Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 11 dicembre 2019

Stellan Skarsgård

Stellan da esorcizzare

Nome: John Stellan Skarsgård
68 anni, 13 Giugno 1951 (Gemelli), Göteborg (Svezia)
occhiello
Dieci anni in mare e un giorno a terra: è un caro prezzo da pagare per quello che abbiamo fatto.
Dipende da com'è quel giorno…

dal film Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo (2007) Stellan Skarsgård  Bill Turner
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stellan Skarsgård
Golden Globes 2020
Nomination miglior attore secondario serie miniserie film tv per il film Chernobyl di Johan Renck

Emmy Awards 2019
Nomination miglior attore secondario miniserie o film tv per il film Chernobyl di Johan Renck



Il regista danese presenta in concorso a Cannes il suo film sulla fine del mondo.

Melancholia, è Von Trier Show

mercoledì 18 maggio 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

Melancholia, è Von Trier Show «Forse questo film è una schifezza. O forse no. Comunque è abbastanza probabile che non valga la pena vederlo. E quindi? Adesso che facciamo? Parliamo de L'Uomo Ragno?». Lars Von Trier, eccentrico e provocatorio per contratto: impossibile prenderlo sul serio, persino nel serissimo contesto del Festival di Cannes. Il suo film Melancholia, immaginifica storia sulla fine del mondo presentata oggi in concorso e accolta in sala da qualche fischio e applausi, sarebbe bastato a fornire sufficiente materia di discussione. Ma la performance del maestro danese, celebre per la personalità complessa («autovenerativa», dice lui), oltre che per la sua fertile e controversa produzione artistica, raramente si conclude in sala: se l’anno scorso, in competizione con Antichrist, si ritenne personalmente offeso dai giornalisti «che hanno applaudito solo per gentilezza – disse – dopo aver sghignazzato tutto il tempo», quest’anno sul palcoscenico di Cannes ha scelto di polemizzare soprattutto con se stesso. Accanto a lui i suoi attori, Kirsten Dunst, Charlotte Gainsbourg, Jesper Christensen, John Hurt, Stellan Skarsgård, vinti dalla personalità dell’istrionico regista e serenamente disposti ad assecondarlo: uno come Von Trier, del resto, non si può certo arginare.


LARS VON TRIER

Perché un film sulla fine del mondo?
Von Trier: Per me non è esattamente un film sulla fine del mondo ma una riflessione su uno stato mentale, quello della malinconia, che conosco benissimo. Non ho tanto da dire su questo film. Sono felice di essere qui e sono felice che Melancholia non arrivi sugli schermi del pianeta Terra prima di un mese.

Perché questo titolo, Melancholia?
Perché è una bella parola, anche se abusata. Il sentimento della malinconia pervade le arti, e nel mio film è molto presente. L’idea di Melancholia è venuta da là, dal titolo.

Altre fonti di ispirazione?
Mi sono ispirato ai dipinti classici, agli artisti tedeschi e preraffaelliti. E anche ad Antonioni, a Bergman e Tarkovski. Piango sempre, quando vedo i film di Tarkovski. Però a me adesso piacerebbe parlare del mio prossimo film, si può?

Come sarà il suo prossimo film?
Kirsten Dunst mi ha convinto a fare un porno: in Melancholia ho ripreso la sua vagina, ma non le basta. Ha detto di sentirsi pronta per il nudo e di voler fare di più. Ne vuole sempre di più. Vuole un vero film hardcore, farò del mio meglio per accontentarla.

Pensa di trovare altre attrici per il suo porno?
Figuriamoci, ma certo. Siamo già al lavoro sul soggetto: io voglio i dialoghi, ma alle mie attrici non gliene frega niente. Vogliono solo sesso. Vi prometto che il mio prossimo film durerà 4 ore. Sarà un film a capitoli, posso già rivelare il nome del primo: "East/West Church".

Tornando a Melancholia, può raccontare come ha lavorato sulla luce?
L’unico consiglio che mi ha dato il mio direttore della fotografia è stato quello di non fare l’errore tipico dei registi di mezza età, che ingaggiano donne sempre più giovani e sempre più nude. L’ho mandato a quel paese, io faccio quello che voglio. Mi sento un uomo libero, soprattutto da quando ho smesso di bere e mi sono dato alla lettura. Sono diventato più noioso ma mi sento bene, anche se filosoficamente sono contrario al non bere.

Si parlava della luce...
La luce divina è qualcosa di molto importante, ma la luce in generale è importante, perché è il cuore del cinema. Per questo quando guardo Tarkovski piango, perché per me è come avere a che fare con lo Spirito Santo. Sono un uomo molto sensibile alla sofferenza e al senso di colpa cattolico, per quanto ci sia in me anche un lato più leggero che di tanto in tanto, con film come Melancholia, riesco a far emergere.

Melancholia parla della fine del mondo: le sembra un tema leggero?
A me non pare così terribile pensare al fatto che il pianeta muoia. Tutti dobbiamo morire prima o poi. Per me in un certo senso Melancholia è una commedia: se avessi voluto farne una tragedia, vi sareste spaventati.

Perché ha scelto di cominciare il film con la fine del mondo?
Si dice che i film si guardano per sapere come andranno a finire, ma secondo me non è così: sappiamo che James Bond rimarrà vivo alla fine, eppure le sue avventure sono sempre emozionanti. Ho voluto essere chiaro sin dall’inizio: quando vedi Melancholia sai come finisce, almeno non ti illudi.

È soddisfatto del risultato? Che effetto le fa rivedere il suo film a Cannes?
Forse tutta quella musica di Wagner era esagerata, ci siamo fatti prendere la mano e il film è diventato troppo romantico. Quando ho visto i primi fotogrammi, ho pensato che questo film fa veramente schifo. Spero di no.

La sua vita privata influenza la sua ricerca stilistica?
Non lo so. L’unica cosa che posso dire è che per tanto tempo ho pensato di essere ebreo e ne ero molto felice, ma da quando è arrivata Susanne Bier ho perso tutta l’allegria. Ho scoperto recentemente di avere origini tedesche, nella mia famiglia ci sono anche dei nazisti. Noi nazisti in effetti abbiamo una certa tendenza alla megalomania.


KIRSTEN DUNST e CHARLOTTE GAINSBOURG

Cosa vi ha spinte a lavorare con Von Trier?
Kirsten Dunst: Per me Lars è l’unico regista capace di scrivere grandi film per donne, ruoli magari complicati ma unici: la cosa più interessante del mio personaggio è che mentre il mondo sta per finire, lei diventa più forte. A volte i depressi nelle situazioni tragiche tirano fuori una forza inaspettata.
Charlotte Gainsbourg: Rispetto ad Antichrist è stata un’esperienza molto diversa. Non ho l’impressione che ci affidi ruoli particolarmente “da donna”: in Antichrist io interpretavo lui, e in Melancholia è toccato a Kirsten.

Umanamente come avete interagito con Von Trier?
Dunst: Il fatto che Lars si presenti in maniera un po’ bizzarra non mi ha impedito di trovare in lui anche un grande amico.
Gainsbourg: Il problema è che Lars non risponde mai a nessuna delle mie domande sulla sceneggiatura, quindi ho lavorato all’oscuro di tutto. Devo dire che mi è piaciuto.

Com’è stato il lavoro sul set?
Dunst: Lars crea sul set una grande intimità, che rende gli attori emotivamente disponibili. Il processo delle riprese è molto creativo, giriamo anche scene di cinque minuti. C’è totale libertà sulla scena.

Gordon & Paddy e il Mistero delle Nocciole

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,50)
Un film di Linda Hambäck. Con Stellan Skarsgård, Melinda Kinnaman, Felix Herngren, Mingus Broman, Tove Sacklén
Genere Animazione, - Svezia 2017. Uscita 18/04/2019.

L'Uomo che Uccise Don Chisciotte

* * * - -
(mymonetro: 3,06)
Un film di Terry Gilliam. Con Adam Driver, Jonathan Pryce, Stellan Skarsgård, Olga Kurylenko, Joana Ribeiro.
continua»

Genere Avventura, - Gran Bretagna, Spagna 2018. Uscita 27/09/2018.

Mamma mia - Ci risiamo!

* * - - -
(mymonetro: 2,37)
Un film di Ol Parker. Con Christine Baranski, Pierce Brosnan, Dominic Cooper, Colin Firth, Andy Garcia.
continua»

Genere Musical, - USA 2018. Uscita 06/09/2018.

Borg McEnroe

* * * - -
(mymonetro: 3,20)
Un film di Janus Metz Pedersen. Con Sverrir Gudnason, Shia LaBeouf, Stellan Skarsgård, Tuva Novotny, Ian Blackman.
continua»

Genere Drammatico, - Svezia, Danimarca, Finlandia 2017. Uscita 09/11/2017.

Il traditore tipo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,83)
Un film di Susanna White. Con Ewan McGregor, Stellan Skarsgård, Damian Lewis, Naomie Harris, Jeremy Northam.
continua»

Genere Thriller, - Gran Bretagna 2015. Uscita 05/05/2016.
Filmografia di Stellan Skarsgård »

lunedì 9 dicembre 2019 - Appuntamento fissato per il 5 gennaio quando per la 77esima volta verranno assegnati i prestigiosi globi.

Golden Globe Awards 2020, è trionfo Netflix - Tutte le nomination

Massimiliano Carbonaro cinemanews

Golden Globe Awards 2020, è trionfo Netflix - Tutte le nomination Netflix sull'onda di film come The Irishman e Storia di un matrimonio allunga le mani sulla 77esima edizione dei Golden Globe, L'Hollywood Foreign Press Association ha annunciato tutte le nominations al prestigioso riconoscimento e i due film sono risultati in testa alle preferenze: in particolare l'opera diretta da Noah Baumbach con Scarlett Johansson e Adam Driver ha incassato da sola sei candidature tra cui quella come miglior film.

La 77esima edizione dei Golden Globe, manifestazione che generalmente lancia l'assegnazione degli Oscar, è fissata per il 5 gennaio e vedrà il ritorno alla conduzione di Ricky Gervais non senza polemiche.
Massimiliano Carbonaro
Nell'ultima sua partecipazione, nel 2016, aveva infatti fatto una battuta su un'ex atleta transgender (Caitlyn Jenner in passato uomo) che proprio non era piaciuta e nel corso di questi anni non sono mancate le sue provocazioni su questi temi sensibili.

Per annunciare le nominations sono intervenuti Dakota Fanning (C'era una volta... a Hollywood (guarda la video recensione)), Susan Kelechi Watson (This is Us) e Tim Allen (Toy Story 4). La curiosità maggiore è rivolta, forse come non mai, per il premio come miglior attore di un film drammatico. Era scontata la candidatura di Joaquin Phoenix per il suo Joker ma il confronto è con attori come Christian Bale come sempre insuperabile nel film Le Mans '66 (guarda la video recensione), Antonio Banderas che ha appena vinto gli European Film Awards per Dolor y Gloria, Adam Driver bravissimo appunto in Storia di un matrimonio (guarda la video recensione) e Jonathan Pryce per I due papi.

Ma anche dalla categoria per il miglior attore non protagonista potrebbero arrivare delle sorprese visto che il parterre è incredibile mettendo l'uno contro l'altro Tom Hanks (Un amico straordinario), Anthony Hopkins (I due papi), Al Pacino e Joe Pesci entrambi per The Irishman e Brad Pitt perfetto in C'era una volta... a Hollywood (guarda la video recensione).

Sul fronte femminile la battaglia appare altrettanto accesa perché troviamo la protagonista di Storia di un matrimonio, Scarlett Johansson in nomination contro Charlize Theron per Bombshell, Renee Zellweger osannata per la sua interpretazione in Judy, ancora una volta Saoirse Ronan per Piccole donne e Cynthia Erivo per Harriet.

Ancora una delusione dopo gli EFA di Berlino per il cinema italiano, non è entrata infatti nella cinquina di candidati tra i miglior film stranieri Il traditore (guarda la video recensione) di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino.
Miglior attore in una miniserie o film per la tv
Christopher Abbott - Catch-22
Sacha Baron Cohen - The Spy
Russell Crowe - The Loudest Voice
Jared Harris - Chernobyl (guarda la video recensione)
Sam Rockwell - Fosse/Verdon

Miglior attrice in una miniserie o film per la tv
Kaitlyn Dever - Unbelievable
Joey King - The Act
Helen Mirren - Catherine the Great
Merritt Wever - Unbelievable
Michelle Williams - Fosse/Verdon

Miglior attore in una serie comedy
Michael Douglas - Il metodo Kominsky Bill Hader - Barry
Ben Platt - The Politician
Paul Rudd - Living With Yourself
Ramy Youssef - Ramy

Miglior attrice in una serie comedy
Christina Applegate - Dead to Me
Rachel Brosnahan - La fantastica signora Maisel (guarda la video recensione)
Kirsten Dunst - On Becoming a God in Central Florida
Natasha Lyonne - Russian Doll
Phoebe Waller-Bridge - Fleabag

Miglior attore in una serie Drama
Brian Cox - Succession
Kit Harington - Game of Thrones
Rami Malek - Mr. Robot
Tobias Menzies - The Crown
Billy Porter - Pose

Miglior attrice in una serie Drama
Jennifer Aniston, The Morning Show
Olivia Colman, The Crown
Jodie Comer, Killing Eve (guarda la video recensione)
Nicole Kidman, Big Little Lies
Reese Witherspoon, The Morning Show

Miglior miniserie o film per la tv
Catch-22 (Hulu)
Chernobyl (guarda la video recensione) (HBO)
Fosse/Verdon (FX)
The Loudest Voice (Showtime)
Unbelievable (Netflix)

Miglior serie comedy
Barry
Fleabag
Il metodo Kominsky
La fantastica signora Maisel (guarda la video recensione)
The Politician

Miglior serie Drama
Big Little Lies
The Crown
Killing Eve
The Morning Show
Succession

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film per la tv
Patricia Arquette - The Act
Helena Bonham Carter - The Crown
Toni Collette - Unbelievable
Meryl Streep - Big Little Lies
Emily Watson - Chernobyl

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film per la tv
Alan Arkin - Il metodo Kominsky
Kieran Culkin - Succession
Andrew Scott - Fleabag
Stellan Skarsgård - Chernobyl
Henry Winkler - Barry

Miglior serie musicale o commedia
Barry (HBO)
Fleabag (BBC)
Il metodo Kominsky Method (Netflix)
La fantastica signora Maisel (guarda la video recensione) (Amazon)
The Politician (Netflix)

Miglior film in lingua straniera
The Farewell
Dolor y Gloria (guarda la video recensione)
Ritratto della giovane in fiamma
Parasite (guarda la video recensione)
I miserabili

Miglior sceneggiatura - film
Noah Baumbach - Storia di un matrimonio
Bong Joon-ho - Parasite (guarda la video recensione)
Anthony McCarten - I due papi
Quentin Tarantino - C'era una volta... a Hollywood (guarda la video recensione)
Steven Zaillian - The Irishman

Miglior canzone originale
"Beautiful Ghosts" - Cats
"(I'm Gonna) Love Me Again" - Rocketman (guarda la video recensione)
"Into the Unknown" - Frozen II (guarda la video recensione)
"Spirit" - Il re leone (guarda la video recensione)
"Stand Up" - Harriet

Miglior colonna sonora
Alexandre Desplat - Piccole donne
Hildur Guðnadóttir - Joker
Randy Newman - Storia di un matrimonio
Thomas Newman - 1917
Daniel Pemberton - Motherless Brooklyn (guarda la video recensione)

Miglior attore non protagonista - film
Tom Hanks - Un amico straordinario
Anthony Hopkins - I due papi
Al Pacino - The Irishman
Joe Pesci - The Irishman
Brad Pitt - C'era una volta... a Hollywood

Miglior attrice non protagonista - film
Kathy Bates - Richard Jewell
Annette Bening - The Report
Laura Dern - Storia di un matrimonio
Jennifer Lopez - Hustlers (guarda la video recensione)
Margot Robbie - Bombshell

Miglior attore protagonista - film drama
Christian Bale - Le Mans '66
Antonio Banderas - Dolor y Gloria
Adam Driver - Storia di un matrimonio
Joaquin Phoenix - Joker
Jonathan Pryce - I due papi

Miglior attore in una commedia o musical
Daniel Craig - Knives Out
Roman Griffin Davis - Jojo Rabbit
Leonardo DiCaprio - C'era una volta... a Hollywood
Taron Egerton - Rocketman
Eddie Murphy - Dolemite Is My Name

Miglior attrice protagonista - film Musical or Comedy
Awkwafina - The Farewell
Ana de Armas - Knives Out (guarda la video recensione)
Cate Blanchett - Che fine ha fatto Bernadette?
Beanie Feldstein - La rivincita delle sfigate (guarda la video recensione)
Emma Thompson - Late Night

Miglior attrice protagonista - film Drama
Renée Zellweger - Judy
Cynthia Erivo - Harriet
Scarlett Johansson - Storia di un matrimonio
Saoirse Ronan - Piccole donne
Charlize Theron - Bombshell

Miglior serie - Drama
Big Little Lies (HBO)
The Crown - (Netflix) Killing Eve (BBC America)
The Morning Show (Apple TV Plus)
Succession (HBO)

Miglior film - Musical or Comedy
C'era una volta... a Hollywood
Jojo Rabbit
Knives Out
Rocketman
Dolemite Is My Name

Miglior film - Drama
The Irishman
Storia di un matrimonio
1917
Joker
I due papi

Miglior film d'animazione
Frozen II (guarda la video recensione)
Dragon Trainer - Il mondo nascosto (guarda la video recensione)
Missing Link
Toy Story 4
Il re leone (guarda la video recensione)

Miglior regista
Bong Joon-ho - Parasite
Sam Mendes - 1917
Todd Phillips - Joker
Martin Scorsese - The Irishman
Quentin Tarantino - C'era una volta... a Hollywood
   

Altre news e collegamenti a Stellan Skarsgård »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità