Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerdì 9 dicembre 2016

Violante Placido

Ma papà ti manda sola?

40 anni, 1 Maggio 1976 (Toro), Roma (Italia)
occhiello
c:kamal per chi hai comprato queste rose?
k:per me
C:cioè tu...ti ami?

dal film Lezioni di cioccolato (2007) Violante Placido è Cecilia
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Violante Placido
David di Donatello 2004
Nomination miglior attrice per il film Che ne sarà di noi di Giovanni Veronesi



Intervista a Violante Placido, interprete di Moana, la miniserie di Sky Cinema 1.

Moana, un'icona degli anni '80

martedì 1 dicembre 2009 - Mattia Nicoletti cinemanews

Moana, un'icona degli anni '80 Con la decisione di interpretare Moana, la fiction in due puntate in onda su Sky Cinema 1 stasera e domani alle 21, Violante Placido ha fatto una scelta importante. Il ruolo di Moana Pozzi, una delle donne italiane che ha lasciato il segno nel cinema porno e nella società negli anni '80, prematuramente scomparsa, è una prova complessa che potrebbe consacrare definitivamente la giovane attrice. In Moana, diretta da Alfredo Peyretti (che ha sostituito Cristiano Bortone in conflitto con la produzione) Violante Placido, è candida e angelica nei suo atteggiamenti come un angelo della rivoluzione sessuale, e dipinge un personaggio nei suoi conflitti e nella sua libertà, nei suoi rapporti con Riccardo Schicchi e nell'eterna concorrenza con Cicciolina.

Presentata la miniserie in onda su Sky cinema.

Moana, un mito nazionale

venerdì 27 novembre 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

Moana, un mito nazionale Finalmente sugli schermi di Sky Cinema, l'1 e 2 dicembre, in prima serata, l'attesissima miniserie sulla vita della pornostar più famosa d'Italia. Fugacemente mostrata all'ultimo festival della fiction, Moana è stata presentata quest'oggi alla Casa del cinema di Roma. Nel percorso della produzione Sky, spiega il responsabile Niels Hartmann, si è sempre avuto l'obiettivo di cercare storie originali e anche scomode, come Quo vadis Baby o Romanzo criminale, e Moana simboleggia questo percorso ed è un punto d'arrivo dal quale ripartire. Conferma appieno Leonardo Breccia, produttore di Polivideo, che esordisce con il ringraziare Sky per aver creduto in questo progetto, in un personaggio inusuale, per raccontare il quale ci si è attenuti al percorso reale della sua vita, con l'aggiunta di alcuni momenti di ricostruzione creativa; non c'era l'intento di fare un documentario o un'inchiesta giornalistica, ma soltanto il proposito di raccontare la vita di una persona fuori dalla norma, una persona molto determinata, combattiva; una donna senza ipocrisie né maschere, anche coraggiosa, considerata la sua educazione in una famiglia cattolicissima, mentre lei ha fatto una scelta impensabile per quei tempi e per quell'ambiente. Un progetto grazie al quale ci si è resi conto che l'Italia non è fatta solo di "santi, poeti e navigatori", ma anche di un personaggio come Moana, che fa parte del costume nazionale. Lei, non a caso, ancora oggi è ricordata da molti e resta uno dei miti di questo paese, al di là dei giudizi che se ne possano dare. Alfredo Peyretti, il regista, si dice contento dell'equilibrio che è stato raggiunto con il film e del racconto fatto attraverso uno spazio di libertà che il regista propone in tv da circa quindici anni, dopo sei anni vissuti in un paese più libero, sia politicamente sia culturalmente, come l'Australia. Questa forma di libertà l'ha vissuta facendo Moana, per la possibilità di raccontare la storia con una forma e una musicalità non limitate. C'è bisogno di coraggio per recuperare una mancanza culturale di libertà, nel personalizzare i prodotti che si fanno e per rivalorizzare il made in Italy, ribadisce Peyretti. Una realizzazione divertente, incalza Breccia, spiegando che la documentazione è stata fatta attraverso incontri con il vero Schicchi, il marito di Moana, Antonio Di Ciesco, e con l'associazione creata dopo la sua morte. Tantissimi sono stati i provini per arrivare alla scelta della protagonista Violante Placido, credibile anche a detta di Schicchi e il marito, tanto da sembrare "una Moana più credibile di Moana".

Domenica e lunedì la miniserie dal celebre racconto di Collodi.

Pinocchio: La fiaba italiana senza tempo torna in tv

martedì 27 ottobre 2009 - Edoardo Becattini cinemanews

Pinocchio: La fiaba italiana senza tempo torna in tv Le fiabe sono fatte per essere raccontate e per trovare a ogni nuova lettura un senso ulteriore che le renda universali e senza tempo. "Le avventure di Pinocchio" di Carlo Collodi godono di questo fascino eterno grazie a una serie di personaggi e di situazioni eternamente rinnovabili in base allo spirito del tempo, a cominciare dalla straordinaria figura protagonista: un bambino di legno vivace e curioso che impara, attraverso prove dure e incredibili, come si sta al mondo.
Pinocchio come favola dell'infanzia e della maturità, capace di affascinare tanto i lettori italiani di fine Ottocento che gli spettatori televisivi dell'era contemporanea, e di passare attraverso trasposizioni e riletture differenti. Dalla più celebre versione a cartoni animati del 1940 firmata Walt Disney, fino alla magniloquente quanto controversa rilettura ad opera di Roberto Benigni, certamente una delle trasposizioni che il grande pubblico in Italia maggiormente ricorda è quella realizzata nel 1971 da Luigi Comencini per la RAI. A quel progetto, uno degli sceneggiati di maggior successo della televisione nazionale, si ispira la nuova versione concepita da Alberto Sironi, anche grazie alla continuità apportata dalla Lux Vide e dalla presenza di Ettore Bernabei.
Come fu per quello di trentacinque anni fa, il nuovo Pinocchio utilizza volti popolari (al tempo Nino Manfredi, Gina Lollobrigida, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia; adesso Bob Hoskins, Luciana Littizzetto, Margherita Buy, Violante Placido e Alessandro Gassman) e una location suggestiva (la regione del viterbese per Comencini, il borgo di Civita di Bagnoregio per Sironi), per dare nuova lettura al mito che non muore di Pinocchio e alle sue strette e rinnovabili somiglianze con l'epoca contemporanea.

Cinque donne e un festival.

5x1: A Roma, la festa delle donne

martedì 13 ottobre 2009 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: A Roma, la festa delle donne A pochi giorni dall'inizio dell'ormai ex festa veltroniana si può dire che il Festival Internazionale del Film di Roma sta finalmente assumendo una sua dimensione. Lontana dal padre putativo – e anche dalla madre adottiva Goffredo Bettini che lo ha diretto agli inizi – la quarta edizione può essere considerata quella dello slancio in avanti definitivo. Messe da parte velleità autoriali e appetito da aperitivo accanto al tappeto rosso, la selezione in concorso del 2009 si dimostra sobria ma anche attenta alle esigenze del pubblico, come dimostra Up in the air di Reitman con Clooney, e le ricche selezioni parallele, tra documentari e voglia di sperimentare.
Scartabellando tra le pieghe del Festival tra ruggiti di vecchi leoni come Ivory, Littin e Hallstrom, fa piacere leggere i nomi di donne, giovani e meno giovani, che rappresentano il passato, il presente e soprattutto il futuro del nostro cinema. Con madrina del festival Margherita Buy e l'opera prima di Stefani Sandrelli regista, a Roma sfileranno sul tappeto rosso cinque stelle emergenti – ma anche un po' di più – della celluloide del Belpaese: Maya Sansa, Isabella Ragonese, Valeria Solarino, Alba Rohrwacher e Moran Atias. Ed è il caso di esclamare: è veramente un bel cinema.

7 minuti

* * * - -
(mymonetro: 3,14)
Un film di Michele Placido. Con Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia, Svizzera 2016. Uscita 03/11/2016.

Il libro della giungla

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,74)
Un film di Jon Favreau. Con Idris Elba, Scarlett Johansson, Lupita Nyong'o, Christopher Walken, Giancarlo Esposito.
continua»

Genere Avventura, - USA 2016. Uscita 14/04/2016.

Il cecchino

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,85)
Un film di Michele Placido. Con Daniel Auteuil, Mathieu Kassovitz, Olivier Gourmet, Francis Renaud, Nicolas Briançon.
continua»

Genere Thriller, - Francia 2012. Uscita 01/05/2013.

Ghost Rider: Spirito di vendetta

* * - - -
(mymonetro: 2,48)
Un film di Mark Neveldine, Brian Taylor. Con Nicolas Cage, Johnny Whitworth, Ciarán Hinds, Violante Placido, Idris Elba.
continua»

Genere Azione, - USA, Emirati Arabi Uniti 2012. Uscita 23/03/2012.

The American

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,85)
Un film di Anton Corbijn. Con George Clooney, Violante Placido, Thekla Reuten, Paolo Bonacelli, Bruce Altman.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2010. Uscita 10/09/2010.
Filmografia di Violante Placido »
7 minuti (2016) Il libro della giungla (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità