Advertisement
Attori iconici, suggestioni e immagini che riempiono gli occhi. Dune è un film a cui bisogna abbandonarsi

Villeneuve torna alla fantascienza spingendo sul pedale delle suggestioni. E nel primato dell'immagine sulla narrazione c'è tutta la cifra della contemporaneità. Ora in streaming su NOW. GUARDALO SUBITO »
di Alice Catucci

Zendaya (Zendaya Maree Stoermer Coleman) (25 anni) 1 settembre 1996, Oakland (California - USA) - Vergine. Interpreta Chani nel film di Denis Villeneuve Dune.
giovedì 20 gennaio 2022 - NOW

Sembra aleggiare una sorta di strana atmosfera su Dune. Mentre il romanzo di Frank Herbert del 1965 fu un successo mondiale, lo stesso non si può dire delle trasposizioni cinematografiche che ne seguirono o che addirittura furono solo immaginate e mai cominciate. È il caso noto del Dune di Alejandro Jodorowsky, un film di cui esiste solo un incredibile storyboard, e di cui è leggenda il cast che era stato pensato: Orson Welles, Mick Jagger e Salvador Dalì, con una colonna sonora composta dai Pink Floyd. Ma per motivi di budget il film del visionario regista cileno non si fece mai.

Successivamente, nel 1984, Dino De Laurentiis chiama un giovane regista che aveva all'attivo due film in bianco e nero, Eraserhead e The Elephant Man: David Lynch. Il Dune del regista americano fu un fiasco al botteghino e lo stesso Lynch in più interviste ha ammesso che è stato il film meno divertente da realizzare. D'altronde poco tempo prima aveva rifiutato di fare Star Wars, che per lui: “Riduceva alla parola Forza la complessità filosofica, cercando una complicità infantile”. Ovviamente non c'è giusto o sbagliato, semplicemente gli stili di David Lynch e George Lucas sono imparagonabili. E di seguito Lynch alla fantascienza non ci si è mai più accostato e come regista è evidente che l'idea di genere cinematografico gli sta un po' troppo stretta.

Lo stesso non si può dire di Denis Villeneuve. Da quando il regista canadese è approdato a Hollywood, diventando uno dei grandi autori del momento, ha diretto principalmente opere di genere, come il film d'azione Sicario o il thriller Prisoners. E la fantascienza sembra piacergli particolarmente perché da Arrival, passando per Blade Runner 2049, siamo arrivati al 2021, in particolare alla 78. Mostra del Cinema di Venezia, dove il 3 settembre è stato presentato Dune, che arriva ora in streaming su NOW. Film attesissimo, pronto per invadere gli schermi già nel 2020 ma slittato, causa pandemia, fino all'autunno 2021.

Siamo in un futuro lontano, sul pianeta Arrakis, detto “Dune”. L'unica sostanza preziosa è la spezia, ritenuta sacra dai nativi, i Fremen. A sognare ogni notte una ragazza Fremen c'è Paul, figlio del duca Leto Atreides, nobile famiglia la cui popolarità non fa che crescere nell'Imperium... Il resto della storia è noto, e Villeneuve la porta avanti senza aggiungere nulla di nuovo o di particolarmente incisivo. D'altronde al regista canadese sembra non importare moltissimo della trame. Spesso infatti gli sono state mosse critiche relative alle svolte finali dei suoi film, un po' lasciate andare, come se considerate di poca importanza. Ma la sua, più di molte cinematografie del momento, è in realtà incentrata su un'estetica strabordante delle immagini. Un cinema perfetto per questo momento storico, in cui spesso la forma domina di gran lunga sul contenuto.

Villeneuve sembra come estremizzare questo discorso, elevandolo al bello e rendendo le sue immagini dei veri e propri quadri, estremamente interessanti anche e soprattutto per il fatto di essere lavorati in post produzione. Perché il cinema più di ogni altra forma d'arte succhia il reale, procedendo alla sua stessa velocità, che in questo caso corre a braccetto con un'incessante rivoluzione tecnologica.

Dune è un film a cui bisogna abbandonarsi, con immagini che riempiono gli occhi. Un film le cui suggestioni rimangono addosso, come la spezia che si adagia sulla tuta di Chani, la ragazza Fremen sognata da Paul Atreides. Interpretata non a caso da Zendaya, che insieme a Timothée Chalamet nei panni di Paul, è certamente l'attrice più iconica del momento, basti pensare alla serie tv Euphoria (disponibile anch'essa su NOW) e alla sua influenza sull'estetica social. Come a voler confermare questo primato dell'immagine sulla narrazione. Primato che non deve spaventare ma che va accolto in tutta la sua contemporaneità.


GUARDALO IN STREAMING SU NOW
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati