Spider-Man

Film 2002 | Avventura +13 121 min.

Regia di Sam Raimi. Un film Da vedere 2002 con Tobey Maguire, Kirsten Dunst, Willem Dafoe, James Franco, J. K. Simmons, Bill Nunn. Cast completo Genere Avventura 2002, durata 121 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,54 su 86 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Spider-Man tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

L'eroe inventato nei primi anni sessanta da Stan Lee portato sullo schermo da un regista con caratteristiche autoriali (non il solito esperto di effetti speciali). Al Box Office Usa Spider-Man ha incassato 404 milioni di dollari .

Passaggio in TV
sabato 29 settembre 2018 ore 14,20 su SKYCINEMAMAX

Consigliato sì!
3,54/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,06
CONSIGLIATO SÌ
Il regista horror Sam Raimi si confronta con il supereroe di Stan Lee.
Recensione di Andrea Chirichelli
Recensione di Andrea Chirichelli

Peter Parker è un giovane studente di college, non particolarmente brillante, che vive assieme agli amati zii ed è segretamente innamorato della bellissima Mary Jane Watson. Durante una visita a un laboratorio, il giovane viene morsicato da un ragno che ha fatto da cavia per numerosi esperimenti. Il giorno dopo Parker vede la sua massa muscolare aumentare, la miopia scomparire, i cinque sensi acuirsi e si rende conto di poter lanciare dai polsi delle resistenti ragnatele, ma purtroppo per lui l'euforia dura poco: lo zio viene infatti ucciso durante una rapina. Sconvolto dal dolore e desideroso di mettere a frutto i suoi poteri senza svelare la sua vera identità, si disegna un costume rossoblu con l'effige di un ragno: Spiderman è nato...
Frutto di anni e anni di dubbi, ripensamenti, riscritture della sceneggiatura e della ricerca affannosa del cast e del regista adatto, Spiderman è un film entusiasmante e al tempo stesso discontinuo. La nascita del mito, che si prende delle libertà rispetto all'originale del fumetto, è necessariamente lenta e ragionata e pone le fondamenta per gli sviluppi che seguiranno, mentre la seconda parte della pellicola, caratterizzata dallo scontro tra l'eroe e Goblin, nemesi storica, è assolutamente spettacolare. Felice la scelta del cast: Tobey Maguire, di certo non un "bello da copertina", è perfetto per interpretare Peter Parker, Kirsten Dunst è un Mary Jane dolce ma risoluta al tempo stesso e Willem Dafoe si dimostra villain di spessore. Attorno a essi, un vario gruppo di ottimi caratteristi e tanti camei di gran pregio che permettono al film di cambiare registro da un momento all'altro. Sullo sfondo, una New York non pacificata e ancora terrorizzata dall'11 settembre: mai come ora Spiderman non è solo un "supereroe con superproblemi" ma l'ultima speranza per una nazione allo sbando. Sam Raimi, che aveva già una certa esperienza (sui generis...) nell'ambito superoistico (Darkman) riesce a fondere nella sua opera l'amore per il fumetto originale con l'originalità e l'eclettismo che ha contraddistinto la sua carriera cinematografica e con l'aiuto di ottimi effetti speciali confeziona un pregevole blockbuster capace in alcune sequenze, come quella del bacio tra Spiderman e Mary Jane o quella del salvataggio in extremis di quest'ultima, di restare indelebilmente impresso negli occhi e nel cuore del pubblico.

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
Francesco Rufo
venerdì 10 luglio 2009

Spider-Man è un film basato sul personaggio dei fumetti creato da S. Lee e S. Ditko per la «Marvel», apparso per la prima volta nel 1962 sulle pagine di «Amazing Fantasy», giunto in Italia nel ’70. È un film dominato dalla figura del doppio, che si dà, sul piano tematico, nello sdoppiamento tra Peter e Spider-Man, Norman e Goblin, umano e oltreumano, normalità e straordinarietà; sul piano formale, nel rapporto tra realtà e fantastico, tra l’equilibrio del cinema “reale” (classico) e l’euforia del cinema digitale, tra corpi reali e corpi sintetici, tra stasi e velocità, passato e futuro. Spider-Man è il primo “supereroe con superproblemi”. Prima e più che un supereroe, è un giovane che si trova ad attraversare il passaggio dall’adolescenza alla maturità, dall’età della spensieratezza a quella delle responsabilità, e affronta i problemi tipici di questa fase della vita, come i veloci cambiamenti fisici e psicologici, la ricerca dell’identità. La trasformazione di Peter metaforizza le trasformazioni dell’età adolescenziale. Dapprima Peter usa i poteri per divertimento e a proprio vantaggio; dopo la morte dello zio, li usa per vendicarsi; poi acquisisce la consapevolezza delle proprie responsabilità; alla fine, dicendo «Chi sono io? Io sono Spider-Man», attesta la conquista dell’identità, il compimento del percorso di formazione. Peter/Spider-Man, orfano come altri supereroi (Superman, Batman), si trova a scegliere tra due padri putativi: lo zio Ben e Norman. Lo zio Ben è il padre positivo, la figura dell’onestà, del dovere, della responsabilità. Norman è il padre negativo, la figura dell’arrivismo, della brama di ricchezza e potere, della scellerata volontà di onnipotenza. Peter/Spider-Man e Norman/Goblin compiono due percorsi paralleli e speculari. Entrambi sono molto intelligenti e appassionati di scienza; devono sopravvivere in un ambiente sociale dominato dalla sopraffazione (la scuola piena di bulli per Peter, l’industria piena di affaristi cinici per Norman); entrambi arrivano a una nuova identità superumana.

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
SPIDER-MAN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 24 marzo 2011
ultimoboyscout

Funziona perfettamente, ottima regia, ottimo Maguire (nonostante non sia il più bello di Hollywood), ottima storia. Funziona l'eroe perchè il suo nemico storico, affrontato in questo film, Goblin piace e da battaglia in maniera credibile. Oltre a dosi logicamente massicce di azione, ritmo e spettacolarizzazioni delle imprese e azzeccatissimi effetti speciali il merito di Raimi è [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 maggio 2013
Luca Capaccioli

Il regista Sam Raimi, già noto per gli horror La Casa e La Casa 2, si è dimostrato eccezionale anche nel dirigere questo film dedicato all'Uomo Ragno, supereroe della Marvel Comics creato da Stan Lee nel 1962 e qui interpretato da Tobey Maguire. Peter Parker è uno studente del liceo che eccelle nelle varie materie scolastiche ed è, nel coltempo, il bersaglio preferito [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 luglio 2011
Cenox

La storia di Peter Parker (Maguire), studente con un grande potenziale intellettivo ma con poca vita sociale, lo porta ad essere poco considerato dalla propria vicina di casa, la bella Mary Jane (Dunst) di cui è innamorato da sempre. Questo è l'inizio di una trilogia che farà la storia del genere, scatenando il boom di film sui supereroi che è seguito dopo il successo [...] Vai alla recensione »

martedì 24 maggio 2011
mondolariano

Se si pretende l’attinenza ai fumetti originali, non si salverebbe nessun film di questo genere. Ma pur nei limiti di un’impostazione infantile, questo “Spiderman” funziona proprio bene. Se non altro evita di prendersi troppo sul serio come il “Batman” di Michael Keaton, che infatti pecca di antipatia. I punti deboli sono le scopiazzature prese da “Superman”: il direttore del giornale, i salvataggi [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 ottobre 2015
qisoneb

probabilmente sam raimi direbbe, non l'ho fatto per te il film, dovessi farlo soltanto per te, non avrei fatto, grazie sam io lo faccio da una vita (Michelangelo   direi avrebbe concordato) di guardare i film di altre persone e non ci si vede niente di straordinario direi comunque a avere diverse... posizioni; forse questo nella saga di spiderman è il migliore, sono tante le [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 ottobre 2010
nick castle

Dopo tanti fumetti, diversi adattamenti a cartoni animati per la TV, arriva finalmente dal vivo per il cinema un film su Spiderman, che non delude per niente le aspettative di nessun fan, anzi facendo fermentare in essi nuovi sentimenti. Regista più azzeccato di Sam Raimi non c'era. Siamo a livelli davvero alti. La costruzione della storia, la caratterizazzione dei personaggi, i movimenti [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 aprile 2014
petercinefilodoc

 Era il 2002 quando fu portato per la prima volta sullo schermo uno dei supereroi più amati dell'universo fumettistico, un personaggio che attraverso la carta ha entusiasmato generazioni e generazioni di giovani. Sto parlando di Spider-Man, o uomo ragno, come viene anche comunemente definito. Ammetto di non essere né un fan e né un esperto di fumetti (mai letto uno in [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 agosto 2013
SUPREMO2000

Film dedicato all'uomo ragno regia di Sam Raimi Stati Uniti devo dire che questo fil è un capolavoro questa non è la prima volta che lo vedo lo avrò visto un miliardo di volte tanto che è fantastico 5 stelle se le merita

giovedì 12 dicembre 2013
SUPREMO2000

Il fantastico primo capitolo che aprirà una saga stupenda tutti i 3 film sono diretti da Sam Raimi io penso che con questo film è andato benissimo infatti gli assegno 5 stelle con il secondo capitolo è andato dinuovo alla grande e anche li io gli assegno 5 stelle per il terzo capitolo per me ha fatto un buon lavoro sono indeciso se assegnarli 4 o 5 stelle però è sempre [...] Vai alla recensione »

martedì 2 aprile 2013
daniele23

Peter Parker è un giovane studente particolarmente brillante, che vive assieme agli ed è segretamente innamorato della bellissima Mary Durante una visita a , il giovane viene morsicato da un ragno che ha fatto da cavia per numerosi esperimenti. Il giorno dopo Parker vede la sua massa muscolare  , sensi acuirsi e si rende conto di poter lanciare dai polsi delle resistenti ragnatele, [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 aprile 2012
Alessandra A.

Non sono una grande fan dei film ispirati ai fumetti ma li ho visti e li sto vedendo tutti. Dopo Batman di Tim Burton (solo quello eh) Spider Man è per me al secondo posto.  E il mio podio finisce qui.

martedì 27 dicembre 2011
Renato C.

A parte che tutto ha origine dal capostipite Superman, questo super-eroe è particolare; è un ragazzo timido che non riesce nemmeno ad avvicinare la ragazza per cui si è preso la cotta! Poi per un caso fortuito: la puntura di un ragno, assume superpoteri, gli si acutizza l'intelligenza ed impara spontaneamente come agire e come sfruttare i suoi superpoteri! Però vede che anche questi hanno un lato [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2011
peppe97

Questa pellicola la posso considerare come il film per eccellenza della marvel,proprio perchè è il migliore,il più completo di aspetti quali sentimenti,azione ed un pò d'avventura. Raimi,non posso dimenticarlo per la sua grande prestazione di regista,e vi dirò di più,a lui è stato affidato il compito di dirigere un film chiamato Warcaft,tratto dalla [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 marzo 2010
NikoFox88

Un ottima trasmutazione del fumetto al grande schermo di grande effetto,ottimi effetti speciali,ottima atmosfera,ottimi attori e storia coinvolgente sin dalle primissime battute del film!Molti registi dovrebbero prendere spunto da questo film e smettere di creare films pessimi distruggendo icone fumettistiche!Dopo molti anni di distanza dal Batman di Tim Burton questo è la trasmutazione più [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 gennaio 2010
Alex41

A mio parere, questo film è assolutamente strepitoso, non presenta alcuna sbavatura della tragica storia dell'Uomo Ragno, anzi ci offre un'avventura fuori dagli schermi in compagnia del più grande supereroi dei fumetti Marvel (non dico il migliore di tutti perchè io preferisco Batman). Il regista de La Casa ci offre una spettacolare regia ricca di azione, suspense, [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 settembre 2009
joker91

un film ottimo mi sento di dar 4 stelle per il fatto che il cast e azzeccatissimo e le musiche di danny elfman sono come sempre favolose. un buon film,non un capolavoro ma merita la visione

venerdì 25 settembre 2015
djfilippo

Capolavoro....

giovedì 18 settembre 2014
fanfumetto

UN FILM FANTASTICO

domenica 4 novembre 2012
Lory08

La trilogia del tessiragnatele secondo Sam Raimi rimane forse tra i migliori cinecomic mai fatti. Tra i vari lungomettraggi di supereroi, questo si contraddistingue per alcuni momenti certamente indimenticabili: come ci si può scordare l'impacciato Peter Parker di Tobey Maguire, l'eccellente interpretazione di Willem Dafoe e il suo sorriso maligno da Goblin, il bacio a testa in giu tra [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 aprile 2012
AmyBlue

Non c'è molto da dire, lo stuolo di recensioni entusiastiche e la totale latitanza di critiche la dicono lunga sulle abilità di illusionista di Raimi, regista mediocre messo quasi gratuitamente sul piedistallo dai tempi de La Casa. Il suo Spider-Man è un prodotto spudoratamente commerciale e astuto che, sfruttando l'assenza di precedenti validi, prova a raccontarci la sua, personalissima versione della [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 novembre 2011
L0GAN

venerdì 2 settembre 2011
Dragonia

Questo è un raro caso in cui io e la critica siamo d'accordo nel recensire un film: Spider Man ha tutti gli ingredienti giusti, mescolati nel modo giusto, di un blockbuster di alta qualità. Musica, effetti speciali e attori sono i tre solidi pilastri su cui si regge un film adatto anche a quelli che non conoscono il fumetto (fra i quali ci sono io, che di fumetti sui supereroi non [...] Vai alla recensione »

sabato 2 maggio 2009
pietro giaco

non esageratamente fantastico ma ha un suo perchè e vale la pena di guardarlo...belli gli effetti usati; buona la trama; giusti gli attori...un film riuscito ke merita.

domenica 19 giugno 2011
mr manatthan

adesso se di spiderman hai visto solo i cartoni animati e i film e in sostanza non hai speso tempo e soldi per leggere le avventure dell'arrampicamuri, la trilogia di spiderman è stupenda da vedere, ma se di spiderman hai letto le storie a partire dagli editoriali del 70 sai che il film di raimi è il dsolito film per under 14 americani.

domenica 8 novembre 2009
Pegg94ful

Questo si che è un film:un film d'azione,intrattenimento,con una love story e moltissimo divertimento! Effetti speciali unici,attori giusti,musiche bellissime,trama spettacolare(ma nn rispetta il fumetto!)CONSIGLIATISSIMO assieme al 2 e al 3!

martedì 24 luglio 2012
Regi1991

Il spiderman che rimane impronta della nostra generazione, ora ricorderemo il nostro spiderman/tobey e mary jane/kirsten, si discosta dal fumetto per certi versi, come il lanciaragnatele che manca, le ragnatele sono aquisite con il morso del ragno (idea presa dalla riscrittura di J. Cameron), ma comunque ogni film non è esattamente identico al fumetto o libro da dove prende spunto, e se vediamo [...] Vai alla recensione »

sabato 21 luglio 2012
Franny_

Il mio film preferito! Scorre velocissimo, senza nessun inceppo ed è capace di accontentare tutti, ma proprio tutti: dai bambini che adoreranno il loro supereroe, ai più romantici che si innamoreranno della storia d'amore tra MJ e Peter, ai più appassionati di cinema e di azione! 

mercoledì 28 settembre 2011
tiamaster

per tutte la ottime critiche che ha ricevuto questo film mi aspettavo molto di più,invece lo trovato molto fiacco e poco originale,con attori non molto bravi e una trama piatta,per quanto comunque non sia un film pessimo non merita assolutamente le ottime critiche che ha ricevuto,un film d'intrattenimento,molto meglio i suoi seguiti.

Frasi
Ci rivedremo, Spider-man!
Una frase di Norman Osborn; Green Goblin (Willem Dafoe)
dal film Spider-Man - a cura di alessandro Marzocca
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Venezia
Panorama

Il suo creatore, Stan Lee, papà di una tribù di supereroi e supercattivi che dagli anni Sessanta in poi ha rivoluzionato il fumetto, lo definiva così: «L’eroe che potresti essere tu: ecco chi è Spider-man». Peter Parker (Tobey Maguire), studente brillante ma continuamente tormentato dai compagni e molto timido con Mary Jane (Klrsten Dunst), la ragazza dei suoi sogni, viene morso da un ragno geneticamente [...] Vai alla recensione »

Mauro Gervasini
Film TV

É solo che l'euforia da comic strip si è da un pezzo impossessata di Hollywood e questo Spiderman ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti i fan dell'arrampicamuri. Della fedeltà tra fumetto e film non ci importa nulla, ma due erano le difficoltà da superare: 1) la convivenza con gli effetti speciali digitali 2) la definizione dei personaggi. Raccontando le gesta di supereroi in calzamaglia rossa [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Creato nel 1962 per i Marvel Comics da Stan Lee e Steve Dikto, Spiderman arriva nelle nostre sale preceduto da un imponente lancio massmediologico e forte di un botteghino USA di 300 milioni di euro in tre settimane. Anche coloro che non hanno mai letto il fumetto sanno ormai che dietro la maschera de L´uomo ragno si nasconde lo studente Peter, orfano allevato dagli zii nel quartiere povero di Queens [...] Vai alla recensione »

Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

La magia si può imparare con l'esercizio, e alla fine si può "volare" come il ragazzo di sir James M. Barrie per separarsi dall'avidità, dal denaro, dall'egoismo. La scalata al successo può essere sostituita da quella all'Empire State Building, metaforica vetta urbana di King Kong, vendicatore del proprio mondo contro la messa in spettacolo della natura.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Di un film come Spiderman si può dire (e tanto è già stato detto) quel che si vuole. Lo puoi prendere dal lato del marketing: ed ecco il perfetto prodotto hollywoodiano, imposto all'immaginario planetario con una costosissima campagna promozionale e già record assoluto d'incassi. Si può fare psicologia in pillole: e allora si dirà che Peter Parker, alias l'Uomoragno, è un ragazzo qualsiasi, anche un [...] Vai alla recensione »

Adriano De Carlo
Il Giornale

Con i miliardi che ogni giorno di più si ammucchiano nelle casse dei produttori di Spiderman, ridurne l'aspettativa a vantaggio dello spettatore non è semplice. Si tratta di uno di quei casi, come Titanic e Guerre stellari, che creano una sorta di dipendenza nei confronti di certe pellicole, prima ancora che siano state proiettate; una mostruosa macchinazione che ha una sola via d'uscita andare a vederlo. [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

"Chi sono io? Io sono Spider-Man ". Su queste parole dell’uomo-ragno si chiude il film che Sam Raimi e lo sceneggiatore David Koepp traggono dal fumetto creato quarant’anni fa da Stan Lee e dal disegnatore Steve Ditko ( Spider-Man, Usa, 2002, 121’). Nella perentorietà della risposta sembra riflettersi un’analoga perentorietà della coscienza di sé: Peter Parker (Tobey Maguire), l’adolescente timido, [...] Vai alla recensione »

Paolo Boschi
Scanner

Difficile prescindere dal film che finora ha registrato i maggiori incassi della storia del cinema, ancora più difficile se si tratta della traslazione dal fumetto al grande schermo di uno degli eroi di carta maggiormente amati a livello planetario, ovvero Spider-Man. Diciamo subito che Sam Raimi è riuscito a catturare l'essenza del supereroe rosso-blu grazie ad una puntuale rilettura delle origini [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Un imbranato come noi: è questo il bello dello Spider-Man di Sam Raimi, interpretato da Tobey Maguire. Con le ragazze è un disastro, i compagni di scuola lo sbeffeggiano per passatempo, la vita di tutti i giorni è quasi ai limiti della sopportazione. Insomma, sembra proprio il ritratto di un giovanotto qualsiasi, un teen-ager sperduto nell’immensa provincia del mondo.

Silvio Danese
Quotidiano.net

Dal fumetto di Stan Lee questa è la funambolica cinegrafia del sogno del lettore: liberarsi del peso del proprio corpo grazie al proprio corpo (la mano-ragnatela) e associare il volo all'amore, e l'amore alla potenza, e la potenza alla responsabilità, come vuole la morale della favola. Secondo classicismo, il regista di horror inossidabili Sam Raimi assegna all'eroe il destino western del cavaliere [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati