Dizionari del cinema
Quotidiani (3)
Periodici (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 21 agosto 2018

George Clooney

No Clooney, no party

Nome: George Timothy Clooney
57 anni, 6 Maggio 1961 (Toro), Lexington (Kentucky - USA)
occhiello
"Alzai gli occhi al cielo e ricambiai il sorriso.
E quando incrociai il suo sguardo, vidi tutto ci che avevo cercato!"

dal film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2 (2012) George Clooney Ryan Bingham
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
George Clooney
Golden Globes 2012
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Paradiso amaro di Alexander Payne

Golden Globes 2012
Premio miglior attore in un film drammatico per il film Paradiso amaro di Alexander Payne

BAFTA 2012
Nomination miglior attore per il film Paradiso amaro di Alexander Payne

Premio Oscar 2012
Nomination miglior attore per il film Paradiso amaro di Alexander Payne

Golden Globes 2010
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Tra le nuvole di Jason Reitman

BAFTA 2010
Nomination miglior attore per il film Tra le nuvole di Jason Reitman

Premio Oscar 2010
Nomination miglior attore per il film Tra le nuvole di Jason Reitman

Golden Globes 2008
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Michael Clayton di Tony Gilroy

Premio Oscar 2008
Nomination miglior attore per il film Michael Clayton di Tony Gilroy

Golden Globes 2006
Premio miglior attore non protagonista per il film Syriana di Stephen Gaghan

Golden Globes 2006
Nomination miglior attore non protagonista per il film Syriana di Stephen Gaghan

Premio Oscar 2005
Premio miglior attore non protagonista per il film Syriana di Stephen Gaghan

Premio Oscar 2005
Nomination miglior attore non protagonista per il film Syriana di Stephen Gaghan

Golden Globes 2001
Nomination miglior attore per il film Fratello, dove sei? di Joel Coen, Ethan Coen

Golden Globes 2001
Premio miglior attore per il film Fratello, dove sei? di Joel Coen, Ethan Coen



L'attore sar impegnato con Delta Blues.

George Clooney produttore tv

marted 27 ottobre 2009 - Lisa Meacci cinemanews

George Clooney produttore tv Torniamo a parlare di George Clooney, il bell'attore holliwoodiano ultimamente sulle copertine di tutti i rotocalchi. Stavolta per, torna sui giornali non per fatti di cronaca rosa ma per (meno male) questioni di lavoro: si dice che Clooney sarebbe intenzionato a produrre una nuova serie per Tnt, intitolata Delta Blues. La plot, in fase di lavorazione da pi di un anno, racconta di un poliziotto di Memphis che vive con la madre, perennemente impegnato a risolvere i propri problemi economici. Come originale secondo lavoro decide di fare l'imitatore del grande Elvis Presley.

   

L'attore presenta al festival Tra le nuvole.

George Clooney, un americano a Roma

sabato 17 ottobre 2009 - Marianna Cappi cinemanews

George Clooney, un americano a Roma Ryan Bingham ha un bagaglio leggero. Non pu fare altrimenti, deve ottimizzare i tempi d'imbarco e di movimento, non pu portarsi dietro niente e nessuno. Deve essere libero, per volare da una parte all'altra degli Stati Uniti, a licenziare gente piena di figli e di problemi. A trainare con charme il trolley di Ryan George Clooney, a pilotare l'aereo di Up in the air che lo ha portato al festival di Roma Jason Reitman, che conosce la strada perch se l' gi spalancata due anni fa con Juno.

George Clooney torna come produttore a Venezia.

The Men Who Stare at Goats: una commedia nera per Ewan McGregor

mercoled 9 settembre 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

The Men Who Stare at Goats: una commedia nera per Ewan McGregor Giampaolo Letta: Il film uscir in Italia il 4 dicembre, il titolo lo dovremmo scegliere ma non facile come potete immaginare, anzi, se avete delle idee ce le potete anche suggerire. L'autore del libro, Jon Ronson ci ha suggerito 'Capre di guerra', vedremo se funziona.
Ewan, come successo che un ex cavaliere jedi finito in un film dove non sa che cosa sono i cavalieri jedi?
Ewan McGregor: Ci sono delle persone che non conoscono Guerre stellari e gli jedi e il mio personaggio nel film uno di loro.

L'attore ha espresso interesse per la franchise della Paramount.

George Clooney sar il prossimo Jack Ryan?

marted 7 luglio 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

George Clooney sar il prossimo Jack Ryan? La scorsa settimana Amy Pascal della Sony ha annunciato un nuovo accordo con George Clooney che sta lasciando la Warner dopo quasi vent'anni di collaborazione. Clooney una delle star pi famose di Hollywood ma non ha avuto molti successi al botteghino, specie con film come Intrigo a Berlino o In amore niente regole. Al momento l'attore sta girando il film Up in the Air a paga ridotta, sotto la direzione di Jason Reitman (Juno) che uscir a gennaio 2010 per la Paramount.
Una fonte interna ha rivelato che l'attore in cerca di una nuova franchise commerciale al posto di quella di Ocean's che dopo la morte dell'attore Bernie Mac, uno dei membri della squadra, pare non avr altri sequel. Clooney si mostrato interessato alla possibilit di interpretare il ruolo di Jack Ryan se la Paramount sar interessata a riprendere la serie ispirata ai romanzi di Tom Clancy.

Ripercorriamo la carriera televisiva dell'attore.

E.R.: George Clooney torna in prima linea

venerd 5 giugno 2009 - Mattia Nicoletti cinemanews

E.R.: George Clooney torna in prima linea Siamo abituati spesso a conoscere gli attori nel momento in cui diventano famosi. Altre volte, invece, li seguiamo fin dai primi passi o quasi. Tra questi ultimi c' sicuramente George Clooney. George Clooney nasce dalla televisione, nel vero senso del termine, perch suo padre conduceva un talk show a Cincinnati, e quindi il piccolo schermo stato il suo trampolino di lancio. Se escludiamo l'esordio nel 1978 in una mini serie (Centennial), il cammino televisivo di George Clooney iniziato nel 1984 con un episodio di Riptide, serie retr in cui il Riptide era la barca sede di un'agenzia investigativa fondata da due compagni d'esercito.
Nello stesso anno ha curiosamente interpretato i panni di Ace in una commedia ospedaliera seriale che ha lo stesso titolo della serie che gli dar il successo, E.R., ambientata a Chicago e durata una sola stagione. In questo periodo George Clooney completamente diverso da quello che ci immaginiamo noi, perch ha il capello arruffato e le sopracciglia folte. naturale che il suo sorriso ammaliante lo ha accompagnato da sempre. Attraversati diversi telefilm in cui compare in uno o pi episodi (The Facts of Life, La signora in giallo, Hunter, Hotel, Roseanne e altri), Clooney nel 1994 finalmente si trova a fare parte di un progetto innovativo che gli cambier la carriera.

Clooney e Zellweger ricreano una coppia di memoria grant-hepburniana tra battute al vetriolo e romanticismo d'epoca.

In amore niente regole: la commedia sofisticata di George

mercoled 9 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

In amore niente regole: la commedia sofisticata di George Alla terza prova dietro la macchina da presa George Clooney stupisce tutti con una commedia brillante, che si rif al cinema di Preston Sturges e che lo vede duettare - con ritmo e disinvoltura - con Rene Zellweger, ricreando un modello di memoria grant-hepburniana, tra battute al vetriolo e romanticismo d'epoca. Giunti a Roma per la presentazione di In amore niente regole i due si rimpallano le domande pi irriverenti, scherzano sulle difficolt di aver girato un film insieme, sfoggiano tutto il loro charme e non perdono mai un colpo, neanche dinanzi alla fatidica domanda rivolta a George: il film finisce con un matrimonio, come finisce nella realt? E lui, con quel fare tra il serio e il faceto, risponde: in Syriana ero un agente della CIA, ma questo non vuol dire che nella vita reale voglia diventarlo.

Affermatosi in televisione "George il bello" diventato protagonista delle cronache di Hollywood.

5x1: George Clooney, il dottor Ross cresciuto

marted 2 ottobre 2007 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: George Clooney, il dottor Ross  cresciuto Il ragazzo del Kentucky cresciuto. George Clooney da Lexington ha calpestato tutti i gradini della scala del successo. Dai piccoli ruoli ne L'albero delle mele e Pappa e ciccia, arrivato all'Oscar e ad avere un onore riservato solo ai grandissimi del cinema. Infatti, come Orson Welles, Woody Allen, Warren Beatty e Roberto Benigni, Clooney stato candidato agli Oscar nello stesso anno in tre categorie differenti. capitato quando ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per Syriana e contemporaneamente stato nominato per la miglior regia e miglior sceneggiatura per Good Night, and Good Luck.
Con Michael Clayton Clooney ci riprova con un personaggio negativo, andando a scavare nel sottobosco dell'establishment americano, l'universo avvocatizio, dipinto sempre pi da Hollywood come uno dei mali della "grande societ" a stelle e strisce.
Tra un incidente in moto e un cambio di fidanzata, Clooney ci ha abituato a scelte difficili, come quando pass da La tempesta perfetta alla guerra del Golfo di Three Kings.

L'arrivo al Lido di George Clooney, tra polemiche e consensi.

Michael Clayton: l'avvocato del diavolo

venerd 31 agosto 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Michael Clayton: l'avvocato del diavolo Il consulente di un importante studio legale, Michael Clayton, un ex procuratore che ha scelto di lavorare per la societ in qualit di "spazzino". A lui ci si rivolge per capire come procedere in casi delicati, e lui (proprio come il Wolf di Tarantino) arriva sul posto pronto a prendere in mano la situazione. Quando l'amico Arthur Edens, uno degli avvocati pi competenti del paese, perde improvvisamente e inspiegabilmente la testa in un attacco di follia, Michael tenta di aiutarlo ma si trover coinvolto in un disegno multinazionale che finir per mettere la sua vita in pericolo. Giunto a Venezia in veste di produttore esecutivo e interprete del film per presentare l'opera prima di Tony Gilroy (sceneggiatore della trilogia su Jason Bourne e de L'avvocato del diavolo), George Clooney si rifiutato di rispondere alla domanda sul perch avesse deciso di fare da testimonial a una grande multinazionale nonostante l'impegno civile e sociale.

Reduce dallesperienza in bianco e nero di "The Good German" (Intrigo a Berlino), George Clooney ci rivela qualcosa in pi!

Il buon George

venerd 2 marzo 2007 - Claudia Resta cinemanews

Il buon George Abbiamo gli stessi gusti e non ci siamo ancora stancati, anzi: ci divertiamo un mondo! Cerchiamo di sostenerci a vicenda, professionalmente parlando, anche quando non dobbiamo lavorare insieme, e siamo molto amici. Questo fa davvero la differenza, quando poi ci troviamo sullo stesso set.

Money Monster - L'altra faccia del denaro

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,93)
Un film di Jodie Foster. Con George Clooney, Julia Roberts, Jack O'Connell, Dominic West, Caitriona Balfe.
continua»

Genere Thriller, - USA 2016. Uscita 12/05/2016.

Ave, Cesare!

* * * - -
(mymonetro: 3,17)
Un film di Ethan Coen, Joel Coen. Con Josh Brolin, George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Scarlett Johansson.
continua»

Genere Commedia nera, - USA 2016. Uscita 10/03/2016.

Tomorrowland

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,80)
Un film di Brad Bird. Con Britt Robertson, George Clooney, Kathryn Hahn, Judy Greer, Hugh Laurie.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2015. Uscita 21/05/2015.

Monuments Men

* * - - -
(mymonetro: 2,47)
Un film di George Clooney. Con George Clooney, Matt Damon, Bill Murray, John Goodman, Jean Dujardin.
continua»

Genere Drammatico, - USA, Germania 2014. Uscita 13/02/2014.

Gravity

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,50)
Un film di Alfonso Cuarn. Con Sandra Bullock, George Clooney, Ed Harris, Orto Ignatiussen, Phaldut Sharma.
continua»

Genere Fantascienza, - USA, Gran Bretagna 2013. Uscita 03/10/2013.
Filmografia di George Clooney »

sabato 11 agosto 2018 - L'artista riuscito ad essere eroe in un'epoca non favorevole a quel ruolo. Speriamo cambi idea.

Robert Redford lascia il set, la perdita grande

Pino Farinotti cinemanews

Robert Redford lascia il set, la perdita  grande La notizia non bella, proprio non lo : Robert Redford non far pi l'attore. Le categorie di racconto che lo riguardano sono molte perch Redford un attore, un uomo, impegnato nel sociale, nella cultura del suo paese e di riflesso dovunque, al massimo livello. Ma attore&uomo, non basta, vale un altro lemma, che verr. Ci sono attori che nelle epoche hanno dettato quella che si dice identificazione: sappiamo cosa significa, diventano un modello di cui ci fidiamo, al quale deleghiamo tutto ci che non riusciamo ad essere. E in quella chiave non si sgarra, il modello non pu che essere buono: sar un giovane e un adulto onesto, onorer ci che va onorato, niente lo corromper, la donna che lo ama si sentir sempre al sicuro, nessun tradimento, nessuna mancanza di rispetto. un quadro che nella nostra epoca non cos sexy, un modello come quello non viene compreso, annoia, appare sorpassato. Va riaggiornato, e Redford riuscito ad essere eroe -il lemma detto sopra- in un'epoca non favorevole a quel ruolo. In Come eravamo di Sydney Pollack, del 1973, Redford uno studente che scrive un racconto. L'incipit "Egli era come la nazione in cui viveva, aveva avuto tutto troppo facilmente." una definizione che si gli si addice, ma che non deriva da un privilegio di nascita, perch la sua era una famiglia modesta, ma dal talento quando si sposa all'intelligenza. Una chimica che, bene applicata, ti fa correre veloce. Fra le esperienze giovanili, diciamo formative, di Robert, c' una permanenza in Italia e una in Francia. Se in questi posti stai attento, ti guardi in giro, e sai vedere e ascoltare, hai sicuramente assunto anche una piccola parte di quelle culture che fanno di te un americano diverso, quando te ne torni in California.
Poi c' la professione, abbastanza conforme al percorso dei divi: un po' di teatro, di televisione. E poi il cinema: dopo un paio di piccoli ruoli Redford ne copre uno importante ne La caccia, dove si confronta, senza sfigurare, con Marlon Brando, e dove incontra Jane Fonda, che sar sua partner in A piedi nudi nel parco, il film che gli fa fare il salto di qualit. un ruolo leggero e Redford aspira a ben altro. Che arriva. Trattasi di Butch Cassidy, il western di Roy Hill, dove se la gioca (quasi) alla pari con Paul Newman. il 1969 e Robert ha 33 anni. E ormai nel cartello dei divi, quelli che vai a vedere comunque, senza prestare attenzione al titolo del film.

luned 30 luglio 2018 - Il film di Gary Ross sembra andare oltre l'idea di semplice revival gender switch. Al cinema.

Ocean's 8, instant-blockbuster o spin-off che riapre la saga?

Lorenzo Ciofani, vincitore del Premio Scrivere di Cinema cinemanews

Ocean's 8, instant-blockbuster o spin-off che riapre la saga? probabile che il motivo per cui Gary Ross sia stato chiamato a dirigere una cos grande operazione commerciale abbia a che fare anche con Hunger Games, con l'idea - brillantemente veicolata dalla saga - che anche le ragazze possano essere eroine in grado di dominare generi a loro spesso preclusi, se non come deuteragoniste quasi sempre subordinate all'eroe. Con Ross, insomma, non siamo nei territori di Wonder Woman, al cui successo ha contribuito la regia di Patty Jenkins, o di Black Panther, diretto non a caso dall'afroamericano Ryan Coogler. D'altronde Ocean's 8 non pensato dentro le logiche della militanza o dell'"omogeneit" tra personaggi narrati e narratore (bench in sede di sceneggiatura ci sia anche Olivia Milch): piuttosto interessato alla riproposizione all-female star di un fortunato franchise, confidando inoltre nella buona disposizione dello spettatore chiamato ad accettare l'inaspettata parentela tra i fratelli Sandra Bullock e George Clooney. Lorenzo Ciofani Onestamente non si mai del tutto persuasi che questa heist comedy abbia bisogno di quel nesso narrativo, per quanto allo stesso tempo sia abbastanza chiaro che la ragione legata alla possibilit di avvantaggiarsi dell'aggancio con qualcosa di gi familiare.

Eppure la stessa Bullock ha dimostrato di avere il carisma per poter affrontare generi sulla carta inconsueti, come il buddy cop Corpi da reato diretto dallo specialista Paul Feig, autore di Le amiche della sposa, Spy e Ghostbusters. Ed altres interessante rilevare che mentre questo vituperato reboot cambiava l'identit di genere degli acchiappafantasmi, il pi scaltro Ocean's 8 amplia il cast mantenendo la banda originale nel ricordo del nuovo gruppo (e nel suo ricalco, anzitutto il rapporto alla pari tra Bullock e Cate Blanchett che replica quello tra Clooney e Brad Pitt): sembra essere questa la chiave di volta, proponendo non un revival gender switch ma un finto spin-off che prosegue e dilata un universo.
Ross, che non - e forse non vuole essere - Steven Soderbergh e non intende ripensare il cinema o indicare nuove vie, ha ben chiara la natura derivativa del suo film e tiene presente che gi il primo Ocean's 11 nasceva come remake di Colpo grosso. Cos, rivolge lo sguardo all'eleganza formale dei film di rapina degli anni Sessanta (quelle di Debbie potrebbero essere, senza troppa fantasia, le sue sette donne d'oro...), garantendo un'aurea di classicit che colloca il film in una dimensione meno occasionale della facile etichetta di instant-blockbuster post Time's Up.

Orchestra un lavoro a suo modo complesso per equilibri tra star, tematiche e filoni, nel quale devono collimare il rinsaldato legame con la precedente trilogia, l'organizzazione di un colpo che sia credibile (e possibilmente ad alto tasso glamour, tant' che si svolge durante il Met Gala di New York), le avventure di un gruppo inclusivo interpretato da un cast crossmediale, il bisogno di assicurare alle otto della banda gli spazi per articolare al meglio le personalit, la tensione incalzante di un intrattenimento pop. Tutto questo grazie ad un regista uomo bianco e sessantenne.

   

Altre news e collegamenti a George Clooney »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità