle ha incassato 2,1 milioni di dollari .

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,75
CONSIGLIATO SÌ

Il tuo browser non supporta HTML5 video. Usa Google Chrome!

Isabelle Huppert regge con i suoi sguardi e le sue reazioni misurate un film in equilibrio instabile tra il dramma e la commedia.
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 21 maggio 2016
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 21 maggio 2016

Michelle è la proprietaria di una società che produce videogiochi ed è una donna capace di giudizi taglienti sia in ambito lavorativo che nella vita privata. Vittima di un stupro nella sua abitazione non denuncia l’accaduto e continua la sua vita come se nulla fosse accaduto. Fino a quando lo stupratore non torna a manifestarsi e la donna inizia con lui un gioco pericoloso.
Paul Verhoeven ha ragione quando dice che era indispensabile girare il film in un Paese che non fossero gli Stati Uniti perché nessuna attrice americana avrebbe accettato un ruolo così amorale. Ma ha avuto ancor più ragione quando ha rinunciato al titolo del racconto a cui il film si ispira (“Oh…” di Philippe Djian) per scegliere Elle. Perché è proprio su Lei (leggi Isabelle Huppert) e sulla sua interpretazione che si regge un film che ha più di un elemento disfunzionale nella sua struttura. A partire dall’identità dello stupratore (facilmente prevedibile) per passare poi ad alcune reazioni ed interazioni tra la vittima e il violentatore che vorrebbero sembrare ambigue ma finiscono con il risultare ridicole per finire con un neo padre oltre il limite della stupidità.
C’è però, come si diceva, a sostenere il film nel suo complesso, un’attrice tanto minuta fisicamente quanto forte e dominante sullo schermo. Sono i suoi sguardi, le sue reazioni misurate ma percettibili, il suo gestire un rapporto con un passato che progressivamente si rivela nella sua dolorosa evidenza, la consapevolezza di un corpo che non ha subito alcuna offesa dal trascorrere degli anni che danno senso a un film che si situa, a volte forse contro la stessa volontà del regista, in equilibrio instabile tra il dramma e la commedia. È come se Verhoeven avesse trovato un soggetto che gli consentiva di proseguire una personale lettura sulla presenza della violenza nella nostra realtà ma che avesse deciso di sperimentarsi sul terreno della commedia ‘alla francese’ che non è per nulla (è sufficiente scorrere la sua filmografia) nelle sue corde.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
a cura della redazione

Tratto dal romanzo "Oh" di Philippe Djian, il film racconta un mese in cui gli uomini si ubriacano, uccidono, stuprano, si accoppiano, riconoscono figli che non sono i loro, scappano, gemono, muoiono... Trenta giorni di una vita inesorabile dove le memorie, il sesso e la morte possono causare corti circuiti in ogni momento.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 11 gennaio 2017
marcello

Premetto che ho visto il film per Isabelle Huppert e fino ai titoli di coda non sapevo che fosse un film di Paul Veroeven. L'ho visto in francese senza sottotitoli ma per me non è un problema. Mi sono deciso a scrivere per via della mediocre recensione di Giancarlo Zappoli che ovviamente ha dei preconcetti nei confronti di Verhoeven. Un film che comincia con un colpo allo stomaco ma necessario per [...] Vai alla recensione »

domenica 20 novembre 2016
davidetiberga

Paul Verhoeven torna, a dieci anni da Black Book, e lo fa ottenendo un ottimo risultato e senza rinunciare alle sue ossessioni. Oltre che dalla notevole colonna sonora di Anne Dudley, il regista è ben servito dalla discreta sceneggiatura di David Birke. Vero che non spicca per originalità: le vicissitudini dei personaggi che ruotano attorno alla protagonista non tolgono né aggiungono nulla al genere [...] Vai alla recensione »

martedì 19 luglio 2016
Francesco2

 Nella vita non bisogna escludere nulla, ma nonostante il precedente di "Black Book"  mi colpisce vedere in concorso a Cannes un film di Verhoeven, che spopolava con "Basic  Istinct" durante il mio ultimo anno di Liceo. Nonostante la -vera o presunta- differenza tra un  blockbuster americanoed un'opera "d'autore", il sesso - quello [...] Vai alla recensione »

sabato 26 novembre 2016
mattiabertaina

Paul Verhoeven, cineasta olandese di americana adozione, famoso al grande pubblico per lavori quali Robocop, Basic Instict, Atto di forza e L'uomo senza ombra, elabora e traspone liberamente il romanzo "Oh..." di Philip Djian, variando il titolo in Elle e assoldando un'attrice di grande calibro, qual è Isabelle Huppert. In un'intervista ha dichiarato di aver voluto uscire dai confini a stelle e strisce [...] Vai alla recensione »

domenica 12 febbraio 2017
Sir Branco

Quella che segue è una simil-trascrizione di un mio video dedicato alla categoria "Miglior film straniero" della cerimonia dei Golden Globe 2017. Se siete interessati visitate: youtube.com/watch?v=3dynqd9d2d8&t=0s Secondo film in lingua francese in gara ai Golden Globe oltre a Divines, Elle è invece diretto dall’olandese Paul Verhoeven, che invece di film alle [...] Vai alla recensione »

NEWS
PREMI
sabato 25 febbraio 2017
 

In attesa della cerimonia di consegna dei premi Oscar, ieri sera sono stati consegnati i premi del cinema francese, i César. Il premio al miglior film è andato a Elle di Paul Verhoeven, e quello per la miglior attrice alla protagonista Isabelle Huppert, [...]

GALLERY
domenica 22 maggio 2016
 

In attesa di conoscere i vincitori della 69esima edizione del Festival, ieri sono stati presentati gli ultimi film in concorso a Cannes. Protagonisti della giornata sono stati Asghar Farhadi con The Salesman, e Paul Verhoeven con Elle.

winner
miglior film straniero
Golden Globes
2017
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati