Un figlio di nome Erasmus

Film 2020 | Commedia, Film per tutti 107 min.

Regia di Alberto Ferrari. Un film con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Daniele Liotti, Ricky Memphis, Carol Alt, Filipa Pinto. Cast completo Genere Commedia, - Italia, 2020, durata 107 minuti. Uscita cinema mercoledì 1 luglio 2020 distribuito da Eagle Pictures. Oggi tra i film al cinema in 4 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,29 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un figlio di nome Erasmus tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Quattro quarantenni che, a distanza di 20 anni dall'Erasmus a Lisbona, si ritrovano in Portogallo per affrontare un viaggio avventuroso ed emozionante. In Italia al Box Office Un figlio di nome Erasmus ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 15,6 mila euro e 3,4 mila euro nel primo weekend.

Un figlio di nome Erasmus è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato nì!
2,29/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 1,70
PUBBLICO 2,67
CONSIGLIATO NÌ
Un road movie salvato da una misura di dolcezza e di affettuosa complicità tra i protagonisti.
Recensione di Paola Casella
sabato 11 aprile 2020
Recensione di Paola Casella
sabato 11 aprile 2020

Jacopo lavora per una multinazionale di carattere umanitario; Ascanio fa la guida alpina per manager in cerca di ispirazione; Enrico è un architetto candidato alla Camera dei deputati e in procinto di sposarsi; e Pietro è un "manager artistico" il cui principale cliente è un gruppo che fa cover dei Pooh. Sono amici da quando erano ragazzi, ed è proprio un ricordo di gioventù a riunirli: una loro ex fiamma, Amalia, conosciuta durante il periodo di studio del quartetto in Portogallo, è deceduta e un giudice li ha convocati per comunicare loro le ultime volontà della defunta. All'arrivo scopriranno che uno di loro è il padre del figlio di Amalia: ma chi? Non resta che partire per un viaggio alla scoperta della paternità, che sarà anche un viaggio di scoperta di se stessi e un rinnovo dell'amicizia decennale.

Un figlio di nome Erasmus è un road movie che si inserisce appieno nel filone della commedia italiana contemporanea, e in particolare ricorda molto da vicino Ovunque tu sarai, film del 2017 in cui quattro amici si recavano a Madrid con un pulmino scassato come quello su cui si spostano Ascanio, Jacopo, Enrico e Pietro partendo da Lisbona: persino uno degli attori protagonisti, Ricky Memphis, appare in entrambi i film.

Opera terza di Alberto Ferrari, anche sceneggiatore insieme a Gianluca Ansanelli, Un figlio di nome Erasmus segue la formula ormai consolidata fra le commedie prodotte in serie nell'Italia di oggi, e dunque tracima voce fuori campo ("Questo sono io"), esagerazioni comiche, caratterizzazioni fragili e sottolineature musicali. Ma il film ha anche un debito di riconoscenza verso la serie Una notte da leoni e verso il primo Salvatores, di cui cerca di replicare l'ingenuità e la tenerezza. E in parte ci riesce, soprattutto grazie ad un cast che trova la sua chimica lungo il corso della storia e fa leva sul rapporto consolidato fra Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri.

Bizzarri è la sorpresa del film, poiché rivela tempi recitativi affinati nel tempo e una capacità di passare dal registro comico a quello drammatico in maniera convincente. Kessisoglu, Memphis e Daniele Liotti completano il gruppetto di malcapitati la cui interazione è piacevole e a tratti divertente.

Il problema risiede nelle svolte narrative, tutte piuttosto scontate, compreso un "colpo di scena" finale intuibile fin dalle prime scene. La costruzione dei personaggi, in particolare quello di Jacopo, è zeppa di contraddizioni logiche e le implausibilità si moltiplicano lungo tutta la storia. Un figlio di nome Erasmus è un film molto già visto, salvato da una misura di dolcezza e dall'affettuosa complicità fra i suoi interpreti.

Sei d'accordo con Paola Casella?
Una commedia on the road che mescola amicizia, gag e nostalgia.
Overview di Giorgio Crico
giovedì 16 gennaio 2020

Vent'anni dopo il loro Erasmus a Lisbona, un gruppo di amici quarantenni si ritrovano tutti insieme nel paese iberico perché Amalia - una donna che tutti loro hanno amato, al tempo - è scomparsa lasciando dietro di sé un figlio, ormai ventenne, che potrebbe tranquillamente aver concepito con ognuno di loro. I quattro "padri a sorpresa" decidono così di affidarsi al test del DNA per poter deliberare una volta per tutte chi sia il papà biologico e a chi quindi spetti la responsabilità di questo figlio. Nell'attesa del referto ufficiale, però, a tutti e quattro vien voglia di conoscere il ragazzo e si imbarcano in un lungo viaggio alla volta del Portogallo per andare a trovare il possibile figlio: ovviamente la convivenza forzata - e l'irruzione imprevista di una ragazza che si aggiunge alla compagnia - porta a tutta una serie di disavventure, equivoci e situazioni assurde che renderanno il percorso indimenticabile.

Il cast vede i quattro protagonisti principali avere i volti di Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Daniele Liotti e Ricky Memphis, per un poker di attori ormai veterani in questo genere di commedia e che, in passato, hanno anche già spesso lavorato insieme.

A impreziosire la compagnia ci sono anche le interpreti femminili, ossia Valentina Corti e la giovanissima attrice portoghese Filipa Pinto che accompagnano il ritorno sulle scene di Carol Alt, presente in qualità di guest star d'eccezione nonché al ritorno sul grande schermo dopo cinque anni di assenza e a ventisette anni di distanza dalla sua ultima partecipazione a una produzione italiana (era Anni 90 - Parte II).

Alla regia troviamo Alberto Ferrari, che ha contribuito alla stesura della sceneggiatura e, dopo aver lavorato soprattutto in televisione negli ultimi anni, arriva così alla terza esperienza dietro alla macchina da presa per il grande schermo dopo Tra due donne e La terza stella, il film d'esordio di Ale & Franz.

UN FIGLIO DI NOME ERASMUS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 25 aprile 2020
Eugenio

Tempi di Covid 19, tempi di locali chiusi, di spasmodiche attese verso una fase due illusoria. Tempi di clausura forzata per i più fortunati che possono contare ancora su un lavoro e che cantano dai balconi inni di speranza verso una metaforica liberazione da un nemico invisibile. Tempi in cui l’industria dell’intrattenimento, teatri o cinema in primis, cambia pelle, approdando [...] Vai alla recensione »

domenica 19 aprile 2020
Graz

Seppur a tratti divertente, grazie al cast che riesce a far ridere in qualche gag, il film nel complesso è abbastanza scontato con scene più che prevedibili. Ogni situazione, non è niente di nuovo di ciò che è già stato visto e rivisto negli anni. 4 Amici, con diversissime vicende personali, alla ricerca di un figlio avuto da una presunta fidanzata condivisa [...] Vai alla recensione »

domenica 24 maggio 2020
eddie01

Abbandonato a metà. Noioso, scontato, girato male e recitato peggio. Non basta scopiazzare qua e là (fin dalla prima scena presa pari pari da cado dalle nubi) per fare un film e non basta infilare inutili movimenti di macchina a forza per movimentare una sceneggiatura debole e scontata.

martedì 28 aprile 2020
Giangy76

È come "Tre uomini e una gamba", ma non fa ridere. Luca e Paolo sono bravissimi nell'improvvisazione, un po' meno nella erercitazione, ma sono due comici veramente in gamba. La sensazione è che in questo film fossero legati a due personaggi che non sono nelle loro corde. La trama è un minestrone: oltre al già citato film di Aldo Giovanni e Giacomo, [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 aprile 2020
rciotti031

"ad hoc" non a doc  

lunedì 20 aprile 2020
rciotti031

si scrive ad hoc non a doc

domenica 19 aprile 2020
no_data

Su questo film voglio dire due cose: innanzitutto lodo la scelta della distribuzione, forse complici le modeste pretese commerciali del prodotto, di lanciare il film nonostante la quarantena e quindi solo in streaming. Abbiamo deciso di acquistarlo e vederlo tutti insieme come fossimo andati al cinema. Per quanto riguarda invece i contenuti, devo dire che ho apprezzato questo film.

martedì 14 aprile 2020
Francesco Giulietti

Film tutto girato e recitato in leggerezza. Non c'è un problema che non si risolva con un twist immediato. Forse non ci sono grandi evoluzioni o ostacoli insormontabili. Ma c'è una specie di colore su tutto il film che lo fa passare come una felice scampagnata estiva. 4 amici di vecchia data su un furgone scassato alla ricerca di un passato mai finito.

lunedì 13 aprile 2020
rciotti031

Campionario di cliché e situazioni inverosimili che si snodano in un percorso del già visto oltre ogni sopportazione. L’unico personaggio che strappa qualche sorriso è Pietro, quello interpretato da Richy  Memphis, per il resto davvero una delusione totale.

martedì 14 aprile 2020
Gea

Non sono solita vedere le commedie italiane, non chiedetemi perché, forse il mio è un pregiudizio, può essere…Questa volta, complice la Pasqua, la reclusione forzata e il fatto di averne sentito tanto parlare, ho ceduto. Devo dire di essere rimasta piacevolmente sorpresa.La storia non è delle più originali, ma come dicono molti scrittori e scrittrici, alla fine, le storie che si raccontano sono sempre [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2020
Gea

Premetto che non guardo spesso commedie italiane, il mio sarà un pregiudizio, può essere, il fatto è che mi capita raramente...Questa volta, complice questo tempo di vacanza forzata e l'idea molto coraggiosa di non uscire al cinema, ma direttamente sulle piattaforme, mi sono detta: "Proviamoci!". E devo dire che ne è valsa la pena. La trama non è delle più originali, ma come ci dicono i grandi scrittori [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2020
no_data

Ho visto il film di Albero Ferrari e mi è piaciuto molto. E’ una commedia divertente che mi ha fatto riflettere su come a volte,  in una vita che ci siamo costruiti a doc e della quale apparentemente ci riteniamo appagati, quando meno te lo aspetti, possa arrivare qualcosa che  cambierà le carte in tavola.  Tutto ciò al quale hai creduto  fino a quel [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 2 maggio 2020
Filiberto Molossi
Ombre Mosse

Piccolo riepilogo: ci sono gli amici ritrovati, l'on the road generazionale (non in auto ma a bordo di un pulmino: cambia poco...), la sfida sportiva e persino la droga nascosta come in «Marrakech Express»; ma c'è pure il viaggio all'estero tra ricordi di scuola o università come nel sequel di «Immaturi». E, se non bastasse, anche la serata folle e ultra alcolica dove vai a letto con la tonaca [...] Vai alla recensione »

sabato 25 aprile 2020
Valerio Caprara
Il Mattino

A ciascuno il suo. Mentre tutti sopportiamo più o meno con la stessa rassegnazione la quarantena imposta dalla pandemia, la produzione di spettacolo riesce ancora a svariare su scelte diverse di forme e contenuti. Che la paura, del resto, non si sconfigga in unica maniera lo dimostrano proprio i titoli che, abbandonata a malincuore la strada delle sale, esordiscono sempre più numerosi in Rete cercando [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 aprile 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

È il primo film prodotto da Eagle Pictures e sperava, probabilmente, in una sorte migliore. Doveva infatti debuttare nelle sale ma, a causa dell' emergenza per il Coronavirus, si è ritrovato, nel giorno di Pasqua, ad essere il titolo di punta, messo a disposizione, a noleggio, sulle principali piattaforme legali di streaming. Il passaggio forzato dalle sale dei cinema ai soggiorni di casa ha accomunato [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 aprile 2020
Gianni Canova
We Love Cinema

"La felicità è la cosa meno fotogenica che esiste. Forse perché quando sei felice non hai il tempo di fermarti a guardarla". La voce fuoricampo che pronuncia questa frase, proprio all'inizio di Un figlio di nome Erasmus, scivola su immagini dei quattro protagonisti ritratti quando avevano vent'anni ed erano insieme in Erasmus in Portogallo. Sono fotografie in bianco e nero.

martedì 14 aprile 2020
Ilaria Feole
Film TV

Ci sono formule che funzionano sempre: come quella dei tre (o quattro) uomini on the road con una gamba, o meglio ancora un paio di belle gambe, attaccate a un'avvenente fanciulla. O come quella della paternità misteriosa, con due (tre, quattro) contendenti al titolo di babbo per un figlio già adulto, la cui mamma mia ha amato più uomini nello stesso lasso di tempo.

NEWS
NEWS
venerdì 5 giugno 2020
 

Jacopo lavora per una multinazionale di carattere umanitario; Ascanio fa la guida alpina per manager in cerca di ispirazione; Enrico è un architetto candidato alla Camera dei deputati e in procinto di sposarsi; e Pietro è un "manager artistico" il cui [...]

NEWS
lunedì 6 aprile 2020
 

Quattro quarantenni che, a distanza di 20 anni dall'Erasmus a Lisbona, si ritrovano in Portogallo per affrontare un viaggio avventuroso ed emozionante. Vai all'articolo »

TRAILER
mercoledì 29 gennaio 2020
 

Regia di Alberto Ferrari. Un film con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ricky Memphis, Daniele Liotti, Carol Alt. Guarda il trailer »

OVERVIEW
giovedì 16 gennaio 2020
Giorgio Crico

Nel cast un poker di veterani della commedia.  Vai all'articolo »

NEWS
venerdì 27 dicembre 2019
 

Quattro quarantenni che, a distanza di 20 anni dall'Erasmus a Lisbona, si ritrovano in Portogallo per affrontare un viaggio avventuroso ed emozionante. Vai all'articolo »

POSTER
lunedì 2 dicembre 2019
 

Quattro amici quarantenni - Pietro, Enrico, Ascanio e Jacopo - vengono chiamati a Lisbona per il funerale di Amalia, la donna che tutti e quattro hanno amato da ragazzi quando facevano l'Erasmus in Portogallo.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati