Operazione U.N.C.L.E.

Film 2015 | Azione, Avventura, Commedia +13 116 min.

Titolo originaleThe Man From U.N.C.L.E.
Anno2015
GenereAzione, Avventura, Commedia
ProduzioneUSA
Durata116 minuti
Regia diGuy Ritchie
AttoriHenry Cavill, Armie Hammer, Alicia Vikander, Elizabeth Debicki, Hugh Grant Luca Calvani, Sylvester Groth, Jared Harris, Christian Berkel, Misha Kuznetsov, Guy Williams (II), Marianna Di Martino, Simona Caparrini, Luciano Marinelli (II).
Uscitamercoledì 2 settembre 2015
TagDa vedere 2015
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,99 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Guy Ritchie. Un film Da vedere 2015 con Henry Cavill, Armie Hammer, Alicia Vikander, Elizabeth Debicki, Hugh Grant. Cast completo Titolo originale: The Man From U.N.C.L.E.. Genere Azione, Avventura, Commedia - USA, 2015, durata 116 minuti. Uscita cinema mercoledì 2 settembre 2015 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,99 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Operazione U.N.C.L.E. tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una spy story ispirata alla serie TV cult degli anni '60. In Italia al Box Office Operazione U.N.C.L.E. ha incassato 758 mila euro .

Operazione U.N.C.L.E. è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,99/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,33
PUBBLICO 3,13
CONSIGLIATO SÌ
Un gioiello di riscrittura della storia (reale e televisiva) con il tratto del fumetto e i tagli del cinema.
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 24 agosto 2015
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 24 agosto 2015

Durante la guerra fredda America e Russia decidono di unire le proprie "intelligenze" per un'importante operazione internazionale. Un agente a stelle strisce dovrà collaborare assieme al proprio corrispettivo sovietico, nonostante la reciproca diffidenza e le ovvie differenze di stile e prospettiva, assieme ad una ragazza che lavora come meccanica nella Germania dell'Est, per impedire a dei villain ricchi, spietati e soprattutto italiani di sconvolgere l'equilibrio geopolitico mondiale con una nuova arma di distruzione di massa.
Che l'attuale era di remake, sequel, reboot e franchise del cinema americano non significhi un calo nelle idee lo hanno già dimostrato diversi film che, nonostante un titolo e personaggi già noti, riuscivano a tracciare archi narrativi autonomi e soprattutto avevano l'ambizione di parlare una lingua diversa dal resto del cinema. Novità a tutti gli effetti mascherate dietro nomi famosi. È il caso anche di Operazione: U.N.C.L.E., lungometraggio prontissimo per uno sfruttamento seriale (se il botteghino lo vorrà), i cui personaggi e il cui intreccio sono presi di peso la serie televisiva degli anni '60 Organizzazione U.N.C.L.E., quando, in piena guerrafredda, la televisione americana reiterava la distanza del proprio paese dal nemico sovietico (e la superiorità del proprio stile di vita) facendo collaborare un agente americano con uno dei rossi.
Nomi e riferimenti di trama a parte non c'è niente in questo nuovo, esaltante, film di Guy Ritchie che ricordi l'originale o che da esso sia mutuato. Non c'è pausa per la creatività del regista dai tagli di montaggio più riconoscibili della scena contemporanea, non c'è pigrizia intellettuale nella sua produzione. Operazione: U.N.C.L.E. ha l'obiettivo commerciale di lavorare sull'appeal dell'ambientazione anni '60 e Ritchie la sfrutta al massimo, esagerando fino ad arrivare dalle parti dell'iperbole fumettistica (è la seconda volta dopo il suo Sherlock Holmes steampunk) ma senza sacrificare per questo la godibilità, anzi. Ritchie sembra aver capito bene come, se intrattenimento deve essere, il suo film debba essere pronto a ridere di sè assieme agli spettatori, rispettare determinati canoni senza diventare una parodia ma essere conscio della propria dimensione dolcemente fuori dal tempo, fino a farne un pregio. In questa maniera riesce a far passare nelle maglie di un racconto asciugato al massimo (sembra partire a trama già iniziata e lavora di grandi ellissi invisibili per raccontare la sua storia in maniera indiretta mostrando quasi sempre, almeno fino a prima del gran finale, le conseguenze invece dell'azione) personaggi e ambientazioni che da "d'epoca" diventano fieramente vintage: artificiali, ricostruiti, esagerati nella loro adesione al proprio stereotipo.
Per Operazione: U.N.C.L.E. Ritchie rinuncia anche alle convenzioni che contraddistinguono il proprio cinema ma non smette di sperimentare con il montaggio, rivoltando le convenzioni dello stile "invisibile" hollywoodiano per arrivare al medesimo fine (un film che si svolge sotto i nostri occhi dando l'impressione che nessuno lo abbia assemblato, tanto appare "naturale" il suo flusso) tramite una diversa tecnica, una al ribasso, minimalista e in sottrazione, che leva scene là dove altri ne aggiungerebbero, contando di mantenere intatta la comprensibilità grazie alla precisione degli affiancamenti creati dal montaggio.
Essenziale e rapidissimo Operazione: U.N.C.L.E. guarda retrospettivamente la contrapposizione tra America e Russia con il senso del ridicolo moderno, ridendo delle piccolezze e di quelle lotte tra agenzie governative segrete che nel cinema di spionaggio di quegli anni erano invece trattate come svolte narrative serie. Tutto è da ridere per il film, nulla è serio; tutto è una farsa come l'immaginaria costiera campana dove è ambientata buona parte del film. Tutto tranne il piacere epidermico di un cinema d'intrattenimento di massa capace di raffinare la propria forma fino all'estremo, finalmente consapevole del proprio ruolo e capace di portare a termine il compito affidatogli dagli studios con autoironia e grande personalità. Il medesimo spirito che si riflette anche nella maniera in cui sono diretti i protagonisti, mai così credibili nella propria carriera, nel proprio apparire manichini che si muovono in un mondo di finzione. Bastino l'understatement estremo dei movimenti controllati di Henry Cavill, la maniera in cui è inquadrato il fisico granitico e "immobile" di Armie Hammer o l'introduzione di un corpo sorprendente come Elizabeth Debicki nel ruolo del villain. È la seconda volta che la vediamo in un film di primo piano dopo Il grande Gatsby e di nuovo è una scoperta. Finalmente un'attrice che non si rassegna a somigliare alle altre, che pare reinventare ogni cosa che fa da capo dandogli di nuovo un senso.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
OPERAZIONE U.N.C.L.E.
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 7 settembre 2015
Alex2044

Un bel film ! Gli anni sessanta e la loro atmosfera raccontati con simpatia spirito ed anche molta credibilità . Una Berlino buia ed una Roma splendente palcoscenico perfetto per avventure spionstiche come erano d'uso allora : Usa contro Urss . Con una differenza , questa volta le due superpotenze sono unite nella lotta al cattivo di turno .

sabato 5 settembre 2015
Mario Nitti

Scansate le frotte di bambini con famiglia che puntavano sui Minions e superate turbe di adolescenti che invece dirigevano determinate su “Città di Carta” siamo arrivati sani e salvi nella sala semivuota dove proiettavano “Operazione UNCLE”. Una storia di spie, ispirata ad una serie di telefilm ormai dimenticata, dove agenti segreti russi, americani (interpretati, secondo [...] Vai alla recensione »

domenica 17 gennaio 2016
Beppe Baiocchi

Precisiamo subito che questo operazione U.N.C.L.E. è l'adattamento ad una serie tv statunitense degli anni 60 dallo stesso titolo. 1963, Guerra Fredda, Stati Uniti e Russia sono costretti a collaborare per sventare una potenziale minaccia atomica. Udo Teller ex scienziato nazista (che dopo la guerra ha collaborato con gli americani) è scomparso e possiede le conoscenze per creare una bomba atomica. Per [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 aprile 2016
florentin

Se un film parte appena dopo il logo (qui Warner Bros. Co) con questa strepitosa Roberta Flack, il segnale stando così il sound, è più che positivo. Infatti m'è piaciuto questo film. Due ore abbondanti  ben spese. M'era sfuggito. Certo si potrebbe considerarlo un fumettone, ma girato bene (eccessiva però la risoluzione del digitale specie nei colori [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 maggio 2016
Portiere Volante

Probabilmente buona parte del cast potrebbe essere utilizzato per concorsi da fotomodelli,tuttavia questa realtà non va ad inficiare in alcun modo il prodotto finale. C'è molta ironia,ad esempio il nostro buon Henry Cavill riesce a cenare con damigiana di vino e sandwich mediterraneo nel bel mezzo di un conflitto a fuoco. C'è anche simpatia nei termini di un'alleanza [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2015
fedecap

Operazione U.N.C.L.E., il nuovo film di Guy Ritchie, è l'adattamento cinematografico della serie TV The man from U.N.C.L.E.. Ambientato in piena guerra fredda, nel 1963, il film narra dello 'scontro' e della successiva collaborazione tra due agenti segreti: Napoleon Solo (Henry Cavill) e Illya Kuryakin (Armie Hammer). Il primo è un ex ladro di opere d'arte appartenente [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 agosto 2015
Flyanto

 L'ultima opera di Guy Ritchie si rifà ad un spy serial televisivo degli anni '60 e racconta di due agenti segreti, uno americano e l'altro russo, che attraverso l'aggancio della giovane figlia di un noto ed ormai scomparso scienziato devono sbaragliare la potente famiglia di imprenditori che detiene e vuole fare un cattivo uso delle ricerche nucleari compiute dal suddetto [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 dicembre 2015
williamd

Un misto tra la determinazione di 007 e l'imprevidibilità di Mission Impossible caratterizzano Operazione U.N.C.L.E. dal regista di Guy Ritchie. Siamo in piena guerra fredda, corre l'anno 1963, e i due agenti speciali Napoleon Solo e Illya Kuryakin – il primo americano, l'altro russo – vengono assoldati per una missione di vitale importanza per l'umanità: [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 settembre 2015
ericanobis_

Come alcuni già sanno, oggi c’è stata l’anteprima di “Operazione U.N.C.L.E.”, ultimo film di Guy Ritchie con Armie Hammer, Henry Cavill, Alicia Vikander e Hugh Grant. Il film sarà nelle sale a partire dal 2 Settembre. Questo film è l’adattamento cinematografico di una serie televisiva che è andata in onda dal 1964 al 1968.

mercoledì 16 settembre 2015
elpiezo

 Ispirato ad una serie culto degli anni sessanta, il film è una classica spy story ambientata durante guerra fredda dove agenti segreti russi e americani si coalizzano per il bene comune. Guy Ritchie non si smentisce e dirige con solita maestria un esilarante commedia d'azione ricca di sequenze veloci, colpi di scena ed un controverso intreccio che si dirama perfettamente nell'intricato [...] Vai alla recensione »

sabato 9 gennaio 2016
Liuk

Pellicola di azione/spionaggio ambientata nel dopoguerra che descrive la storia di agenti segreti di varie nazioni alla caccia di un ex ingegnere nazista capace di creare una bomba nucleare. Tra Berlino e Roma, si susseguono colpi di scena, inseguimenti sparatorie e tutto il repertorio tipico del genere. Non mancano battute e situazioni divertenti per stemperare ed amalgamare il tutto.

mercoledì 19 agosto 2015
robypisanu89

Nonostante non l' aspettassimo il film si è rivelato scorrevole e coinvolgente. Azzeccata la scelta dei due protagonisti. La trama non è sicuramente originale; cmq sia il film merita parecchio. Consigliato !!!

venerdì 4 settembre 2015
Dedde3

Coinvolgente con scene d azione che lascia spazio a momenti divertenti che danno alla pellicola un tono perfetto... consigliato!!

domenica 11 marzo 2018
Ma21Kimi

ricostruzione degli anni 60 molto ben realizzata, attori molto bravi, citazioni di James Bond (i più esperti ne potranno trovare parecchie sia nei personaggi che nella storia) ne fanno un film assolutamente piacevole da guardare, grazie anche all'ironia che lo pervade dall'inizio alla fine.

lunedì 12 giugno 2017
hollyver07

Ciao. Nonostante il piacere di "rivedere" in azione la caustica mano di G. Ritchie, il film (peraltro esteticamente ben realizzato) mi è parso semplicemente caricaturale ed affetto da una consistente carenza di espressivita'. Visto in TV (magari è questa la motivazione della mia poco affettiva recensione) non mi ha fornito spunti particolari ed è risultato [...] Vai alla recensione »

sabato 31 ottobre 2015
pod73

Ho trovato il film decisamente noioso...non c'è azione, é assolutamente privo di sostanza, caotico senza un fine...sembra solamente un gran manifesto vintage dei 60's...più glam che movie.Bocciato alla grande.

martedì 8 settembre 2015
birbo

film tutto sommato positivo, non un capolavoro di certo, ma in un epoca dove va di moda vestirsi 'trash', con pettinature a cresta e barbe assortite come contorno, ho apprezzato molto l'esaltazione del 'bello, curato, elegante' che caratterizza il film.

venerdì 4 settembre 2015
Flaw54

Un film visto e rivisto, seppur ben confezionato, ironico e in certi momenti anche divertent. Mi ricorda le parodie di 007 ( tipo James Tont....). Bravi gli attori, anche se mi ha colpito l'invecchiamento  improvviso dell'eterno ragazzo Hugh Grant.

venerdì 22 gennaio 2016
giangifg

Una spy story, la cui trama aveva molto da offrire, molto noiosa. Il pregio di questo film sono state le ambientazioni e l'abbigliamento dei personaggi, per il resto non mi è piaciuto affatto. Il trailer prometteva bene (hanno fatto vedere l'unica scena realmente alla James Bond), ma alla fine dei conti i dialoghi sono molto volatili, scene action poco o nulle, attori che hanno fatto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 settembre 2015
Kleber

Gli attori sono solo modelli in posa, Hugh Grant è di passaggio. Almeno la rivalità fra Cia e Kgb dovrebbe essere un giacimento di trovate, non originali ma godibili... invece niente. Il film è ambientato nel 1963 ma i costumi vanno dal 1930 al 1975... veramente un accrocchio di fotogrammi senza costrutto.

lunedì 7 settembre 2015
gutul

Magari anche tre stelle, le scene d'azione sono godibili. Ma non c'è collante, film scritto proprio male. Poi, che sia tutto uno stereotipo uno se lo aspetta, ma si sono impegnati proprio poco.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Per quattro stagioni tra il 1964 e il 1968 la serie televisiva americana The man from U.N.CLE. arrivò anche sui teleschermi italiani sotto il titolo di Organizzazione U.N.C.L.E., acronimo che indicava una speciale unità di controspionaggio dedita alla lotta al male universale. Il prodotto incrociava suggestioni proprie della narrazione spionistica della Guerra Fredda e la stessa brillante leggerezza [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Stefano Chiantini (formato alla scuola di maestri della scrittura come Scarpelli. Cerami, Petraglia e Bruni) muove dalla vicenda reale di un borgo dell'Appennino bolognese che da un quindicennio combatte con il turbamento geologico del tenitorio attribuito dagli abitanti ai lavori di raddoppio dell'autostrada. Il regista ha creato i personaggi di Marco Giallini, rocciatore ruvido e solitario che presta [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

La spia maschio oggi di moda è un amante della moda, più gay che etero. Dopo il Colin Firth ossessionato dall'alta sartoria maschile stile Huntsmen in Kingsmen Secret Service e il Tom Cruise che apprezza più le scarpe che le forme della Rebecca Ferguson di Mission: Impossible - Rogue Nation (nemmeno un bacio tra i due), ecco i giganteschi protagonisti di Operazione U.

NEWS
INFINITY
martedì 12 dicembre 2017
 

Durante la guerra fredda America e Russia decidono di unire le proprie "intelligenze" per un'importante operazione internazionale. Un agente a stelle strisce dovrà collaborare assieme al proprio corrispettivo sovietico, nonostante la reciproca diffidenza [...]

BIZ
giovedì 24 novembre 2011
Robert Bernocchi

Ha finalmente trovato una data precisa Star Trek 2, che avrà nuovamente al suo timone J.J. Abrams, dopo il successo del primo film (soprattutto negli Stati Uniti, dove ha raccolto 258 milioni di dollari, mentre sugli altri mercati si è fermato a 130). [...]

BIZ
venerdì 21 ottobre 2011
Robert Bernocchi

La 20th Century Fox ha acquistato una sceneggiatura di Helen Childress, The Mountain, con l'intenzione di farla sviluppare e dirigere da Ben Stiller, come riporta il sito Deadline. L'attore e regista aveva già lavorato con la Childress quasi vent'anni [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati