Dizionari del cinema
Quotidiani (2)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 23 giugno 2018

Nicolas Cage

Alla ricerca del Coppola perduto

Nome: Nicholas Kim Coppola
Altri nomi: Nicholas Cage / Nicolas Coppola
54 anni, 7 Gennaio 1964 (Capricorno), Long Beach (California - USA)
occhiello
Ecco qual il problema col futuro, ogni volta che lo guardi cambia, perch lo hai guardato, e questo cambia tutto il resto
dal film Next (2007) Nicolas Cage Cris Johnson
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Nicolas Cage
Razzie Awards 2017
Nomination peggior attore non protagonista per il film Snowden di Oliver Stone

Razzie Awards 2013
Nomination peggior attore per il film Ghost Rider: Spirito di vendetta di Mark Neveldine, Brian Taylor

Razzie Awards 2012
Nomination peggior attore per il film Drive Angry 3D di Patrick Lussier

Razzie Awards 2012
Nomination peggior attore per il film L'ultimo dei Templari di Dominic Sena

Razzie Awards 2012
Nomination peggior attore per il film Trespass di Joel Schumacher

Razzie Awards 2012
Nomination peggior coppia sullo schermo per il film Drive Angry 3D di Patrick Lussier

Razzie Awards 2012
Nomination peggior coppia sullo schermo per il film L'ultimo dei Templari di Dominic Sena

Razzie Awards 2012
Nomination peggior coppia sullo schermo per il film Trespass di Joel Schumacher

Golden Globes 2003
Nomination miglior attore per il film Il ladro di orchidee di Spike Jonze

Premio Oscar 2002
Nomination miglior attore per il film Il ladro di orchidee di Spike Jonze

Golden Globes 1996
Premio miglior attore per il film Via da Las Vegas di Mike Figgis

Golden Globes 1996
Nomination miglior attore per il film Via da Las Vegas di Mike Figgis

Premio Oscar 1995
Premio miglior attore per il film Via da Las Vegas di Mike Figgis

Premio Oscar 1995
Nomination miglior attore per il film Via da Las Vegas di Mike Figgis

Golden Globes 1993
Nomination miglior attore per il film Mi gioco la moglie... a Las Vegas di Andrew Bergman

Golden Globes 1988
Nomination miglior attore per il film Stregata dalla luna di Norman Jewison



Negli ultimi 3 mesi l'automobile stata la protagonista di ben 5 film.

Tornano le macchine al cinema

domenica 3 luglio 2011 - Gabriele Niola cinemanews

Tornano le macchine al cinema Dice William Friedkin che linseguimento la forma pi pura di cinema perch lunica non replicabile dagli altri media narrativi. Negli ultimi tre mesi abbiamo visto arrivare al cinema ben cinque pellicole che avevano al centro lautomobile, pronte per inseguire in tre di essi (Drive Angry 3D, Fast & Furious 5 e il cannense Drive) e animate in due (Cars 2, Transformers 3).
Macchine che scappano dagli inferi, che trainano caveau, che scortano criminali, che indagano crimini internazionali e che sventano una possibile conquista del pianeta Terra. Tra tutti gli usi possibili lauto sembra trovare la vera centralit cinematografica non tanto quando effettivamente centrale (Transformers 3 o Cars 2) ma quando supporto deccezione a uomini deccezione. Che trasporti Nicolas Cage e il suo parrucchino, il silenzioso driver o il team-Toretto, il cinema delle automobili, solitamente garanzia di velocit in tutti i sensi (per questo Refn che gira inseguimenti raggelati, in grado di rispettare i limiti di velocit cittadini, un genio), rimane uno dei generi americani pi puri.

   

Nicolas Cage ha lavorato sopratutto sulla fisicit del suo personaggio.

Il cattivo tenente, un film estremo per Werner Herzog

venerd 4 settembre 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

Il cattivo tenente, un film estremo per Werner Herzog Questa sera verr proiettato uno degli ultimi film di Werner Herzog, Il cattivo tenente, il remake della pellicola omonima di Abel Ferrara, che il regista tedesco ha confessato di non aver mai visto. Herzog ha amato molto la sceneggiatura ma alla fine ha cambiato molte cose come l'inizio e la fine e ha aggiunto nella pellicola iguane, lucertole e coccodrilli, perch le ha trovate assurde, stupide e bizzarre.
Un tenente della polizia di New Orleans dopo essere rimasto ferito alla schiena nel salvataggio di un prigioniero durante l'uragano Katrina, viene promosso alla carica di tenente e gli vengono prescritti degli antidolorifici. Un anno dopo McDonagh diventato dipendente dal Vicodil e dalla cocaina. Quando una famiglia di immigrati africani viene uccisa, decide di farsi assegnare il caso per dimostrare che la persona giusta per risolvere l'omicidio commesso da uno spacciatore, Big Fate, che ha l'abitudine di far uccidere i testimoni.

Proyas prova a ridefinire la grammatica delle distruzioni digitali.

Segnali dal futuro: una nuova estetica della catastrofe

gioved 3 settembre 2009 - Gabriele Niola cinemanews

Segnali dal futuro: una nuova estetica della catastrofe In una pellicola dove si prevedono disastri le distruzioni devono essere spettacolari e devastanti. C' poco da fare. E dopo decenni in cui il cinema americano ci ha abituato ad esplosioni e botti di tutti i tipi Segnali dal futuro doveva trovare un modo diverso e personale per differenziare i suoi grandi incidenti rivelatori di un futuro tragico dalle pi generiche catastrofi all'americana.
Proyas questo modo l'ha trovato in un approccio che parte dal documentarismo ("La macchina da presa deve stare l sul luogo come se ci fosse capitata mentre l'evento si verifica. Niente 3D e solo macchina a mano") ma arriva subito al cinema utilizzando piani sequenza, componendo le immagini drammaturgicamente e cercando sempre di tenere teso il filo della storia anche quando si mostra unicamente il disastro nel suo verificarsi.
Dato per l'indispensabile utilizzo di una valanga di ritocchi ed aggiunte digitali per scene imponenti come il disastro aereo che avviene a poche centinaia di metri da dove si trova il protagonista o il deragliamento del treno, un grande vantaggio l'ha dato il fatto che il film stato girato con la Red One, la camera digitale migliore disponibile al momento. In questo modo si potuto lavorare su ogni singolo frame e non solo su quelli che la produzione accetta di far scannerizzare.

Il film potrebbe essere concepito come una storia di stampo internazionale.

Nicolas Cage parla del seguito di Ghost Rider

luned 20 luglio 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

Nicolas Cage parla del seguito di Ghost Rider Durante la promozione del film in 3D della Disney G-Force, Nicolas Cage ha parlato di un potenziale reboot di Ghost Rider nella sua intervista con MTV. Negli ultimi due anni Cage ed altri membri del film di Ghost Rider hanno dichiarato la loro volont di continuare la franchise, nonostante gli scarsi risultati al botteghino. All'inizio di quest'anno la Columbia aveva ufficialmente sollecitato gli sceneggiatori per la realizzazione di una storia, di cui sembra nessuno vuole in realt realizzare un seguito, lo stesso Cage sembra infatti essere dello stesso avviso "Mi piacerebbe fare una ri-concettualizzazione. Andare in una direzione completamente diversa, penso che sia di questo che stanno parlando. Farei in modo che la storia sembri di meno un western e che si sviluppi piuttosto come una storia di stampo internazionale".
Un reboot potrebbe essere molto probabilmente la situazione migliore, Cage a settembre aveva raccontato che la storia avrebbe potuto spostarsi in Europa e Ghost Rider avrebbe potuto lavorare per la chiesa, in una storia che fa dei riferimenti a Il Codice Da Vinci.

Gli hanno dato del raccomandato, quando iniziava a fare film. Eppure, non ne ha mai sbagliato uno. Con "Ghost Rider", Nicolas Cage realizza un sogno d'infanzia: interpretare un supereroe.

Nic in fiamme

gioved 15 marzo 2007 - Claudia Resta cinemanews

Nic in fiamme A 8 anni i miei fumetti preferiti erano "Ghost Rider" e "Hulk". Adoravo i mostri e non capivo come qualcosa di cos brutto potesse anche essere buono. Interpretarlo, quindi, non stato difficile: come tornare bambino! Ho adorato il momento in cui la testa mi andata a fuoco!

211 - Rapina in Corso

* - - - -
(mymonetro: 1,25)
Un film di York Alec Shackleton. Con Nicolas Cage, Cory Hardrict, Michael Rainey Jr., Sophie Skelton, Dwayne Cameron.
continua»

Genere Azione, - USA 2018. Uscita 14/06/2018.

USS Indianapolis

* * - - -
(mymonetro: 2,45)
Un film di Mario Van Peebles. Con Nicolas Cage, Tom Sizemore, Thomas Jane, Matt Lanter, Weronika Rosati.
continua»

Genere Azione, - USA 2016. Uscita 19/07/2017.

Cane mangia cane

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Paul Schrader. Con Nicolas Cage, Willem Dafoe, Christopher Matthew Cook, Omar J. Dorsey, Louisa Krause.
continua»

Genere Azione, - USA 2016. Uscita 13/07/2017.

Snowden

* * * - -
(mymonetro: 3,08)
Un film di Oliver Stone. Con Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Melissa Leo, Zachary Quinto, Tom Wilkinson.
continua»

Genere Biografico, - USA, Germania 2016. Uscita 24/11/2016.

Pay the Ghost

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,58)
Un film di Uli Edel. Con Nicolas Cage, Sarah Wayne Callies, Veronica Ferres, Alex Mallari Jr., Jack Fulton.
continua»

Genere Thriller, - USA 2015. Uscita 20/10/2016.
Filmografia di Nicolas Cage »

marted 12 giugno 2018 - Dall'ultimo film di Todd Haynes all'amore adolescenziale, ecco tutte le uscite della settimana.

Uscite del weekend: da La stanza delle meraviglie a Ogni giorno

Francesca Ferri cinemanews

Uscite del weekend: da La stanza delle meraviglie a Ogni giorno Incanto, stupore e sogno tra cinema e letteratura inaugurano il prossimo weekend. La stanza delle meraviglie (guarda la video recensione) di Todd Haynes, adattamento del romanzo di Brian Selznick, ci porter in un viaggio nel tempo attraverso New York alla ricerca di una grande diva del muto e di un antico gabinetto delle curiosit. "La visione richiede un po' di pazienza perch gli elementi del racconto, per tornare, hanno bisogno del loro tempo e di seguire il loro percorso, ma l'esperienza cos appassionante che si vorrebbe che le luci non si accendessero mai. Si vorrebbe restare al buio, dentro al museo, con Ben e Jamie e Rose", scrive Marianna Cappi.

Sulla scia degli adattamenti cinematografici dei romanzi, arriva anche Ogni giorno di Michael Sucsy, basato sul libro di David Levithan, con una drammatica storia d'amore. "Apparentemente fluido, un film che nasconde un animo conservatore", avverte per Emanuele Sacchi.

Dalla scrittura alle immagini, sar poi Emily Dickinson a ispirare il film di Terence Davies. A quiet passion racconta la vita, la carriera e la donna che era quella che considerata tra le maggiori poetesse del XIX secolo. "Terence Davies fa centro dove altri hanno fallito e confeziona un biopic che sa far pensare ma anche divertire", scrive Giancarlo Zappoli.

In clima di rivisitazione dei motivi e miti letterari, inoltre, Federico Alotto fa rinascere Ulisse nel corpo di un militare di carriera nel 2020 a Taurus City. Ulysses: A Dark Odyssey (guarda la video recensione) , secondo Giancarlo Zappoli, "un film che entra nello spirito della classicit per ambientarla in un tempo e in uno spazio del tutto originali".

Infine al pi grande autore della letteratura di tutti i tempi ispirato il documentario Macbeth - Neo film opera di Daniele Campea che fa rivivere la tragedia di William Shakespeare tra cinema, teatro e opera. "Un adattamento di grande fattura, attraversato dal furore cieco che lo ispira e ficcato in un dcor industriale", commenta Marzia Gandolfi.

Blue Kids di Andrea Tagliaferri, invece, si presenta come una tragedia contemporanea che esplora il legame morboso tra un fratello e una sorella tra conflitti familiari per l'eredit e la follia di un gesto che li far fuggire insieme. "Un'opera che inchioda lo spettatore e lo stuzzica sfidando i limiti della sua tolleranza", scrive ancora Marzia Gandolfi.

Per chi in cerca di un'avventura pi leggera, Due piccoli italiani di Paolo Sassanelli, un on the road dallo humour coinvolgente e la tenerezza commovente dei suoi personaggi.

Meno interessante risulta, invece, la commedia Pitch Perfect 3 di Trish Sie che racconta l'ultima riunione delle Bellas in un tour oltreceano per sostenere le truppe americane in Europa. "Il marchio si appiattito sui peggiori clich svuotando progressivamente di originalit e di interesse la piccola saga", scrive Marianna Cappi.

Per i pi piccoli arriva, invece, Mary e il fiore della strega, film d'animazione giapponese del registaHiromasa Yonebayashi: "Favola iniziatica sulla relazione infanzia e sogno che racconto l'esordio alla vita di una ragazzina", commenta Marzia Gandolfi.

In questo weekend letterario, tuttavia, gli amanti dell'azione non rimarranno delusi. Per loro arriva uno smagliante Nicolas Cage nelle vesti di poliziotto in 211 - Rapina in corso.

   

sabato 2 giugno 2018 - Per il secondo capitolo erano stati considerati anche Nicolas Cage, John Cusack e Robert Downey jr.

Top Gun avrebbe avuto lo stesso successo senza Tom Cruise?

Francesca Ferri cinemanews

Top Gun avrebbe avuto lo stesso successo senza Tom Cruise? Tom Cruise di spalle, in uniforme, guarda in lontananza attraverso i suoi Ray-Ban scuri un aereo da combattimento, un caccia F-14A, mentre campeggia la scritta "Feel the Need". l'attore stesso in un tweet ad annunciare l'inizio delle riprese di Top Gun 2, che uscir in sala il 12 luglio 2019.A oltre trent'anni dal primo film diretto da Tony Scott e, dopo il tormentato percorso, arriva il secondo capitolo che riporta Tom Cruise nelle vesti di Maverick, il leggendario pilota dell'aeronautica militare americana. Top Gun riscosse il successo mondiale e lanci la carriera del giovanissimo Tom Cruise, che nel 1986 aveva solo qualche film alle spalle. Ma Tom Cruise avrebbe avuto lo stesso successo senza Top Gun? E soprattutto Top Gun avrebbe avuto lo stesso successo senza Tom Cruise? Il connubio indissolubile sembra essere stato il segreto di un film diventato cult per intere generazioni.
In effetti, per il secondo capitolo numerosi attori erano stati considerati per il ruolo di Maverick prima di ritornare alla prima scelta: Patrick Swayze,Emilio Estevez,Nicolas Cage,John Cusack,Matthew Broderick,Matthew Modine,Sean Penn,Michael J. Fox, Tom Hanks,Jim Carrey,Rob Lowe,Eric Stoltz,John Travolta,Scott Baio,Robert Downey Jr.eCharlie Sheen. La lista forse raccoglie pi nomi di quelli che effettivamente erano stati consultati, ma sicuramente raggruppa una generazione di attori dalla lunga carriera. Oggi, per, risulta difficile immaginare Top Gun senza Tom Cruise.
Eppure era stata proprio la richiesta dell'attore di un cachet troppo elevato, uno dei motivi per cui and in fumo il progetto del secondo film. In realt, poco dopo l'uscita del primo film, fu scritta la sceneggiatura del secondo che per diverse ragioni non fu realizzato.
Ci riprov la Paramount nel 2010 affidando la sceneggiatura a Jerry BruckheimereTony Scott, ma nel 2012 quest'ultimo fu ritrovato morto dopo essersi buttato da un ponte. Cos la Paramount annull il progetto. Infine solo nel gennaio 2016 l'idea di Top Gun 2 ha cominciato a concretizzarsi e, dopo i vari impegni del protagonista, compresol'incidente durante le riprese diMission Impossible 6, sono iniziate ora le riprese. Prodotto daParamounteSkydance, conJerry Bruckheimera curarlo personalmente come avvenne trent'anni fa,Top Gun 2, che probabilmente si chiamer Top Gun: Maverick, diretto da Joseph Kosinski ha trovato, infine, la sua strada. Scritto da Peter Craig e Justin Marks, il sequel ambientato ai nostri giorni riporter Cruise nei panni dello spericolato pilota di caccia ora alle prese con la tecnologia dei droni che rende obsoleto il suo modo di volare. Ci riserviamo di vederlo prima di poter dire che il fascino del mitico aviatore della Marina non ha et.

   

Altre news e collegamenti a Nicolas Cage »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità