Maestro

Film 2023 | Biografico, Drammatico, +13 129 min.

Regia di Bradley Cooper. Un film con Bradley Cooper, Carey Mulligan, Matt Bomer, Vincenzo Amato, Maya Hawke (II). Cast completo Genere Biografico, Drammatico, - USA, 2023, durata 129 minuti. Uscita cinema mercoledì 6 dicembre 2023 distribuito da Lucky Red. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 24 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Maestro tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 5 dicembre 2023

La relazione profonda e coraggiosa di tutta una vita tra l'icona musicale Leonard Bernstein e Felicia Montealegre Cohn Bernstein. Il film ha ottenuto 7 candidature a Premi Oscar, 4 candidature a Golden Globes, 7 candidature a BAFTA, Il film è stato premiato a National Board, 8 candidature a Critics Choice Award, 2 candidature a SAG Awards, 1 candidatura a CDG Awards, Il film è stato premiato a AFI Awards, 1 candidatura a ADG Awards, In Italia al Box Office Maestro ha incassato 4,1 mila euro .

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 3,20
PUBBLICO 3,29
CONSIGLIATO SÌ
Il racconto di una dualità profonda che coesiste in nome della libertà creativa e personale.
Recensione di Paola Casella
sabato 2 settembre 2023
Recensione di Paola Casella
sabato 2 settembre 2023

Dal momento in cui Leonard Bernstein piomba sul palcoscenico della Carnegie Hall, a soli 25 anni, a condurre per la prima volta la New York Philarmonic, cosa che farà per una leggendaria tenitura decennale, la sua ascesa è inarrestabile. Accanto a lui, durante la lunghissima carriera in cui alternerà l'attività di direttore d'orchestra a quella di compositore (anche per film drammatici come Fronte del porto e musical come West Side Story) a quella di insegnante e studioso della musica, c'è la moglie Felicia Cohn Montealegre, che condivide ogni sua passione ma mal tollererà le sue relazioni omosessuali.

Come annunciato dai titoli di testa, "un'opera d'arte non risponde alle domande, le suscita", ed è la tensione fra risposte contraddittorie ad essere davvero degna di attenzione. Dunque anche la vita di un musicista gigantesco come Bernstein è il composito delle contraddizioni che hanno nutrito la sua espressione artistica.

Maestro, scritto (con Josh Singer), diretto e interpretato da Bradley Cooper, è il racconto di una dualità profonda che coesiste in nome della libertà creativa e personale: performance coinvolgente e composizione solitaria, estroversione pirotecnica e tristezza interiore, etero e omosessualità.

Dunque anche il film è diviso nettamente in due parti, la prima in bianco e nero e la seconda a colori, a rappresentare le due epoche del rapporto coniugale fra Leonard e Felicia. La prima metà è ben riuscita, ricca di espedienti narrativi e filmici che la rendono viva e movimentata: e si vorrebbe che diventasse un musical tout court, il che espliciterebbe in modo più efficace il rapporto fra finzione e realtà, vita e performance che ha caratterizzato il matrimonio dei Bernstein, suggerito anche dal formato cinematografico "autoriale".

La seconda parte invece percorre terreni più convenzionali da biopic sentimentale, e trasforma il personaggio di Felicia, interpretato da Carey Mulligan, nell'opposto di come era stata rappresentata all'inizio: non più anima gemella di Leonard intellettualmente e artisticamente (Montealegre era stata un'attrice di successo) ma moglie rancorosa e ostile che ha scoperto di non potersi accontentare di ciò che il marito le può dare - nonché una prepotente che intima a Lenny di "non azzardarsi a dire la verità" sulle sue scappatelle (compresa una vera e propria relazione parallela). Fra l'altro nella realtà, oltre che uno spirito libero, Felicia era una nota attivista politica: aspetto del quale nel film non resta alcuna traccia.

Maestro dà spazio quasi unicamente ai due protagonisti, a scapito di tutto il resto: sarebbe stato invece interessante capire il processo creativo e le scelte artistiche di Bernstein, e invece la sua musica rimane un (magnifico) sottofondo (per capire come raccontare un compositore spiegandone l'ispirazione e i ragionamenti basta ricordare Ennio); così come sarebbe stato utile approfondire i ritratti dei figli o della sorella del direttore d'orchestra (l'ottima Sarah Silverman) che rimangono invece figurine collaterali, e soprattutto il punto di vista degli amanti, trattati davvero come incidenti di percorso, al netto del primo piano sofferente di Matt Bomer.

Maestro è nato sotto l'egida e la coproduzione di Steven Spielberg e Martin Scorsese che hanno affidato a Cooper la storia del "più grande direttore d'orchestra americano", e la loro fiducia non è mal riposta, perché il regista-sceneggiatore riesce a imbevere la storia di un dolore e un diniego segreti, una rassegnazione a "sopportare e sopravvivere" che effettivamente si leggevano nello sguardo del vulcanico musicista: nonché quell'"acuto senso della futilità" e quella "sindrome dell'impostore" che fanno pensare anche ad una possibile immedesimazione autobiografica di Cooper, la cui interpretazione nei panni di Bernstein è comunque eccezionale, fatta di voce e fisicità, conduzioni selvagge e composizioni tormentate, e di una fondamentale inaccessibilità mascherata da esuberanza, che fa pensare più ad un disturbo bipolare che alla depressione spesso citata nel film. Carey Mulligan invece soffre la dicotomia di un personaggio che fondamentalmente tradisce se stesso, e la personale tendenza a interpretare i ruoli in maniera stucchevole.

Sei d'accordo con Paola Casella?
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 21 febbraio 2024
Antonio Montefalcone

Il secondo film di e con Bradley Cooper dopo “A star is born” (2018), ripropone il piacevole abbinamento di cinema, musica, e frammenti di vita.  L’opera in questione tratta in modo appassionato la dolente biografia di Leonard Bernstein, uno dei più grandi talenti musicali del XX secolo, ottimo compositore, eccezionale divulgatore e soprattutto raffinato direttore [...] Vai alla recensione »

martedì 6 febbraio 2024
Felicity

Maestro è un film onirico, molto teatrale, a tratti opprimente, ma che oltre a darci la miglior performance di sempre di Bradley Cooper, ci conferma che Carey Mulligan è un’attrice straordinaria. Assieme i due salvano il film dalle due sue imperfezioni. E' un film sincopato, a metà tra teatralità e grande narrazione classica.

domenica 3 settembre 2023
Peer Gynt

Alternando bianco e nero (la prima parte) e colore (la seconda) e in uno stile (soprattutto la prima metà del film) che ricorda il ritmo dei musical (veloce e armonioso, come fosse una danza) Cooper narra non tanto la vita di Leonard Bernstein ma il suo rapporto, intenso e conflittuale, con la moglie Felicia Cohn Montealegre. La musica di Bernstein autore non è presente forse come si [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 dicembre 2023
Xerox

Fumano tutti, dal primo fotogramma all'ultimo! NON E' POSSIBILE!!! Avranno riempito la Fossa delle Marianne solo con le cicche!

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 5 febbraio 2024
Bruno Surace
Gli Spietati

Bradley Cooper, per capirci, sarebbe il prof cazzone e senza scrupoli di Una notte da leoni, l'impasticcato di Limitless, il procione spaziale di Guardiani della galassia, e via discorrendo. Proprio lui. Pare ormai chiaro però che poi quando passa da davanti a dietro l'obiettivo diventa un inguaribile sensibile. Con Maestro in effetti firma il suo secondo lavoro alla regia, e sembra già delineare alcuni [...] Vai alla recensione »

domenica 31 dicembre 2023
Vania Amitrano
Ciak

Presentato in concorso alla 80ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, Maestro è la nuova impresa da regista dell'attore Bradley Cooper, dopo il suo esordio in A Star Is Born (2018), che vedeva protagonista Lady Gaga. Una storia d'amore che parte nuovamente dalla musica, ma questa volta si parla di quella sinfonica creata e realizzata dal maestro - appunto - Leonard Bernstein, probabilmen [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 dicembre 2023
Andrea Giordano
La Provincia di Como

L'ultima volta, nel 2018, Bradley Cooper sbarcava alla Mostra del Cinema di Venezia insieme a Lady Gaga, dando forma a uno dei titoli che poi avrebbero caratterizzato la Mostra, "A Star is Born". Da lì iniziò la cavalcata agli Oscar e nomination, la statuetta andata alla canzone "Shallow", la consapevolezza di una protagonista assoluta, la bravura di un attore, diventato da allora regista.

giovedì 21 dicembre 2023
Carlo Maria Cella
Cult Week

Dal 20 dicembre Netflix mette in palinsesto Maestro, film di e con Bradley Cooper, presentato all'ultima Mostra di Venezia, circolato nelle sale con visibilità da cineteca, corredato da commenti aperti in una forbice che va dal "capolavoro" (molti, moltissimi) al tiepido tre stelline e mezzo (rifugio degli incerti e con poche idee). Diversamente da molta Rai di oggi e Mediaset di sempre, non risultano [...] Vai alla recensione »

martedì 19 dicembre 2023
Fiaba Di Martino
Film TV

La vita del compositore e direttore d'orchestra Leonard Bernstein è una partitura cinematografica appetitosa, che nel secondo film da regista (e protagonista) di Bradley Cooper si srotola come la pergamena d'oro di una profezia subito avveratasi. Fin dai primi minuti, quando un Bernstein venticinquenne è chiamato alla grande occasione - sostituire Bruno Walter alla New York Philharmonic -, Cooper ne [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 dicembre 2023
Alessandra De Luca
Avvenire

Dopo l'esordio alla regia con A Star is Born nel 2018, Bradley Cooper torna dietro la macchina da presa e alla musica con il biopic Maestro che ripercorre la relazione durata una vita tra Leonard Bernstein, musicista, direttore d'orchestra (il primo americano alla Scala di Milano), compositore, insegnante, autore, e la moglie, l'attrice Felicia Montealegre Cohn.

mercoledì 27 settembre 2023
Fabiana Sargentini
Close-up

Leonard Bernstein è stato il primo grande direttore d'orchestra americano. Bradley Cooper, che, oltre a dirigere il film, interpreta il personaggio con grande mimetismo (e numerose protesi facciali), mette in scena l'artista da un punto di vista umano e professionale. Un mattino (il 14 novembre 1943), nel buio, squilla incessantemente un telefono.

martedì 12 settembre 2023
Fiaba Di Martino
Film TV

Governare l'armonia delle note per Leonard Bernstein è un piacere naturale, ma la vita privata produce stonature: è la spaccatura classica della vita d'artista, e del biopic eretto sul conflitto fra l'ordine del matrimonio con l'attrice Felicia Montealegre (Carey Mulligan, precisa al millimetro) e le fughe del sentimento verso altri uomini. Debordanza e rigore trovano pace solo nell'ossessione musicale, [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 settembre 2023
Bilge Ebiri
Vulture

In più occasioni Bradley Cooper ha negato che Maestro fosse una biografia di Leonard Bernstein. Il focus del film è il rapporto del musicista con la moglie Felicia, interpretata da Carey Mulligan, che si merita l'applauso più convinto. Con una straziante universalità è in grado di connettersi con tutti noi in un modo che non riesce a Cooper. Quest'ultimo compie una magnifica ricostruzione che però [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 settembre 2023
Tonino De Pace
Duels.it

Dopo A star is born del 2018, Cooper torna alla regia di un film in cui di nuovo la musica diventa scenario del racconto. Maestro fonde la classicità del biopic con l'urgenza di una storia fatta di passioni carsiche o manifeste, brucianti come la presenza del suo protagonista sul palco della direzione dell'orchestra. Cooper da prova di sé e da volto (eterno) al direttore d'orchestra e musicista Leonard [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Elisa Battistini
Quinlan

A Bradley Cooper piace raccontare i musicisti: impossibile dubitarne. È lo stesso attore e regista, del resto, a dichiarare che a casa sua, quando era bambino, si ascoltavano lirica e classica e che lui immaginava di dirigere un'orchestra. Il sogno si è avverato, benché soltanto nella finzione, e nel suo secondo film dietro la macchina da presa Cooper dismette la chitarra elettrica che contraddistingueva [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Positivo anche il ricordo che lascia "Maestro" di Bradley Cooper, che (non) torna in laguna a 5 anni da "A star is born". È il biopic targato Netflix, scritto dallo stesso regista con Josh Singer, sulla vita del grande compositore e direttore d'orchestra Leonard Bernstein, interpretato proprio da Cooper, in modo sbalorditivo per somiglianza e gestualità maniacalmente riprodotta.

domenica 3 settembre 2023
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Bradley Cooper in versione regista conferma di adorare i film a tematica musicale. Dopo aver debuttato nel 2018 con il terzo remake di «A Star Is Born», si cimenta ora con il biografia di Leonard Bernstein (1918-1990), direttore d'orchestra nonché leggendario compositore di «West Side Story» e «Fronte del porto», oltre che di innumerevoli altri musical, sinfonie, colonne sonore, messe, musiche da camera. [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Filiberto Molossi
La Gazzetta di Parma

Potremmo chiamarlo il paradosso di Bernstein: un film su un genio assoluto della musica, formidabile direttore d'orchestra e compositore straordinario (e non solo per «West Side Story»...) che funziona soprattutto nei silenzi: in quelle pause cariche di tensione e di disagio, in quei momenti senza risposte, intermezzi taciuti e reticenti tra una creazione e l'altra dove lasciare segni invisibili su [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Marina Pavido
Asbury Movies

Il grande compositore e direttore d'orchestra Leonard Bernstein (1918 - 1990) è una vera e propria leggenda non solo nel campo della musica classica, ma anche per aver composto numerose colonne sonore per il cinema, aggiudicandosi addirittura una nomination all'Oscar per le musiche di Fronte del porto (Elia Kazan, 1954). Bradley Cooper, affermatosi ormai da diversi anni come attore, ha debuttato alla [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Paolo Mereghetti
Il Corriere della Sera

Meno scontato il film di Bradley Cooper sul musicista Leonard Bernstein, che lui stesso interpreta. Attraverso il matrimonio con Felicia Montealegre Cohn (Carey Mulligan) ma senza nasconderne l'omosessualità, Cooper affronta le contraddizioni dell'uomo, diviso tra musica classica e pop, Broadway e la Carnegie Hall, depressioni esistenziali ed euforia creativa.

domenica 3 settembre 2023
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Suona in sordina Maestro, il biopic che Bradley Cooper, regista e interprete, ha dedicato al celebre direttore d'orchestra, compositore e pianista Leonard Bernstein. Assente dal Lido causa sciopero, Cooper licenzia il film di una nota sola, lungo oltre due ore, in cui la bisessualità è in Si bemolle e la trasfigurazione questa sconosciuta. Oltreoceano hanno dibattuto, fino al verdetto dell'Anti-Defamation [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Cristina Piccino
Il Manifesto

Leonard Bernstein Bradley Cooper ha imparato a amarlo quando era ancora bambino: «A casa ascoltavamo di continuo le sue incisioni» dichiara sul catalogo del festival. Maestro - con cui l'attore e regista americano dopo il sucesso di A Star Is Born torna sul Lido stavolta in concorso - seppure virtualmente visto che né lui né Carey Mulligan, la co- protagonista hanno accompagnato la proiezione per gli [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Francesco Alò
Il Messaggero

Lacrime, emozioni forti e ambizioni Oscar 2024 confermate per lo struggente Maestro di Bradley Cooper, sulla coppia Leonard Bernstein e Felicia Montealegre. Lui (Cooper) geniale musicista e gay represso negli Usa perbenisti dei 50. Lei (Mulligan) attrice di origini cilene come il detto: «Non stare mai sotto un uccello pieno di merda». Impossibile non adorare questi due ragazzi gioiosi, raffinati, problemati [...] Vai alla recensione »

domenica 3 settembre 2023
Giacomo S. Pistolato
NonSoloCinema

La storia di un matrimonio arriva fino a un certo punto. Quella della relazione tra il geniale compositore, musicista e direttore d'orchestra Leonard Bernstein (Bradley Cooper) e l'attrice Felicia Montealegre Cohn (Carey Mulligan) di sicuro si spinge oltre gli sclerotizzati confini della consuetudine. Non solo per l'eccezionalità della coppia coinvolta, quanto per il tentativo di spingere la comprensione [...] Vai alla recensione »

sabato 2 settembre 2023
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

A director is born e il suo nome è Bradley Cooper. Perché Maestro, seconda regia della star, in Concorso a Venezia 80 (a Natale su Netflix, direzione Oscar), non è solo un deciso passo in avanti rispetto al mélo con Lady Gaga (che ebbe la sua prima sempre al Lido), ma anche un biopic complesso che penetra nella carne viva di un monumento (Leonard Bernstein, uno dei più grandi direttori d'orchestra [...] Vai alla recensione »

sabato 2 settembre 2023
Roberto Manassero
Cineforum

C'è l'inconfondibile marchio Netflix nella biografia di Leonard Bernstein che Bradley Cooper ha scritto (con Josh Singer), diretto e mimeticamente interpretato. Un marchio che di norma la piattaforma riserva alle produzioni d'autore (vedi Blonde, Bardo o lo stesso El conde) e fatto, proprio come in Maestro, di superlativa tecnica fotografica, di interpretazioni di gran classe, di gigantismo produttivo [...] Vai alla recensione »

sabato 2 settembre 2023
Federico Chiacchiari
Sentieri Selvaggi

Che cos'è quel qualcosa che si muove tra le persone? Quale disciplina - tecnico, scientifica o filosofica - riesce a spiegare quella luce particolare che si intravede tra i corpi (e le anime?) dei personaggi di una storia? È possibile filmare questo spazio, tra le persone, alla maniera in cui riusciva a farlo, con la pittura, un Maestro come Velasquez, che, per Godard "dipingeva lo spazio che c'è tra [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
giovedì 26 ottobre 2023
 

Regia di Bradley Cooper. Un film con Bradley Cooper, Carey Mulligan, Maya Hawke (II), Matt Bomer, Booch O'Connell. Dal 20 dicembre su Netflix. Guarda il trailer »

MOSTRA DI VENEZIA
sabato 2 settembre 2023
Paola Casella

Bradley Cooper racconta Leonard Bernstein. In concorso a Venezia 80 e dal 20 dicembre in streaming su Netflix. Vai all'articolo »

TRAILER
lunedì 21 agosto 2023
 

Regia di Bradley Cooper. Un film con Bradley Cooper, Carey Mulligan, Maya Hawke (II), Matt Bomer, Booch O'Connell. In cinema selezionati a dicembre e dal 20 dicembre su Netflix. Guarda il trailer »

winner
migliori film
National Board
2023
winner
film dell'anno
AFI Awards
2024
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati