Dune

Film 2021 | Avventura, Drammatico, Fantascienza, +13 155 min.

Regia di Denis Villeneuve. Un film Da vedere 2021 con Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Josh Brolin, Stellan Skarsgård. Cast completo Titolo originale: Dune. Genere Avventura, Drammatico, Fantascienza, - USA, 2021, durata 155 minuti. Uscita cinema giovedì 16 settembre 2021 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,54 su 36 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Dune tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 7 marzo 2022

Tratto dal romanzo scritto da Frank Herbert, il film è incentrato su una guerra tra famiglie che vorrebbero avere il controllo di una droga molto potente. Il film ha ottenuto 10 candidature e vinto 6 Premi Oscar, 1 candidatura a David di Donatello, 3 candidature e vinto un premio ai Golden Globes, 11 candidature e vinto 5 BAFTA, 10 candidature a Satellite Awards, Il film è stato premiato a National Board, Il film è stato premiato a Toronto, 9 candidature e vinto 3 Critics Choice Award, 1 candidatura a SAG Awards, 1 candidatura a Writers Guild Awards, 1 candidatura a Directors Guild, ha vinto un premio ai CDG Awards, 1 candidatura a Producers Guild, Il film è stato premiato a AFI Awards, 1 candidatura a Critics Choice Super, In Italia al Box Office Dune ha incassato 7,4 milioni di euro .

Dune è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compra subito

Powered by  
Consigliato sì!
3,54/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,44
PUBBLICO 3,19
CONSIGLIATO SÌ
Un remake vincente che ridà nuova vita al plot originale fondendo riflessione e spettacolarità.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 3 settembre 2021
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 3 settembre 2021

Nel sistema feudale che domina l'universo nel futuro il potere è nelle mani di un imperatore sotto il quale lottano tra di loro delle importanti casate. Sul desertico pianeta Arrakis si trova la Spezia, sostanza preziosa per una varietà di motivi. Alla casata Atreides e al suo capo, il Duca Leto viene affidato il controllo del pianeta ma in realtà si sta approntando una congiura per eliminarlo. Leto ha però un figlio, Paul, il quale è dotato di particolari poteri che sta sviluppando con l'aiuto di sua madre Lady Jessica. Anche lui finisce quindi con il diventare un ostacolo da abbattere.

La storia del cinema è costellata da remake sostanzialmente di due tipi. Ci sono quelli che, a distanza di anni dall'originale, si limitano a sfruttare le nuove opportunità offerte dalla tecnologia riproponendo però nella sostanza ciò che era già stato detto e portato sullo schermo. Ci sono poi quelli che invece ridanno letteralmente nuova vita al plot scavando nelle sue pieghe più intime trascurate in precedenza.

È quanto accade con questa prova di Denis Villeneuve che affronta le quasi 700 pagine del libro di Frank Herbert, ormai divenuto un classico della fantascienza, dalla prospettiva filologicamente più corretta e cinematograficamente più efficace. Rinuncia cioè a una illusoria sintesi, destinata inevitabilmente a creare buchi di sceneggiatura data la complessità dell'intreccio, e ci propone una prima parte di notevole durata ma di altrettanto notevole efficacia.

Le scelte vincenti sono molteplici ma due emergono in modo particolare per quanto riguarda il casting. Aver affidato a Timothée Chalamet il ruolo di Paul si rivela assolutamente coerente con il percorso di apprendimento che il personaggio deve affrontare. La sua giovane età e il suo aspetto fisico aderiscono a una ricerca interiore che non si limita ad una banale acquisizione di forza o di destrezza nell'uso delle armi ma si esplicita in un interrogarsi, quasi da Amleto in formazione, su quale sia il senso del suo esistere e il compito che lo attende come essere umano ancor prima che come appartenente a una casata nobiliare.

Accanto a lui troviamo la madre di Rebecca Ferguson, che con la sua presenza forte nella prima parte, si appresta a passare il testimone alla Chani di Zendaya confermando l'attenzione che, nella sceneggiatura, Villeneuve ha dato alla presenza femminile in questa struttura che sta in equilibrio perfetto tra il remake e il prequel.

Quello che poi emerge con grande efficacia sul piano del ritmo narrativo, in un film in cui l'enormità degli interni ci ricorda costantemente la piccolezza dell'essere umano anche quando detiene poteri straordinari, è l'assoluta mancanza di autocompiacimento. Villeneuve alterna situazioni che a un occhio attento rivelano un ingente sforzo produttivo senza mai tenerle sullo schermo un secondo di più del necessario.

Il suo pregio più grande però (e non poteva essere diversamente per un ammiratore di 2001. Odissea nello spazio) è quello di ricordare a tutti, anche ai detrattori del genere, che la cosiddetta fantascienza, quando è di livello alto, tratta del futuro per ammonire sul presente. In Dune lo sfruttamento coloniale, il potere fine a se stesso, il rapporto di conoscenza tra essere umano e Natura (anche quando questa si presenta con l'aridità del deserto), la possibilità di coesistenza e collaborazione tra etnie sono solo alcuni dei temi proposti. Villeneuve li affronta tutti fondendo riflessione e spettacolarità.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Il reboot diretto da Denis Villeneuve.
Overview di Giorgio Crico
martedì 5 novembre 2019

Il progetto di un remake di Dune è partito nel 2008 ma solo nel 2016, quando la Legendary Pictures ne ha acquisito i diritti e poi ingaggiato Denis Villeneuve, è finalmente decollato. Siamo insomma di fronte a un nuovo, ambizioso tentativo di trasporre su schermo l'epica fantascientifica nata dalla fantasia dello scrittore americano Frank Herbert. Villeneuve, ormai un habituée del genere sci-fi (vanta sul suo curriculum Arrival e Blade Runner 2049), e il cast di livello stellare sono i due ingredienti principali della ricetta che si propone di restituire al cinema il classico della fantascienza anni 60, già trasposto su schermo nel 1984 da David Lynch (che a suo tempo ottenne pareri e risultati contrastanti, sia dalla critica che al botteghino).

DUNE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€9,99
€9,99
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 16 settembre 2021
Inesperto

Villeneuve continua a disseminare il mondo del cinema di grandi lavori: da Sicario in poi (il magico Arrival, il rispettoso ma ottimo Blade Runner 2049) non ha sbagliato un colpo. Una sua caratteristica costante è l'uso immaginifico delle musiche: esse immergono completamente lo spettatore all'interno della narrazione. In questo suo remake, che costituisce solo una prima parte, di cui [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 novembre 2021
umbertosm

Sicuramente una bella fotografia e effetti speciali, ma è di una lentezza disarmante, non cambia molto come non-godibilità dalla versione di David Lynch degli anni '80, che almeno nella sua pomposità barocca era anche divertente. Naturalmente non si possono fare paragoni con Star Wars, perché la trama e la filosofia di fondo è ben diversa, ma come film è [...] Vai alla recensione »

martedì 21 settembre 2021
samanta

Finalmente è arrivato! E' uscito in Italia in questi giorni il remake (parziale) del film tratto dal romanzo Dune (il primo di una saga di 10) scritto da Frank Herbert. Questo nuovo film smentisce la caratteristica che spesso i remake hanno, di essere una versione sbiadita dell'originale che uscì nel 1984 con regia di David Linch e prodotto da Dino De Laurentis.

venerdì 15 ottobre 2021
Giacomo

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 ottobre 2021
figliounico

Non pago di aver stravolto Blade Runner di Ridley Scott, Villeneuve si cimenta con un altro classico della fantascienza traducendo nel suo stile patinato ed estetizzante il Dune di David Lynch. E’ una pervicace e continuata opera di dissacrazione dei miti del cinema di genere condotta senza scrupolo. La grafica computerizzata, gli scontati effetti speciali e la roboante colonna sonora danno l’illusione, [...] Vai alla recensione »

sabato 2 ottobre 2021
Steven T. Ben

Visto al cinema ieri pomeriggio (dopo tre anni che non andavo al cinema è stato strano) insieme ad un'amica anche lei appassionata di fantascienza.La prima trasposizione, quella del 1984 con Kyle MacLachlan, è uno dei miei film preferiti, e lo riguardo periodicamente. Quando ho letto che avrebbero fatto un reboot di Dune, sinceramente all'inizio mi sono un po' spaventato, perché spesso i reboot sono [...] Vai alla recensione »

domenica 26 settembre 2021
loland10

 “Dune” (Dune: Part One, 2021) è il decimo lungometraggio del regista canadese Denis Villeneuve. La pellicola è la prima parte dell'adattamento cinematografico del romanzo omonimo dello scrittore statunitense  Frank Patrick Herbert (pubblicato nel 1965) primo capitolo del ciclo di ‘Dune’: lo stesso libro fu trasportato sullo schermo [...] Vai alla recensione »

sabato 25 settembre 2021
Clavius

Una operazione dell'industria cinematografica in grande stile. Non manca quasi niente: cast importante, scenografie sontuose, effetti digitali costosissimi, colonna sonora affidata ad un big, testo di partenza iconico ed il tutto nelle mani di un regista affermato e sulla cresta da qualche stagione. Non c'è dubbio che il film sia ben fatto e non c'è dubbio che siano stati [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 aprile 2022
Luca Scialo

Denis Villeneuve traspone un romanzo degli anni '60 scritto da Frank Herbert, considerato ormai un classico del genere fantascientifico, come già fece ai tempi David Lynch. Forte del sequel quasi impossibile di un cult anni '80: Blade Runner.La pellicola sembra mixare due classici del genere fantascientifico: Una storia infinita e la serie Star Wars.

venerdì 29 ottobre 2021
TMuz12

È quando vedi un film come questo che comprendi appieno il motivo per cui la sala è ancora fondamentale per il cinema. Maestoso, imponente, una gioia per gli occhi, Villeneuve riesce a gestire in maniera perfetta il comparto visivo di quest'opera colossale senza sbavature dal punto di vista tecnico. Purtroppo la stessa cosa non la si può dire per quanto riguarda la scrittura, [...] Vai alla recensione »

sabato 18 settembre 2021
Lorenzo Perrucci

Dune di Denis Villeneuve è un film denso.Partendo solo dalle premesse, Villeneuve aveva l'arduo compito di adattare la storia di Dune nel miglior modo possibile, dopo il tentativo (fallimentare) di Lynch e il mancato film di Jodorowski.Villeneuve ci riesce con un film visivamente maestoso, che rapisce scena dopo scena, anche grazie alla colonna sonora (Hans Zimmer) perfetta come accompagnamento alla [...] Vai alla recensione »

domenica 9 gennaio 2022
Marcloud

In un mondo feudale tra casate in guerra, Paul prende confidenza con i suoi poteri e scopre la sua connessione con un popolo a cui il suo destino è legato. Intenso, efficace e con un parco attori di alta qualità. Un remake di tutto rispetto.

giovedì 16 settembre 2021
Petrossi

Grande evento. Non basta definirlo "film", perché crea un coinvolgimento multimediale completo.  La musica di Hans Zimmer non è una colonna sonora, è una "cantata" epica che accompagna i mondi che Herbert ha inventato e che Villeneuve ricrea in immagine, mettendo in gioco la sua sensibilità.

domenica 19 settembre 2021
paolo middei

premetto subito che il film è fatto bene!a me personalmente non è piaciuto perche i film fatti di scene lunghe di sguardi e poche parole e con musica forte mi fa venire sonno!in poche parole a chi non è piaciuto blade runner questo è addirittura peggio

venerdì 17 settembre 2021
Ciccio

Sono andato alla prima a vederlo con aspettative altissime, lo attendevo da un anno e per fortuna non sono rimasto deluso, visivamente magnifico, cast eccezionale, ovviamente si prende i suoi tempi anche perché per trasporre un opera così complessa come quella di herbert non si poteva fare altro. Sonorità disturbanti che si amalgamano bene con le immagini, forse l'unica pecca [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2022
Max

Troppo lungo e noioso ,effetti speciali sprecati ,un mix di passato e futuro nei costumi a volte imbarazzante ,un film da non rivedere .

venerdì 24 settembre 2021
giulio berri

Lynch nel lontano 1984 aveva adattato il suo cinema visionario ad una trama complessa come quella di Dune (io sono in possesso di 10 libri). Ambientazioni, personaggi, adattamento del romanzo esprimevano un Universo nuovo mai visto. La perversione degli Harkonnen era resa perfettamente. Il compianto Paul Smith interpretava un convincente Raban. Valga per tutti, la scena in cui i navigatori della Gilda [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 settembre 2021
Arakor

Grazie Villeneuve, in una serata hai purificato anni di vaccate Marvel e Disney, di film veloci fatti di corsa, di montaggi sfrenati e ritmi affrettati, di antieroi falliti capaci solo di battutine penose, di trame insulse e inconcludenti. Grazie per aver trasposto con onestà e fedeltà l'originale, il leggendario capolarovo di Herbert, e per essere riuscito a farlo senza risparmiare [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 settembre 2021
Arakor

Grazie Villeneuve per un film meravigliosamente lento e intenso: una lentezza profonda, piena di intuizioni e suggestioni, quasi un redivivo Sergio Leone. Grazie per aver purificato in una sola serata anni di vaccate Marvel-Disney, con eroi falliti capaci ormai solo di penose battutine, costruiti con regie frenetiche e montaggi ad alta velocità.

venerdì 17 settembre 2021
fra.fra.movie

Grande opera cinematografica, curata sotto tutti gli aspetti dalla scrittura alla messa in opera. Scenograficamente maestoso, sia negli interni sia negli esterni, ma, al contempo, profondamente intimista nei dialoghi e nell'evoluzione dei personaggi. Tutti i protagonisti, anche i più marginali, sono perfettamente rappresentati e interpretati.

mercoledì 22 giugno 2022
Sandro64

Se già la pellicola del 1984, che portò sul grande schermo il romanzo di Frank Herbert, risultava quanto meno enigmatica e sconclusionata, a regnare sovrana c'era almeno quell'atmosfera onirica che solo Lynch sa creare e il film si lasciava ricordare per anni, anche gli effetti speciali non erano affatto male per l'epoca, ma qui tra scene e battute prese in prestito e pennellate [...] Vai alla recensione »

martedì 26 ottobre 2021
Lizzy

Che dire: io che ho sempre fatto del motto "vissi di fantascienza" il mio biglietto da visita... di fronte a Dune ho sempre dovuto indietreggiare. Dello scritto non parlo: manco mi ci sono avvicinata, e per diversi motivi. Del film di Lynch invece... Beh... io che assorbo anche la paccottiglia peggiore non sono riuscita mai (e dico mai) a vederlo oltre la metà.

lunedì 25 ottobre 2021
gianfranco ligarotti

Rebecca Ferguson recita la madre di Paul Atreides ed è letteralmente un cane comparata all'attrice che la recitava nel precedente Film.La figura del medico è ridicolizzata a un pranoterapista.La trama è falsata...Duncan non muore quando dovrebbe, l'arma ad ultrasuoni dov'è? La camminata dei Fremen sembra una salsaGli Harkonnen trasformati in agnelliniE poi han finito il budget e han troncato il film? [...] Vai alla recensione »

domenica 24 ottobre 2021
Doctorow

Basta vedere la faccia del protagonista, insulso e imberbe ragazzetto totalmente privo di carisma, per capire che c'è qualcosa che non va.Il giovane Kyle MacLachlan era ben altra cosa, David Lynch poi è inarrivabile. Noiosissimo. I remake di grandi capolavori vanno fatti con grandi attori e grandi registi, se non ce ne sono a disposizione meglio evitare.

lunedì 11 ottobre 2021
Xerox

Dal film che ho visto, e da quello che ho letto adesso sul film, sicuramente sarà meglio leggere il libro prima di vedere il film. Non è semplicissimo seguire le storie di questi popoli del futuro vedendo solo il film. Da non lettore del libro ho trovato il film TROPPO LENTO, TROPPO LENTO, TROPPO LENTO....... e TROPPO LUNGO, TROPPO LUNGO, TROPPO LUNGO.

giovedì 7 ottobre 2021
Umberto

 DUNE... Primo capitolo della trilogia di Denis Villeneuve basato sull'omonimo romanzo. Che dire, presentato come uno dei più grandi kolossal degli ultimi anni, mantiene in parte le aspettative. Per scenografia e fotografia è praticamente un'opera d'arte, grazie anche a degli effetti speciali stupendi che danno molta naturalezza ad ogni scena, come i meravigliosi vermi [...] Vai alla recensione »

domenica 3 ottobre 2021
Luca Agnifili

Ottima trasposizione cinematografica del romanzo di Frank Herbert, fedele al libro e con il grande tocco visionario di un regista che ha in questo il suo tratto di eccellenza. Villeneuve regale due ore e mezzo di puro divertimento, due ore e mezzo di un'epopea che aprono ad un mondo che dovrà trovare la sua completezza nell'annunciata trilogia.E sarà la saga più "colta" e nobile delle varie epopee [...] Vai alla recensione »

sabato 25 settembre 2021
GUSTIBUS

Ero partito gia'prevenuto e non per il regista di serie A "D.Villeneuve"che io ho adorato per SICARIO..defraudato dell'Oscar 2015 per miglior film e regia.Mi e'piaciuto Blade Runner 2049,meno The Arrival.Ora siamo forse alla conversione piu'difficile DUNE che non mi ha incantato.Gia'fatto con insuccesso da due registi,qui vince la bravura di voler fare il duello con se [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 settembre 2021
Simprev

Dune è un film molto ambizioso. Scenografie, attori e fotografia sono invidiabili. Ciò che invece non lo è, è la trama: un film troppo disconnesso, incongruente e che non spiega abbastanza. All'inizio ti chiedi cosa sta succedendo e alla fine ti fai la stessa domanda. Sappiamo essere il primo di una serie, dunque staremo a vedere. Per ora non ha soddisfatto le aspettative.

martedì 21 settembre 2021
Chief

Che delusione !!! Mille volte meglio il film del 1984. Meno male che non ho pagato per vederlo. L'hanno decantato ... ma come si dice: la pubblicità è l'anima del commercio. Forse un copia ed incolla del vecchio film, rivisitato con attori di spessore ed effetti speciali, sarebbe stato meglio. SONO DELUSO ED ARRABBIATO !!!

martedì 21 settembre 2021
goldy

è  solo ed esclusivamente noia, noia, noia,

lunedì 20 settembre 2021
elfoscuro75

 Il Dune di Villeneuve non è semplicemente il remake del film di Lynch; è la trasposizione perfetta della prima metà del primo romanzo di Herbert. (si, ci sarà almeno un sequel...il viaggio è appena iniziato) È quasi impossibile che un appassionato di libri resti contento di una trasposizione cinematografica dato che niente può scenografare [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 ottobre 2021
harroldthebarrel

Trasposizione cinematografica di un libro che di sicuro non leggerò, questo film superpompato dalla critica si rivela pomposamente noioso, ancorché confezionato con grandissima cura. L'estetica, che peraltro fa largo uso di effetti posticci al computer, e la colonna sonora solenne sono al servizio di una storia di fondo estremamente banale (popoli in lotta per il possesso di una "spez [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 ottobre 2021
Vepra81

Ho visto il film come gran ritorno al cinema. Sono stato per 155 minuti  a vedere un film lungo, senza emozioni e senza portare a nulla. Buoni gli effetti speciali, ma per il resto delusione

domenica 26 settembre 2021
Alfio Squillaci

 Ieri sera ho visto "Dune" in parte per verificare le ragioni del successo di cui sta godendo la pellicola, in parte per pura curiosità (non è il mio genere), in parte ancora  in ricordo di un mio amico di tanti anni fa, morto giovane, appassionato di science  fiction che voleva per pura amicizia tra lettori, me vistosamente renitente, introdurmi ai piaceri di [...] Vai alla recensione »

sabato 25 settembre 2021
Flaw54

Film difficile da seguire specialmente nella parte iniziale. La storia è complessa e non facilmente rappresentabile sullo schermo. Lento, talvolta monotono, ma con un enorme pregio: non si trasforma in una serie di immagini di scontri e battaglie come la insopportabile saga di guerre stellari. L' aspetto filosofico e riflessivo lo rendono sicuramente vendibile,

sabato 25 settembre 2021
Monica Riolfi

Villeneuve non delude mai! Alcuni dicono che sia troppo lento, ma io penso che sia stupendo proprio così. É un marchio di fabbrica del regista! Avrei voluto che il film non finisse mai!

domenica 19 settembre 2021
jaylee

Rassicuriamo i fan di Sting: nel nuovo Dune di Dennis Villeneuve, l’ex cantante dei Police NON appare in mutande di metallo. Scherzi a parte, è probabile che abbiate visto il primo tentativo di portare l’opera magna di Frank Herbert sul grande schermo con la regia di (nientepocodimeno che) David Lynch, film maledetto e idolatrato allo stesso momento, kitsch e immaginifico, confusionario [...] Vai alla recensione »

domenica 19 settembre 2021
Laurandro

Come immaginavo. Sono andato al cinema a vederlo con un'amica che non aveva mai letto il libro e non sapeva nulla della saga di Frank Herbert. (S)fortunatamente, io si. Ho passato le due ore sucessive all'uscita dal cinema a cercare di spiegare Dune alla mia amica, cercando di non andare oltre l'interruzione imposta dal regista che avrebbe rovinato la visione di un eventuale sequel.

venerdì 17 settembre 2021
Samuele Rossoni

Villeneuve fa un film di fantascienza alla Villeneuve, perciò si prende molto sul serio e lascia poco spazio all'ironia, come i precedenti Arrival, Enemy e Blade Runner 2049. La differenza dagli ultimi due è che Dune è visivamente incredibile e non annoia perdendosi nella descrizione di personaggi antipatici. Bravo Denis, ma aspettiamo la seconda parte, ci sono troppi elementi non sviluppati per ora.PS [...] Vai alla recensione »

domenica 22 maggio 2022
YSF

Un film che recupera un grande classico per trasportarlo nel nuovo millennio utilizzando quanto di buono cinematografia, tecnologia e computer grafica hanno da offrire. Le nuove possibilità tecnologiche non sono un pretesto e ad ogni fotogramma si percepisce la volontà di recuperare tutto il possibile della storia originale. Lo spettacolo è potente ed entusiasmante.

mercoledì 12 gennaio 2022
max821966

Inizio la mia recensione con un avviso: odio questo tipo di fantascienza: nel 77 ho faticato (a 11 anni) a non uscire prima dalla proiezione di Star wars, odio Star Treck.....parliamoci chiaro sono saghe che potevano essere girate come favole medioevali.... l'impero dei cattivi, eroi con poteri ridicoli, le streghe cattive alla Biancaneve etc.etc.

domenica 14 novembre 2021
Gian Lorenzo Molinari

Un Dune più che mai rispettoso del libro. La prima parte mi è piaciuta, attendo la seconda per un giudizio complessivo.

venerdì 24 settembre 2021
annarita_86

Premetto che in parte conoscevo già il romanzo da cui è tratto, da buon appassionato del genere. Il romanzo di Frank Herbert del 1965 è in realtà un'opera di oltre 700 pagine che difficilmente si possono condensare in un singolo film, visti anche i numerosi intrecci psicologici presenti nella trama. Il film difatti ripropone solo la prima parte del romanzo e, in definitiva, [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 settembre 2021
Ammazzaombra

Perfetta trasposizione del mondo di Herbert, musiche, fotografia, scenari perfetti, manca forse una voce dei personaggi che spieghi cosa stanno pensando nei momenti di riflessione, ma questo non ha importanza per chi ha letto il libro. Aspetto la seconda parte della storia

domenica 19 settembre 2021
Alberto Perinot

Il film è visivamente sublime (ma qualunque sinonimo di questa parola vogliate usare va bene!): è d'obbligo vederlo nello schermo più grande che si possa trovare. Azzeccato il cast, ottima la colonna sonora, accattivante la trama. Alcuni hanno ravvisato freddezza, ma io sono in disaccordo: ho, al contrario, percepito grande amore per un universo narrativo che il regista dimostra di avere a cuore.

lunedì 8 novembre 2021
Matt

Secondo me dune è un film riuscitissimo. L'unico problema è che finisce proprio quando la storia diventa più interessante. Non vedo l'ora che esca il secondo capitolo.

domenica 17 ottobre 2021
Goffredo

Che dire di questo film che ho avuto la possibilità di vedere venerdì sera… per il bravo regista Villeneuve, quello che avrebbe dovuto essere Blade Runner se avesse avuto una sceneggiatura migliore… E questa opera ce l’ha decisamente in quanto tratta dal primo della serie di romanzi di Herbert edito nel “lontano” 1965.

martedì 21 settembre 2021
Foley

Cinema allo stato puro, da non amante del genere possosolo dire di andarlo a vedere.

lunedì 20 settembre 2021
Eichi

Ancora una volta si dimostra come Dune non sia adattabile allo schermo. Chi non conosce la storia lo troverà lento ed avrà difficoltà a capire le complicazioni sottostanti alla trama. Chi conosce l'opera vedrà come sullo schermo sia riproducibile tuttalpiù solo la trama (o parte di essa) tralasciando tutte le considerazioni sui rapporti personali e sociali riportati [...] Vai alla recensione »

FOCUS
FOCUS
venerdì 29 ottobre 2021
Roberto Manassero

Dune - da oggi disponibile in streaming su CHILI - ha fatto parte della storia del cinema prima ancora di diventare un film. Non serve infatti essere esegeti della saga di Star Wars per accorgersi che l’universo fantascientifico e messianico di George Lucas, creata a partire dai primi anni ’70, saccheggia volutamente o meno il romanzo che il giornalista ed ecologo Frank Herbert aveva pubblicato nel 1965, ispirandosi a sua volta a varie fonti: il lavoro da giornalista scientifico, ad esempio, quando Herbert venne inviato a studiare la sabbia delle dune in una cittadina costiera dell’Oregon; ma anche la situazione politica dell’epoca, con echi del Vietnam e della resistenza dei Vietcong (diventati nel romanzo i guerriglieri Fremen), le critiche all’imperialismo americano, i rimandi alla cultura psichedelica (vedere gli effetti del Melange, la sostanza ricavata dalla sabbia del pianeta Arakis attorno a cui ruotano le lotte di potere fra pianeti e casate stellari) e gli influssi dello spiritualismo new age.

Lucas fu il primo a cogliere le potenzialità cinematografiche delle sintesi e delle semplificazioni culturali tipiche del postmoderno, andando in realtà ben oltre il sistema letterario di Herbert, ma già nel 1973 il produttore Arthur P. Jacobs aveva opzionato "Dune" per trarne un film, creando poi suo malgrado la leggenda dell’adattamento fallito di Alejandro Jodorowsky e dando inizio al mito di "Dune" come romanzo impossibile da portare al cinema. Il resto è storia: nel 1976 Dino De Laurentiis compra a sua volta i diritti del romanzo, ingaggia David Lynch per scriverlo e dirigerlo, ma finisce poi per controllarlo così da vicino da togliere libertà e anima al suo lavoro e al romanzo stesso. Il film Dune, uscito nel 1984, è un fallimento in tutti i sensi, sia commerciale sia artistico, e consolida il maledettismo attorno all’opera di Herbert. Più avanti passerà per i vari e prevedibili processi di riscoperta, rivalutazione e ridimensionamento (non necessariamente in quest’ordine), mentre la versione inesistente di Jodorowsky si ammanterà sempre più di una mitologia in buona parte immeritata, o quantomeno esagerata.

Quando nel 2016 Denis Villeneuve comincia a lavorare a una versione cinematografica finalmente fedele del capolavoro fantascientifico di Herbert, oltre alle pagine non proprio facili da tradurre in immagini deve dunque confrontarsi con un immaginario ingombrante e ben radicato. Dune non è essere semplicemente un film tratto da romanzo: Dune è un mondo, un mostro, un fantasma, un inghiottitore di idee e progetti (come uno dei vermi che popolano il sottosuolo di Arakis…).
 

L’idea vincente di Villeneuve, probabilmente alla base del successo della sua versione (e dunque della fine di uno dei miti culturali del nostro tempo), è la stessa di Blade Runner 2049 (guarda la video recensione): partire dall’archivio e dalla memoria spettatoriale per costruire un nuovo presente, un nuovo ciclo. L’oscurità che ammanta il film, la cupezza della fotografia di Greig Fraser, la possente sinfonia musiche di Hans Zimmer sono al tempo stesso un rimando al mondo herbertiano e un aggancio al presente e alla fantascienza dell’ultimo decennio (dai nuovi Star Wars a Interstellar allo stesso Arrival). Il pessimismo militante dello scrittore americano si trasforma in uno spiritualismo che sintetizza tecnologia ed ecologia, digitale e umano, parola e immagine.

FOCUS
giovedì 30 settembre 2021
Andrea Fornasiero

Il celebre romanzo di Frank Herbert, l'opera di fantascienza più letta al mondo, fu prima serializzato e solo nel 1965 trovò la sua versione definitiva in un tomo imponente. Il libro è diviso in tre parti, ma l'arco narrativo di Paul Atreides si compie più propriamente nel libro successivo "Il Messia di Dune". Per questo Denis Villeneuve ha recentemente dichiarato che vorrebbe realizzare una trilogia e non fermarsi ai primi due film che coprono solo il primo libro (lo stesso adattato dal film di Lynch).

L'adattamento di Villeneuve - ora al cinema - è molto fedele in quello che sceglie di portare sullo schermo, tanto che aggiunge ben poco a quanto scritto da Herbert, ma allo stesso tempo compie drastici tagli. Prima di affrontarli però iniziamo col dire che spezzare Dune in due parti pone un problema piuttosto evidente: il libro non ha un climax conclusivo a metà della storia. Il duello con il pugnale e l'incontro con Chani sono momenti cruciali, ma non c'è un crescendo che arriva fino a loro: il momento tragico che chiudeva la prima parte del libro era la caduta di Atreides. Un fatto che a Paul veniva più o meno anticipato già nelle prime pagine del romanzo, quando la Reverenda Bene-Gesserit gli diceva che per lui c'era speranza ma per suo padre non ce n'era nessuna. Una battuta che era rimasta anche nell'adattamento di Lynch, ma che Villeneuve ha preferito togliere, riducendo così il senso di ineluttabilità degli eventi, sperando forse che la tragedia risultasse sorprendente al grande pubblico, quello all'oscuro del romanzo.

I tagli più significativi riguardano l'eliminazione della ricerca della spia e della cena diplomatica tra casa Atreides e la nobiltà di Arrakis. Non c'è così modo di vedere all'opera un rapporto di forze che si gioca in modo sottile, senza confronti diretti, figlio anche della Guerra Fredda in cui il romanzo nasceva. Tagliare questi passaggi sicuramente snellisce la vicenda e la rende meno verbosa, ma finisce anche per togliere ossigeno a diversi personaggi come il Duca, il dottor Chen, il maestro delle armi Gurney Halleck e soprattutto il mentat e maestro di spionaggio Thufir Hawat, che è davvero una presenza che nel film quasi non si registra.
 

Nella ricerca della spia, tutti escludevano il Dottor Chen, perché porta in fronte il simbolo del condizionamento imperiale, che gli dovrebbe impedire di fare del male (ma che gli Harkonnen hanno infranto catturando e torturando sua moglie). Inoltre il Duca, per far sentire sicuro il traditore e portarlo a uscire allo scoperto, faceva ricadere i sospetti sulla sua concubina Jessica, la madre di Paul, di cui in realtà si fidava assolutamente. Questo portava Halleck e Hawat a convincersi che la spia fosse effettivamente Jessica e a dare a lei la colpa della caduta di casa Atreides nel proseguire del racconto.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 3 settembre 2021
Federico Pontiggia
La Rivista del Cinematografo

Non più umanista come in Arrival (2016), bensì antropologica ed etnografica, magica e sciamanica: Denis Villeneuve trova nuovi attributi alla fantascienza qui e ora con Dune, la prima parte del dittico che adatta il celebre romanzo sci-fi del 1965 di Frank Herbert. Si era già cimentato David Lynch nel 1984 con esiti controversi, ci aveva già provato Alejandro Jodorowski senza concludere, ma a Villeneuve [...] Vai alla recensione »

domenica 4 settembre 2022
Pier Vittorio Mannucci
NonSoloCinema

In un futuro prossimo venturo, l'universo è controllato da un impero che si regge su un sistema feudale. Le casate sono in lotta tra loro, e una preda ambita è il pianeta Arrakis, un deserto che però ospita la preziosissima Spezia, fondamentale per il viaggio interspaziale dopo che la jihad di Butler ha portato alla distruzione di ogni intelligenza artificiale, e capace di conferire a chi la assume [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 agosto 2022
Martina Palaskov Begov
Nocturno

Le aspettative erano alte e con grandi attese spesso arrivano grandi delusioni (sic!), Variety ha pubblicato un articolo che sottolinea le contraddizioni critiche riguardo il nuovo Dune, di Denis Villeneuve, presentato Fuori Concorso alla 78esima Mostra del Cinema a Venezia. L'amore e lo sviscerato odio che ha suscitato questo film tra i colleghi, evidenziano la complessità di dover criticare un film [...] Vai alla recensione »

martedì 12 ottobre 2021
Furio Spinosi
Cinemonitor.it

Pare quasi che nel suo film del 2016, "Arrival", Denìs Villeneuve fosse già a conoscenza del fatto che nel futuro imminente avrebbe messo le mani sul progetto "maledetto" di "Dune". Oggi, il cineasta canadese sembra aver riciclato qualcuna delle idee già presentate nel suo sci-fi drama con protagonisti Amy Adams e Jeremy Renner. Anche in "Dune", seppur non all'interno dell'atmosfera dei pianeti di [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 ottobre 2021
Gianluca Pelleschi
Gli Spietati

Il DUNE di Villeneuve non ha niente che non va. La condensazione del materiale narrativo non lascia disorientati, la magnificenza visiva rimane sempre a un passo dal troppo e non stroppia, ammantata di una certa (asettica) eleganza e il minutaggio più che generoso (si sforano le due ore e mezza), a conti fatti, non pesa più di tanto. Il problema, se lo vogliamo chiamare così, è capire quale sia, qui [...] Vai alla recensione »

domenica 10 ottobre 2021
Marco Catenacci
Gli Spietati

Non è mai stato un segreto quanto il Dune di Frank Herbert sia stato, per la fantascienza (e soprattutto per il cinema di fantascienza), una sorta di anno zero, una fonte di ispirazione inesauribile, un desiderio proibito e sostanzialmente inarrivabile. «Senza Dune, Guerre stellari non sarebbe mai esistito», diceva George Lucas in una celebre affermazione talmente palese da risultare perfino banale. [...] Vai alla recensione »

sabato 9 ottobre 2021
Oscar Cosulich
Ciak

In un lontano futuro, all'interno di una struttura imperiale interplanetaria, c'è una feroce lotta economica e politica tra le famiglie nobili che controllano ciascuna il proprio pianeta. I principali contendenti sono gli Atreides, in scontro con i sanguinari Harkonnen per la gestione del pianeta Arrakis: desertico, inospitale, abitato dagli indomiti Fremen e popolato dai giganteschi vermi delle sabbie. [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 settembre 2021
Marco Marchetti
Cinequanon

Dal Dune di Denis Villeneuve non ci si aspettava molto perché c'era poco o nulla da cui aspettarsi qualcosa. Invece il film dell'ormai sdoganatissimo regista canadese supera le peggiori aspettative che una certa presunzione di autorialità lasciava opportunamente subodorare. Siamo semmai dalle parti di un filmaccio archeologico, fossilizzato e fossilizzante, che soltanto qualche audacissimo del genere [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 settembre 2021
Valerio Caprara
Il Mattino

Piaccia o non piaccia, il kolossal Dune vanta invece un merito non negoziabile: svetta, infatti, sugli stentati incassi che stanno dando un po' di respiro agli esercenti. Inoltre dopo i tentativi più o meno fallimentari di trasporre sullo schermo il romanzo di Frank Herbert (il film firmato da David Lynch nel 1984 è passato alla storia più che altro per il massacro operato sulla versione originale [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 settembre 2021
Phil de Semlyen
Time Out

Denis Villeneuve è riuscito dove altri hanno fallito. Il Dune del regista canadese è tentacolare, spettacolare e politicamente impegnato nella sua critica al colonialismo e allo sfruttamento delle risorse naturali. Va bene, tecnicamente non ha un finale (è la prima parte di una serie, e la seconda potrebbe non essere realizzata) e non tutti hanno la pazienza richiesta dall'autore.

domenica 19 settembre 2021
Alvise Mainardi
NonSoloCinema

Dune è stato presentato nei primi giorni della Mostra del Cinema di Venezia 2021, ma la brillante idea del direttorissimo Barbera di sbloccare le limitazioni sulla vendita degli accrediti, salvo poi fingere di aver scoperto solo la sera del 31 agosto che le sale non potevano essere riempite oltre il 50% della capienza, ha causato qualche problemino in termini logistici a parecchie persone.

sabato 18 settembre 2021
Massimo Causo
Duels.it

Lo si poteva prevedere che il fascino principale, sotto il profilo filmico, di questo Dune di Denis Villeneuve dovesse risiedere nell'abbraccio tra l'immaginario così immateriale di Frank Herbert, fatto di sabbia, di spirito, di voci, e quello così solido del regista canadese, fatto di forme tetragone, monumentali, immanenti. Da una parte c'è un caposaldo della fantascienza avventizia che, scaturito [...] Vai alla recensione »

sabato 18 settembre 2021
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Villeneuve sognava di girare "Dune" già a tredici anni, viveva in un villaggetto del Québec. Un po' più grandicello, con un amico, disegnò gli storyboard: era fissato, affascinato dalla lettura del romanzo di Frank Herbert ( sarebbe divertente vederli, ora). Cinque anni fa, alla Mostra di Venezia, ribadì che avrebbe voluto girare "Du - ne". Non aveva cambiato idea neanche dopo "Blade Runner 2049", [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 settembre 2021
Francesco Costantini
Asbury Movies

Per capire bene come stanno le cose con Dune, il romanzo di Frank Herbert pubblicato nel 1965 che tra le altre cose è anche il primo di una serie, basterebbe ricordare che su questo scalino sono inciampati contemporaneamente Alejandro Jodorowsky e David Lynch. Ne bastava uno. Il primo fallisce per non aver commesso il fatto, il suo adattamento si spegne prima del traguardo ma trova il modo di sopravvivere [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Stefano Benedetti
Cult Week

Tra progetti faraonici mai decollati e adattamenti strampalati meritatamente naufragati al botteghino, la storia cinematografica di Dune sembrava ormai quella dei "film maledetti" hollywoodiani, dalle grandi potenzialità ma destinati a rimanere per sempre nel limbo dell'irrealizzabile per ragioni oscure. Troppo complessa per il grande pubblico? Bruciata sul tempo da saghe fantasy/fantascientifiche [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Massimo Brigandì
Cineclandestino

L'evento cinematografico di quest'autunno è la trasposizione di uno dei più famosi e celebrati libri di fantascienza della storia, il "Dune" di Frank Herbert. Il romanzo narra le vicende della casata Atreides, nobile famiglia che, nell'anno 10191, si trova ad affrontare la sua prova più difficile. Diventata infatti rispettata e potente all'interno del Landsraad, sorta di consiglio feudale galattico, [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Alessandra De Luca
Avvenire

In un futuro lontano, in cui un impero interstellare affida i suoi feudi a diverse case nobiliari, il giovane Paul, rampollo degli Atreides, si trasferisce sull' inospitale pianeta Arrakis, noto come Dune, insieme al padre, il Duca Leto, alla madre Lady Jessica e alcuni consiglieri. La casata cerca un posto sicuro per la famiglia e la comunità, ma Dune è un pianeta ambito da molti a causa di una preziosa [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Un miraggio per molti, un film maledetto per qualcuno. Si parte dal romanzo scritto da Frank Herbert, Dune appunto, da cui è nato un mondo letterario. Il primo a volerlo portare sullo schermo è stato il regista Alejandro Jodorowsky, ma il progetto è naufragato. La storia è raccontata nell'appassionante documentario Jodorowsky's Dune. Poi ci è riuscito David Lynch, con esiti disastrosi al botteghino. [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Stefano Giani
Il Giornale

Nell' anno diecimila cento e spiccioli l' umanità dimostra di averci capito ancora abbastanza poco. E Leto Atreides accetta di governare il misterioso pianeta Arrakis, dove prospera una spezia - leggasi droga - capace di far volare con gli anni, i sogni, le esperienze e la preveggenza. Insomma lsd in proiezione futura. Il desertico Arrakis, noto anche come Dune, è abitato da una popolazione selvaggia [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Emiliano Morreale
La Repubblica

Uno dei film più attesi della stagione. Il primo capitolo di una saga, o forse no: diversamente che in altri casi, il prosieguo della vicenda non è stato girato insieme alla prima parte, e la sua effettiva realizzazione non è data per certa. Il che sarebbe piuttosto strano, perché Dune (e specialmente gli ultimi tre quarti d' ora) è costruito anche come una "parte prima" e illustra le vicende che, [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 settembre 2021
Alessandra Levantesi
La Stampa

Portato con poca fortuna sullo schermo nel 1984 da David Lynch - ma George Lucas aveva di certo presente il libro quando nel 1977 concepì Star Wars - Dune di Frank Herbert (1964) è considerato uno dei migliori fantascientifici di sempre, sia per l' antesignana attenzione al tema ecologico, sia per il minuzioso concepimento di un intergalattico mondo a struttura medioevale, composto di feudatari uniti [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 settembre 2021
Francesca Pistocchi
Close-up

Pare che a Denis Villeneuve piacciano le sfide impossibili, spesso basate sul rimettere in scena veri e propri cult già ampiamente entrati nella storia del cinema. Chi, se non lui, poteva farsi carico della colossale Metropolis generatasi dagli incubi di Ridley Scott? Chi, se non lui, avrebbe osato riallestire le memorabili distopie di Philip Kindred Dick e dei suoi cacciatori di androidi, trasportando [...] Vai alla recensione »

martedì 14 settembre 2021
Mauro Gervasini
Film TV

È Dune, finalmente. Dopo il miraggio di Alejandro Jodorowsky e il flop di David Lynch e Raffaella De Laurentiis, con lo sceneggiatore Eric Roth e l'aiuto di Jon Spaihts Denis Villeneuve è riuscito a rendere sullo schermo il romanzo di Frank Herbert che sembrava inavvicinabile se non, appunto, come progetto delirante oppure sconvolto e tradito. Il regista québécois ha scelto di affrontare il primo libro [...] Vai alla recensione »

domenica 5 settembre 2021
Enrico Azzano
Quinlan

Il cinema è il Kwisatz Haderach. È il passato, il presente e il futuro. In questo senso, Dune è un atto di fede, una promessa, una profezia. Una follia, anche se lucida, perfettamente calcolata. Fedele scudiero della settima arte, Villeneuve è uno dei pochi registi in grado di dare forma a questa visione, a quel cinema fuori scala, mastodontico, impossibile da addomesticare e riportare alle dimensioni [...] Vai alla recensione »

sabato 4 settembre 2021
Antonello Catacchio
Il Manifesto

Era il 1963 quando Frank Herbert cominciò a pubblicare su Analog il primo libro della saga dedicata a Dune, poi divenuto romanzo in coppia con il sequel nel 1965, mentre altri sono seguiti poi, anche a firma del figlio Brian dopo la morte di Frank. Il primo che volle cimentarsi con la saga (salutata da un successo editoriale travolgente) fu Alejandro Jodorowsky, che coinvolse nel suo progetto moltissimi [...] Vai alla recensione »

sabato 4 settembre 2021
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Di altri re e imperatori si parla anche in "Dune" (Fuori Concorso), ma siamo tra le galassie nel lontanissimo futuro del 10191, sul pianeta Arrakis (detto appunto Dune). Già fonte della precedente trasposizione di David Lynch e ispiratore della saga lucasiana di "Star wars", il romanzo di Frank Herbert narra di puntuali lotte di potere, tra gli Atreides e gli Harkonnen, nel deserto del pianeta dal [...] Vai alla recensione »

sabato 4 settembre 2021
Lorenzo Rossi
Cineforum

Su una spiaggia della Grecia una donna passa le vacanze estive. È sola, ha 48 anni, si chiama Leda, come la figura della mitologia greca posseduta da Zeus sotto forma di cigno, è americana e ha due figlie ormai grandi, di 25 e 23 anni. Leda è una docente di letteratura comparata, traduce dall'inglese all'italiano e nel corso della carriera ha lavorato soprattutto su Yates e su Auden.

venerdì 3 settembre 2021
Pietro Masciullo
Sentieri Selvaggi

"La grandezza è un'esperienza transitoria. Ed è inconsistente, legata com'è all'immaginazione umana che crea i miti." - Dalla «Raccolta dei detti di Muad'Dib» della Principessa Irulan [Dune, Frank Herbert, 1965]. È su questa esperienza transitoria "legata all'immaginazione" che fatalmente si gioca la riuscita di ogni possibile adattamento del vastissimo universo letterario creato dal ciclo di Dune. [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 settembre 2021
Serena Nannelli
Il Giornale

Alla 78esima Mostra del Cinema di Venezia è la volta dell'attesissimo Dune, film fuori concorso di Denis Villeneuve. Il regista di "Arrival", presentato qua al Lido cinque anni fa, e del discusso sequel "Blade Runner 2049", sembra avere finora firmato pellicole di fantascienza propedeutiche alla realizzazione dell'odierno kolossal. Ad adattare per il grande schermo il complesso universo descritto [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 settembre 2021
Michele Anselmi
Cinemonitor.it

Dopo 155 minuti di film appare una scritta, prima dei titoli di coda: "Questo è solo l'inizio". Non so quanti seguiti di "Dune" intenda fare la Warner Bros, ma il regista Denis Villeneuve ha già annunciato che il prossimo episodio della cinesaga tratta dal romanzone di Frank Herbert sarà incentrato sulla fascinosa guerriera del popolo Fremen incarnata da Zendaya.

venerdì 3 settembre 2021
Teresa Marchesi
Huffington Post

Il pianeta si chiama Arrakis, l'epoca è il 1019, ma sembra l'Afghanistan del nostro 2021. In prima mondiale a Venezia 78, "Dune" il kolossal di sci-fi atteso spasmodicamente dai cultori della saga stellare di Frank Herbert come dai fans del regista Denis Villeneuve (quello di "Arrival" e di "Blade Runner 2049") potrebbe passare per un instant-movie di geopolitica corrente.

giovedì 16 settembre 2021
Francesco Alò
Il Messaggero

Il Macbeth del cinema è tornato, nel senso di testo che porta sfiga. Si intitola Dune e in passato ha visto fallire sia un giovane David Lynch (flop nel 1984) che lo sregolato Alejandro Jodorowsky (Pink Floyd alle musiche, Salvador Dalì scenografo ma lo voleva lungo 14 ore; nel 1976 capitolò). Tratto dalla saga letteraria di Frank Herbert edita nel 1965, è ambientato in una galassia del futuro (anno [...] Vai alla recensione »

sabato 4 settembre 2021
Francesco Alò
Il Messaggero

Questa sostanza granulare è un materiale combustibile color sale dell' Himalaya ma non si trova nelle nostre montagne terrestri bensì sul pianeta fantascientifico Arrakis. L' Impero ordina alla casata Atreides, belli e buoni, di sostituire gli Harkonnen, racchi e infingardi, nella gestione di quel globo desertico le cui dune sembrano un voluttuoso mare color caramello in cui naufragare parrebbe quasi [...] Vai alla recensione »

sabato 4 settembre 2021
Emiliano Morreale
La Repubblica

Uno dei film più attesi della stagione autunnale, parata di divi e nuova versione di una celebre saga fantascientifica. Ad adattare il romanzo di Frank Herbert ci aveva provato negli anni 70 il folle regista messicano Alejandro Jodorowsky; poi ci riuscì David Lynch, con un film massacrato dal produttore De Laurentiis e risultato un fallimento di pubblico.

NEWS
OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Patrice Vermette e Zsuzsanna Sipos si aggiudicano il premio per il suo lavoro nel film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Hans Zimmer si aggiudica il premio per il suo lavoro al film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Joe Walker si aggiudica il premio per il suo lavoro al film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Brian Connor, Paul Lambert, Gerd Nefzer e Tristan Myles si aggiudica la statuetta per il lavoro sul set del film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Greig Fraser si aggiudica il premio per il film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

Doug Hemphill, Theo Green, Mark Mangini, Ron Bartlett e Mac Ruth si aggiudicano la statuetta per il lavoro sul film di Denis Villeneuve. Vai all'articolo »

OSCAR
lunedì 28 marzo 2022
 

È a sorpresa il film di Sian Heder a vincere l'edizione 2022 degli Academy Awards. Delude Il potere del cane. Niente da fare per SorrentinoTutti i vincitori »

NOW
giovedì 20 gennaio 2022
Alice Catucci

Un cinema perfetto per questo momento storico. Ora su NOW. Vai all'articolo »

HOMEVIDEO
giovedì 9 dicembre 2021
 

Dall’omonimo celebre best seller di Frank Herbert. Con il candidato all'Oscar Timothée Chalamet. Vai all’articolo »

BOX OFFICE
mercoledì 20 ottobre 2021
Andrea Chirichelli

Nella giornata di ieri la spunta ancora Venom - La furia di Carnage. Scopri la classifica » 

NEWS
mercoledì 29 settembre 2021
 

Il film ha raggiunto questa cifre senza ovviamente gli incassi di Cina e USA, dove debutterà nelle prossime settimane. Vai all'articolo

BOX OFFICE
martedì 28 settembre 2021
Andrea Chirichelli

A Space Jam: New Legends non bastano i 111mila incassati per rubare la leadership al film di Villeneuve. Ora la testa della classifica stagionale è a un passo. Vai alla classifica »

BOX OFFICE
lunedì 27 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Dune vince anche la giornata di ieri, ma LeBron James e i Looney Tunes si sono fatti parecchio minacciosi: 472mila euro incassati dal blockbuster fantascientifico, per un totale di 4,4 milioni complessivi, ben 452mila euro per il mix tra live action e [...]

BOX OFFICE
domenica 26 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Dune vince nettamente il sabato e non dà segni di cedimento: 441mila euro ieri e 3,9 milioni complessivi per il film, destinato a diventare il miglior incasso dell'anno entro la fine della prossima settimana.

BOX OFFICE
sabato 25 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Il podio è sempre completato da Space Jam - New Legends e Tre Piani di Nanni Moretti. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
giovedì 23 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Intanto Marvel Cinematic Universe batte un altro record e supera i 23 miliardi di $ in sala. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
mercoledì 22 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Sembra che ormai la top ten si possa ribaltare solo dopo le nuove uscite della settimana. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
martedì 21 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Il film di Villeneuve sta registrando cifre stellari in tutti i 24 paesi in cui è stato distribuito. In 10 nazioni è il miglior risultato in era pandemica. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
lunedì 20 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Dune piace, incassa altri 622mila euro e chiude il weekend con 2,1 milioni di euro, un dato superiore alle attese e che fa ben sperare gli esercenti in attesa dell’arrivo di altri titoli di grande richiamo.

BOX OFFICE
domenica 19 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Partenza debole per Cry Macho negli Stati Uniti: l'incasso per il film di Clint Eastwood è di 1,6 milioni con quasi 4mila cinema a disposizione. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
sabato 18 settembre 2021
Andrea Chirichelli

Il film è in 1a posizione anche in Italia. Negli USA cominciano le prevendite per l'attesissimo No Time to DieScopri la classifica »

BOX OFFICE
venerdì 17 settembre 2021
Andrea Chirichelli

60mila spettatori per il film di Villeneuve mentre le altre new entry restano ai piedi della classifica. Scopri la classifica »

MOSTRA DI VENEZIA
venerdì 3 settembre 2021
Giancarlo Zappoli

Villeneuve affronta l'opera di Herbert dalla prospettiva più efficace. A Venezia 78 e dal 16 settembre al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
giovedì 22 luglio 2021
 

Regia di Denis Villeneuve. Un film con Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Dave Bautista, Stellan Skarsgård, Charlotte Rampling. Da giovedì 16 settembre al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
lunedì 19 luglio 2021
 

Tratto dal romanzo scritto da Frank Herbert, il film è incentrato su una guerra tra famiglie che vorrebbero avere il controllo di una droga molto potente. Vai all'articolo »

MOSTRA DI VENEZIA
giovedì 17 giugno 2021
 

Il film verrà presentato Fuori Concorso il 3 settembre alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Vai all’articolo »

TRAILER
giovedì 10 settembre 2020
 

Regia di Denis Villeneuve. Un film con Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Dave Bautista, Stellan Skarsgård, Charlotte Rampling. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
martedì 14 aprile 2020
 

Al centro della storia c'è la dinastia Atreides e quella Harkonnen che cercano di avere il controllo del pianeta desertico Arrakis, dove viene prodotta una sostanza fondamentale per la struttura della società galattica.

SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati