Be Cool

Film 2005 | Commedia 114 min.

Regia di F. Gary Gray. Un film con John Travolta, Uma Thurman, Vince Vaughn, Cedric the Entertainer, André Benjamin. Cast completo Genere Commedia - USA, 2005, durata 114 minuti. Uscita cinema venerdì 15 aprile 2005 - MYmonetro 2,95 su 23 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Be Cool
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Pellicola svagata, ma con metodo, che ha la sua ragion d'essere nel personaggio di Chili Palmer, ma che merita comunque una visita, perchè quanto c'è di buono surclassa gli inevitabili difetti. In Italia al Box Office Be Cool ha incassato 2,4 milioni di euro .

Be Cool è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,95/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,92
CONSIGLIATO SÌ
Pellicola svagata ma con metodo, che ha la sua ragion d'essere nel personaggio di Chili Palmer.
Recensione di Adriano De Carlo
Recensione di Adriano De Carlo

Impossibile l'esercizio critico su Be Cool, se si esclude la certezza che John Travolta sia il miglior attore americano degli anni a cavallo tra il XX ed XXI secolo. L'attore possiede quella grazia sublime che è solo di pochi, di Cary Grant, di Marlon Brando, di Sean Connery, per intenderci. Egli attraversa questo sequel di Get Shorty con ironica rilassatezza, padrone assoluto della sceneggiatura, del personaggio, dominando gli altri interpreti, bravissimi, con l'impagabile serenità di chi recita per un dono divino, comunicando il piacere di vivere, che in una pellicola attuale è un autentico miracolo, visti i contorcimenti di interpreti che "soffrono" ridicolmente i loro personaggi.
Chili Palmer è un amico, che sa coprire i limiti di una sceneggiatura che sembra destinata agli addetti ai lavori più che al grande pubblico. Se nel precedente episodio Palmer era un piccolo criminale, intelligente ed ambizioso, che faceva il suo ingresso nel mondo del cinema, utilizzando il suo aplomb periferico, in Be Cool, il suo bersaglio è il mondo della canzone, infestato da lestofanti di ogni genere, persino dalla mafia russa, che comunque nell'immaginario collettivo ha preso il posto di tutti i cattivi convenzionali del passato: un'omologazione poco rassicurante visto che la mafia russa esiste. E Palmer prende sotto la sua ala una giovane cantante, Linda Moon (Christina Milian), accerchiata appunto dalla malavita, da rapper da strapazzo e destinata ad un'effimera carriera. Chili inizia a tessere la sua tela, mettendo gli uni contro gli altri, con astuzia bizantina, con amabile crudeltà e con il consueto apparente distacco, che incanta la sua partner del momento, Edie Athens (Uma Thurman). Chili Palmer si destreggia, evitando guai seri, senza che alcuno osi sfiorarlo. Fino alla totale dispersione dei suoi nemici e con il trionfo della sua protetta, che il leader degli Aerosmith, lo stesso Steven Tyler, inserisce in un suo spettacolo.
Per chi è a conoscenza dei meccanismi che regolano il mondo della canzone americana, tutto può apparire semplice, al contrario ci si può anche onestamente annoiare per buona parte della vicenda. Tuttavia, detto di Travolta, che tra l'altro denota una forma fisica impeccabile, il film presenta una galleria di personaggi interpretati da attori collaudati come Danny De Vito, qui anche produttore, James Woods, non accreditato, Vince Vaughn e Harvey Keitel. Ma chi davvero sorprende è il massiccio The Rock, il cui vero nome è Dwayne Johnson, nel ruolo di guardaspalle gay, che sculetta e si diverte a distruggere, per poi ricostruirlo, il suo personaggio da duro ormai collaudato. Pellicola svagata, ma con metodo, che ha la sua ragion d'essere nel personaggio di Chili Palmer, ma che merita comunque una visita, perchè quanto c'è di buono surclassa gli inevitabili difetti.

Sei d'accordo con Adriano De Carlo?
BE COOL
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €9,74
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 18 febbraio 2011
ultimoboyscout

Uno dei miei film preferiti in assoluto! Un mix di generi per un cocktail geniale e perfetto: è una commedia brillantissima a tinte noir che sfocia nel gangster movie satirico e leggero e sconfina follemente nel grottesco. Mettiamoci un cast a 5 stelle, che fa il proprio dovere alla grande, mescoliamo, anzi agitiamo e il più è fatto.

mercoledì 25 dicembre 2013
fedeleto

Il produttore cinematografico Chili Palmer,e' convinto del potenziale straordinario di una cantante di colore.Volendosi spostare nel settore discografico contatta la fresca vedova Edie.Ma tutti vogliono mettere le mani su Linda Moon,ovvero la ragazza di colore.La mafia russa.finti gansta e veri gangsta rap incominciano ad entrare in scena,e tra difficolta' e incomprensioni Linda trovera' [...] Vai alla recensione »

domenica 11 ottobre 2009
CAPPELLaiO MATT.O

dirò che vedere the rock che fa il gay mi ha turbato molto! però bel film

giovedì 10 settembre 2009
sciamalaglia

non al livello di get shorty ma,comunque sia,un buon film con un ottimo cast

mercoledì 15 aprile 2015
Barolo

Piccolo film, carino,con un Travolta abbastanza convincente,assolutamente senza pretese.Riesce a strappare qualche sorriso,ma niente di più di questo.Nel cast una conturbante Christina Milian in forma smagliante. Non c'è morale o messaggio, ma solo puro intrattenimento. così così

lunedì 24 agosto 2009
BLACKY

il primo era ben fatto e spassoso e questo sequel non delude le aspettative; ovviamente alcune cose le riprende dal primo film ma comunque guardandolo ci si appassiona quindi va bene. esagerati quelli che definiscono questo film orrendo perchè di sequel orrendi e schifosi ne esistono veramente ma questo non rientra in tale categoria. esempi di sequel brutti: alies vs predator requiem; 007 casinò royale; [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 ottobre 2009
LUCIDO71

Seconda stelletta omaggio x i vecchi film del regista, e x il cast e le comparse a dir poco stellari. Molto buona la musica, la fotografia, ma x il resto, resta una trama frivola che non ricorderemo mai, dialoghi sconclusionati, resta a metà strada fra una commedia, una gangster-story, un musical... SCONSIGLIATO. Con una squadra del genere, mi aspettavo e pretendevo molto ma molto di più!! Suggerisco [...] Vai alla recensione »

Frasi
Sai cosa si dice a uno con due occhi neri? Niente: gliel'hanno già detto due volte!
Una frase di Joe Loop (Robert Pastorelli)
dal film Be Cool
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Travolta Thurman pasticcio di noia Batti e ribatti dove il dente duole. Hollywood ci avverte che sono tutti corrotti nello show business e per convincerci richiama in servizio, 10 anni dopo Get shorty, Chilli Palmer John Travolta. Che non lavora più nel cinema ma nella musica e vuole lanciare una fanciulla irretita dalla rete malavitosa canzonettara.

Francesco Alò
Il Messaggero

Il cinema “cool” esiste. Sono film più montati che costruiti, più accattivanti che emozionanti, più “fichi” che belli. Esempi: Collateral , i due Kill Bill . Be Cool di Felix Gary Gray non fa eccezione. Ci basta? No, se ti aspetti un sequel all’altezza dell’originale Get Shorty grande commedia con violenza & risate diretta da Barry Sonnenfeld. Qui il regista è così mediocre da farsi annichilire dal [...] Vai alla recensione »

Claudio Carabba
Il Corriere della Sera

Bello e spietato, tutto vestito di nero come soltanto le iene pulp possono fare, John Travolta è di nuovo Chili Palmer, il simpatico gangster produttore di Get Shorty. Ora Chili, stanco di Hollywood, vuole sfondare nel mondo della musica, che è un’altra giungla cattiva.Calmo e deciso, Travolta-Palmer «farà solo quello che deve fare», con classe sorridente; al massimo, fra una trappola e un salto mortale, [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Film mosci e sconnessi come «Be Cool» ce ne sono tanti, ma quello che fa rabbia è lo sfruttamento dell'accoppiata più brillante della nuova Hollywood. John Travolta e Uma Thurman, per sempre uniti nell'immaginario collettivo dal ballo di «Pulp Fiction», si prestano all'inevitabile citazione che, altrettanto inevitabilmente, sfocia in recriminazione: la colpa, ovviamente, è di regista & sceneggiatore [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Cloni, cinema usato di seconda mano, commedie (diciamo) post-moderne, magari (volendo un termine colto) metacinema. Scomparsi o quasi i prototipi e l'originalità, ogni film ne contiene almeno altri due, anche quando non si presenta come sequel o remake. Persino le vecchie commedie amorose per signora, al loro infausto ritorno, sono il risultato di uno sfruttamento almeno doppio.

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Tanto vale cominciare dalla scena più attesa di Be Cool , quella che ammicca all’analoga situazione dell’ormai mitico Pulp Fiction ( 1994) in cui Quentin Tarantino, riferendosi all’altrettanto mitico La febbre del sabato sera , accoppiò felicemente John Travolta a Uma Thurman riportando l’ex divo sulla pista da ballo e risollevandone così la declinante carriera.

Cristina Piccino
Il Manifesto

Chili Palmer-John Travolta è tornato. Lo avevamo incontrato in Get Shorty dove si era avventurato nel mondo della produzione cinematografica, dopo un trascorso da strozzino. Ora ha diversificato l'attività. Basta cinema, solo musica. L'inizio della storia è fornita da James Woods che schiatta subito, ma gli dà involontariamente l'idea della diversificazione.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Dieci anni fa in Get Shorty, tratto dal romanzo di Elmore Leonard, Travolta interpretava Chili Palmer, un mafioso riciclatosi produttore cinematografico. In questo seguito a distanza, Palmer resta nello show-biz, però cambia settore e si ricicla ulteriormente nella musica. Per aiutare una bella vedova, proprietaria di un'etichetta discografica in crisi, il tipo decide di trasformare una ragazza scovata [...] Vai alla recensione »

Giulia D'Agnolo Vallan
Ciak

Quentin Tarantino ha adattato un solo romanzo di Elmore Leonard (Rum Punch, diventato Jackie Brown) ma senza l’influenza del colorito, iperbolico, verbosissimo immaginario dello scrittore di New Orleans è impossibile immaginare tutto il suo cinema: Pulp Fiction è infatti più profondamente leonardiano di qualunque adattamento “ufficiale”. Oltre che in Jackie Brown, la somma letterale delle loro due [...] Vai alla recensione »

Oscar Cosulich
Il Mattino

È il film che ha fatto tornare a ballare insieme Uma Thurman e John Travolta dieci anni dopo «Pulp Fiction». È il ritratto sarcarstico, ironico e spietato di quel mondo popolato di squali che è l'industria musicale americana. È «Be Cool», da questa settimana sugli schermi negli Stati Uniti e in arrivo in Italia ad aprile. Molti ricorderanno «Get Shorty», il film che vedeva protagonista Chili Palmer, [...] Vai alla recensione »

Carlo Bizio
L'Espresso

Chili Palmer è un James Bond di strada, dice John Travolta, fra un passo di danza e l’altro, mentre una musica salsa avvolge il set di Be Cool nel sottovia della downtown deserta e notturna di Los Angeles. In Be Cool Travolta è ancora una volta Chili Palmer, il mafioso di Miami che aveva interpretato nel film Get Shorty (1995): un delinquente diventato cult, anche se era venuto dopo l’irresistibile [...] Vai alla recensione »

Cesare Balbo
L'Espresso

Negli Stati Uniti sta per uscire, in Italia lo vedremo in primavera, ma i gadget stanno già andando a ruba: la black comedy Be cool, che riunisce la coppia Uma Thurman-John Travolta ha già messo, con successo, sul mercato le magliette col titolo e le locandine del film, che riproducono un disco in vinile. Perché è proprio la musica ad essere al centro di questa pellicola, sequel di Get Shorty ambientato [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Stavolta ballano! Lei gli chiede «Balli?», e lui risponde «Sono di Brooklyn!»: come dire, che domande! Lei è Uma Thurman e lui è John Travolta: lui in realtà è di Englewood, New Jersey (è un «Jersey Boy» come Frank Sinatra, Danny De Vito, Bruce Springsteen…), ma era di Brooklyn il suo alter ego Tony Manero, il personaggio che quasi trent’anni fa gli regalò fama imperitura con La febbre del sabato sera. [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

Il titolo è un manifesto estetico. Non è rivoluzionario come le dichiarazioni programmatiche delle avanguardie storiche né ha le asprezze dei dogma all’europea. In fondo, si tratta di “essere o non essere cool”. In questa commedia, con vampate di altri generi, ambienti, situazioni, personaggi fittizi e personaggi che interpretano loro stessi, si vive nel paesaggio scintillante e impalpabile in cui [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati