Bastardi senza gloria

Film 2009 | Azione +16 160 min.

Regia di Quentin Tarantino. Un film Da vedere 2009 con Brad Pitt, Christoph Waltz, Eli Roth, Mélanie Laurent, Diane Kruger, Daniel Brühl. Cast completo Titolo originale: Inglourious Basterds. Genere Azione - USA, Germania, 2009, durata 160 minuti. Uscita cinema venerdì 2 ottobre 2009 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,42 su 368 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Bastardi senza gloria tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In una Francia occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, un gruppo di americani-ebrei conosciuto come i "Bastardi" sono scelti per portare paura nel terzo Reich tagliando lo scalpo e uccidendo i nazisti. Il film ha ottenuto 8 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Cannes, ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, ha vinto un premio ai David di Donatello, 4 candidature e vinto un premio ai Golden Globes, 5 candidature e vinto un premio ai BAFTA. In Italia al Box Office Bastardi senza gloria ha incassato 9,3 milioni di euro .

Bastardi senza gloria è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,42/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,65
PUBBLICO 3,76
CONSIGLIATO SÌ
Tarantino riscrive la Storia raccontando un attentato a Hitler collocato nell'unico luogo per lui possibile: un cinema.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 20 maggio 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 20 maggio 2009

Primo anno dell'occupazione tedesca in Francia. Il Colonnello delle SS Hans Landa, dopo un lungo e mellifluo interrogatorio, decima l'ultima famiglia ebrea sopravvissuta in una località di campagna. La giovane Shosanna riesce però a fuggire. Diventerà proprietaria di una sala cinematografica in cui confluirà un doppio tentativo di eliminare tutte le alte sfere del nazismo, Hitler compreso. Infatti, al piano messo in atto artigianalmente dalla ragazza se ne somma uno più complesso. Ad organizzarlo è un gruppo di ebrei americani guidati dal tenente Aldo Raine i quali non si fermano dinanzi a niente pur di far pagare ai nazisti le loro colpe.
Quentin Tarantino colpisce ancora. La sua passione per il cinema di genere, unita al piacere di raccontare storie, lo porta a riscrivere la Storia ufficiale con un attentato a Hitler collocato nell'unico luogo in cui il regista americano può pensare si possa attuare una giustizia degna di questo nome: una sala cinematografica. È solo al cinema che i cattivi muiono quando devono e gli eroi si sacrificano o trionfano.
È cinema puro quello che Tarantino porta sullo schermo, come biglietto da visita di Bastardi senza gloria nella prima mezzora. I tempi, i dialoghi, la tensione, l'ironia giocata sul versante delle lingue differenti (elemento che sarà il fil rouge di tutto il film) ne fanno un piccolo/grande gioiello i cui riferimenti vanno ampiamente al di là dei referenti classici dichiarati quali Sergio Leone e lo spaghetti western.
Il film nel suo complesso non manca di qualche momento statico che fa sentire il peso della sua lunga durata. Grazie però alla straordinaria prestazione di tutto il cast ma in particolare a quella di Christoph Waltz (attore austriaco semisconosciuto da noi a riprova che, al di là dei proclami sulla circolazione delle idee, conosciamo pochissimo del cinema europeo) e grande rivelazione di questo film, Tarantino conduce le danze rendendo omaggio a Enzo Castellari senza per questo avere la minima intenzione di realizzare un remake.
Semmai resta, nello spettatore che ha amato il cinema di Ernst Lubitsch, il piacere di un soggetto che, in alcune sue parti, non può non far pensare a To Be Or Not To Be (tradotto in italiano in Vogliamo vivere ripreso poi da Mel Brooks). Là era il teatro a dominare, qui c'è un'attrice cinematografica a fare il doppio gioco e dei guerriglieri macho che si spacciano per poco credibili italiani in una sala cinematografica. Tarantino è forse l'unico regista contemporaneo capace di metabolizzare un universo cinematografico di cui si nutre costantemente (chi scrive lo ha visto applaudire calorosamente, confuso tra il pubblico della proiezione stampa, alla prima cannesiana di Looking for Eric di Ken Loach che fa un cinema distante anni luce dal suo). Lo metabolizza restituendocelo nuovo e assolutamente personale (si veda, tra i tanti e a titolo di esempio, il riferimento a Duello al sole). Perchè Tarantino ama il Cinema tout court (e non solamente, come tanti altri registi, il proprio cinema) ed è felice quando riesce a trasmettere questa sua passione. Anche in questa occasione la missione è compiuta.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
BASTARDI SENZA GLORIA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 5 ottobre 2009
Fabrizio Cirnigliaro

L'ultimo film di Tarantino non è ne un film di guerra ne la solita pellicola sul nazismo e gli ebrei. Inglorious Basterds inizia come una fiaba, “C’era una volta…” , ma il racconto è tuttaltro che fiabesco (con Tarantino non poteva essere altrimenti), sebbene il regista cambi la storia della seconda guerra mondiale e del nazismo. Il racconto questa volta è lineare, e i flashback ridotti all’essenziale, [...] Vai alla recensione »

martedì 5 gennaio 2010
Gropius

Tarantino si ripresenta al pubblico con un film davvero convincente!Ritmo incalzante come nel suo stile,dialoghi ricchi di intensità psicologica tale da caratterizzare al meglio ogni personaggio(grazie anche all'uso libero, per lunghi tratti, della lingua originale).Non è il solito film di guerra e neppure la già vista seppur condivisibile denuncia contro le persecuzioni antisemite;anzi in questo caso [...] Vai alla recensione »

domenica 16 settembre 2012
4ng3l

Ho visto uno dei più bei film in assoluto e la vera storia costruita su pellicola è di una qualità unica. L'argomento più interessante che poteva essere preso dai libri che illustrano il passato trasposto al cinema in maniera eccelsa e oltremisura magnifica nella sua meraviglia. Un concerto di idee e maestosità, girati ed interpretati dai giganti del cinema, un [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
Lisbeth

In una fabbrica di sogni (e il cinema lo è)può anche capitare che Hitler,Goebbels,Goering e Bormann decidano tutti insieme di ritrovarsi, con altri 350 nazisti di provata fede, a festeggiare un filmetto di quelli che al Ministro della Propaganda tanto piaceva produrre sulle glorie nazionali e gli eroi di pura razza ariana. Può anche succedere che in quella sala convergano due complotti che si ignorano [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 gennaio 2013
LorenzoNero27

Pellicola che mostra tutta la completezza di Tarantino. Il film non si basa solamente sulla solità violenza e crudeltà in cui Quentin è un maestro.....ma fonda il suo successo su dialoghi memorabili. La lentezza di alcune scene (tipo quella del bar), rende il film acuto e incredibilmente intelligente,con un tocco velato di suspance che tiene il pubblico letteralmente incollato [...] Vai alla recensione »

martedì 6 ottobre 2009
Elena Flauto

Si può ancora fare grande cinema? Tarantino con BASTARDI SENZA GLORIA, dimostra che in un mercato che non ha più spazio per grandi autori, come David Lynch , c'è posto per registi che amano il cinema e i suoi classici e si divertono a produrre storie ed immagini intelligenti. Sono rimasti in pochi: i fratelli Coen, Clint Eastwood, George Clooney, Michael Mann .

sabato 3 ottobre 2009
boffese

il ritorno al cinema vero di quentin tarantino, ci regala una pellicola che insieme alle iene , pulp fiction, jackie brown e kill bill, forse un giorno,ne faranno del regista americano, il migliore dei nostri tempi. personalmente, ho troppo amato pulp fiction, per dire che bastardi senza gloria sia il miglior film fatto sinora, ma e' indiscutibile , che l'ultima pellicola del regista del Tennessee, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 luglio 2017
laurence316

Scritto nell'arco di oltre un decennio dal regista, più volte accantonato dallo stesso in favore di altri progetti, Bastardi senza gloria è senza dubbio il suo miglior film post-Pulp Fiction. E' il ritorno in grande stile di uno dei più influenti cineasti della propria generazione, un film che proclama l'assoluta libertà e potenza illusoria del cinema, che [...] Vai alla recensione »

martedì 12 aprile 2011
KillBillvol2

Un gruppo di grandi e medi criminali ebrei, comandati dal tenente Aldo Raine(B.Pitt) fanno strage di nazisti nella Francia durante la seconda Guerra Mondiale. Parallelamente alle vicende dei "Bastardi", a Parigi Shosanna Dreyfus(Mèlanie Laurent) sopravvissuta all'esecuzione della sua famiglia per mano del generale SS Hans Landa(C.Waltz), vuole da tempo vendicarsi; e l'occasione arriva, quando il suo [...] Vai alla recensione »

martedì 22 gennaio 2013
Michelangelo Scialfa

Francia 1941, così inizia il nuovo film dell'unico e inimitabile Quentin Tarantino; se ci aspettiamo un film storico, bhé abbiamo sbagliato sala sta sera...  Il genio statunitense si riconferma maestro nell'uso della macchina da presa: strumento e pensiero s'accordano all'unisono in emozionanti sequenze per creare una vera e propria opera d'arte.

lunedì 19 novembre 2012
InTheScarlet

  “You haven’t seen war until you’ve seen it through the eyes of Quentin Tarantino”: così è stato lanciato il teaser USA di “Bastardi senza Gloria”, forse la frase migliore per esprimere in poche parole l’essenza di una pellicola da cui il regista ha preteso molto e che pretende, da parte del proprio pubblico, un attenzione particolare. Vai alla recensione »

sabato 12 dicembre 2009
ASTERIONE

Un gruppo scelto di soldati ha come obiettivo di uccidere tutti i nazisti che gli capitino sotto mano; e quando i gerarchi si ritrovano per la prima di un film di propaganda, l'occasione è ghiotta. . . E' in assoluto il film più esplicito di quentin tarantino, che prosegue imperterrito la riflessione sulla violenza cominciata con le iene, riuscendo ogni volta a fare un film diverso dal precedente; [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
Nino Pell.

Con questo film, "Bastardi senza gloria", il regista Tarantino ha dimostrato di saper costruire una storia anche senza il necessario e costante supporto delle scene d'azione, elemento quest'ultimo che ha quasi sempre caratterizzato la sua precdente produzione cinematografica. Addirittura il regista sembra farne uso solo nei momenti in cui esse necessariamente occorrono.

mercoledì 22 luglio 2015
kondor17

Con questo film, il talentuoso cineasta, sceneggiatore e attore del Tennessee ci regala una visione stralunata e utopica di quanto gli europei, con la mano santa degli alleati, avrebbero potuto e dovuto fare per contrastare la devastazione nazista di Hitler. Per farlo, Tarantino mette in mano alla task force multietnica dei bastardi, comandata da Aldo Reine (Brad Pitt), le armi a lui care, coltelli [...] Vai alla recensione »

mercoledì 23 febbraio 2011
jaky86

Probabilmente ad una prima e superficiale visione non si riesce a cogliere tutta la bellezza di questo film, ma vedendolo e rivedendolo ci si convince di essere di fronte a un capolavoro. Tarantino dimostra di essersi raffinato ulteriormente, giocando con inquadrature e immagini geniali. I tarantiniani doc potranno rimanere delusi dalla colonna sonora, dai dialoghi e dalla poca violenza che invece [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 ottobre 2009
andreyit

Con bastardi senza gloria Tarantino riprende il tema della vendetta.In uno scenario in cui il nazismo incute timore con le persecuzioni, una giovane donna ebrea scampata allo sterminio della sua famiglia, si ritrova dopo alcuni anni a gestire un cinema che le da' l'opportunita' di realizzare la propria vendetta, cercando di compiere un attentato contro una folta compagine nazista che si riunisce per [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 settembre 2015
Portiere Volante

Tarantino riscrive,in parte,la storia e fa benissimo. Alcune scene sono fantastiche come quella iniziale del cacciatore di ebrei e la "presentazione" dei bastardi. Peccato che il film non si sia soffermato di piu',almeno per me,sulle loro imprese,magari sottraendo minuti alla parte nella locanda che secondo me dura troppo e che non convince molto.

venerdì 12 febbraio 2010
franzromy

Forse per la prima volta, con "Bastardi senza gloria" mister Tarantino mira a sdoganare definitivamente il suo cinema, affrontando un argomento serio e delicato come il nazismo e la persecuzione degli ebrei. Ovviamente lo fa a modo suo, non rinunciando mai a quel ghigno sardonico e volutamente eccessivo che da sempre sono il suo trademark operativo, ma è fuori di dubbio che qui egli abbia puntato a [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
mulder

Crudo. Come piace a lui, a Quentin Tarantino. Dopo due anni dal suo ultimo lavoro, Grindhouse – A prova di morte, il regista statunitense padre della fiction pulp torna con questa storia bella, coinvolgente, maledettamente bastarda come solo la mente di Tarantino poteva concepire, una storia sulla quale lavorava ormai da anni, precisamente dai 6 anni di pausa tra Jackie Brown e Kill Bill.

giovedì 11 settembre 2014
toty bottalla

Quando si vede un film di tarantino si mette subito in preventivo la personalizzazione dei suoi lavori, lo si ama, lo si odia oppure ci si immerge nell'arte fantasiosa zitti, buoni che inizia. Il film, dal punto di vista spettacolare è notevole (imitazioni di siciliani a parte) ed il corso del racconto inevitabilmente complicato scorre veloce e affanna la visione impegnata tra sottotitoli [...] Vai alla recensione »

sabato 5 ottobre 2013
Nick Simon

Ogni film di Q. Tarantino è una differente rivisitazione della struttura e degli stilemi del western (in particolare quello italiano), uno dei generi di cui è più appassionato e ai quali deve gran parte della sua formazione da autodidatta. Il suo è un cinema di stereotipi abilmente manipolati e compensati con lo stile e la varietà di registri.

venerdì 27 aprile 2012
MidnightMoonlight

Tarantino è grandioso, punto. In questo film, Quentin ci regala uno scenario historic-pop, di una Francia che è lo spettro di se stessa, oppressa dai nazisti ma in cui tuttavia la voglia di vivere è ancora forte, una Francia che frequenta il cinema come divertissement. Brad Pitt, il "bell' attore per eccellenza", dimostra di avere ben altro da mostrare oltre [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 gennaio 2011
TizianaStanzani

Sempre acuto e lucido come una lama, esagerato e cinico, Tarantino ci offre forse la sua opera più bella e sfacciata. “Bastardi senza gloria” – e ce ne accorgiamo solo al termine del film, quasi il Regista avesse deciso all’ultimo momento – mostra un’auspicabile svolta nella Storia conosciuta: un’alternativa alla soluzione finale, un’ipotesi alla [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 ottobre 2010
giacomogabrielli

Il maestro più pulp che c'è torna in grande stile con una storia efferata quanto divertente, nuova quanto magnifica. Durante la II Guerra Mondiale, un gruppetto di soldati americani ebrei ha il compito di uccidere più nazisti possibile, compreso il Führer. Un tarantinismo dosato al punto giusto e atmosfere al cardiopalma, per un film avvincente e pazzo PERFETTAMENTE [...] Vai alla recensione »

martedì 13 ottobre 2009
ciccio capozzi

“BASTARDI SENZA GLORIA” di QUENTIN TARANTINO; USA,09. Una banda di soldati americani oltre le linee, uccide e “scalpa” quanti più nazisti può. E c’è la possibilità di beccare Hitler in persona. Siamo di fronte al capolavoro. Tarantino “gioca” coi generi e la storia del cinema, partendo “dal basso”: non dai film importanti, ma dai “B-Movies”, come erano quelli di Enzo G.

domenica 19 agosto 2018
rmarci 05

Ovviamente un regista come Tarantino non poteva realizzare un film di guerra come tutti gli altri: aggiungendo sempre il suo tocco personale di violenza e sangue, il regista stavolta non è interessato né alla spettacolarizzazione della violenza né all'attendibilità storica, ma costruisce un film i cui protagonisti sono Ebrei ribelli, furiosi e distrutti dal Regime Nazista, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 settembre 2014
enzo70

Bastardi senza gloria è, a mio avviso, il miglior film di Tarantino. Ma prima di parlare del film va evidenziata l’incredibile interpretazione di Christoph Waltz, un attore austriaco che è uscito alla ribalta proprio con questo film.  La storia è una ricostruzione di fantasia della fase finale della seconda guerra mondiale, la Germania sta perdendo sempre più [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 marzo 2014
parieaa

Questo è un film che comincia bene, continua altrettanto bene e finisce addirittura meglio, con una battuta fantastica. E' vero non rispecchia la storia, ma chi se ne frega...Tarantino mica fa documentari, fa film che rimangono nella storia, non che la raccontano.... Alcune scene sono semplicemente magistrali: la scena di apertura è in grado di creare ansia crescente co [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 settembre 2013
ShiningEyes

“Bastardi senza gloria” è un vero e proprio spartiacque della carriera di Tarantino, che decide di lasciare da parte gangsters sarcastici ed eroine kung fu al posto di un gruppo di sadici soldati ebrei che si divertono ad uccidere e scotennare nazisti sotto il comando di un sanguinario Brad Pitt. Il film sarà il primo ad aprire una trilogia che va sul versante storico, [...] Vai alla recensione »

domenica 2 ottobre 2011
bon scott

Bastardi senza gloria è un film ambientato nella Francia occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, il film vede protagonista il tenente Aldo Raine (interpretato da Brad Pitt) che decide di assoldare i più temuti e spietati soldati della resistenza francese per costituire un corpo d'élite il cui fine è quello di uccidere quanti più possibili [...] Vai alla recensione »

martedì 19 ottobre 2010
giugy3000

La nuova fiaba malefica di Tarantino comincia con uno stridente “C’era una volta” nella Francia occupata dai nazisti. Due storie parallele. Quella di Shosanna Dreyfus,ebrea, viva per miracolo dopo lo sterminio della famiglia da parte del colonnello Hans Landa e divenutasi proprietaria di un cinema parigino e quella dei bastardi, un gruppo di soldati guidati da Aldo Reine che sono [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 marzo 2010
The Lady On The Hot Tin Roof

Quentin Tarantino ha un dono: la capacità di catturare immediatamente l'attenzione degli spettatori grazie a sequenze di apertura talmente memorabili da essere spesso incluse nell'antologia dei momenti cinematografici indimenticabili. Egli ha altresì il dono di portare alla luce il meglio nei suoi attori, ai quali spetta il difficile compito di sostenere il ritmo di dialoghi o [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2015
Renato C.

Quello che non si può avere nella realtà almeno lo si può sognare al cinema! Questa era la cosa principale che si dicava negli anni '40 e '50 quando si andava al cinema. E vale anche per questo film nonostante le scene crude e violente! Certo, da un punto di vista cristiano, uccidere non va mai bene! Ma quante vite sarebbero state risparmiate se l'attentato a Hitler and Co.

domenica 11 aprile 2010
eastwood

Ritorna Quentin Tarantino,dopo grandi successi come "Pulp Fiction" e "Kill Bill I e II" (nel 2011 Kill Bill III) con il film "Bastardi senza gloria", ambientato durante la seconda guerra mondiale nella Francia occupata dai nazisti, dove una banda chiamata dal popolo tedesco i "Bastardi", si diverte a uccidere senza pietà nazisti, collezionando i loro scalpi.

venerdì 9 ottobre 2009
Simone Ruggieri

BASTARDI SENZA GLORIA: Quando il cinema si trasforma in una vertigine, e non rilegge semplicemente la Storia... Se la inventa! Usa tutto il suo potere immaginifico per coinvolgere e stravolgere e farci arrivare, sul finale, in un delirio nel quale un Satanasso, col volto di donna, ci ride in faccia quasi a volerci dire: "Ecco quà! Vi ho presi in giro, vi ho presi in giro tutti: neo- nazisti, anti- [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
JOKER79

Realizzare un war movie non è un'impresa facile.Realizzare una storia di vendetta ambientata durante l'okkupazione nazista della Francia del 41, dove un manipolo di specialisti alleati skalpano tutti i mangiakrauti catturati è il frutto di una mente geniale.Il lavoro di Tarantino sull'intreccio narrativo e sulla psicologia dei vari personaggi è impressionante.

mercoledì 1 maggio 2013
jacopo b98

 È il settimo film di Tarantino regista e sceneggiatore ed è il migliore, come testimonia anche l’ultima battuta della sceneggiatura (“questo potrebbe essere il mio capolavoro”, evidente voce del pensiero del regista). Nella Francia occupata dai nazisti il sergente Aldo Raine (Pitt), insieme ai Bastardi, una squadra di ebrei-americani, fa strage di nazisti e li [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 marzo 2010
The Lady On The Hot Tin Roof

Quentin Tarantino ha un dono: la capacità di catturare immediatamente l'attenzione degli spettatori grazie a sequenze di apertura talmente memorabili da essere spesso incluse nell'antologia dei momenti cinematografici indimenticabili. Egli ha altresì il dono di portare alla luce il meglio nei suoi attori, ai quali spetta il difficile compito di sostenere il ritmo di dialoghi o [...] Vai alla recensione »

domenica 25 ottobre 2009
bea.fiorentino

Durante l'occupazione tedesca in Francia, il Colonnello delle SS Hans Landa, stermina una famiglia ebrea lasciando in vita la sola giovane Shoshanna che riesce a fuggire. Sotto falso nome diventerà proprietaria di una sala cinematografica dove, per una serie di eventi fortuiti, confluiranno tutte le alte sfere del nazismo e un intreccio di diversi piani per attentarne alle vite.

domenica 11 ottobre 2009
alcoholfueledtommy

Dopo aver dato sfogo, negli ultimi film, alla sua cinefilia appassionata e maniacale, Tarantino alza le ambizioni e colpisce a fondo: in questa delirante ed emozionante rivisitazione dei film di guerra contaminazioni e citazioni sono il vero motore della pellicola, fino alla celebrazione finale del potere cinematografico di dare forma all'immaginazione, persino di variare la Storia ufficiale.

sabato 30 ottobre 2010
Reservoir Dogs

Come negli altri suoi film Tarantino qui può avere due interpretazioni: quello del sadico amante della violenza oppure quello del più grande cinefilo tuttora in vita che si diverte a giocare con il suo cinema e quello degli altri. Il suo cinema in un certo senso è un gioco e lui citando Sandro Bernardi è "un bambino con una scatola davanti che si diverte ad estrarre [...] Vai alla recensione »

domenica 3 gennaio 2010
Vincenzo Lacolla

Il regista Q. Tarantino ha dichiarato: > e non si può che condividere pienamente questa affermazione. "Bastardi senza gloria" è sicuramente il più felice e straordinario prodotto di questo regista così elegantemente rozzo. Come si può essere rozzi ed eleganti? Ebbene, Tarantino non trattiene mai dal mostrare fiumi di sangue, lo fa però estetizzando questa forte violenza, rendendola una firma inconfondibile [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 agosto 2013
LorenzoMeloni

Adoro Tarantino. la triade degli anni '90 è semplicemente magica, i due Kill Bill riuscitissimi e quest'ultimo Django Unchained mi ha appassionato come non mi capitava da secoli al cinema. Come un bambino. In ognuno di questi film un sapiente mix di caustico houmor nero, trame ad intreccio, personaggi da antologia, chicche per cinefili che sembrano (e sono, ne ho la certezza) costruite [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 febbraio 2011
Mydirector

Tarantino rientra nel cinema con un alrto capolavoro:Bastardi senza gloria.Rivedendo i suoi precedenti film e vedendo Bastardi senza gloria mi viene da pensare che questo sia un film più classico rispetto a Pulp Fiction o a i due Kill Bill.Strepitosi Christoph Waltz nel ruolo del colonnello Hans Landa e Brad Pitt in quello di Aldo Raine.Infine non posso che dire che è uno dei miei film [...] Vai alla recensione »

sabato 4 dicembre 2010
the man of steel

Ancora una volta Tarantino si riconferma genio del cinema, campione di sceneggiatura, mago della regia e chi più ne ha più ne metta. Come sempre tira fuori solo il meglio dai suoi attori e distribuisce ammiccamenti, citazioni e discorsi metanarrativi tra una sequenza e l'altra con l'arte del miglior avanguardista di un'epoca.

venerdì 9 ottobre 2009
Il capo

Tarantino è tornato ! Si può gridare a piena voce. Il regista più incostante e appassionato del mondo si ripropone ai suoi fans con una storia grottesca provocatoria e pulp quanto basta, mai banale però, mai scontata. Dirige un cast di attori convinti e credibili, compreso Brad Pitt formato faccia di gomma da prendere a ceffoni. Dialoghi lunghi, a volte lunghissimi, situazioni che sembrano non decollare [...] Vai alla recensione »

martedì 13 ottobre 2009
Scerbanenko

Ancora un Grinhouse per Tarantino. Due sono i films che andiamo a vedere in "Bastardi senza Gloria". Il primo è quello della fuggiasca cinefila,il secondo è quella della banda dei bastardi. Il primo double feature in un film solo. Un esperimento godibile,l'incontro tra il cinema di Castellari e quello di Orson Welles. Un linguaggio cinematografico aasolutamente sperimentale,con dialoghi da letteratura [...] Vai alla recensione »

domenica 18 ottobre 2009
Spoerri

Tarantino continua la sua progressione tarantiniana al suo cinema ma gli ingranaggi cominciano (già da un po) a stridere: troppo dilatato, troppo forzato, troppo virtuosistico, troppo vuoto e troppo noioso; alcuni pezzi non si sfangano proprio. Il suo cinema sta diventando, nella sua forzata cinefilia, fine a se stesso, improduttivo e narcisista. Gli ingredienti ci sono tutti per piacere ad un pubblico [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 gennaio 2012
Beatrice Fiorentino

Durante l'occupazione tedesca in Francia, il Colonnello delle SS Hans Landa, stermina una famiglia ebrea lasciando in vita la sola giovane Shoshanna che riesce a fuggire. Sotto falso nome diventerà proprietaria di una sala cinematografica dove, per una serie di eventi fortuiti, confluiranno tutte le alte sfere del nazismo e un intreccio di diversi piani per attentarne alle vite.

martedì 6 ottobre 2009
Alessandro Vanzaghi

"Le iene" e "Pulp fction" sono lontani forse non anni luce, ma almeno qualche chilometro da quello che oggi riesce a fare Quentin Tarantino con il cinema. Lasciando da parte il passato che fu e analizzando quest'ultima creazione, troviamo un'altra chicca da collezione, nonostante diverse pecche (su tutte, la lunghezza esagerata per una storia molto "parlata") e personaggi non indimenticabili nè interpretati [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
lunedì 21 settembre 2009
Marzia Gandolfi

(Ri)girare la storia Uccidere Hitler, vendicare gli ebrei, risarcire i vinti, bruciare la storia degli uomini e quella del cinema, per questo combattono l'esercito e la resistenza apache di Quentin Tarantino, appostati e agguerriti dietro le linee nemiche e dietro lo schermo. Dopo il cinema vintage di Grindhouse, il regista americano si sposta ancora più indietro nel tempo e interviene con le parole e le immagini sul passato, facendo esplodere gli equilibri della memoria e rigenerando l'immaginario.

Frasi
Au revoir Shoshanna!
Una frase di Il colonello Hans Landa (Christoph Waltz)
dal film Bastardi senza gloria - a cura di Eleonora
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Valerio Caprara
Il Mattino

Ha proprio un altro passo, Quentin Tarantino. Di fronte a «Bastardi senza gloria», infatti, qualsiasi riserva di gusto personale si voglia mantenere, non si può che restare sbalorditi per le strepitose finezze d'inventiva, impianto narrativo, ritmo, recitazione, colonna sonora, versatilità stilistica, competenza e passione cinéfila di cui è davvero stracolmo.

Marco Giusti
Il Manifesto

Per il re del pulp Inglorious Basterds, 1978, è un mito. Così lo ha rifatto. Chiamando maestro Enzo G. Castellari e affidandogli una parte. Enzo G. Castellari, regista di capolavori come Keoma e Il grande racket, è l'uomo più felice del mondo. È appena tornato dal faticoso set di Inglorious Bastards, il remake che Quentin Tarantin ha appena finito di girare in Germania, negli studi Babelsberg poco [...] Vai alla recensione »

Natalia Aspesi
La Repubblica

Solo il cinema può reinventare la storia lasciandola intatta, solo Quentin Tarantino può far morire tutti insieme Hitler, Göbbels, Göring e Bormann nel palco di una sala cinematografica parigina durante l' occupazione nazista, senza che il caricaturale falso storico sia considerato inaccettabile: suscitando anzi lo stesso entusiasmo infantile con applausi riservati un tempo ai famosi finali di «arrivano [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Bastardi senza gloria, il bel film di Tarantino, rivisita la seconda guerra mondiale e fa morire i nazisti in un cinema. Ripresa di spalle, una giovane donna sposta verso sinistra il bianco di un lenzuolo appeso ad asciugare in mezzo a un prato. Di colpo, il paesaggio che la macchina da presa scopre sullo sfondo sembra dilatarsi: in campo lunghissimo, nel verde della campagna francese compaiono una [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Quentin Tarantino ha fatto con Bastardi senza gloria il suo film sinora più bello, e chissà se ne farà mai uno migliore. Le storie di seconda guerra mondiale e Resistenza nella Francia occupata dai nazisti nel 1941, divise in capitoli come un romanzo, sono raccontate attraverso citazioni e stereotipi del cinema americano ed europeo sul tema, evocate come un seguito di ideogrammi filmici, pure immagini [...] Vai alla recensione »

Roberta Ronconi
Liberazione

Era felice come un ragazzino davanti alla torta di compleanno, Quentin Tarantino ieri alla presentazione del suo Inglorious Basterds a Cannes. Ottava pellicola del più creativo regista dell'ultima generazione americana (appena uscito dal bagno di sangue - economicamente parlando - di Grindhouse ), attesissima sulla Croisette tanto da fare il pieno in sala sino dalle 7.

Alessandra De Luca
Avvenire

La fine della Seconda Guerra Mondiale e del Terzo Reich secondo Querntin Tarantino, in una favola pulp sul nazismo e il potere del cinema. Applaudito anche dalla critica arriva in concorso a Cannes l'attesissimo Inglourious Bastterds diretto dal regista che nel 1994 sulla Croisette conquistò la Palma d'Oro per Pulp Fiction. Ispirato alla pellicola di Enzo Castellari Quel maledetto treno blindato (ma [...] Vai alla recensione »

Davide Turrini
Liberazione

Tanto si è detto su Bastardi senza gloria senza averlo visto, quanto si è fatto parlare il suo regista per raccontarcelo. Anche se nessuna frase a effetto può minimamente ridarci l'impatto del magma visivo-parolaio che il regista di Pulp fiction aveva in mente da tempo, dopo aver visto Quel maledetto treno blindato (1978) di Enzo G. Castellari, ambientato in una Seconda guerra mondiale zeppa di esplosioni [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

La giovane Shosanna Deyfus assiste al massacro della propria famiglia per ordine del colonnello Hans Landa; riesce a fuggire e ripara a Parigi, dove eredita un cinema. Frattanto, alcuni soldati ebrei americani condannati per vari reati formano un commando, i "Basterds", sotto la guida del tenente Aldo Raine: s' infiltrano dietro le linee nemiche, uccidendo i tedeschi e scotennandoli.

Alessio Guzzano
City

Inizia come un western leonino nelle praterie della Francia invasa da Hitler. Ardita scena capolavoro: ghiotti dialoghi made in Quentin, lentezza che si fa tensione, recitazioni da urlo, un'improbabile pipa che libera la risata prima della tragedia. Sono anche le coordinate del magistrale collage che segue: noir, tarantinata sparatoria (prima di tutto verbale) in taverna, ricalco del cinema tedesco [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Flash di fotografi, pacche sulle spalle, divo in parata (Brad Pitt in giacca crema e fazzoletto al collo, elegantissimo), atmosfera da gita di classe. Tifo da curva sud prima della proiezione-stampa, alla fine applauso caloroso, non clamoroso. È l'effetto-Tarantino: quando Quentin arriva a (Cannes, è così. Lui qui c'è nato (con Le iene, nel '92) e non manca di ribadirlo: «Qui in Francia senti che il [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

C'era una volta... nella Francia occupata uno spietato Ss cacciatore di ebrei, il colonnello Landa (Christopher Waltz), raffinato, cinico e poliglotta...Solo la diciannovenne Shasanna Dreyfus (Melanine Larent) riuscirà a sfuggirgli, riparando dalla campagna a Parigi, dalle vacche da mungere a un cinema-cineteca da dirigere, bello come un bijoux, zeppo di copie infiammabili, dove preparerà, assieme [...] Vai alla recensione »

Marco Giusti
Il Manifesto

Il regista di «Kill Bill» ha consegnato la sceneggiatura e a settembre inizia a girare il suo settimo film, «Inglorious Bastards», ispirato a una pellicola degli anni Settanta, «Quel maledetto treno blindato» di Enzo G. Castellari. E per il collega, ora settantenne, ha organizzato anche una megafesta a Hollywood. Finalmente ci siamo. II settimo film di Quentin Tarantino sarà proprio il tanto atteso [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Oggi esce in Italia Bastardi senza gloria, il film di guerra di Quentin Tarantino passato in concorso al festival di Cannes. La parola «Italia» è decisiva. Distribuito dalla Universal, il film è stato doppiato. E questo ci costringe a scrivere una recensione divisa in due. Recensione numero 1: il film visto a Cannes. Bastardi senza gloria è un remake molto libero di Quel maledetto treno blindato di [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

«Se il mondo dei Festival andasse come dovrebbe andare, il premio per il miglior attore sarebbe di Christoph Waltz», scrivevo da Cannes in maggio. In effetti, per Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino, Waltz venne poi premiato... È Waltz il protagonista del film, come ufficiale dell'Sd (servizio segreto delle Ss) nella Parigi occupata del 1940-44.

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Attenzione, non è vero che Hitler e i suoi morirono suicidi nel bunker, che Berlino fu rasa al suolo dall'aviazione inglese e americana e invasa dai sovietici. La seconda guerra mondiale by Tarantino finisce a Parigi, con una strage di nazisti, Hitler, Goebbels & Co. compresi, intrappolati in un cinematografo e bruciati vivi da una valanga di celluloide infiammata, mentre dallo schermo, in primissimo [...] Vai alla recensione »

Piera Detassis
Panorama

Solo Tarantino su questa terra può permettersi di trattare temi scottanti come nazismo, olocausto e tragedie della Seconda guerra mondiale senza usare un briciolo di verosimiglianza o pietas, senza staccarsi dal grottesco e mai però scivolando nel cattivo gusto. Glielo consente il tocco irriverente ma da cartoon, capace di mescolare Adolf Hitler e Joseph Goebbels come maschere da joker, donne ebree [...] Vai alla recensione »

David Denby
The New Yorker

In Quentin Tarantino’s “Inglourious Basterds”—an extravagant jest about the Second World War—Joseph Goebbels commissions a propaganda combat film and assembles the Nazi leaders in occupied Paris, in 1944, for its première at a lovely Art Deco theatre. As the big night approaches, groups of European movie people and Jewish American soldiers plot to use the occasion to eliminate the Nazi command and [...] Vai alla recensione »

Kenneth Turan
The Los Angeles Times

Here are a few of my not-favorite things: scalps graphically removed, throats savagely slashed, heads brutally beaten by baseball bats, necks forcibly strangled, fingers sadistically twisted in open wounds. The ideal person to be reviewing Quentin Tarantino's violent World War II fantasia, "Inglourious Basterds," I am not, but as the Basterds knew all too well, sometimes a man has to do what a man [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Si definisca il sottogenere kosher porno, «mission-movie alla Aldrich e Boetticher» o makkaroni nazi, sono 152' di cinema politico perfetto. Sequenze, musica (Morricone, Tiomkin, Elmer Bernstein...), attori, atmosfera, lingue in conflitto (inglese, francese, tedesco, italiano: doppiarlo è autolesionismo puro, una meritata punizione per il distributore rapace), montaggio, umorismo, movimento, quiete, [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
Il Riformista

Alla maniera degli Apache, Brad Pitt scotennava crucchi nelle trincee di "Vento di passioni", ma lì era la Prima guerra mondiale. In "Bastardi senza gloria" la pratica diventa invece strategia della paura, l'annuncio di una campagna fondata sul terrore psichico. «I nazisti troveranno le prove della nostra crudeltà sui corpi dei loro fratelli smembrati, sfigurati e dilaniati che lasceremo dietro di [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Il cinema può cambiare i destini del mondo? Quentin Tarantino è convinto di sì, e affida al suo ultimo film il sogno di raccontare un attentato a Hitler e la sua gang ad opera di un gruppo di guerriglieri ebrei. Creando il suo solito pastiche di generi che mescola spaghetti western, macaroni combat e melodramma, il cattivo ragazzo del cinema americano (ma sarebbe meglio dire internazionale) diverte [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un film d'azione in cui si parla forse più di quanto si combatta. Una storia di lotta contro i nazisti che se ne infischia allegramente della Storia vera e della sua spesso paralizzante eredità. Un regista che mette Hitler e Goebbels in caricatura senza chiedersi un secondo se sia legittimo, tollerabile, politicamente corretto etc., ridere (e non solo) del Terzo Reich e dei suoi orrori.

Jean-Luc Douin
Le Monde

"Inglourious Basterds" : a-t-on le droit de jouer avec Adolf ? Doté du surnom de "chasseur de juifs", qu'il renie avec effroi ("Je ne suis qu'un détective !"), image du faux derche sardonique maîtrisant sa mission infâme avec un aplomb pervers (Christoph Waltz a obtenu à Cannes un prix d'interprétation mérité pour sa prestation), un colonel nazi traque la famille Dreyfus dans la France occupée. Vai alla recensione »

Manohla Dargis
The New York Times

From the moment the charming, smiling, laughing Nazi in “Inglourious Basterds,” Quentin Tarantino’s latest cinematic happening, sweeps onto the screen, he owns this film even more than its maker. Played by a little-known Austrian actor, Christoph Waltz, Col. Hans Landa is a vision of big-screen National Socialist villainy, from the smart cut of his SS coat to the soft gleam of his leather boots.

Jean-Luc Douin
Le Monde

"Inglourious Basterds" : a-t-on le droit de jouer avec Adolf ? Doté du surnom de "chasseur de juifs", qu'il renie avec effroi ("Je ne suis qu'un détective !"), image du faux derche sardonique maîtrisant sa mission infâme avec un aplomb pervers (Christoph Waltz a obtenu à Cannes un prix d'interprétation mérité pour sa prestation), un colonel nazi traque la famille Dreyfus dans la France occupée. Vai alla recensione »

Peter Travers
Rolling Stone

In the bunker of Quentin Tarantino's hypnotically fired-up imagination, World War II features Brad Pitt scalping Nazis, G.I. Jews with a flair for torture porn, the Führer at the movies, a film critic as a war hero, babes as the brains of the French and German Resistance, an S.S. Jew hunter who gets all the juiciest lines, bloody revenge by bat, bomb and dismemberment, and a blazing end for the Third [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
L'Espresso

Con "Bastardi senza gloria" Quentin Tarantino ha fatto davvero un bellissimo lavoro di cinema. Ha preso una storia classica di Resistenza e patriottismo, con tutti i suoi luoghi topici: la Francia sotto l'occupazione, i nazisti educati e malvagi persecutori e autori di eccidi, il maquis, l'intrepida ragazza antinazista che gestisce con l'aiuto di un nero un piccolo cinema parigino e progetta attentati, [...] Vai alla recensione »

Callisto Cosulich
Left

Quentin Tarantino è un caso abbastanza raro, forse unico, nel panorama del cinema statunitense. Specialista delle pellicole d'azione, che ha frequentato nei suoi diversi rami (crime, movie, noir, thriller, avventura), invece di trarre ispirazione dalla letteratura americana di genere, preferisce prendere direttamente a modello la parallela produzione cinematografica, specie quella più corrente.

Kristin Hohenadel
The New York Times

“THIS ain’t your daddy’s World War II movie,” Quentin Tarantino said with a grin, standing on a street corner here that had been scrubbed of 21st-century signposts to become the set of “Inglourious Basterds,” his new film about a band of Jewish-American soldiers on a scalp-hunting revenge quest against the Nazis. Although it was mostly shot at Studio Babelsberg in Potsdam, Germany, the movie’s subtitle [...] Vai alla recensione »

Luciana Vecchioli
L'Altro

Un consiglio: il film va visto assolutamente in lingua originale con i sottotitoli, altrimenti perde gran parte della sua bellezza. Forse il miglior lavoro di Tarantino, sicuramente il più ispirato. Primi anni dell'occupazione tedesca in Francia. Il colonnello nazista Hans Landa (uno strepitoso Christoph Waltz, capace di esprimere contemporaneamente ironia e ferocia) entra a passi lenti nell'abitazione [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 6 maggio 2010
Marlen Vazzoler

Quentin Tarantino torna a Venezia Oggi il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha accolto la proposta di Marco Müller, direttore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di avere come presidente della Giuria Internazionale [...]

NEWS
mercoledì 17 febbraio 2010
Marlen Vazzoler

La divisione marketing del Sa Studios Global ha fatto squadra con la Weinstein Company, la Upper Playground e Quentin Tarantino per presentare The Lost Art of Inglourious Basterds. Il 18 febbraio dalle 18 alle 21 all'Upper Playground Gallery nel centro [...]

VIDEO
martedì 2 febbraio 2010
 

Orgoglio della nazione In occasione dell'uscita del DVD di Bastardi senza gloria, l'ultimo film di Quentin Tarantino che è stato accolto con successo sia dalla critica che dal pubblico, ecco una clip esclusiva tratta dal film, o meglio dal film nel [...]

NEWS
lunedì 25 gennaio 2010
Gabriele Niola

L'equivoco Tarantino il "falsario" Di tutto era stato detto a Tarantino ma "falsario" ancora no. Proprio lui che della citazione e dell'omaggio ad altre tipologie di cinema ha fatto uno stile e che ogni debito l'ha sempre messo in evidenza.

NEWS
lunedì 12 ottobre 2009
andrea chirichelli

Box Office Italia In Italia sorpasso al vertice ma poche novità nella top ten. Il primo posto in classifica va infatti a Bastardi senza gloria, che dopo una settimana di attesa, riesce finalmente a scavalcare Baarìa di Tornatore.

NEWS
venerdì 2 ottobre 2009
Marlen Vazzoler

Un anno e mezzo fa il regista Quentin Tarantino aveva detto di voler realizzare Kill Bill 3 ed ha aggiunto che in questo nuovo capitolo Nikki la figlia di Vernita Green (Vivica A. Fox) vuole vendicarsi della sposa (Uma Thurman), colpevole di aver ucciso [...]

NEWS
venerdì 2 ottobre 2009
Lisa Meacci

In una Francia nazista Ad autunno appena iniziato, e con un weekend piovoso in previsione, qualche consiglio sulle uscite cinematografiche ci sarà senz'altro utile. Arrivano i Bastardi senza gloria di Tarantino, remake di Quel maledetto treno blindato [...]

VIDEO
giovedì 3 settembre 2009
 

Il video Mentre ci avviciniamo alla data di uscita (prevista per il 2 ottobre) dell'attesissimo Bastardi senza gloria, il nuovo film diretto da Quentin Tarantino, vi proponiamo un'esclusiva davvero speciale: si tratta dell'inedito trailer, sottotitolato [...]

[LINK] FOTO
mercoledì 12 agosto 2009
 

Bastardi senza gloria

GALLERY
giovedì 9 luglio 2009
Marlen Vazzoler

Per riuscire a portare Bastardi senza gloria a Cannes, Tarantino ha girato e fatto il montaggio della pellicola in soli otto mesi. Il film è stato accolto con recensioni discordanti e ci sono state diverse speculazioni in cui si diceva che Tarantino fosse [...]

VIDEO
mercoledì 1 luglio 2009
Marlen Vazzoler

È disponibile il nuovo trailer internazionale del film Bastardi senza gloria diretto da Quentin Tarantino. Lo humor e il montaggio di questo nuovo video sono decisamente molto più interessanti rispetto ai due trailer precedenti, che non rendono giustizia [...]

NEWS
venerdì 26 giugno 2009
Marlen Vazzoler

In un'intervista alla rivista GQ il produttore Harvey Weinstein, la cui compagnia si vocifera essere nei problemi dal punto di vista finanziario e si mormora che la sua sopravvivenza dipenderà dal successo o dal fallimento del film di Quentin Tarantino, [...]

VIDEO
giovedì 25 giugno 2009
Marlen Vazzoler

Pochi giorni fa Entertainment Tonight aveva mostrato in anteprima parte del nuovo trailer del film sulla seconda guerra mondiale diretto dal regista Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria. Adesso è disponibile il trailer in questione in versione estesa. La [...]

NEWS
mercoledì 17 giugno 2009
Marlen Vazzoler

Mentre è uscito in anteprima il poster italiano di Bastardi senza Gloria, continuano i rumor sul possibile taglio di quaranta minuti della pellicola, che pare sia una notizia falsa. Alcuni giornalisti hanno contattato sia la Universal che la Weisteins [...]

NEWS
mercoledì 10 giugno 2009
Marlen Vazzoler

The Weistein Company è in grossi problemi finanziari, simili a quelli che la New Line Cinema aveva avuto qualche anno fa e la sopravvivenza della compagnia sembra che dipenderà da come andranno i suoi tre film più importanti che usciranno da agosto a [...]

NEWS
mercoledì 3 giugno 2009
Marlen Vazzoler

Un mese fa Eli Roth ha parlato di alcuni dei suoi prossimi progetti. Uno è il film Thanksgiving, di cui si è visto il trailer in Grindhouse, mentre il secondo è un film d'azione sci-fi PG-13 che si intitolerà Endangered Species.

NEWS
lunedì 25 maggio 2009
Marlen Vazzoler

La Universal, qualche giorno fa, ha richiesto al regista Quentin Tarantino di tornare in cabina di montaggio per apportare alcuni cambiamenti nel suo ultimo film, Bastardi senza gloria, prima che venga distribuito ufficialmente a partire da fine agosto [...]

VIDEO
giovedì 21 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Sono uscite tre nuove clip del nuovo film di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria, mostrato in anteprima al Festival di Cannes. Nella prima si può vedere il tenente Aldo Rain (Brad Pitt) interrogare un soldato nazista.

GALLERY
mercoledì 20 maggio 2009
 

Omaggio al cinema italiano Ispirata a Quel maledetto treno blindato (1978) del regista italiano Enzo Castellari, Bastardi senza gloria racconta la doppia storia di una donna che sopravvive allo sterminio nazista fuggendo in Francia e di una squadra [...]

NEWS
mercoledì 20 maggio 2009
Lisa Meacci

In Francia arrivano i "Bastardi" Quello di oggi è un altro grande giorno in Costa Azzurra. Dopo Lars Von Trier, Marco Bellocchio e Pedro Almodóvar oggi è il turno di Quentin Tarantino che presenta in concorso il suo Bastardi senza gloria.

GALLERY
giovedì 14 maggio 2009
Marlen Vazzoler

La Universal ha fatto uscire delle nuove foto del film Bastardi senza gloria diretto da Quentin Tarantino, in cui è possibile vedere alcuni nuovi personaggi che non sono stati raffigurati nei character poster e delle immagini del set.

NEWS
lunedì 11 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Il regista Quentin Tarantino ha rivelato in un'intervista di avere già in mente la storia per un prequel di Bastardi senza gloria, che verrà presentato al Festival di Cannes, rispettando la promessa che il regista aveva fatto lo scorso anno.

GALLERY
lunedì 4 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Mentre è uscito un nuovo poster del film sulla seconda guerra mondiale di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria, che verrà mostrato in anteprima al Festival di Cannes, il regista ha fatto un'interessante dichiarazione: "Questo è stato il film più [...]

NEWS
giovedì 30 aprile 2009
Marlen Vazzoler

Qualche mese fa avevamo accennato del corto diretto da Eli Roth che sarà presente nel film sulla seconda guerra mondiale Bastardi senza gloria, diretto dal regista Quentin Tarantino. "Ci sarà una pellicola di propaganda nazista, si tratterà di un film [...]

GALLERY
venerdì 3 aprile 2009
Marlen Vazzoler

Sono uscite delle nuove immagini promozionali del film sulla seconda guerra mondiale diretto da Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria. Mentre i tedeschi occupano la Francia Shosanna Dreyfus (Melanie Laurent) assiste all'esecuzione della sua famiglia [...]

NEWS
giovedì 2 aprile 2009
Marlen Vazzoler

L'anno scorso al Festival di Cannes Quentin Tarantino ha detto che sarebbe tornato l'anno successivo con il suo nuovo film, Bastardi senza gloria. Oggi è stato confermato che il film sulla seconda guerra mondiale di Tarantino è stato invitato a partecipare [...]

GALLERY
venerdì 20 febbraio 2009
 

C'era una volta in una Francia occupata dai nazisti… Quattro poster per Inglourious Basterds, il nuovo film diretto da Quentin Tarantino, previsto in uscita a novembre. Se il primo presenta il logo del film, dagli altri si intuisce la violenza della [...]

GALLERY
venerdì 19 dicembre 2008
Marlen Vazzoler

Brad Pitt che interpreta Aldo Raine durante le riprese Ecco le prime immagini di Brad Pitt nel ruolo del tenente Aldo Raine e Diane Kruger che interpreta Bridget von Hammersmark, nel nuovo film di Tarantino di cui sono cominciate le riprese qualche mese [...]

NEWS
lunedì 17 novembre 2008
Marlen Vazzoler

Roth dirige Nation's Pride Durante le riprese di Nation's Pride, il film di propaganda all'interno di Inglorious Bastards, è stata notata la mancanza dal set del regista Quentin Tarantino. Il mistero è stato svelato quando è stato scoperto che Eli Roth, [...]

winner
miglior attore non protag.
Premio Oscar
2010
winner
miglior attore
Festival di Cannes
2009
winner
miglior film extraeuropeo
Nastri d'Argento
2010
winner
miglior film straniero
David di Donatello
2010
winner
miglior attore non protag.
Golden Globes
2010
winner
miglior attore non protag.
BAFTA
2010
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati