Cena con delitto - Knives Out

Film 2019 | Azione, Drammatico, +13 131 min.

Titolo originaleKnives Out
Anno2019
GenereAzione, Drammatico,
ProduzioneUSA
Durata131 minuti
Al cinema3 sale cinematografiche
Regia diRian Johnson
AttoriDaniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon (II) Don Johnson, Toni Collette, Lakeith Stanfield, Christopher Plummer, Katherine Langford, Riki Lindhome.
Uscitagiovedì 5 dicembre 2019
TagDa vedere 2019
Distribuzione01 Distribution, Seminal Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,52 su 55 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Rian Johnson. Un film Da vedere 2019 con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon (II). Cast completo Titolo originale: Knives Out. Genere Azione, Drammatico, - USA, 2019, durata 131 minuti. Uscita cinema giovedì 5 dicembre 2019 distribuito da 01 Distribution, Seminal Film. Oggi tra i film al cinema in 3 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,52 su 55 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Cena con delitto - Knives Out tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Daniel Craig deve affrontare il caso di un misterioso omicidio da risolvere. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 3 candidature a Golden Globes, 1 candidatura a BAFTA, 3 candidature a Critics Choice Award, 1 candidatura a Writers Guild Awards, ha vinto un premio ai CDG Awards, 1 candidatura a Producers Guild, Il film è stato premiato a AFI Awards, 1 candidatura a ADG Awards, In Italia al Box Office Cena con delitto - Knives Out ha incassato nelle prime 11 settimane di programmazione 5,1 milioni di euro e 1,2 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,52/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,45
PUBBLICO 3,61
CONSIGLIATO SÌ
Un cast d'eccezione per un thriller divertito e divertente, che gira a meraviglia come i gialli di una volta.
Recensione di Tommaso Tocci
martedì 19 novembre 2019
Recensione di Tommaso Tocci
martedì 19 novembre 2019

Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla giovane cameriera Marta la mattina dopo un'imponente festa di compleanno per i suoi 85 anni, il cadavere eccellente ha la gola tagliata ma sembra essere il frutto di un suicidio. La lussuosa villa di campagna di Thrombey vede l'arrivo di due ispettori di polizia, dell'investigatore privato Benoit Blanc, e dei familiari del ricco imprenditore, guidati dai figli Linda e Walter e dalla nuora Joni. Con un'eredità che fa gola a ognuno di loro, e con un'indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio.

C'è una profonda voglia di divertimento alla base di Cena con Delitto, rivisitazione di un giallo vecchio stampo alla Agatha Christie in cui il filo del godimento sfacciato parte dal marketing del film, passa per il gioco corale di un cast d'eccezione, e arriva fino all'intento iniziale del regista Rian Johnson.

Triturato dal macchinario dell'intrattenimento globale per non essere andato troppo sul sicuro con il suo Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi, Johnson trova in Cena con Delitto l'occasione di divertirsi in modo sicuro e circoscritto, aggiornando al presente un genere dallo spirito demodé come il murder mystery.

Teletrasportandosi nel passato, non per uccidere se stesso come in Looper, ma per inseguire la gioia degli esordi che lo portava a sperimentare con le regole del racconto, Johnson va ad abitare con profitto "in un tabellone di Cluedo" come del resto fa il buon Christopher Plummer, che vuole essere al tempo stesso un padre attento e un narratore birichino, esercitando in entrambi i casi un controllo assoluto sulla storia sua e degli altri.

Ciò che rotola fuori dalla scatola del gioco da tavolo non cambia mai: in questo caso una villa isolata piena di trucchi, un delitto, un detective e un gruppo di sospettati che si accusa a vicenda. Un Daniel Craig dal sinuoso accento del sud guida le danze nella grande tradizione degli indagatori cinematografici che sgonfiano il proprio genio con un po' di goffaggine, mentre al suo fianco la sincerità normale e senza rigurgiti di Ana de Armas è la vera protagonista. E se lo spazio dato al suo personaggio sembra tradire la promessa iniziale di mettere al centro della scena la celebrità e il virtuosismo del resto del cast, tale è proprio il commento "meta" di Rian Johnson, che spinge via il privilegio della vecchia America bianca in favore della ragazza di famiglia immigrata.

Più di un semplice omaggio progressista, il livore un po' sprecato dei vari Jamie Lee Curtis, Michael Shannon e Toni Collette è significativo all'interno di un genere da sempre inscindibile dalla sua venatura upper-class. Johnson la interroga da una prospettiva contemporanea, ma senza rompere l'incantesimo di un colpo di scena rivelato davanti al camino.

A differenza del quasi omonimo (nel titolo italiano) Invito a cena con delitto, che nel 1976 seppelliva nell'assurdo sia un cadavere che il filone stesso, l'allegra banda di ipocriti che si riunisce a casa Thrombey dà vita a un intrigo autentico che funziona proprio come quelli di una volta.

Sei d'accordo con Tommaso Tocci?
Daniel Craig diventa detective per un giallo tradizionale.
Overview di Giorgio Crico
martedì 24 settembre 2019

Atteso a dicembre nelle sale italiane, Knives Out è un film giallo corale dalle sfumature drammatiche, descritto dal regista Rian Johnson come una storia di deduzione, nel solco della tradizione delle grandi storie di delitti e investigatori.

Della trama si hanno per ora pochi dettagli e l'antefatto ricorda molto da vicino alcuni dei racconti più belli della produzione di Agatha Christie o di Arthur Conan Doyle: il romanziere 85enne Harlan Thrombey muore in circostanze misteriose e il detective Benoît Blanc ha il compito di indagare per capire se esiste un colpevole e, nel caso, trovarlo. Come nei migliori gialli, ovviamente, la famiglia del defunto è numerosa e variopinta e ogni membro aveva/avrebbe avuto un ottimo motivo per desiderare la dipartita terrena dell'artista ottuagenario. Naturalmente sta a Blanc capire chi ha qualcosa da nascondere...

Il cast è ricco e variegato: al di là del protagonista Daniel Craig (l'ultimo James Bond, protagonista di Casino Royale e Skyfall, tra gli altri), c'è spazio anche per Chris Evans che, dopo Avengers: Endgame, ha svestito definitivamente i panni di Capitan America e si è potuto dedicare a nuovi ruoli, incluso questo film. Accanto a loro troviamo tutto il carisma di Jamie Lee Curtis, che sta vivendo una terza o quarta giovinezza, e la bellezza di Ana de Armas, attrice cubana nota soprattutto per Blade Runner 2049. In un ruolo minore fa capolino persino Frank Oz, il noto burattinaio di Hollywood famoso per aver dato vita e doppiato il maestro Yoda della saga di Star Wars. Inoltre, trattandosi di un film corale, prendono parte al racconto anche tanti caratteristi visti in moltissime altre produzioni quali: Toni Collette, Don Johnson, Michael Shannon, Lakeith Stanfield, Katherine Langford, Jaeden Martell, l'immortale Christopher Plummer, Riki Lindhome, Raúl Castillo e Noah Segan.

«È stato bello interpretare un personaggio un po' più sgradevole. Non sempre mi capita l'opportunità di vestire i panni di qualcuno così disprezzabile per cui, beh, mi sono divertito».
Chris Evans

Dopo la direzione di un film intergalattico dalle dimensioni enormi qual è Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi, Johnson torna a cimentarsi in un'opera di dimensioni infinitamente inferiori, con un giallo che mescola l'elemento della detection a dei toni da dramma familiare contemporaneo. Il regista ha citato tantissimi classici della letteratura gialla come influenze, partendo da 'Assassinio sull'Orient Express' per arrivare fino a 'Signori, il delitto è servito' o 'Invito a cena con delitto'.


CENA CON DELITTO - KNIVES OUT disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €Scopri
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 15 dicembre 2019
samanta

Il delitto c'é ma non si vede la cena, siamo in una famiglia amaricana che si riunisce per festegguare l'85° compleanno del patriarca, in una fastosa villa su più piani vari ammezzati, corridoi nascosti, piena di oggetti in stile antico e con interni fasciati di boiserie e quadri. c'è anche un curioso trono di coltelli (evidentemente riferito al Trono di spade). [...] Vai alla recensione »

domenica 8 dicembre 2019
jaylee

Dopo il remake ufficiale di un classico di Agatha Christie lo scorso anno (Assassinio Sull’Orient Express, al quale seguirà Assassinio Sul Nilo nel 2020), arriva sugli schermi la versione bootleg, ad opera del Rian Johnson de Gli Ultimi Jedi. Bootleg perché si tratta questo Knives Out (con un titolo italiano fin troppo prosaico), di fatto ricorda in pieno la trilogia di Agatha [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 dicembre 2019
Umberto

 Bello, intrigante e ironico. In tre parole la sintesi di questo giallo in stile Agatha Christie che vanta un cast d'eccezione abilmente diretto da Rian Johnson. Storia avvincente che, nonostante la sua scontatezza apparente, ti fa venire i dubbi almeno ogni 10 minuti su quale sia la verità. Questo grazie alle magistrali interpretazioni di Christopher Plummer, Jamie Lee Curtis, Don [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 dicembre 2019
Adriana Moltedo

L’originale Rian Johnson in Cena con delitto, ci presenta un nuvolone di grandi attori in un geniale thriller che a tratti ci fa anche ridere. Daniel Craig, lo 007 biondo nei panni di un detective che non si sa chi l’abbia Ingaggiato. Ana de Amas attrice cubana nota per Blade Runner, è la vera protagonista, ingenua adolescente amata e poi odiata da tutti quando si saprà [...] Vai alla recensione »

sabato 28 dicembre 2019
GUSTIBUS

Sicuramente la cosa piu'bella di questo racconto alla A.Christie sono i personaggi che sembrano proprio usciti dalla trasposizione di un libro.Rian Johnson dopo la fantascienza si cimenta nel piu'classico dei gialli con omicidio o quasi.Pur non approfondendoli troppo li sintetizza uno ad uno che morendo il capo dinastia(C.Plummer)davvero 90enne anche nella vita reale puntano tutti ai suoi cospicui [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2019
Mauro

Ottima Regia. Ottima cast e recitazione. Ottima sceneggiatura, con colpi di scena degni dei migliori gialli. Non manca qualche risata. LO CONSIGLIO!!!!!!

giovedì 26 dicembre 2019
Gianni Quilici

Suicidio o delitto? Questo è il primo interrogativo. La vittima: un romanziere di gialli di grande successo,  di 85 anni, autorevole e ricco con sontuosa residenza. Dietro di lui una famiglia allargata (figli con coniugi e nipoti). Ognuno di loro avrebbe un motivo per ucciderlo, ma nessun indizio esiste che giustifichi ciò.

domenica 22 dicembre 2019
Giovanni_B_southern

Non faccio spoiler o recensioni : per questo ci sono i professionisti. Detto ciò, amando il Cinema (che va visto al Cinema), mi sento di consigliare questo film. Fatto davvero bene. Divertimento assicurato. Assolutamente da vedere!

domenica 15 dicembre 2019
ralphscott

Spassoso giallo vecchia maniera, ma dal ritmo serrato. Si punta molto su situazioni e battute di ironia crudele,anche a discapito di una suspance. Le danze le mena il superbo Plummer, burattinaio spietato che non si rassegna a godersi la peggiore delle vendette, per quanto fredda. Di fatto, il presente ed il futuro è dei giovani: Marta - Ana - è l'elemento di rottura, il moderno che [...] Vai alla recensione »

domenica 8 dicembre 2019
simona

capisco che la soluzione finale è basata su un gioco di parole omofone inglesi  difficilmente traducibile in italiano ma almeno il nome del colpevole potrebbe essere pronunciato correttamente dal doppiatore così che quelli come me che sanno l'inglese, con un piccolo sforzo, risalirebbero al pun originale. Io ho faticato ma alla fine mi è stato chiaro ed ho apprezzato la [...] Vai alla recensione »

domenica 12 gennaio 2020
giajr

Un giallo piacevole, ridisegnato in chiave moderna ma con tutti gli elementi e le atmosfere dei gialli classici: la villa, la servitù, il patrimonio del vecchio capofamiglia, gli eredi... insomma, nulla escluso. Bravi gli attori, un cast d'eccellenza. Non sarà un film che lascia il segno ma lo si guarda con piacere. In certi tratti un po' lento ed una trama che poteva essere [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2020
Kyotrix

Bel film, leggero, simpatico, da altri tempi ( e per questo non piacerà a tutti, sicuramente indirizzato a chi piacevano i gialli di una volta ) La prima parte è un pò lenta, ma nella seconda ingrana decisamente. Buon finale.

mercoledì 25 dicembre 2019
BARONE DI FIRENZE

Un giallo in piena regola con scena finale a sorpresa, ambientazione tipo Agatha cristie, tanto è vero non avendo letto nulla ho pensato che la storia si svolgesse nel Regno unito e più che altro in Scozia. Avevamo bisogni di un giallo con una sola macchia di sangue. il cast? Eccezionale.

lunedì 23 dicembre 2019
Jack Black

A me è dispiaciuto quando è finito. Bei dialoghi, belle immagini. Un pizzico di attualità. Attori bravi.... un gigante rispetto a quanto presente nelle sale.

domenica 22 dicembre 2019
giuliog02

Un film d'azione che strappa qualche sorriso di compiacimento. Copione scritto con l'intellligenza d'altri tempi, scenografia curata, perfettamente ambientato, personaggi - dal punto di vista antropologico e sociale - adeguati alla trama, recitato da ottimi attori, scenografia ineccepibile. Che dire? Due ore piacevolmente ben spese. Film da vedere.

domenica 8 dicembre 2019
Juri Moretti

Il regista Rian Johnson, torna al cinema con questo giallo potente che fonde elementi noir che richiamano Alfred Hitchcock e Agatha Christie. L’ottima scrittura di Johnson viene esaltata dall'originalità dei dialoghi, che forniscono un materiale divertente e variegato per un cast impeccabile. Tra gli attori Chris Evans, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon, Toni Collette, LaKeith [...] Vai alla recensione »

domenica 8 dicembre 2019
massimiliano santucci

Il giallo non è il mio genere ma stasera non avevo voglia di elucubrare. Se la vostra aspettativa è divertirvi, non sarete delusi. Un cast d'eccezione per un giallo razionalistico in cui investigatore e spettatore giungono per gradi alla soluzione dell'enigma iniziale ("chi è stato?"). Un film perfetto ma limitato dal suo impianto classico.

domenica 15 dicembre 2019
alaflai

Un cast stellare sprecato in un film inconsistente . Un'occasione mancata  😢

sabato 14 dicembre 2019
LBavassano

 Molto ben costruito, pur fra gli opposti di una base inverosimile e di un esito troppo prevedibile. Ottimo cast. Gradevolmente ironico nelle parti migliori. Nulla di più, nessuno scarto degno di nota nei confronti di modelli, ormai classici, del genere, volutamente ricalcati.

martedì 10 dicembre 2019
Flaw54

Mi aspettavo il solito film alla Agatha Christie, ma in questo caso l'ironia è dominante e la recitazione degli attori veramente in tono con la struttura dell'opera. Film divertente, piacevoli che Ti coinvolge con un grande Daniel Craig, ironico come il film richiedeva. Veramente consigliato!

domenica 8 dicembre 2019
TheSteelMan

Non avrei mai immaginato. Superiore alle aspettative. Assolutamente consigliato. Tuttosommato è anche un film abbastanza semplice. Però ha tutte le carte in regola. Intrattiene dall'inizio alla fine. Non è scontato, ed è recitato perfettamente da tutto il cast. Eccellente prova per Craig, a cui l'abito del detective sembra cucito su misura, e una bravissima [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 dicembre 2019
Inesperto

Notevole film giallo alla vecchia maniera e perfettamente funzionante, con un cast a dir poco strepitoso. Si sentiva la mancanza di una bella detective story raccontata a dovere, con una punta di spirito a condire una trama mai banale. Grande prestazione di Daniel Craig, che prende vita non appena sveste i panni di 007 (liberatelo!). Fantastiche anche Jamie Lee Curtis e Toni Collette.

giovedì 19 dicembre 2019
mauro

avete elogiato tutti un film decisamente mediocre. nel primo tempo mi sono addormentato

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 9 dicembre 2019
Giuseppe Fadda, Vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Che Cena con delitto - Knives Out (guarda la video recensione), l'ultimo film di Rian Johnson, prenda forma, struttura e impostazione dai celebri gialli deduttivi di Agatha Christie è quantomeno evidente. Fortunatamente, però, il regista e sceneggiatore non si limita a una rielaborazione estetica di quel genere tanto amato e prende in prestito anche un altro aspetto incisivo della produzione di Christie: il suo attento occhio per la dimensione sociale, che emerge alla perfezione nelle interazioni tra i personaggi.
E se le opere della scrittrice avevano come oggetto d'indagine la società inglese, il film di Johnson non può che parlare della realtà a lui più vicina.

La società americana, in cui l'incremento della xenofobia alimentato dalle politiche di Trump e le enormi disuguaglianze economiche vanno a braccetto.

I personaggi al centro dell'indagine sono i parenti di Harlan Thrombey (Christopher Plummer), famoso autore di gialli trovato morto nel suo studio, in un apparente caso di suicidio. I membri della famiglia Thrombey sono (chi più, chi meno) addolorati per la perdita, ma è chiaro che il loro primo pensiero sia rivolto all'enorme eredità, di cui ciascuno vuole accaparrarsi una fetta. Tutti loro, in passato, si sono approfittati della generosità del patriarca, che li ha aiutati a fare carriera: eppure, si dichiarano tutti self-made.

In più scene, si vedono i familiari dibattere temi di attualità politica, in termini che fanno rabbrividire perché così presenti nel mondo dei social ("Non è questione di razzismo, lo direi anche se fossero europei"). Certo, non tutti i familiari raggiungono gli estremi del nipote adolescente di Harlan, Jacob, militante della destra alternativa basato sui vari troll che avevano attaccato lo stesso Johnson in seguito all'uscita di Star Wars: Gli ultimi Jedi: ma anche i componenti che si definiscono più progressisti, come Joni (Toni Collette) e Meg (Katherine Langford), rivelano in realtà uno spiazzante egoismo di fondo quando il loro stato di privilegio viene messo in discussione.

Non è un caso che il film scelga di seguire la storia principalmente dal punto di vista di Marta (Ana de Armas), la giovane infermiera di Harlan, che mentre elabora il lutto per la morte dell'unica persona ad esserle stata veramente amica è costretta a preoccuparsi del fatto che le indagini possano svelare il suo segreto - che sua madre, con cui vive, è un'immigrata irregolare che potrebbe essere deportata se scoperta. La famiglia di Harlan ostenta cordialità e intimità con lei, affermando che è senza dubbio "parte della famiglia". Eppure nessuno di loro si ricorda da quale paese provenga, spesso parlano come se non fosse presente e in una scena Richard (Don Johnson) le lascia il piatto in mano come se lei fosse indiscriminatamente infermiera e cameriera.

Frasi
Mi sta provocando detective?
Una frase di Linda Robinson (Jamie Lee Curtis)
dal film Cena con delitto - Knives Out - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 6 dicembre 2019
Peter Bradshaw
The Guardian

Cena con delitto, una partita a Cluedo ispirata da Agatha Christie, è arricchito da una divertente performance di Daniel Craig nei panni del detective amatoriale della Louisiana capace di irritare tutti. Christopher Plummer interpreta Harlan Thrombey, celebre scrittore di gialli che per il suo 85° compleanno ha invitato il suo clan disfunzionale (di cui fanno parte Jamie Lee Curtis, Toni Collette, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 dicembre 2020
Anna Maria Pasetti
VivilCinema

Fuori i coltelli è la traduzione letterale di Knives out, titolo originale più misterioso (e accattivante) dell'italiano Cena con delitto, che al contrario svela immediatamente il genere del nuovo film di Rian Johnson. Di giallo si tratta, infatti, e nella maniera più classica possibile nel suo ispirarsi alla tradizione romanzesca (e in seguito cinematografica) di Agatha Christie.

martedì 11 febbraio 2020
Alessandro Leone
Cinequanon

Una cena, una riunione familiare, un contesto fintamente aristocratico da borghesi arricchiti, una tenuta immersa nel bosco e una villa signorile in stile vagamente neo-gotico che fanno da sfondo; una morte improvvisa causata dalla lama di un coltello; le testimonianze preliminari che raccontano poco per nascondere tanto. Il morto è Harlan Thrombey (Christopher Plummer), un famoso e ricco romanziere. [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2019
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Il colpevole è... Trump! L'(ingombrante) spirito del biondo Presidente americano si aggira tra le cupe stanze della gotica magione in cui è ambientata la giallo-commedia di Johnson. Tutti ricchi e razzistelli in casa, tutti sicuri di rappresentare e difendere i Valori made in Usa, ma in realtà tutti accomunati dal vorace desiderio, dalla voglia irrefrenabile di mettere le mani sulla futura eredità [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 dicembre 2019
Marina Visentin
Cult Week

Harlan Thrombey (Christopher Plummer) è morto. Proprio la mattina dopo il mega-party per il suo 85° compleanno, la cameriera sale le scale col vassoio della colazione e lo trova cadavere, con la gola tagliata. Tutto farebbe pensare a un omicidio, anche perché Harlan, ricchissimo editore e autore di romanzi gialli di immenso successo, era il temuto patriarca di una vasta e complicata famiglia, i cui [...] Vai alla recensione »

martedì 10 dicembre 2019
Roselina Salemi
Tu Style

Giallo alla Agatha Christie nella lussuosa dimora di campagna di Harlan Trombey. Apparente suicidio, villa isolata, detective disorientato, invitati - un cast d'eccezione - che si accusano a vicenda, colpo di scena davanti al camino. Cena con delitto va sul sicuro: intrigo ben congegnato, come un gioco da tavolo. Ogni tanto si sente la mancanza di un film così. Da Tu Style, 10 dicembre 2019

domenica 8 dicembre 2019
Alberto Cattini
Gazzetta di Mantova

In originale, il titolo è "Knives out", fuori i coltelli, in questo caso con lama retrattile, utilizzati al cinema, ed ornano un sedile del padrone di casa ad imitazione del "Trono di spade". Il signore del luogo è Harlan Thrombey, 85enne scrittore di gialli, e il suo maniero risulta ad imitazione di un castello gotico inglese, le stanze sono colme di maschere, di statuette, che richiamano i suoi libri. [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La rivincita dei gialli classici sui thriller. Il ritorno delle trame tra soffitte e salotti, dove si uccide senza una goccia di sangue sul tappeto, solo le peonie mostrano segni di maltrattamenti (era l'accusa mossa dagli scrittori dell'hard boiled school che si ripresero i delitti per trasferirli nei vicoli cittadini). Torna Agatha Christie, a cui tutto è perdonato dopo anni di Csi e serial killer [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Federica Gregori
Il Piccolo

«Mai fidarsi di uno vestito di tweed!». Se poi l'elegantone di turno è anche l'ultimo degli investigatori gentiluomini, lento ma inesorabile osservatore della verità in mezzo a un manipolo di parenti-serpenti mendaci, è certo che nessuno di questi la passerà liscia. Il raffinato detective dal pesante accento americano del sud altri non è che l'iconico personaggio interpretato con divertito brio da [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Michele Gottardi
Il Mattino di Padova

L'inizio, i personaggi e l'ambientazione di "Cena con delitto", di Rian Johnson (reduce da "gli ultimi Jedi") inducono fortemente lo spettatore a credere di essere in un giallo di Agata Christie, ma già nella prima ora un paio di colpi di scena inaspettati trasformano il film. E il finale, come in ogni giallo che si rispetti, riserva molte sorprese, anche perché la trama appare talmente scontata che, [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Aveva cominciato con i noir indipendenti, il regista statunitense Rian Johnson, prima di lasciarsi catturare dal fascino di mega-produzioni hollywoodiane («Looper», «Star Wars: gli ultimi Jedi»). Ha però recuperato l'attitudine originaria per confezionare «Cena con delitto», che ha titolo (italiano) e sembianze da «mistery murder» alla Agatha Christie, sebbene sia ambientato nella provincia americana. [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Andrea Frambrosi
L'Eco di Bergamo

Come si risolve un caso di omicidio? Si dice che non tutte le ciambelle riescano col buco ma il detective Benoit Blanc risolve questo giallo «Cena con delitto» proprio pensando al buco delle ciambelle. Tra una sgommata e l'altra tra i Sassi di Matera dove si sta girando il nuovo film di 007, il 25° della serie, Daniel Craig, che torna a vestire i panni dell'agente con licenza di uccidere, ha trovato [...] Vai alla recensione »

sabato 7 dicembre 2019
Serena Nannelli
Il Giornale

Rian Johnson si ispira ai grandi classici del giallo e confeziona un film, "Cena con delitto", che rende omaggio al genere decostruendolo e svecchiandolo. Ci riesce smascherandone tutti i cliché, inserendo le giuste citazioni e inondando tutto di acuta ironia. Nonostante il film giochi, fin dal classicissimo incipit, sul voler sembrare un nuovo adattamento delle opere di Agatha Christie, la storia [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 dicembre 2019
Enrico Azzano
Quinlan

Harlan Thrombey, un agiato romanziere, viene trovato morto in circostanze misteriose nella sua proprietà la mattina dopo la festa per il suo 85esimo compleanno. Il celebre detective Benoît Blanc, uomo di straordinario intuito e carisma, è incaricato del caso e sospetta si tratti di un omicidio. In perfetto stile crime la famiglia del defunto è numerosa e tutti, nessuno escluso, sono potenziali sospettati: [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Chiara Borroni
Cineforum

Whodunit? Chi è il colpevole? Affonda le radici nella più solida e tradizionale struttura del racconto giallo classico, Cena con delitto - Knives Out di Rian Johnson, che seguendo le linee del genere costruisce una perfetta macchina da cinema. Un meccanismo che non si inceppa mai e scorre sullo schermo senza un momento di cedimento sorretto da una scrittura ineccepibile e da un all star cast in grande [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

È il classico «whodunit» alla Agatha Christie, ovvero un giallo che, sulla base di intuizioni, ma anche con una dose di humour nero, porta alla scoperta del colpevole. Più facile a dirsi che a farsi, perché quando non hai tra le mani uno dei misteri scritti dalla regina di questo particolare genere letterario, si rischia di fare brutta figura. In effetti, l'inizio di questa pellicola, non promette [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

La sera dell'ottantacinquesimo compleanno, il rinomato scrittore di polizieschi Harlan Thrombey è ritrovato ucciso nella sua sontuosa dimora. Scoprire il colpevole toccherà all'investigatore Benoit Blanc, faccia affidabile e metodi alla Poirot. Tra i famigliari della vittima, che si sbranano a vicenda, e la devota servitù, non sarà facile trovare il bandolo dell'intricata matassa.

giovedì 5 dicembre 2019
Fulvia Caprara
La Stampa

Sfuggito, per il tempo di un film, all'infallibile carisma dell'agente 007, Daniel Craig si diverte a interpretare, in Cena con delitto di Rian Johnson, il ruolo di un detective d'altri tempi, di quelli che potevano contare solo su intuito, cura dei dettagli, esercizio della mente: «Sono cresciuto con Agatha Christe - ha spiegato l'attore - e amo Sleuth -Gli Insospettabili con Michael Caine e Christopher [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Peter Travers
Rolling Stone

Che spasso vedere Rian Johnson, il regista di Star Wars: Gli ultimi Jedi, che con intelligenza svecchia il genere whodunit e lo trasforma, con stile e umorismo, per le nuove generazioni. Cena con delitto - Knives Out è un mystery che sfotte i cliché di Agatha Christie. Johnson ha esperienza con i cast corali (vedi Guerre stellari) e si diverte un mondo a prenderci in giro con la morte dello scrittore [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 dicembre 2019
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

La tazza di thé con la scritta "la mia casa, le mie regole il mio caffè". Che compare all'inizio e alla fine del film. Quasi un passaggio di consegne, un testamento. Ma anche un oggetto simbolico. Che rimanda a un giallo vecchia maniera. Dove l'omaggio di Rian Johnson è esplicito. Nei confronti di Agatha Christie. Ma anche in alcuni tempi cinematografici dilatati.

martedì 3 dicembre 2019
Fiaba Di Martino
Film TV

(Attenzione: spoiler). Dieci piccoli parenti serpenti (i Thrombey); una cena per l'85° compleanno dell'abbiente capofamiglia; un delitto che sembra un suicidio ma non è; un investigatore con l'aplomb sornione di Daniel Craig a sbrogliare il whodunit, parodiando il suo Bond e onorando Poirot. Il giallo è servito, in versione extralarge (130'), con cast stellare e adattato ai mala tempora di questo XXI [...] Vai alla recensione »

martedì 3 dicembre 2019
Alberto Rivaroli
Tv Sorrisi e Canzoni

Girare un giallo in stile Agatha Christie era da anni il sogno di Rian Johnson, che però ha dovuto aspettare perché nel 2017 è stato chiamato a dirigere "Star Wars: gli ultimi Jedi". Dopo l'ultimo ciak, però, Johnson ha subito ripreso il progetto: riunendo un super cast capitanato da Daniel Craig, racconta la storia di una famiglia rassicurante... come un nido di vipere.

martedì 3 dicembre 2019
FaBio Vittorini
Duels.it

Un buon racconto è una ciambella col buco. Un buon racconto giallo è una ciambella col buco la cui ricetta non è facile da realizzare. Ogni buon racconto giallo costruito secondo il classico modello deduttivo del whodunit è incentrato su un caso da risolvere che ha al centro un buco, un'informazione mancante, una tessera del mosaico nascosta dentro il mosaico stesso.

martedì 3 dicembre 2019
Anton Giulio Onofri
Close-Up

Il cinema d'animazione - forse soprattutto quello europeo - ha da sempre un vantaggio, anche se non sempre sfruttato, dato dal fatto che concretamente l'autore può avere il controllo pressoché totale sulla materia di cui e? fatta la sua storia. Sulla sostanza, sui corpi, sui suoni, e può ragionare liberamente su distorsioni, su deformazioni, su schiacciamento e rilievo, su 2D e 3D, su ribaltamenti [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 dicembre 2019
Marcello Garofalo
Ciak

Un noto scrittore di romanzi gialli, Harlan Thrombey, viene trovato morto nella sua tenuta poco dopo il suo ottantacinquesimo compleanno. Il detective Benoit Blanc viene reclutato per investigare sull'accaduto e si ritrova sommerso da una fitta rete di bugie, segreti e non detti, nel tentativo di scoprire quale sia il movente dell'assassino dietro la prematura e affatto accidentale morte dello scrittore. [...] Vai alla recensione »

sabato 30 novembre 2019
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Un trono di coltelli al posto delle spade, un James Bond "sedentario" ma assai cool a sostituire Poirot o Miss Marple a seconda dei gusti, e le idiosincrasie di un'arricchita famiglia borghese americana che tutto deve al suo capostipite, tal Harlan Thrombley, il più famoso giallista vivente. Questi è trovato accoltellato la mattina successiva al suo 85° compleanno con parenti e congiunti a vampirizzarne [...] Vai alla recensione »

sabato 30 novembre 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Se i pur interessanti film di Torino 37 virano al drammatico, Festa Mobile provvede ad alleggerire l'atmosfera e il giallo alla Agatha Christie Cena con delitto (Knives Out), in sala la prossima settimana, lascia tutti di buonumore. Lo ha scritto e diretto Rian Johnson, il regista di Gli ultimi Jedi, che si è preso una pausa da Star Wars tornando al suo genere preferito, il thriller? e, nell'analogo [...] Vai alla recensione »

sabato 30 novembre 2019
Massimo Lastrucci
Ciak

Dopo la festa per il suo 85mo compleanno, Harlan Thrombey, giallista miliardario, viene trovato con coltello e gola squarciata la mattina dopo. L'ultima a vederlo vivo è la sua infermiera Marta Cabrera, amica e persona che riscuote la fiducia di tutta la famiglia. Per l'FBI si tratta inequivocabilmente di suicidio, per il celebre investigatore privato Benoit Blanc ("l'ultimo segugio gentiluomo"), invece [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Un ricco e famoso scrittore di gialli viene trovato morto il giorno dopo il suo 85° compleanno, con la gola tagliata. A prima vista sembra un suicidio, ma il detective Benôit Blanc, chiamato a investigare da uno sconosciuto, non ci crede troppo. Un giallo scatenato, scritto e diretto da Rian Johnson (scovato dalla Settimana della Critica nel 2005 con la sua opera d'esordio "Brick" e poi finito anche [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Terapia di famiglia, come uccidere il capostipite e vivere felici. O quasi. Rian Johnson ama stressare i generi, potarli al limite. Conosce le regole, ma non resta nei canoni, sa come rielaborarli, mettendo anche a disagio lo spettatore. In Looper - In fuga dal passato aveva inserito l'esecuzione di un bambino in una storia targata Disney, per poi dare una sua versione dell'eredità lasciata da Terminator, [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Teresa Marchesi
Huffington Post

Ha un "cuore" politico il mystery "alla Agatha Christie" che il Torino Film Festival ha scelto come film di chiusura e che sarà in sala dal 5 dicembre. Il "cuore" spunta di soppiatto più o meno a metà di "Cena con delitto" (ma il titolo originale,"Knives out", cioè "fuori i coltelli", è meno banale), esperimento di revisionismo in giallo diretto dal Rian Johnson di "Guerre stellari: L'ultimo Jedi". [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
giovedì 5 dicembre 2019
A cura della redazione

Harlan Thrombey, romanziere, editore e patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla cameriera la mattina dopo la festa per i suoi 85 anni, il cadavere ha la gola tagliata ma sembra essere frutto di un suicidio.

TRAILER
venerdì 15 novembre 2019
 

Regia di Rian Johnson. Un film con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon (II). Da giovedì 5 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
giovedì 17 ottobre 2019
 

Regia di Rian Johnson. Un film con Daniel Craig, Chris Evans, Lakeith Stanfield, Ana de Armas, Michael Shannon (II). Da giovedì 5 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

OVERVIEW
martedì 24 settembre 2019
Giorgio Crico

Una storia in stile Agatha Christie che si regge sulle interazioni tra tantissimi personaggi. Dal 5 dicembre al cinema. Vai all'articolo »

NEWS
lunedì 16 settembre 2019
 

Daniel Craig deve affrontare il caso di un misterioso omicidio da risolvere. Vai all'articolo »

TRAILER
mercoledì 3 luglio 2019
 

Un detective indaga sulla morte di un patriarca di una famiglia eccentrica e combattiva.

winner
miglior film ambientato nel presente
CDG Awards
2020
winner
film dell'anno
AFI Awards
2020
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati