Dizionari del cinema
Quotidiani (2)
Periodici (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerd 14 dicembre 2018

Uma Thurman

La musa ribelle di Tarantino

Nome: Uma Karuna Thurman
48 anni, 29 Aprile 1970 (Toro), Boston (Massachusetts - USA)
occhiello
Ecco, la barzelletta faceva cos: ci sono tre pomodori che camminano per strada, pap pomodoro, mamma pomodoro e il pomodorino. Il pomodorino cammina con aria svagata, allora il pap si arrabbia, va da lui, lo schiaccia e dice: "Fai il concentrato!"
dal film Pulp Fiction (1994) Uma Thurman Mia Wallace
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Uma Thurman
Golden Globes 2005
Nomination miglior attrice in un film drammatico per il film Kill Bill - Volume 2 di Quentin Tarantino

Golden Globes 2004
Nomination miglior attrice per il film Kill Bill - Volume 1 di Quentin Tarantino

Golden Globes 2003
Premio miglior attrice miniserie o film tv per il film Gli occhi della vita di Mira Nair

Golden Globes 2003
Nomination miglior attrice miniserie o film tv per il film Gli occhi della vita di Mira Nair

Golden Globes 1995
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Pulp Fiction di Quentin Tarantino

Premio Oscar 1994
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Pulp Fiction di Quentin Tarantino



Musa di Tarantino, svezzata da John Malkovich (Le relazioni pericolose), Uma Thurman una delle protagoniste di The Slap, lo schiaffo che scuote la nuova stagione di Mediaset Premium.

Uma Thurman: karma biondo

luned 3 ottobre 2016 - Marzia Gandolfi cinemanews

Uma Thurman: karma biondo

Ancora una volta la musa di Tarantino depone le armi in favore della leggerezza.

Uma Thurman: in commedia veritas

gioved 18 novembre 2010 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Uma Thurman: in commedia veritas Deve trattarsi di un caso di doppia identit. Non si spiega altrimenti come sia possibile che la protagonista di Le relazioni pericolose, Pulp Fiction, Gattaca e dei due volumi di Kill Bill sia la stessa che, colpita da un meteorite, si trasforma in una supereroina tanto sensibile quanto irragionevole nel surreale La mia super ex-ragazza. D'altro canto vero che come le ciambelle, non tutte le commedie riescono col buco. Prime e The Producers sono due buoni esempi di commedia riuscita. L'accento svedese (totalmente annullato dal doppiaggio) della sua Ulla nella farsa musicale di Mel Brooks quanto di pi comico ci si possa aspettare dalla bionda americana che in altri tempi, in caschetto nero e piedi scalzi, si lamentava di non saper raccontare barzellette. Allo stesso modo il duetto tra la paziente in terapia della Thurman e l'analista di Meryl Streep s'incarica di fornire la linea comica alla romantica commedia (degli equivoci) di Ben Younger. In Un marito di troppo di Griffin Dunne Uma Thurman torna a vestire gli abiti leggeri della commedia d'amore e si divide per l'occasione tra due uomini, Colin Firth e Jeffrey Dean Morgan.

La mia super ex-ragazza
Vederla nei panni di un'improbabile paladina della giustizia nella New York post 11/9 fa un certo effetto. Cancellato ogni segno della grazia della killer dal completo giallo e nero di Kill Bill, la G-Girl di Uma minaccia il suo ex ragazzo a colpi di squalo e cede all'isterismo femminile nel momento in cui sente d'averlo perso per un'altra. Non la prima volta che Uma viene dotata di superpoteri al cinema. Gi nel 1997, in Batman & Robin, si era trasformata nella supercriminale Poison Ivy guadagnando un bel Razzie.

Be Cool
il sequel pallido del brillante Get Shorty. Uma Thurman di nuovo al fianco di John Travolta e con lui si cimenta in un ballo che fa subito rimpiangere il twist di Pulp Fiction. La musa di Tarantino per non sfigura, a farlo semmai una sceneggiatura piatta che non offre spunti al nutrito cast. Ma siamo lontani dalla sufficienza.

Lo sbirro, il boss e la bionda
"La vita consiste in quello che fai mentre aspetti il tuo treno" dice a un certo punto la bionda di Uma Thurman allo sbirro di Robert De Niro. Ennesima variazione del genere commedia, il leggero gangster movie di John McNaughton s'anima appena grazie alle interpretazioni di De Niro e Bill Murray. Al fianco dei due attori Uma, come per magia, svanisce.

   

La musa di Tarantino festeggia i suoi primi quarant'anni. Auguri e cento di questi film.

Uma Thurman: 40 anni toro

gioved 29 aprile 2010 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Uma Thurman: 40 anni toro Da piccola non ero particolarmente brillante, n particolarmente atletica; ero troppo alta, troppo strana e avevo un aspetto bizzarro. In pratica ero una bambina decisamente singolare". Parola di una delle attrici pi interessanti dei nostri tempi. Uma Karuna Thurman nasceva quarant'anni fa sotto il segno del toro. Figlia di un professore universitario esperto in buddismo tibetano e di un'ex indossatrice svedese che prima di conoscere il signor Thurman era stata la moglie del guru dell'LSD Timothy Leary, Uma segue per qualche tempo le orme della madre come modella prima di darsi alla recitazione. Il primo ruolo per il quale verr ricordata quello di Ccile de Volanges che ne Le relazioni pericolose di Stephen Frears viene sedotta dal Vicomte de Valmont di John Malkovich.
La vulnerabilit esibita nel film tratto dall'omonimo romanzo di Pierre-Ambroise-Franois Choderlos de Laclos solo uno degli aspetti che Uma Thurman esplorer nella sua lunghissima carriera d'attrice. Spaziando fra la commedia romantica, il dramma, il noir, lo sci-fi, l'azione e il thriller, Uma ha potuto cambiare maschera di film in film, indossando ora quella della Venere botticelliana (Le avventure del barone di Mnchausen), ora della moglie bohmien del celebre scrittore erotico Henry Miller (Henry & June), ora di un'autostoppista dai pollici enormi (Cowgirl - Il nuovo sesso che le valsa la prima nomination come peggior attrice ai Razzie Awards 1995).

Usciti tre nuovi poster in stile dark.

Il ladro di fulmini: prime immagini e terzo trailer di Percy Jackson

gioved 14 gennaio 2010 - Marlen Vazzoler cinemanews

Il ladro di fulmini: prime immagini e terzo trailer di Percy Jackson La 20th Century Fox ha fatto uscire delle nuove locandine di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di Fulmini, l'adattamento cinematografico del romanzo omonimo scritto da Rick Riordan. In questi nuovi poster dalle tinte dark sono ritratti: Percy Jackson (Logan Lerman), il protagonista della serie figlio di Poseidone (Kevin McKidd) e di una mortale, Annabeth (Alexandra Daddario), figlia di Atena (Melina Kanakaredes) e di un mortale ed il satiro Grover Underwood (Brandon T. Jackson), il miglior amico di Percy.
Percy Jackson decisamente un protagonista atipico che soffre di ADHD (sindrome da deficit di attenzione e iperattivit) e dislessia, caratteristiche che scoprir essere comuni per tutti gli eroi/semidei, chiamati solitamente mezzo-sangue. La dislessia causata dal fatto che il loro cervello settato per comprendere la lingua greca, per questo motivo hanno problemi con le lingue moderne, mentre la ADHD causata dal fatto che i loro riflessi sono molto acuti per permettere di poter seguire tutto durante una battaglia.

L'attrice trova le idee di Tarantino fantastiche.

Uma Thurman dice che torner in Kill Bill: Vol. 3

venerd 16 ottobre 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

Uma Thurman dice che torner in Kill Bill: Vol. 3 A inizio ottobre durante la trasmissione Parla con me di Serena Dandini il regista Quentin Tarantino aveva annunciato che La sposa torner a combattere.
Qualche giorno fa in un'intervista con MTV per la promozione del film Motherhood, Uma Thurman ha confermato che torner ad interpretare Beatrix Kiddo: Si penso che sar divertente, per quanto riguarda lo sviluppo della sceneggiatura la Thurman ha aggiunto [Tarantino ed io] abbiamo parlato. Non ha ancora finito lo script. Non so neanche se l'ha iniziato anche se ho avuto un assaggio delle sue idee che sono davvero molto buone. Ha iniziato a condividere con me quello che sta pensando ed incredibile.
Non si sa se a questo punto Kill Bill: Vol. 3 sar il prossimo film di Tarantino o se si tratta di uno dei suoi tanti progetti.

   

La musa di Tarantino torna a furoreggiare al cinema.

5x1: Uma Thurman, la rivincita delle bionde

marted 30 dicembre 2008 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: Uma Thurman, la rivincita delle bionde La bellezza scorre poderosa nella famiglia Thurman. La mamma e la nonna di Uma erano modelle. La biografia ufficiale annovera tra i successi di mamma Nenette quello di essere stata presentata a Timothy Leary addirittura da Salvator Dal. I due si sposarono ma la coppia non dur molto. Il pap di Uma, il professor Thurman, uno dei pi importanti esperti di buddismo del mondo e amico personale del Dalai Lama. Con queste premesse la giovane era destinata ad una vita entusiasmante e, in effetti, pu dirsi che sia cos. Abbandona l'universit e decide di diventare una modella. Sar nei panni di Venere che il mondo del cinema imparer a conoscerla, scelta da Terry Gilliam per le sue Avventure del Barone di Munchausen. Da questo momento la vita della modella cambia e, ancora una volta, saranno gli incontri a determinarla. Come quello con Quentin Tarantino, probabilmente il regista pi importante nella sua carriera, oppure con Ethan Hawke con il quale galeotto fu Gattaca e con cui ebbe un tempestoso matrimonio, due figli ed un doloroso divorzio. Il 2009 si apre all'insegna dei suoi splendidi occhi azzurri e la sua chioma bionda con l'inquietante e psicologico Davanti agli occhi di Vadim Perelman.

Dark Hall

Un film di Rodrigo Corts. Con Uma Thurman, AnnaSophia Robb, Isabelle Fuhrman, Victoria Moroles, Noah Silver.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2018. Uscita 01/08/2018.

Il sapore del successo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,89)
Un film di John Wells [I]. Con Bradley Cooper, Sienna Miller, Daniel Brhl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy.
continua»

Genere Commedia, - USA 2015. Uscita 26/11/2015.

Pulp Fiction

* * * * -
(mymonetro: 4,35)
Un film di Quentin Tarantino. Con John Travolta, Samuel L. Jackson, Tim Roth, Amanda Plummer, Eric Stoltz.
continua»

Genere Hard boiled, - USA 1994. Uscita 03/06/2014.

Nymphomaniac - Volume 2

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,71)
Un film di Lars von Trier. Con Charlotte Gainsbourg, Stellan Skarsgrd, Stacy Martin, Willem Dafoe, Mia Goth.
continua»

Genere Drammatico, - Danimarca 2014. Uscita 24/04/2014. 18

Nymphomaniac - Volume 1

* * * - -
(mymonetro: 3,35)
Un film di Lars von Trier. Con Charlotte Gainsbourg, Stellan Skarsgrd, Stacy Martin, Shia LaBeouf, Christian Slater.
continua»

Genere Drammatico, - Danimarca 2013. Uscita 03/04/2014. 14
Filmografia di Uma Thurman »

gioved 6 dicembre 2018 - Attualit e cultura pop si incontrano, raccontando l'India contemporanea. Dal 6 all'11 Dicembre nelle sale fiorentine.

Il River to River Florence Indian Film Festival diventa maggiorenne

a cura della redazione cinemanews

Il River to River Florence Indian Film Festival diventa maggiorenne Diventa maggiorenne il River to River Florence Indian Film Festival, unico festival in Italia interamente dedicato alla cinematografia indiana. Protagonista di questa 18/ma edizione sar l'India contemporanea, con i suoi desideri, le battaglie sociali, gli usi e i costumi, raccontati in 35 pellicole in prima italiana ed europea. Le proiezioni si terranno dal 6 all'11 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/r) e in vari spazi della citt, alla presenza di registi e ospiti.
Fra le tematiche: dalle storie d'amore senza tempo, che sfidano i tab e la differenza di estrazione sociale, nella prima italiana di Sir della regista Rohena Gera (in sala dalla primavera 2019) all'emancipazione femminile in Chitra (Nude) di Ravi Jadhav bandito da vari festival internazionali che mette il mondo del nudo al centro del film; dalle aspirazioni canore e i sogni di successo in Fanney Khan, satira sul mondo dello spettacolo di Atul Manjrekar con le star Anil Kapoor e Aishwarya Ray Bachchan; alla love story in salsa Bollywood Manmarziyaan (Husband Material) di Anurag Kashyap e i conflitti e le differenze tra musulmani e hindu in Mulk di Anubhav Sinha alla presenza dell'attrice Taapsee Pannu (protagonista anche del film di chiusura Manmarziyaan), dall'esilarante pellicola on the road Karwaan di Akarsh Khurana, commedia degli equivoci con la star internazionale Irrfan Khan, passando dal tema dell'istruzione elementare raccontato in T for Taj Mahal lavoro di Kireet Khurana, ospite del festival, fino a quello de lavoro con The Lift Boy di Jonathan Augustin, tratto da un'incredibile storia vera.
In programma anche eventi collaterali tra cui mostre, talk, lezioni di cucina ed eventi off, tutti sotto la direzione di Selvaggia Velo, affiancata per la prima volta nella selezione dei film dal consulente alla programmazione Massimo Benvegn.
Un'edizione in cui attualit e cultura pop si incontrano, raccontando l'India di oggi, attraverso pellicole anticonvenzionali, che sfidano i pregiudizi sociali, e commedie romantiche. Il programma del festival si divide tra lungometraggi, documentari e cortometraggi, tutti in prima visione italiana, spesso alla presenza di ospiti internazionali tra registi e attori. Di ogni categoria il pubblico decreter il vincitore, a cui sar assegnato il "River to River Audience Award". APERTURA E CHIUSURA
L'apertura del festival, gioved 6 dicembre alle ore 20.30, sar affidata a Sir, film di debutto della regista Rohena Gera, che sar presente in sala. Il delicato lungometraggio, che ha ricevuto standing ovation alla Semaine de la Critique di Cannes 2018, sar introdotta dalla regista, presente in sala. Il film (che uscir nelle sale italiane con Academy Two nella primavera del 2019) racconta di Ratna, giovane domestica, che lavora per Ashwin, erede di una ricca famiglia di Mumbai. Possono, i tab sociali, tenere distanti due mondi opposti che si attraggono?

Emozioni in salsa Bollywood sono invece gli ingredienti principali di Manmarziyaan (Husband Material) di Anurag Kashyap, che chiuder il festival alla presenza dell'attrice protagonista Taapsee Pannu (marted 11 dicembre, ore 20.30). Proiettato in anteprima al festival di Toronto 2018, questa commedia romantica dal ritmo incalzante a suon di musica punjabi, segue le vicende della giovane Rumi dallo spirito libero e irrequieto, incastrata in un triangolo amoroso.

LUNGOMETRAGGI IN CONCORSO
Il festival presenta sette lungometraggi in concorso: The Lift Boy di Jonathan Augustin, tratto da un'incredibile storia vera, racconta di Raju, ventiquattrenne che studia per diventare ingegnere ma che dovr presto interrompere il suo sogno per sostituire il padre nel lavoro di addetto all'ascensore in un condominio di Mumbai (7 dicembre alle 18.00). Sempre a Mumbai, all'interno di un "chawl" (condominio) ambientato 3 Storeys del regista Arjun Mukherjee, presente in sala, dove si intrecciano le storie e le vite apparentemente ordinarie di alcuni suoi abitanti (7 dicembre, ore 20.30). Le aspirazioni canore e i sogni di successo di un padre si mescolano a quelli della figlia adolescente in Fanney Khan, satira sul mondo dello spettacolo di Atul Manjrekar con le star Anil Kapoor e Aishwarya Ray Bachchan, remake del film belga Assolutamente famosi (8 dicembre, ore 15.00). La star internazionale Irrfan Khan il protagonista della pellicola on the road Karwaan del Akarsh Khurana (ospite della serata) esilarante commedia degli equivoci in cui alcuni addetti ai lavori sbagliano a rendere il corpo di un parente deceduto e lo scambiano con quello di qualcun altro (8 dicembre, ore 20.30). Si costruisce unendo due punti forza dell'India (il cibo e il Taj Mahal) con una sceneggiatura geniale, la pellicola di Kireet Khurana, regista che presenter in sala T for Taj Mahal lavoro che cerca di risolvere il problema dei villaggi sperduti di questo grande Paese: l'istruzione elementare (9 dicembre, ore 18.00). Pregiudizi, conflitti e differenze tra musulmani e hindu sono al centro di Mulk lungometraggio di Anubhav Sinha con l'attrice Taapsee Pannu (ospite del festival) ispirato da un fatto di cronaca dove l'avvocato hindu Aarthi Mohammed lotta per difendere la causa della famiglia musulmana del marito, presa di mira dalla legge e dall'astio della comunit dopo un atto terroristico (9 dicembre, ore 20.30). E ancora Chitra (Nude) il film di Ravi Jadhav, bandito da vari festival internazionali per l'argomento trattato, che affronta la storia di due donne alle prese con un lavoro anticonvenzionale, contro il pregiudizio comune (10 dicembre, ore 20.30).

DOCUMENTARI IN CONCORSO
Ampio spazio anche al cinema documentario con le pellicole An Engineered Dream di Hemant Gaba sulle vite di tre ragazzi, le pressioni e le aspettative delle loro famiglie per farli diventare ingegneri (7 dicembre, ore 16.00); Grandir au Ladakh storia della piccola Padma, 12 anni, e della sua inseparabile sorellina che vivono in un piccolo villaggio Gya, in Ladakh (9 dicembre, ore 15.00, alla presenza regista Christiane Mordelet); Kalachakra: the Enlightenment di Natalie Fuchs, raccontato attraverso la voce narrante della star internazionale Uma Thurman, film su "La ruota del tempo", la pi alta iniziazione che si possa ricevere nel buddismo tibetano (9 dicembre, ore 16.30). E infine: si pu giocare a cricket indossando l'hijab? il quesito che si pone Jeremy Guy, autore di Purdah che segue le vicende di una famiglia musulmana di Mumbai, dove le tre figlie lottano contro povert, pressioni sociali e problemi familiari per inseguire le proprie aspirazioni (10 dicembre, ore 18.00).
CORTOMETRAGGI IN CONCORSO
Ricca e variegata, tra prime europee e italiane, anche la sezione dedicata ai cortometraggi: dalle aspirazioni di un padre per il proprio figlio e l'invidia per i successi altrui raccontante in Itwaar di Rahul Srivastava, che sar presente in sala, (7 dicembre, ore 16.00) al cortometraggio animato sui sogni di alcuni monaci buddisti in Everything is Upstream di Martin Ponferrada (9 dicembre, ore 11.00). Luned 10 dicembre (dalle 16.30) una selezione di corti affronter rivelazioni sconcertanti, la fuga disperata verso un futuro migliore con le proiezioni di: Ludo di Shiladitya Moulik; A Cold Summer Night di Yash Sawant; Forbidden di Vibha Gulati e Pesum por chithirame di Sabarivasan Shanmugam. Marted 11 dicembre, a partire dalle 18.00 verr tracciato un percorso sul cibo come scoperta di s, come collante sociale e come motore di condivisione con i corti Forbidden Tikka Masala, viaggio culinario di Rahul Chaturvedi; Rogan Josh di Sanjeev Vig (alla presenza dell'attrice Avantika Akerkar); Roz Khaao Ande di Neshu Saluja e Last Cup of Tea di Farha Alam.

PROIEZIONI SPECIALI
Tra le proiezioni fuori concorso, Shiraz, incantevole e romantico racconto in bianco e nero del 1928 regista Franz Osten sulla costruzione del Taj Mahal, tra costumi sontuosi e paesaggi mozzafiato. Restaurato dal British Film Institute National Archive, il film accompagnato dalla colonna sonora di Anoushka Shankar, vincitrice di un Grammy Award (sabato 8 dicembre, ore 11.00).
Al festival una giornata che accosta la passione per la meditazione alla musica dei Beatles con la proiezione di Meditazione con i Beatles documentario del giornalista Furio Colombo che sar presente in sala. Nel 1968, Furio Colombo decise di affiancare e filmare i Beatles durante il loro viaggio verso Rishikesh, alle pendici dell'Himalaya, per meditare sotto la guida del Maharishi Mahesh Yogy (sabato 8 dicembre, ore 18.00).
Infine, in programma anche i cortometraggi vincitori del concorso Advantage India, Dayalu di Priyanka Banerjee (che sar presente in sala) e Surprise di Katyayan Shivpuri (marted 11, ore 16.30).
Il festival dedica inoltre un'intera giornata alla forza delle donne, alle loro passioni, energia e coraggio luned 10 dicembre, in collaborazione con il Comune di Firenze e il Festival dei Diritti.
Si parte alle 15.30 con Bisht, Please seguito da quattro dei cortometraggi in concorso, e da un Q&A con la regista Vibha Gulati, per proseguire con il documentario Purdah di Jeremy Guy. A chiudere la giornata ci sar la proiezione di Chitra (Nude), toccante lungometraggio di Ravi Jadhav, sull'emancipazione femminile.

CURIOSIT E IMMAGINAZIONE: UN DIALOGO TRA CULTURE
La matine di domenica 11 sar dedicata a un dialogo tra le culture. Subito dopo la proiezione del cortometraggio Everything is Upstream di Martin Ponferrada, ci sar un talk in cui interverranno Svamini Shuddhananda Ghiri, monaca Ind e Anna Maria Shinnyo Marradi, monaca e maestro Zen in un dialogo aperto al pubblico.

INDIA A TAVOLA
Tra le novit di quest'anno, per alcune proiezioni ci sar la possibilit di assaggiare delle specialit del cibo indiano in una speciale "food-box" che si potr portare in sala.
Inoltre, luned 10 e marted 11 dicembre, dalle 19.00 alle 22.00, per tutti gli appassionati di cucina il River to River in collaborazione con l'Istituto Cescot (Piazza Pier Vettori 8/10 a Firenze) organizza un corso di cucina indiana.

EVENTI COLLATERALI
Tra gli eventi collaterali, la mostra "Like sugar in milk" del fotografo italo-albanese Majlend Bramo presso la Fondazione Studio Marangoni (inaugurazione 6 dicembre ore 18.00 in via San Zanobi, 19r), una documentazione visiva della comunit parsi di Mumbai, dal 2014 al 2018 che racconta la scomparsa della pi antica religione monoteista al mondo, i Parsi, ultimi seguaci dello Zoroastrismo, cogliendo i vari aspetti di questa preziosa comunit che oggi vive in India ma che sta rapidamente scomparendo. Il libro omonimo, pubblicato attraverso un crowdfunding in India stato introdotto dalla direttrice di UNESCO Parzor che si occupa della salvaguardia di questa comunit.
Venerd 7 dicembre, per festeggiare la maggiore et del festival, dalle 23.00 si terr il River To River 18th Birthday Party con il Pink Panther Bollywood dj set presso Ambl (Piazzetta dei Del Bene, 7/A).

   

Altre news e collegamenti a Uma Thurman »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità