Dizionari del cinema
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 17 agosto 2017

Kevin Spacey

The Life of Kevin Spacey

Nome: Kevin Spacey Fowler
58 anni, 26 Luglio 1959 (Leone), South Orange (New Jersey - USA)
occhiello
Il più grande inganno del diavolo è stato quello di far credere al mondo che lui non esiste.
dal film I soliti sospetti (1995) Kevin Spacey è Verbal Kint
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Kevin Spacey
Golden Globes 2014
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film House of Cards di David Fincher

Golden Globes 2011
Nomination miglior attore in un film brillante per il film Casino Jack di George Hickenlooper

Golden Globes 2009
Nomination miglior attore miniserie o film tv per il film Recount di Jay Roach

Emmy Awards 2008
Nomination miglior attore miniserie o film tv per il film Recount di Jay Roach

Golden Globes 2005
Nomination miglior attore in un film brillante per il film Beyond the Sea di Kevin Spacey

Golden Globes 2002
Nomination miglior attore per il film The Shipping News - Ombre dal profondo di Lasse Hallström

Golden Globes 2000
Nomination miglior attore per il film American Beauty di Sam Mendes

Premio Oscar 1999
Premio miglior attore per il film American Beauty di Sam Mendes

Premio Oscar 1999
Nomination miglior attore per il film American Beauty di Sam Mendes

Golden Globes 1996
Nomination miglior attore non protagonista per il film I soliti sospetti di Bryan Singer

Premio Oscar 1995
Premio miglior attore non protagonista per il film I soliti sospetti di Bryan Singer

Premio Oscar 1995
Nomination miglior attore non protagonista per il film I soliti sospetti di Bryan Singer



La vera storia di sei studenti che sbancarono Las Vegas con la forza dell'intelligenza.

21: i geni della "truffa"

mercoledì 16 aprile 2008 - Marzia Gandolfi cinemanews

21: i geni della Forse non lo sapevate ma esiste un modo creativo per sbancare le casse dei casinò di Las Vegas senza barare o violare la legge. Come? Basta avere un quoziente intellettivo superiore alla media, sangue freddo, faccia tosta e la voglia di scommettere la posta più importante della vita: il senso della propria esistenza. Per Ben Campbell, un brillante studente del M.I.T. (il più prestigioso centro di ricerca scientifica al mondo), quel senso vale trecentomila dollari: la retta scolastica per il college. Reclutato da un insegnante, ex giocatore impulsivo e passionale, Ben imparerà molto presto a contare le carte e a giocarsi la sorte a blackjack. Dopo Le regole del gioco di Curtis Hanson, Hollywood torna sui tavoli verdi, ricreando il mondo perduto e notturno dei casinò, frequentato da personaggi eccentrici e giocatori d'azzardo. Fra luci al neon e fiches puntate, il film di Robert Luketic mette in scena il fascino della perdizione e della marginalità, lo spazio residuo di un mondo quasi solo maschile dove è ancora possibile giocarsi il carattere e il futuro. Il gioco del blackjack è una perfetta metafora della lotta per la vita, del sistema competitivo, spietato, eppure eccitante, dell'America, uno spazio simbolico dove investire, rischiare e mettersi in gioco. Per il giovane protagonista il blackjack diventa un modus vivendi, una professione a tempo pieno e una pratica normale di sopravvivenza per far quadrare i conti e rimettere i debiti quotidiani. Las Vegas, dietro e intorno, è interessata a questo genio dell'azzardo a cui un vecchio professore ha trasmesso il demone del gioco. Perché il Ben Campbell di Jim Sturgess ha un carattere speciale e una consumata abilità che colpiscono immediatamente l'occhio di chi lo guarda e che obbliga a guardare lì, solo lì e non altrove. Attraversando l'universo o avanzando verso un tavolo del blackjack, il Jude di Boston si impone immediatamente all'attenzione dello spettatore per il portamento istintivo e il passo efficace con cui entra in scena. La bellezza imperfetta e la presenza scenica del giovane divo pop-britannico sono quello che davvero resta sul tavolo, finita la partita.

Una vita da gatto

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Barry Sonnenfeld. Con Kevin Spacey, Jennifer Garner, Robbie Amell, Cheryl Hines, Mark Consuelos.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 07/12/2016.

Elvis & Nixon

* * * - -
(mymonetro: 3,48)
Un film di Liza Johnson. Con Michael Shannon, Kevin Spacey, Alex Pettyfer, Johnny Knoxville, Colin Hanks.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 22/09/2016.

Come ammazzare il capo 2

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,71)
Un film di Sean Anders. Con Jason Bateman, Charlie Day, Jason Sudeikis, Jennifer Aniston, Jamie Foxx.
continua»

Genere Commedia, - USA 2014. Uscita 08/01/2015.

Margin Call

* * * - -
(mymonetro: 3,42)
Un film di J.C. Chandor. Con Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Zachary Quinto, Penn Badgley.
continua»

Genere Thriller, - USA 2011. Uscita 18/05/2012.

Come ammazzare il capo e vivere felici

* * * - -
(mymonetro: 3,07)
Un film di Seth Gordon. Con Jason Bateman, Charlie Day, Jason Sudeikis, Jennifer Aniston, Colin Farrell.
continua»

Genere Commedia, - USA 2011. Uscita 17/08/2011.
Filmografia di Kevin Spacey »

venerdì 7 luglio 2017 - Kevin Spacey e Michelle Williams sono i protagonisti del film che racconta il rapimento di John Paul Getty III.

Ridley Scott: «All the Money in the World è una storia che dovevo raccontare»

Paola Casella cinemanews

Ridley Scott: «All the Money in the World è una storia che dovevo raccontare» È girato quasi interamente nel Lazio, fra Roma, Bracciano e Villa Adriana a Tivoli, All The Money In The World, il nuovo film di Ridley Scott che racconta il rapimento di John Paul Getty III, rampollo della potentissima famiglia di petrolieri americani, avvenuto in Italia nel 1973: "Un periodo in cui nel vostro Paese era di moda rapire i figli dei ricchi e chiedere alle famiglie un grosso riscatto", afferma Scott. "Ricordo che quando sono venuto in vacanza in Sardegna - non quella fighetta dell'Aga Khan, quella più genuina intorno a Palau - si mormorava che il personale dell'aeroporto procurasse alle cosche mafiose le liste dei passeggeri facoltosi in arrivo dall'estero".
Senza peli sulla lingua, Scott racconta il suo film chiedendosi se il titolo sia quello giusto.
Del resto se l'avessi chiamato semplicemente Getty il pubblico si sarebbe aspettato un polpettone storico-politico. Invece All The Money In The World è un titolo che fa riflettere sul valore della ricchezza, e si concentra su uno spaccato nella vita di una famiglia sfortunata. Il regista Ridley Scott "I mesi del rapimento di John Paul III, un ragazzo molto libero che, a 16 anni, viveva fra la casa della madre Gail e quelle delle sue fidanzate. Non certo un verginello, tant'è vero che all'inizio fu sospettato dalla polizia di aver inscenato lui stesso il suo rapimento, facendosi nascondere dagli amici italiani per poi dividere con loro il bottino".
I veri protagonisti di All The Money In The World, però, sono Jean Paul Getty, il nonno del rapito, interpretato da Kevin Spacey, e Gail Harris, che ha il volto di Michelle Williams. "Kevin era la mia prima scelta per il ruolo. Un anno fa gli ho mandato la sceneggiatura e lui è salito subito a bordo", racconta Scott, contraddicendo le cronache che sostengono che la parte fosse stata proposta inizialmente a Jack Nicholson.

Altre news e collegamenti a Kevin Spacey »
Baby Driver - Il genio della fuga (2017) Una vita da gatto (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità