Don't Look Up

Film 2021 | Commedia, +13 145 min.

Regia di Adam McKay. Un film Da vedere 2021 con Timothée Chalamet, Leonardo DiCaprio, Melanie Lynskey, Jennifer Lawrence, Cate Blanchett. Cast completo Genere Commedia, - USA, 2021, durata 145 minuti. Uscita cinema mercoledì 8 dicembre 2021 distribuito da Lucky Red. Oggi tra i film al cinema in 6 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,33 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Don't Look Up tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La commedia racconta la storia di due scienziati che si accorgono di un meteorite in rotta di collisione con la Terra. Il film ha ottenuto 4 candidature a Golden Globes, Il film è stato premiato a National Board, 6 candidature a Critics Choice Award, 1 candidatura a SAG Awards, Il film è stato premiato a AFI Awards, In Italia al Box Office Don't Look Up ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 5,9 mila euro e 3,8 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,29
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
Il film definitivo sulla società dei media americani e della loro deriva. Un'opera-simbolo dei nostri tempi.
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 9 dicembre 2021
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 9 dicembre 2021

La dottoranda in astrofisica Kate Dibiasky e il suo docente all'Università del Michigan Dr. Randall Mindy scoprono che entro sei mesi una gigantesca cometa colpirà la Terra e provocherà l'estinzione del genere umano. Allarmati riferiscono tutto alla Presidente degli Stati Uniti Janie Orlean, ma dopo essere stati snobbati e umiliati dall'amministrazione si rivolgono alla stampa e alla televisione: è l'inizio di un assurdo circo mediatico che coinvolgerà gli stessi scienziati e finirà per generare uno scontro ideologico tra allarmisti e negazionisti, ribelli e militanti filo-governativi, in un mare indistinto di dirette tv, post, tweet, reazioni social, prese in giro, opinioni a casaccio, sondaggi di gradimento, interessi delle oligarchie, calcoli scientifici non verificati, ignoranza al potere e stupidità collettiva che finisce per rendere quasi secondario l'arrivo della gigantesca cometa...

Con la solita ironia acida e dissacrante, Adam McKay gira il film definitivo sulla società dei media americana, così presa dalle regole della propria bolla da non accorgersi nemmeno della più grave delle minacce: la fine del genere umano.

Don't Look Up non è solamente il film definitivo sulla società della post-verità, sull'oscena bolla dei media e delle reti sociali, sulla gestione del potere che ormai è solo e soprattutto gestione della comunicazione, in un delirio di dichiarazioni, proiezioni, valutazioni di mercato e decisioni prese sulla base di ragioni spesso inesistenti. È anche, in una chiave amaramente paradossale e comica, un film sulla fine del più umano degli istinti, quello di sopravvivenza. Non a caso, è un film sulla fine dell'umanità dove l'umanità non pare avere alcuna intenzione di salvarsi o farsi salvare.

Nel delirio più o meno controllato allestito da Adam McKay, tra tentativi degli scienziati di convincere la politica a deviare il corso della cometa, calcoli della politica su come sfruttare l'evento in termini di consenso, ironie e sfottò di tv e giornali nei confronti dei ricercatori, guerre ideologiche tra populisti da un lato e antagonisti pro-scienza dall'altro, senza che mai una volta vengano usate le parole "repubblicano" e "democratico" (la parola "fascista" è usata una volta), a contare sono solamente le regole dei media e l'eterno presente di un discorso pubblico in cui la realtà è filtrata dai mezzi di comunicazione: per quanto scioccante e spaventosa, una notizia senza reazioni social non esiste; uno scienziato senza sex appeal non può essere creduto; un evento che non può essere commentato non può essere considerato... E cosa esiste di più definitivo dell'estinzione? Come la commenti sui social la fine del genere umano?

Come già in La grande scommessa (e con i toni grotteschi e stupidi dei due Anchorman), McKay costruisce la sua commedia degli orrori con continui commenti a lato, didascalie e battute, con un montaggio frenetico e ironico che replica l'ipertestualità dei prodotti audiovisivi nell'era di internet. L'effetto è quello di un quadro sociologico che tra uno sberleffo e una presa per i fondelli abbraccia tutta la società (americana) contemporanea e ne ha pressoché per tutti, compresi i due protagonisti interpretati da Jennifer Lawrence e Leonardo Di Caprio.

Le dosi maggiori di satira sono ovviamente per la tv generalista senza scrupoli, per la politica (ma qui è come sparare alla Croce rossa, e la presidente di Meryl Streep è un fin esagerata nell'esibita stupidità alla Trump) e per le società informatiche che pensano di regolare la vita, la morte, il presente e il futuro con gli algoritmi. Nel film il nome di fantasia della solita azienda ipertecnologica che gestisce di tutto, dagli smartphone ai missili spaziali, è Bash, ma dietro ci puoi leggere Apple, Tesla o addirittura la stessa Netflix, così come il guru invasato che la gestisce (interpretato da Mary Rylance in un ruolo che replica quello di Ready Player One) è un incrocio fra Steve Jobs e Elon Musk.

Il rischio di un tale sfogo e sfoggio di rabbia, derisione e voluta demenza è la saturazione: McKay sa esattamente come sbertucciare il modo e il mondo in cui oggi tocca lavorare (e vale per tutti, non solo per Hollywood e compagnia), ma proprio per questo la sua satira colpisce nel mucchio e al massimo elogia lo spirito del singolo individuo che può opporsi all'idiozia di massa (ma è bello che alla fine l'unico senso recuperato sia quello del gusto, con un'ultima cena dal sapore religioso e insieme laico).

Don't Look Up funziona dunque come perfetto specchio dei tempi, delle sue derive e dei suoi controsensi (nel mondo della post-verità "ogni fatto è realmente possibile", come dice lo slogan del film): è altamente probabilmente che fra qualche anno lo considereremo l'opera-simbolo dell'era in streaming. Resta però la sensazione di assistere a un bignami facile facile pensato su misura per l'utente medio di Netflix, meno audace di altri lavori dello stesso regista e in fondo integrato nel sistema che si permette di svergognare.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 25 dicembre 2021
Maria Novella

  Ho visto il film e l'ho trovato straordinario, veramente "geniale" perché con il pretesto della stella cometa che sta per impattare la terra non ci troviamo di fronte ad un film catastrofista (tipo inferno di cristallo o altri bei film che fanno emozionare il pubblico lasciandolo con il fiato sospeso) bensì ad una fotografia di come è ridotta oggi la nostra [...] Vai alla recensione »

domenica 9 gennaio 2022
samanta

Il cinema americano pur nel suo progressivo (forse definitivo) tramonto soffocato dalla concorrenza, da internet, dal politically correct, dal cancel culture, dal me too e chi ne ha più ne metta, ha talvolta il coraggio di dare delle zampate di grande spettacolo e anticonformismo non da radical chic.  Che abbia colpito nel segno è dimostrato dalla critica che seppure con un giudizio  [...] Vai alla recensione »

sabato 25 dicembre 2021
Eugenio

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 dicembre 2021
Santa

Molte aspettative, tutte confermate. Cast impeccabile, ma soprattutto un plauso ad Adam Mckay che con la sua ironia tagliente riesce a far risaltare tutti i problemi di oggigiorno. I social, il consumismo sfrenato, la voglia di avere tutto e subito anche quando ci accorgiamo di avere già tutto. La cometa è solo un background per far emergere la divisione del popolo, i complottismi e la [...] Vai alla recensione »

domenica 26 dicembre 2021
donza

Sul motivo della fine del mondo a causa di una stella cometa che impatterà sulla Terra in 6 mesi, la trama narra dell'idiozia umana a cui siamo arrivati. La regia si alterna in modalità da commedia con altre da documentario, da trash film, fino al caricaturale; ne viene fuori un film dal ritmo spezzato che ho trovato molto coinvolgente.

domenica 9 gennaio 2022
Mauro Girella

Con questo film che viene dopo la presidenza Trump, Adam McKay cerca di spiegarci il “fenomeno” Trump, ovvero come sia stato possibile che un simile squilibrato sia giunto alla Casa Bianca, e come sia possibile che anche decaduto dalla carica abbia potuto scatenare l’attacco al Campidoglio – unprecedented nella storia degli Stati Uniti d’America – un attacco che forse neanche la più potente organizzazione [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 dicembre 2021
carlosantoni

L’intenzione è buona, per carità: critica delle ideologie irrazionaliste che forniscono fette di salame a quattro strati sugli occhi della popolazione: vedi i no-vax; critica della società dell’immagine, che c’intossica; soprattutto critica della politica fatta da miliardari folli e reazionari, gestita da coglioni (o coglionesse) totalmente irresponsabili al loro [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 dicembre 2021
uppercut

Finalmente su Netflix un film timbrato con una N che non vale per "nullità" ma per "non me l'aspettavo!". Ottimo sotto tanti aspetti e forse persino storico. Quando si studierà il cinema di questi primi decenni (comete permettendo...) Don't look up sarà sicuramente considerata un'opera spartiacque tra un cinema da sala e un cinema da piattaforma, [...] Vai alla recensione »

sabato 25 dicembre 2021
Fabio Silvestre

il film di Natale su Netflix ha un cast di primissimo piano, Leonardo di Caprio interpreta il professor Mindy che insieme alla dottoranda Dibiasky (Jennifer Lawrence) dal centro di osservazione astronomico del Michigan scoprono che una cometa del diametro di 10 km è in rotta di collisione con la Terra e che l'impatto avverrà dopo 6 mesi.

venerdì 7 gennaio 2022
Annamaria Lucchese

Una commedia nera sull’apocalisse. Una satira così feroce del potere, dei media e della credulità popolare da essere divertente. Si ride, ma è un riso amarissimo. Cast stellare (e strapagato: 30 milioni a Di Caprio, 25 a Lawrence: beati loro!). Le interpreti femminili fanno la parte del leone, anzi della leonessa: Lawrence è una credibile studentessa, brillante, [...] Vai alla recensione »

sabato 25 dicembre 2021
Giovanni_B_southern

Commedia pungente. Politica dal fiato corto , scienza, interessi. Ottimo film. Da vedere

martedì 14 dicembre 2021
gianni porro

Don''t look up non dovrebbe essere considerato nella categoria dei film. E'' una rappresentazione metaforica, ma nemmeno troppo, di quello che sta succedendo veramente. Lo considero quasi un documentario, nonostante sia travestito da intrattenimento per ovvie ragioni di cassetta. Facciamo bene attenzione al leitmotiv che i frustrati ed inferociti protagonisti di questo "documentario" si ripetono continuame [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 dicembre 2021
danyto

Da una parte i poteri forti: politica, industrie farmaceutiche e super ricchi che pensano ai propri interessi economici e il controllo delle persone. Dall'altra la scienza che individua un problema imminete e non trova supporto concreto da chi dovrebbe fare qualcosa per salvare il pianeta. Questo film rispecchia gli ultimi 2 anni.

domenica 26 dicembre 2021
bonifazi01

Vedere un cast d'eccezione del genere prestarsi a un film così particolare è ciò che lo rende godibile. Due scienziati cercano di urlare al mondo il pericolo di un'imminente catastrofe che provocherà l'estinzione umana; ma le cose anziché andare come da copione d' un classico film americano, dove tutti sono eroi, seguono il corso dettato dalla mediocrità umana.

domenica 19 dicembre 2021
Nico

niente di più attuale! "È anche, in una chiave amaramente paradossale e comica, un film sulla fine del più umano degli istinti, quello di sopravvivenza. Non a caso, è un film sulla fine dell'umanità dove l'umanità non pare avere alcuna intenzione di salvarsi o farsi salvare." (cit)

martedì 28 dicembre 2021
Antonio Dì

Non è il solito film dove alla fine si riesce ad annientare il corpo celeste che sta per abbattersi sulla terra e tutti vissero felici e contenti. Il punto principale di questo film è il livello di stupidità umana che oggi, in ogni campo, abbiamo raggiunto: corruzione, menefreghismo, interessi personali, anche quando c'è di mezzo un problema, (un po' come quello [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 gennaio 2022
anna rosa

Nonostante non sia attratta dai film catastrofici o che raccontino cose ... diciamo incredibili, questo mi ha molto impressionato ed emozionato, non solo per il ritmo le immagini la suspense, non solo per la satira feroce della classe politica ai suoi più alti livelli, non solo per il realismo della rappresentazione della società moderna, frivolmente cliccante fotografante postante, ma [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 dicembre 2021
Xerox

Un film che si eleva come una cometa dalla media della produzione odierna così così!!! Bravissimo McKay, bravissimo Di Caprio, bravissima Streep, e niente nomi, il film è bellissimo in tutto! Veniamo a noi. Il più potente, coinvolgente, importante, strumento di comunicazione umana inventato dall'uomo E' MORTO!!!!!!! Una televisione che è diventata così [...] Vai alla recensione »

sabato 1 gennaio 2022
luca80

 Il film presenta in chiave farsesca  la società odierna, la politica e i media, però mi pare un tentativo di satira davvero grossolano, una ironia terra terra che fa ridere chi si accontenta di poco.

mercoledì 29 dicembre 2021
marco

Trama esile, nessuna emozione, pessimo elenco dei maggiori difetti dell'umanità ma senza alcun approfondimento, youtuber movie.Preoccupato per DiCaprio

martedì 4 gennaio 2022
MAURIDAL

 DON’TLOOK UP un film di Adam Mc Kay.  Il regista non è noto per   amare l’impegno sul fronte politico americano a favore di un cambiamento sui temi sociali, particolarmente progressisti, l’unico suo film tragicomico, di denuncia del sistema economico basato sulla finanza selvaggia è “La grande scommessa” , In questo film , il [...] Vai alla recensione »

domenica 26 dicembre 2021
tzzah

Film per nulla all'altezza delle aspettative date da un cast eccezzionale. Vuole essere una satira rappresentativa delle storture tragicomiche della società odierna, ma lo fa ni maniera banale, senza fantasia nè acutezza. le situazioni che si vengono a creare sono rappresentazioni stilizzate e semplificate della realtà, le interpretazioni degli attori ne risultano esasperate [...] Vai alla recensione »

domenica 19 dicembre 2021
melania

solito disaster movie con tutti gli stereotipi del caso. Bella la confezione ma non basta

domenica 12 dicembre 2021
alberto de rosa

Un film veramente inguardabile. Le recensioni positive sono assolutamente immeritate. Anzi confermano quello che il film vorrebbe denunciare (si fa per dire) che ormai siamo.in una società dove i.media dicono solo fesserie. Non si capisce il.nutrito cast di attori famosi da chi e da cosa sono stati convinti per fare un film del genere che ripeto è inguardabile. Non fa neppure ridere. Voto uno

giovedì 9 dicembre 2021
Scoponijr

Le premesse con un cast e un regista del genere c'erano tutte, ma fin dal trailer (proiettato prima del film🤨) si era intuíto che si sarebbe trattato di un film incentrato su un'idea decisamente buona ed originale ed incisiva, una cometa che dopo sei mesi avrebbe colpito la terra e annientato il genere umano invece intento a mettersi d'accordo sulla veridicità di questa [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 13 gennaio 2022
Furio Spinosi
Cinemonitor.it

Chi l'avrebbe detto che il nuovo film di Adam McKay, "Don't Look Up", in definitiva un film catastrofico in salsa satirica, sarebbe stato uno dei migliori non solo della stagione, ma del 2021? Il comparto attori, capitanato da un sempre eccellente e trasformista Leonardo Di Caprio, è quello che si definirebbe un vero e proprio cast d'ensemble, senza un'unica star che sovrasta tutte le altre.

mercoledì 12 gennaio 2022
Alessandro Leone
Cinequanon

Una cometa punta verso la Terra e preannuncia un inevitabile impatto. Non avevo bisogno di altro a tre giorni dal Natale. Un film catastrofico è la bottiglia di spumante che apre col botto festività in salsa Covid. Al timone Adam McKay, regista di commedie ma anche dei magnifici The Big Short e Vice; in copertina Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence, Meryl Streep, Cate Blanchett: mainstream garantito. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 gennaio 2022
Manuel Farina
Cinequanon

Devo ammettere di avere sempre provato un senso di turbamento, forse anche di fastidio, di fronte alle sensibilizzazioni sociali da parte delle star, a cominciare dai vari Live Aid musicali e dalle pubblicazioni di hit modello Usa for Africa, passando per le campagne hollywoodiane contro il tabacco, l'industria farmaceutica o la fame del mondo, per non parlare del cinema indipendente alla Sundance [...] Vai alla recensione »

domenica 9 gennaio 2022
Gaetano Vallini
L'Osservatore Romano

Il film «Don' t Look Up» di Adam McKay Una satira amara e feroce della società di oggi di Gaetano Vallini Quale periodo migliore di quello che precede il Natale per far uscire un film che ha come protagonista una cometa? Peccato che quella di cui parla Don' t Look Up, diretto da Adam McKay, annuncia tutt' altro che una buona notizia, visto che si sta dirigendo inesorabilmente contro la Terra.

lunedì 3 gennaio 2022
Ada Guglielmino
NonSoloCinema

Due astronomi, una cometa in rotta di collisione con la terra e un mondo che non vuole ascoltare. Don't look up, diretto dall'ex attore e oggi regista e sceneggiatore Adam McKay è un graffiante disaster movie satirico che mette alla berlina abitudini, ossessioni, paranoie dell'America contemporanea, e di riflesso del mondo occidentale, con uno sguardo a tutto tondo sulla vacuità dei social media, sull'appar [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 gennaio 2022
Paola Assom
NonSoloCinema

Toh... un film americano che ironizza sullo stile di vita americano, sulla cultura americana, sulla politica americana. Già solo queste sarebbero ottime ragioni per non perderlo. Altro motivo è il cast, giustamente definito "stellare": Meryl Streep, Leonardo di Caprio, Jennifer Lawrence, Timothée Hal Chalamet (e altri personaggi, molto noti al pubblico USA, anche se non altrettanto in Italia).

mercoledì 29 dicembre 2021
Massimo Causo
Duels.it

Il ground zero della verità, laddove il dire e il non dire giacciono tra le stesse macerie insieme a Jonah Hill, ineffabile Segretario di Stato americano... Un po' come il guardare e il non guardare: in alto, in basso, soprattutto in faccia alla realtà. Ecco, la realtà è il vero oggetto su cui si sofferma sempre Adam McKay col suo cinema mimetico: "This is a true story" era lo strillo di La grande [...] Vai alla recensione »

domenica 26 dicembre 2021
Marco Minniti
Asbury Movies

Già da tempo a suo agio nei territori della commedia satirica, capace di intrattenere guardando con occhio tutt'altro che benevolo la politica e l'informazione statunitensi, Adam McKay prosegue il suo personale percorso dietro la macchina da presa con questo Don't Look Up. Un titolo, quello dell'ultimo film di McKay, che laddove sembra originarsi in modo piuttosto ovvio dal tema del film (un asteroide [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 dicembre 2021
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Due scienziati si accorgono che un meteorite entro pochi mesi si schianterà sulla Terra, provocando l'estinzione dell'umanità. Il loro grido accorato, però, non viene raccolto dalla presidente degli Usa. Si rivolgono a stampa e tv, scatenando un circo mediatico e lo scontro ideologico tra allarmisti e negazionisti. Ironia allo stato puro per denunciare la deriva dei media e la politica legata ai consensi. [...] Vai alla recensione »

martedì 14 dicembre 2021
Raffaele Meale
Quinlan

Chissà perché nessun linguista ha ancora avuto l'ardire e l'intelligenza di diffondere come neologismo catastrionfo, la crasi tra catastrofe e trionfo su cui Enrico Ghezzi iniziò a ragionare subito a ridosso dell'attentato newyorchese alle Torri Gemelle, giusto venti anni fa: venti anni in cui si è passati da un evento catastrofico all'altro, dalle guerre in Iraq e Afghanistan ai grandi cataclismi [...] Vai alla recensione »

martedì 14 dicembre 2021
Giulio Sangiorgio
Film TV

«Basato su fatti realmente possibili». Quali? Questi: una dottoranda in astronomia (Jennifer Lawrence) e il suo professore (Leonardo DiCaprio) scoprono una cometa che, nel giro di sei mesi, è destinata a distruggere la Terra. Punto. Il messaggio è preciso, indiscutibile, irreversibile. Eppure l'allarme lanciato dai due si perde, sminuito dal discorso politico, strumentalizzato dal pool della presidentessa [...] Vai alla recensione »

domenica 12 dicembre 2021
Fabio Canessa
Il Tirreno

Adam McKay con Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence, Rob Morgan. UsaGli astrofisici DiCaprio e Lawrence scoprono che una cometa sta puntando dritta sulla terra. La notizia viene snobbata dalla presidente Usa Meryl Streep e strumentalizzata dalla giornalista televisiva Cate Blanchett: nella delirante sarabanda di post e tweet, tra avidità di guadagno e inettitudine dei politici, si va incontro, come [...] Vai alla recensione »

domenica 12 dicembre 2021
Alberto Cattini
Gazzetta di Mantova

Una dottoranda in studi astronomici del Michigan, e il suo professore di università, vale a dire Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio, scoprono un corpo celeste in movimento. Eccitatissimi, lo classificano come una cometa di 6-7 chilometri di diametro.L'entusiasmo si spegne non appena calcolano che la cometa cadrà sulla Terra tra circa sei mesi, e che le conseguenze saranno apocalittiche.

domenica 12 dicembre 2021
Giampiero Frasca
Cineforum

Che cos'è in realtà Don't Look Up, oltre a essere una produzione Netflix approdata nelle sale qualche settimana prima del rilascio sulla piattaforma (dal 24 dicembre)? Sicuramente un film dal cast stellare (ops!), condito da ben cinque premi Oscar (DiCaprio, Jennifer Lawrence, Meryl Streep, Cate Blanchett e Mark Rylance), da due candidati (Timothée Chalamet e Jonah Hill) e da una star del pop internazionale [...] Vai alla recensione »

sabato 11 dicembre 2021
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La presenza di Leonardo Dicaprio fa sospettare che oltre alla satira c' è di più. Puntuale arriva l' avvertimento sulla nostra disattenzione nei confronti dell' apocalisse: una cometa grande come l' everest sta per abbattersi sulla terra. Tema già svolto con spassoso cinismo nel fantastico romanzo di Shirley Jackson "La meridiana": la famiglia indifferente litiga, fidandosi della profezia che promette [...] Vai alla recensione »

sabato 11 dicembre 2021
Paolo Zelati
La Voce di Mantova

Un corpo celeste di ingenti dimensioni è diretto verso la terra; l'impatto è inevitabile e la razza umana è chiamata a trovare una soluzione prima che sia troppo tardi. È' interessante notare come su questo canovaccio, nel corso degli anni, siano stati realizzati parecchi film con caratteristiche completamente diverse. Nel 1998 Mimi Leder (" Deep Impact") e Michael Bay ("Armageddon") hanno raccontato [...] Vai alla recensione »

sabato 11 dicembre 2021
Beatrice Fiorentino
Il Piccolo

Conto alla rovescia per il pianeta Terra: una grossa cometa è in rotta di collisione e mancano solo sei mesi all'impatto che provocherà l'estinzione del genere umano. A lanciare l'allarme una giovane dottoranda in astronomia e il suo professore, scortati alla Casa Bianca per mettere in guardia sull'imminente catastrofe le massime autorità, più interessate agli indici di gradimento che all'apocalisse [...] Vai alla recensione »

sabato 11 dicembre 2021
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

"Ma i numeri sono tutto!", sbotta il Dottor Mindy di Leonardo DiCaprio quando gli viene consigliato di "lasciare da parte i numeri" nell'intervento programmato per il giorno dopo in diretta dentro il morning show televisivo di Tyler Perry. E sembra davvero di sentir parlare Adam McKay, il regista che più di tutti (tolti probabilmente giusto Steven Soderbergh e David Fincher) in questi anni ha saputo [...] Vai alla recensione »

sabato 11 dicembre 2021
Sarah Mataloni
Close-Up

Irriverente, stimolante, attuale, divertente e allo stesso tempo serio in maniera inquietante. Si può ridere di gusto - perché si tratta di una presa in giro profondamente intelligente - e avere la consapevolezza che ciò che stiamo vedendo sia "basato su fatti realmente possibili"? Sì, scommessa perfettamente riuscita. Perché Don't Look up, il nuovo film di Adam McKay è capace di farci ridere spassosamen [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 dicembre 2021
Ian Freer
Empire

Quando due astronomi portano alla presidente degli Stati Uniti le prove che un asteroide distruggerà la Terra, sono praticamente ignorati. Così i due cercano in tutti i modi di convincere il resto del mondo che la fine è vicina. Se esistesse un Oscar per il casting, nel 2022 Francine Maisler potrebbe vincere facile. Il cast di Don't look up è impressionante: alcuni attori si riconoscono anche solo [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 dicembre 2021
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Un professore di astronomia (DiCaprio) e una sua laureanda (Jennifer Lawrence) fanno una sensazionale scoperta: una cometa finora sconosciuta. Ma c'è un problema: la cometa è diretta a tutta velocità sulla Terra, provocando nel giro di 6 mesi un impatto devastante, con la fine di ogni forma di vita. I due studiosi cercano in tutti i modi di fare capire al mondo la gravità della situazione, ma ad ogni [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 dicembre 2021
Alessandra De Luca
Avvenire

Satira e politica sulla cometa letale Due astronomi, la dottoranda Kate Dibiasky e il professor Randall Mindy, scoprono che una cometa dal diametro di circa dieci chilometri raggiungerà la terra in 6 mesi e 14 giorni provocando l' estinzione dei tutti gli esseri viventi, umani compresi. E cercano di farsi ascoltare per fermare il disastro. Se pensate che questo sia un film appartenente al genere catastrofic [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 dicembre 2021
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Commedia grottesca di fantarealtà, è il primo film, implicito, su una delle questioni più scottanti della pandemia: le legittimità della scienza e l'incredulità fino al negazionismo. Due astronomi (DiCaprio in barba e camicia e Lawrence ricercatrice in piercing) scoprono e dimostrano che in sei mesi un asteroide grande come l'Everest spaccherà la Terra.

giovedì 9 dicembre 2021
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

«Se guardi la realtà che ci circonda, è sempre più caratterizzata da una combinazione di assurdo, farsesco, terrorizzante e profondamente triste». Quello che Adam McKay (in un' intervista a GQ) chiama «lo stufato in cui affondiamo il cucchiaio tutti i giorni», è una descrizione che si adatta molto bene anche al suo ultimo film, Don' t Look Up, appena uscito nelle sale italiane, in arrivo oggi in quelle [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 dicembre 2021
Francesco Alò
Il Messaggero

Vi ricordate Margot Robbie che spiegava la crisi americana dei mutui subprime completamente nuda dentro una vasca idromassaggio? È una scena già di culto della Grande scommessa, Oscar per Miglior Sceneggiatura non originale nel 2015. In Don' t Look Up il regista e sceneggiatore Adam McKay usa ancora quella formula arruolando star premio Oscar come Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence.

giovedì 9 dicembre 2021
Alessandra Levantesi
La Stampa

La dottoranda Jennifer Lawrence, estroversa e impetuosa, e il prof. Leo Di Caprio, timido e soggetto ad attacchi di panico sono due astronomi seri, dediti alla ricerca per pura passione e non per motivi di facciata. Cosicché quando lei individua l' esistenza di un' enorme cometa e lui calcola che nel giro di sei mesi colliderà con la Terra distruggendola: beh, quei due sanno quel che dicono.

mercoledì 8 dicembre 2021
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Il cinema è il luogo dei sogni per eccellenza. Attraverso le sue storie si può sfuggire alla realtà, proiettarsi in altri mondi possibili e impossibili. Il regista Adam McKay ribalta i canoni già dal titolo: Don't Look Up, non guardare in alto. Non luccicano più le stelle, anzi sono nostre nemiche, e una di loro sta per distruggere il pianeta. McKay questa volta si confronta con l'apocalisse, mantenendo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 dicembre 2021
Michele Anselmi
Cinemonitor.it

E se "Don't Look Up", sotto la crosta di kolossal fanta-catastrofico sulla Terra minacciata da un enorme meteorite, fosse anche un'allegoria sul Covid? Magari mi sbaglio, ma dopo aver visto il nuovo film di Adam McKay, da mercoledì 8 dicembre nelle sale e dal 24 dicembre su Netflix, questo ho pensato, una volta per strada. Il regista americano, quello di "La grande scommessa" e "Vice - L'uomo nell'ombra", [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
giovedì 9 dicembre 2021
Roberto Manassero

Con la sua solita ironia, Adam McKay gira il film definitivo sulla società dei media USA. Ora al cinema e dal 24 dicembre su Netflix. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 16 novembre 2021
 

Un film di Adam McKay con Leonardo DiCaprio, Timothée Chalamet, Jennifer Lawrence, Cate Blanchett e Meryl Streep. Dall'8 dicembre al cinema e dal 24 dicembre su Netflix. Guarda il trailer »

NETFLIX
giovedì 9 settembre 2021
 

Regia di Adam McKay. Un film con Leonardo DiCaprio, Timothée Chalamet, Jennifer Lawrence, Cate Blanchett, Meryl Streep. Dall'8 dicembre al cinema e dal 24 dicembre su Netflix.  Guarda il trailer »

TRAILER
mercoledì 8 settembre 2021
 

Per la regia di Adam McKay, un film con Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Meryl Streep. Prossimamente su Netflix. Guarda il trailer »

winner
migliori film
National Board
2021
winner
film dell'anno
AFI Awards
2022
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati