La fiera delle illusioni - Nightmare Alley

Film 2021 | Azione, Drammatico, V.M. 14 150 min.

Regia di Guillermo Del Toro. Un film Da vedere 2021 con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins. Cast completo Genere Azione, Drammatico, - USA, 2021, durata 150 minuti. Uscita cinema giovedì 27 gennaio 2022 distribuito da Walt Disney. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,18 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La fiera delle illusioni - Nightmare Alley tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 7 marzo 2022

Un giovane criminale ha una relazione sentimentale con una psichiatra. La donna è una manipolatrice corrotta che, ad un certo punto, comincia ad ingannare anche lui. Il film ha ottenuto 4 candidature a Premi Oscar, 3 candidature a BAFTA, Il film è stato premiato a National Board, 7 candidature a Critics Choice Award, 1 candidatura a SAG Awards, 1 candidatura a Writers Guild Awards, 1 candidatura a CDG Awards, Il film è stato premiato a AFI Awards, In Italia al Box Office La fiera delle illusioni - Nightmare Alley ha incassato nelle prime 11 settimane di programmazione 1,8 milioni di euro e 635 mila euro nel primo weekend.

La fiera delle illusioni - Nightmare Alley è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,18/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,44
PUBBLICO 3,10
CONSIGLIATO SÌ
Un dramma psicologico dalle atmosfere noir, un gioco gratuito condotto con gusto così semplice da diventare efficace.
Recensione di Roberto Manassero
martedì 25 gennaio 2022
Recensione di Roberto Manassero
martedì 25 gennaio 2022

Negli Stati Uniti d'inizio anni '40, Stan, uomo senza averi e dal passato doloroso, si unisce a un luna park ambulante, dove impara i trucchi del mestiere dalla veggente Zeena e da suo marito Pete. Sedotta la giovane Molly, il cui numero consiste nel resistere alle scariche elettriche che le attraversano, parte con lei verso la grande città. Ambizioso e avido, diventa il Grande Stanton, indovino e sensitivo che col suo numero di pseudo occultismo seduce uomini ricchi e potenti e li convince di poter comunicare coi loro morti. La relazione con una psicologa ancora più spietata e calcolatrice lo porterà alla rovina.

Del Toro continua a girare film di serie B anche ora che ha a disposizione budget milionari e cast stellari: la sua riduzione del romanzo di William Lindsay Gresham - già portato al cinema nel 1947 - è un dramma psicologico dalle atmosfere noir, un gioco gratuito condotto con gusto così semplice ed elementare da diventare efficace.

Nightmare Alley, romanzo pubblicato nel 1946, è un classico riscoperto della letteratura americana del '900: ritradotto e ristampato anche in Italia (da Sellerio, con traduzione di Tommaso Pincio), segue la parabola tragica e crudele, quasi cinica nella sua beffarda disillusione, di un uomo che pretendendo di controllare la mente delle persone finisce travolto da un gorgo di dannazione e senso dell'assurdo.

Scegliendo di riadattarlo per lo schermo dopo la prima versione hollywoodiana del '47 (voluta dal protagonista Tyrone Power e in parte rovinata dal produttore Darryl F. Zanuck, che impose un finale edulcorato), Del Toro non ha potuto a fare a meno di scorgervi i tipici elementi del suo cinema: il clima da Freaks dello stesso romanzo - che conta tra i personaggi nani, uomini forzuti, donne elettriche, chiromanti - apre nella prima parte alle atmosfere sognanti che erano già di La forma dell'acqua, con movimenti di macchina dolci, luci da fiera, colori sgargianti, senso del magico.

Con un cast di stelle in ruoli consolidati e non autoironici (come invece succedeva in Don't Look Up), dal febbrile Bradley Cooper all'ingenua Rooney Mara, dalla glaciale Cate Blanchet alla seducente Toni Colette, più altri grandi interpreti in ruoli secondari (Willem Dafoe, Richard Jenkins, David Strathairn, Mary Steenburgen, Ron Perlman), La fiera delle illusioni sembra un film d'altri tempi: lungo due ore e mezza; ricco nella produzione ma non stratificato nello sviluppo; immerso in atmosfere propriamente cinematografiche (il noir, per l'appunto, ma anche il dramma psicologico, la parabola morale); metaforico eppure diretto.

Nella seconda parte, dal momento in cui Stan e Molly lasciano il circo per andare «a stendere il mondo», diversamente dal romanzo - che è fin da subito imbevuto del puzzo di morte che il protagonista si porta appresso e che alimenta a ogni misfatto - il film apre ai toni cupi e minacciosi inizialmente nascosti, facendo finalmente emergere il lato dark e meno disimpegnato di Del Toro.

LA FIERA DELLE ILLUSIONI - NIGHTMARE ALLEY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€17,99
€17,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 24 febbraio 2022
JonnyLogan

Stan Carlisle è un imbonitore che lavora nel circo gestito da Clem Hoatley ove apprende tutti i trucchi che gli permettono di leggere la mente altrui. Passati due anni Stan decide di vivere assieme alla sua collega Molly e a esibirsi in coppia nel ruolo del “Grande Stanton”. Una sera, nel corso di uno spettacolo, una psicologa gli si avvicina domandandogli di scoprire cosa contenga [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 febbraio 2022
Silver90

"La fiera delle l'illusioni" di Guillermo Del Toro è un rifacimento di un film del '46, ma attinge a piene mani all'introspezione psicologica e scava nell'intimo dei personaggi, fino a sondarne l'abisso emotivo e morale, e pertanto non può che richiamarsi a un simbolismo fortissimo di immagini e contenuti. La fotografia, a tratti manieristica, ci porta in un mondo lontano, sia a livello cronologico, [...] Vai alla recensione »

martedì 8 febbraio 2022
mauro.t

Remake del film di Goulding del 1947. Stan ha alle spalle un passato oscuro e delittuoso. Vagabondando, si unisce ad un circo dove rimane affascinato dai giochi di due mentalisti ormai un po’ fuori forma, dai quali impara i rudimenti del mestiere. In seguito, innamoratosi della bella Molly, la porta via e si mette in proprio. Abile e ambizioso, con i suoi trucchi ottiene molti successi.

lunedì 31 gennaio 2022
Pacana'

Con la definizione “intrattenimento” intendo dire che il film l’ho visto con discreto piacere e senza annoiarmi (le mie due compagne di visione hanno invece rilevato qualche lungaggine) ma che, una volta finito, mi ha lasciato dentro ben poco (così che non mi ha assalito la voglia di vedere gli altri film di Del Toro). Comunque: girato benissimo, fotografia perfetta (come [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 marzo 2022
Pavold Boy

Leggo di recensioni iper critiche su questo splendido film, additato di cadere nei soliti twist Hollywoodiani e con un finale troppo telecomandato. Personalmente ho visto un film che segna il ritorno di un ispiratissimo Guillermo Del Toro dai tempi del Labirinto del Fauno, chirurgico alla regia accompagnato da una fotografia di rara bellezza. Bradley Cooper meritava quantomeno la nomination agli oscar, [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 marzo 2022
Maramaldo

Oscurità di un "noir" che mi ha colpito. Ha suscitato diverse riflessioni, vorrei riprenderle in momenti più sereni. Criptico e contorto, ambiguo e allusivo, spietato e  disperato. Del Toro c'entra poco se non per il vintage, un'eccellenza per rigore e capacità di suggestione. Anni 40, epoca che, per specifiche forme di follia e di ferocia, ritenevamo un'et&a [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2022
Giovanni_B_southern

Buon Film. Ottimi attori. Ben interpretato. Con un buon messaggio che esce fuori : mai esagerare nella vita, anche quando ti gira tutto bene. Insomma. Molto consigliato.

lunedì 31 gennaio 2022
Pacana'

Con la definizione “intrattenimento” intendo dire che il film l’ho visto con discreto piacere e senza annoiarmi (le mie due compagne di visione hanno invece rilevato qualche lungaggine) ma che, una volta finito, mi ha lasciato dentro ben poco (così che non mi ha assalito la voglia di vedere gli altri film di Del Toro). Comunque: girato benissimo, fotografia perfetta (come [...] Vai alla recensione »

domenica 24 aprile 2022
Luca Scialo

America, inizio anni '40. Dopo aver bruciato il corpo di un uomo, Stan scappa e si unisce ad un circo iniziando come manovale. Qui però, oltre a conoscere la giovane Molly, che fa un numero con l'elettrostaticità, impara anche dei trucchi per ingannare il prossimo come veggente. I due lasciano la compagnia per mettersi in proprio, ma Stan conosce una affascinante psichiatra che lo spinge ben oltre: [...] Vai alla recensione »

sabato 16 aprile 2022
Kyotrix

Pensavo di meglio. Non da buttare, ma abbastanza piatto. Il protagonista freddo calcolatore, poi verso la fine ricomincia a bere e a fare scelte sconsiderate, senza senso. Anche il finale che non mi è piaciuto.

mercoledì 9 febbraio 2022
maxan

Un film da cui esci dalla sala in punta di piedi, e che ti tiene avvolto per un po'. Il tema centrale è l'illusione, rappresentata 7 nella sua forma più lieve volta allo stupore e in quella dell'inganno con conseguenze inaspettate e tragiche. Un'opera potente e semplicemente imperdibile.

venerdì 4 febbraio 2022
ralphscott

A breve distanza dall'uscita di Freaks Out, ecco un altra storia di circensi. Impastato di fango, circondato da guitti scafatissimi si muove l'impavido Stan di Cooper, immerso in atmosfere pastose e superbamente fotografate. La parabola del caparbio protagonista incrocia quella di altri personaggi speranzosi, ognuno con il suo hatu e le sue paure, pronti comunque a sfidare la sorte, poveri [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 febbraio 2022
Gennarella

Spettacolare fotografia, ambientazione da brivido, cupo al punto giusto per illustrare una malvagità senza redenzione, ma mi è mancata l'empatia, il coinvolgimento emotivo, troppo accademico, ma non trainante come nei precedenti suoi capolavori. Ho amato il labirinto del fauno e la forma dell'acqua e non ho disdegnato Hellboy , ma in questo non ho ritrovato l'elemento fantasioso/fantastico che più [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 febbraio 2022
cardclau

 Certo che rispetto ad almeno dieci anni fa, l’arte di fare cinema si è notevolmente evoluta, e le inquadrature, gli ambienti, le immagini, l’espressioni, l’acting stesso, hanno raggiunto una consistenza impensabile. Cosa che potrebbe però andare a discapito della fantasia. I nonni spiazzati dai nipoti nel raccontare loro le favole potrebbero avere qualcosa da dirci. [...] Vai alla recensione »

martedì 1 febbraio 2022
athos

In sale vuote, forza! usciamo e lasciamo correre la fantasia, un bel film ambientato negli anni '40. Bravi attori, storia interessante, un colore d'altri tempi. Non farei dissertazioni filosofiche lette in alcune recensioni professioniste, perchè penso che non era nei propositi del regista. Un buon momento, forse leggermente lungo, di evasione.

lunedì 31 gennaio 2022
Sasao

Parto dalle note positive. Forografia eccezionale. Delle riprese e dei colori bellissimi. Se dovessi trovare un aggettivo direi potente. Io mi sono dilettato nell' audio recording, ed è un pò come discutere tra un brano pre e dopo mastering. Le immagini viste fanno fotografia post mastering, lavorata, mai banale, non nuda e cruda, ma arricchita di tutti quei dettagli, colori, profondit&agr [...] Vai alla recensione »

sabato 12 febbraio 2022
no_data

A mio parere il film promette molto nella prima parte con evidenti richiami a "Freaks" di Tod Browning. Nella seconda parte (quando il protagonista si trasferisce in città) il film perde mordente nella sceneggiatura fino ad un finale abbastanza prevedibile. Per me non il suo film migliore.

sabato 5 febbraio 2022
Emanuele 1968

Penso che per produrre il film sono stati spesi molti soldi , non lo vedo come un capolavoro però anche il contrario , il film è un pò lungo però incuriosisce , merito  anche di attori e cura dei dettagli, per la trama in sostanza tratta di un incantatore che con la sua nonchalance raggira donne e uomini per trarre un profitto economico , ricorda qualche cronaca che [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 febbraio 2022
Marish

Un regista di tale portata non può banalizzare a tal punto la storia che c'è nel libro e tutto il mistero che c'è  dietro! Il finale è veramente da principiante! Ma Guillermo è ricco e si può permettere un cast stellare, specchietto  per le allodole! E in effetti funziona! Bradley è sempre splendido da guardare e i soldi del biglietto [...] Vai alla recensione »

Frasi
Ti darò il mondo e ciò che contiene
Una frase di Stanton 'Stan' Carlisle (Bradley Cooper)
dal film La fiera delle illusioni - Nightmare Alley - a cura di MYmovies
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 2 marzo 2022
Marco Catenacci
Gli Spietati

Nelle poche inquadrature e nei rapidi gesti che vanno a disegnare il folgorante incipit del film, Del Toro, che è regista profondamente cinefilo e autore che al suo pensiero sul mondo antepone quasi sempre una riflessione sulle immagini e sui codici che il cinema classico americano ha veicolato nel corso degli anni, getta in modo straordinario le basi su cui far poggiare l'intera, cupissima, vicenda [...] Vai alla recensione »

martedì 1 marzo 2022
Giona A. Nazzaro
Rumore

Come si fa a non amare Guillermo Del Toro? Regista generoso e visionario, sempre in grado di attrarre l'attenzione dello spettatore (anche quello maldisposto), sembra, da qualche tempo, essere tentato dal piacere perverso della confezione (come evidenziava già Crimson Peak). Del Toro firma un poema visivo di rara sontuosità, rifacimento de La Fiera Delle Illusioni di Edmund Goulding e insieme nuovo [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 febbraio 2022
Valerio Caprara
Il Mattino

Un arrivista menzognero, una dark lady, una società in subbuglio: che piacere ritrovarsi al cospetto di un noir stile anni Quaranta, scenograficamente corredato in ogni dettaglio, interpretato da attori d' alto livello, pervaso da atmosfere disturbanti senza, però, come succede spesso in film simili, traballare sui cardini della coerenza drammaturgica.

sabato 5 febbraio 2022
Paolo Zelati
La Voce di Mantova

"Nightmare Alle y" è un bellissimo noir uscito in Italia nel 1947 con il titolo di "La fiera delle illusioni". Diretto da Edmund Goulding e interpretato da un magnetico Tyrone Power, il film è il primo adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo pubblicato nel 1946 da William Lindsay Gresham. Oggi, il regista premio Oscar Guillermo Del Toro torna dietro la macchina da presa con un remake più fedele [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 febbraio 2022
Cristina Borsatti
Il Piccolo

C'è qualcosa di morbosamente oscuro anche nell'undicesima pellicola di Guillermo Del Toro, ad oggi la più riuscita. Non ci sono mostri in carne ed ossa, ma possono fare non meno paura le torbide inclinazioni dell'animo umano. "La fiera delle illusioni - Nightmare Alley" è una favola a cui non mancano tinte dark, nonostante il realismo vintage della messa in scena.

mercoledì 2 febbraio 2022
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

Qualche settimana fa ho visto Nightmare Alley di Guillermo Del Toro. Sono rimasto colpito e commosso. Attendo sempre con molta partecipazione un film di Guillermo. Ma questo ha avuto su di me un potere e una risonanza speciali. Poi mi sono reso conto che il pubblico non stava andando a vederlo, dato che trovo angosciante». Così inizia un pezzo, pubblicato sul «Los Angeles Times» il 21 gennaio scorso, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 febbraio 2022
Davide Di Giorgio
Duels.it

C'è sempre un padre: basta poco al Pete di David Strathairn per esemplificare la sua tecnica di lettura del pensiero al giovane discepolo Stanton Carlisle in uno dei passaggi più significativi dell'undicesima regia di Guillermo del Toro. Un'immediatezza che è la stessa con cui l'autore messicano affronta il magmatico insieme di suggestioni nascoste tra le pagine del Nightmare Alley (Sellerio Editore) [...] Vai alla recensione »

martedì 1 febbraio 2022
Alessandro De Simone
Ciak

Stanton Carlisle è un uomo senza passato che vaga per l'America della Grande Depressione. Viene assunto in un luna park itinerante, dove conosce Pete, un vecchio alcolista che una volta era un grande mentalista. Stan apprende i segreti di quell'arte, che metterà in pratica con grande successo con l'aiuto di Molly, la ragazza di cui si è innamorato. Ma neanche lei riesce a mettere freno alla brama di [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 gennaio 2022
Gianni Canova
We Love Cinema

Il cerchio. È questa la forma dominante e ricorrente che pervade dall'interno, in maniera ricorsiva, quasi tutto l'universo visuale di La fiera delle illusioni. La grande ruota panoramica illuminata che domina il circo/luna park in cui si svolge la prima parte del film è solo la forma-matrice che genera per imitazione e gemmazione una miriade di altre forme circolari: tavoli, oblò, finestrini, lampadari, [...] Vai alla recensione »

domenica 30 gennaio 2022
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Ci sono film che vengono dal passato per illuminare il presente, "La fiera delle illusioni", ovvero "Nightmare Alley", nasce dal noir di William Lindsay Gresham (1909-1962), autore maledetto da riscoprire, già adattato nel 1946 da Edmund Goulding, il regista di "Grand Hotel", con Tyrone Power nel ruolo qui di Bradley Cooper (il libro, magnifico, è appena stato riedito da Sellerio).

domenica 30 gennaio 2022
Alberto Cattini
Gazzetta di Mantova

"Nightmare Alley" è il titolo di un grande romanzo di William Lindsay Gresham, pubblicato nel 1946 (ristampato da Sellerio); l'anno dopo viene adattato per lo schermo da Edmund Goulding; rifatto ora dal messicano Guillermo Del Toro che dopo gli Oscar di La forma dell'acqua può usufruire di un cast sontuoso, non solo le tre attrici, Cate Blanchett, Rooney Mara e Toni Collette, che fanno corona a Bradley [...] Vai alla recensione »

sabato 29 gennaio 2022
Francesco Gallo
L'Eco di Bergamo

«Ci sono soltanto due storie degne di essere raccontate in qualsiasi forma: la storia di un personaggio che ottiene tutto ciò che vuole, e la storia di un altro che perde tutto». Parola di Guillermo del Toro che ne «La fiera delle illusioni - Nightmare Alley» racconta entrambe le cose. E questo dopo un incipit che è una lunga discesa agli «inferi» del circo, dove il mistero è di casa insieme a freak, [...] Vai alla recensione »

sabato 29 gennaio 2022
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

I creduloni non sono un' invenzione moderna. Oggi si scambiano "segreti" sulle scie chimiche e il vaccino che non vaccina. A inizio Novecento c' erano le sedute spiritiche, gli ectoplasmi, i tavolini "se ci sei batti un colpo". Prima ancora, il geniale impresario Barnum aveva accumulato una fortuna mettendo in mostra sirene, gemelli siamesi, "l' uomo più piccolo del mondo", ragazze elettriche ( ne [...] Vai alla recensione »

sabato 29 gennaio 2022
Michele Gottardi
Il Mattino di Padova

Guillermo del Toro torna sullo schermo dopo il fortunato "La forma dell'acqua", leone d'oro 2017 e plurioscar 2018, con un remake di un film del 1947 con Tyrone Power, per una storia meno magica delle precedenti, anche se conserva molti elementi del registro dark a lui molto caro. Il film, tratto dal romanzo di William Lindsay Gresham, è un dramma psicologico dalle atmosfere noir, sostanzialmente diviso [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2022
Andrea Chimento
Cineforum

Il titolo è perfetto per riassumere la filmografia di Guillermo del Toro: la fiera delle illusioni, cioè la creazione di un vero e proprio imbonitore da fiera, ci ha guidato all'interno dei suoi tendoni circensi, facendoci scoprire magie, freak e creature fantastiche di vario genere. Anche nel titolo originale del film, Nightmare Alley, c'è tanto di una poetica che ha sempre attraversato vicoli e corridoi [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2022
Enrico Azzano
Quinlan

Illusionismo, mentalismo, spiritismo. Ovvero, il cinema. Perfettamente in linea con le sue opere più personali e con La forma dell'acqua - The Shape of Water, non distante dalla necessità di Spielberg (West Side Story) di tornare ai classici per (ri)trovare e plasmare forme e contenuti, Guillermo del Toro rimette mano al romanzo di William Lindsay Gresham, più che alla prima e non fortunatissima trasposizio [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2022
David Sims
The Atlantic

Stan (Bradley Cooper), uno sconosciuto con un passato oscuro, trova lavoro in un piccolo circo e rapidamente si fa strada come (falso) chiaroveggente. Il suo talento lo porterà alla fama e a convincersi di avere poteri mentali. Un malinconico thriller su un truffatore con ambientazione circense ha perfettamente senso nella filmografia di Guillermo del Toro.

venerdì 28 gennaio 2022
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Trasloco dal dark al noir solo apparente per Guillermo Del Toro: il suo immaginario continua a essere popolato da mostri e fantasmi, che tuttavia - diversamente dal passato - hanno sembianze soltanto umane. «La fiera delle illusioni-Nightmare Alley», suo nuovo lavoro dopo il premiatissimo «La forma dell'acqua», deriva da un romanzo di William L. Gresham già portato sullo schermo da Edmund Goulding [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2022
Andrea Giordano
La Provincia di Como

I veri mostri siamo noi, e forse alla fine dobbiamo accettarne la realtà. Un concetto forte, ma che per Guillermo Del Toro è diventato il mantra per raccontare da sempre uno strato di umanità più forte e credibile celata in certe "creature", rispetto a chi invece le vorrebbe ingabbiare e giudicare. Non esce certo dai binari il suo ultimo lavoro, forse il più ambizioso (insieme al prossimo "Pinocchio", [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Marina Visentin
Cult Week

Si materializza all'improvviso in un affollato luna park, il protagonista di La fiera delle illusioni- Nightmare Alley, il nuovo film di Guillermo Del Toro, col passo stanco del vagabondo e lo sguardo acuto dell'uomo che ha fame di tutto, e non si accontenterà di un pasto caldo e un tetto sulla testa. Si chiama Stanton Carlisle (Bradley Cooper) e arriva dal nulla, lasciando dietro di sé una casa in [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Aldo Spiniello
Sentieri Selvaggi

Quando Pete, il vecchio mentalista con il vizio dell'alcool, legge nel passato di Stan, il giovane protagonista, cosa vede esattamente? Sì, parla del padre, di vecchi conflitti, poi si schernisce, si giustifica, dice che è tutto mestiere. Del resto ogni ragazzo ha problemi con il proprio padre. Ma noi sappiamo, sin dall'incipit, che quei problemi si sono trasformati in fuoco e tragedia.

giovedì 27 gennaio 2022
Cristiana Astori
Asbury Movies

New York, anni 40. Il misterioso e carismatico Stanton Carlisle (Bradley Cooper) approda in un luna park itinerante dove viene assunto come prestigiatore, ma la smodata brama di soldi e di potere lo porta ad appropriarsi delle conoscenze di un collega mentalista, truffando le alte sfere della società newyorchese con l'aiuto dell'ingenua Molly (Rooney Mara) e di un'ambigua psicologa (Cate Blanchett). [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Stefano Giani
Il Giornale

Stan è uno spiantato, ricco di carisma. Quando si avvicina alla chiaroveggente Zeena e al marito, ex mentalista decaduto, intuisce che la strada verso la ricchezza è lì. E, animato dall'avidità rapace di un sordido in cerca di successo, arriva a prendersi gioco e truffare l'alta ma non sempre raffinata società della New York anni Quaranta. Scoppierà in quel momento la guerra personale di Stan, che [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Prima, aiutante giostraio, poi mentalista al top, a fine Depressione anni '30: Cooper, baffetto alla Gable, con Blanchett "femme fatale" biondo platino e Rooney Mara la bruna corretta, triangolo a esito criminale tra un prologo di impolverati spiantati e un secondo tempo di lustri potenti. Stretta e non generosa la definizione di remake di un flop del 1947 (poi rivalutato), con Tyron Power screditato [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Francesco Alò
Il Messaggero

Edizione straordinaria: il regista messicano Guillermo del Toro abbandona i mostri. La fiera delle illusioni è il suo primo film in 30 anni di carriera senza vampiri, fantasmi, fauni, insettoni giganti, colossi marini o gentili uomini-pesce anfibi come ai tempi di La forma dell' acqua (2017), grazie a cui vinse Miglior Film e Regia agli Oscar. MISTERIOSO Il protagonista indiscusso è Stanton Carlisle [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Alessandra Levantesi
La Stampa

Ispirandosi al romanzo Nightmare Alley di William Lindsay Gresham, già portato sullo schermo nel 1947, Guillermo Del Toro slitta dal dark al noir, ma un noir dai toni quanto mai dark. Libera la storia delle scorie di flashback, dettagli e spiegazioni psicoanalitiche, affidandosi alle atmosfere dense, alla forza visionaria delle immagini. Lasciandosi alle spalle una casa, e un passato!, cui ha appena [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Nel 1947 un regista come Edmund Goulding, purtroppo oggi praticamente dimenticato, gira un noir piuttosto singolare da un romanzo di William Lindsay Gresham, "Nightmare alley", storia di un imbonitore, dal passato non felice, che incanta gli spettatori di un luna park, grazie alle astuzie imparate dalla compagna di un mago, mettendo in scena tali inganni con l'aiuto di Molly, innamorata di lui.

mercoledì 26 gennaio 2022
Giovanni Spagnoletti
Close-up

Qualche cinefilo sicuramente ricorderà la prima versione cinematografica del romanzo di William Lindsay Gresham, Nightmare Alley (1946, pubblicato adesso, con lo stesso titolo, in traduzione per i tipi della Sellerio, 2021), che l'anno dopo la sua uscita, nel 1947, era già stato trasportato sul grande schermo per la sapiente regia di Edmund Goulding.

mercoledì 26 gennaio 2022
Michele Anselmi
Cinemonitor.it

A occhio c'è solo un motivo se una major hollywoodiana come la 20th Century Studios (ex Fox acquisita dalla Disney) fa uscire giovedì 27 gennaio, con la brutta aria che tira per il cinema in sala, il nuovo film di Guillermo Del Toro: non ci punta granché. Infatti "La fiera delle illusioni", benché costato circa 60 milioni di dollari, in patria ne ha incassati appena 10; magari andrà meglio nella vecchia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 26 gennaio 2022
Daniele De Angelis
Cineclandestino

Non ci vuole molta immaginazione ad ipotizzare i motivi del flop al botteghino statunitense di Nightmare Alley, da noi ribattezzato La fiera delle illusioni. Se alla nefasta pandemia - evento che di suo ha contribuito ad allontanare il pubblico dalle sale - Guillermo del Toro, regista del film, si "premura" di sbattere in faccia al pubblico un noir stilizzato in cui la grettezza umana viene sviscerata [...] Vai alla recensione »

martedì 25 gennaio 2022
Giulio Sangiorgio
Film TV

Del Toro rianima il testo di William Lindsay Gresham, già portato sul grande schermo da Edmund Goulding: la storia di un uomo (Stanton: Bradley Cooper) che, mentre comincia la Seconda guerra mondiale, seppellisce il corpo di un padre, nasconde il proprio passato in un buco del cuore, e finisce in un circo. Tra i mostri. In mostra. Così scopre come servirsi del desiderio del pubblico: impara il mentalismo [...] Vai alla recensione »

martedì 25 gennaio 2022
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

L'illusione è uno strumento potente nelle mani del regista Guillermo del Toro. ll confine tra realtà e finzione è sempre misterioso, le immagini ingannano, si vede solo il lato oscuro delle cose. Forse La fiera delle illusioni - Nightmare Alley è il suo film più teorico. Degli occhi non ci si può fidare. Il protagonista è un falso medium, un uomo che gioca con le tragedie degli altri per il proprio [...] Vai alla recensione »

martedì 25 gennaio 2022
Teresa Marchesi
Huffington Post

A dicembre Guillermo Del Toro arriverà su Netflix con il 'suo' Pinocchio. Ma intanto esce in sala da noi, il 27 febbraio, "La fiera delle Illusioni"( Nightmare Alley in originale ), il noir che il regista Oscar messicano di "The Shape of Water" sognava di realizzare da 25 anni. Suprema eleganza e cast all stars a servizio di una storia nerissima: le due ore e mezzo del film si apprezzeranno di più [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
mercoledì 9 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

Le nomination agli Oscar non dovrebbero modificare la situazione. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
domenica 6 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

Il film di Guillermo Del Toro incassa appena 135mila euro e supera il milione totale. Nessuna new entry in top ten. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
venerdì 4 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

La prossima settimana arriva in sala Assassinio sul Nilo che dovrebbe riportare un po’ di gente in sala. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
giovedì 3 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

Sanremo e la penuria di uscite nuocciono gravemente agli incassi. Negli USA si riparte con Jackass ed Emmerich. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
mercoledì 2 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

La fiera delle illusioni - Nightmare Alley vince il martedì con 44 mila euro. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
martedì 1 febbraio 2022
Andrea Chirichelli

Il film di Del Toro la spunta con 55mila euro. Sotto i 25mila tutti gli altri film. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
domenica 30 gennaio 2022
Andrea Chirichelli

Spider-man deve dire addio al podio per la prima volta dal 15 dicembre. Ennio debutta al terzo posto. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
sabato 29 gennaio 2022
Andrea Chirichelli

Il Lupo e il leone e Spider-Man: No way Home completano il podio. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
venerdì 28 gennaio 2022
Andrea Chirichelli

Spider-Man scende al terzo posto, scavalcato anche da Il Lupo e il Leone. Scopri la classifica »

TRAILER
domenica 23 gennaio 2022
 

Regia di Guillermo Del Toro. Un film con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins. Da giovedì 27 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 19 novembre 2021
 

Regia di Guillermo Del Toro. Un film con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins. Da giovedì 27 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 24 settembre 2021
 

Il nuovo film di Guillermo Del Toro basato sul romanzo di Gresham. Dal 27 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 17 settembre 2021
 

Regia di Guillermo Del Toro. Un film con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins. Guarda il trailer »

winner
migliori film
National Board
2021
winner
film dell'anno
AFI Awards
2022
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati