•  
  •  
Apri le opzioni

Tommy Lee Jones

Tommy Lee Jones è un attore statunitense, regista, produttore, produttore esecutivo, sceneggiatore, è nato il 15 settembre 1946 a San Saba, Texas (USA).
Nel 2013 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al SAG Awards per il film Lincoln. Dal 1994 al 2013 Tommy Lee Jones ha vinto 4 premi: Festival di Cannes (2005), Golden Globes (1994), Premio Oscar (1994), SAG Awards (2013). Tommy Lee Jones ha oggi 76 anni ed è del segno zodiacale Vergine.

Piccola polverosa icona di cowboy

A cura di Fabio Secchi Frau

In una sola parola: sorprendente. All'avvenenza, l'attore e regista Tommy Lee Jones unisce anche una riconosciuta bravura, già dimostrata in ruoli da duro come quello dell'agente federale K a caccia di extra-terrestri ne Men in Black. Scuro e tenebroso, è perfetto per ruoli di poliziotto e in action movie, tanto da essere considerato una piccola polverosa icona trendy. Ma le sue sorprese non sono finite certo nella sua recitazione, infatti, quando si è dedicato alla regia è stato capace di firmare un western politico, a tratti picaresco, ricco di significati, dimostrando la più che ottima conoscenza del solido linguaggio classico alla Hollywood. Una sicurezza con la macchina da presa che è riuscita, fra realismo e allegoria, a rendere la sua direzione artistica limpida e distesa. Coglie all'improvviso lo spettatore dando vita a una piccola folla di personaggi che si alternano fra toni cupi e momenti comici, fra estrema violenza e un dolce abbandono verso la vita. Temutissimo a Hollywood per il suo carattere iracondo e la sua tenacia (che salta fuori soprattutto quando contratta i suoi compensi), è dotato di un umorismo macabro che lo accomuna ad altri grandissimi registi come John Huston, Sam Peckinpah e uno dei suoi migliori amici, Clint Eastwood.

Infanzia
Cugino del famoso cantante country Boxcar Willie e figlio di una coppia infelice, suo padre era un operaio in una piattaforma petrolifera, mentre la madre era un'ufficiale di polizia, vive un'infanzia difficilissima, assistendo impotente alle sfuriate dei due che poi arriveranno al divorzio. Il football sembra la sua unica via di fuga dalle brutture del mondo, nonché la sua salvezza. Vinta una borsa di studio alla St Mark School of Texas nel 1965, si trasferisce velocemente a Dallas, dove comincia anche a recitare, scoprendo la magia del teatro. Il campione si fa attore, ma al mondo non interessa che lui sappia decantare Shakespeare, preferisce vederlo in campo con la palla ovale in mano. Vince una borsa di studio ad Harvard, nel 1969, così si trasferisce nel college più prestigioso d'America, dividendo la sua stanza con il futuro premio Nobel Al Gore. Sempre più interessato al teatro, affina le sue capacità di rappresentazione in alcune produzioni scolastiche, sognando sempre e comunque di giocare come professionista e, magari, di essere ingaggiato dai Dallas Cowboys. Ma il destino ha per lui una brusca sorpresa: a causa della sua costituzione fisica troppo magrolina, verrà scartato alle selezioni per la squadra. Deluso, si butta nello studio con una laurea con lode in letteratura inglese e nel teatro. Una volta uscito dal college, si trasferisce a New York, dove in pochi giorni, ottiene un primo ruolo a Broadway in "A Patriot for Me".

Il cinema
Diventato grande amico dell'attore Gary Busey e del cantante country Willie Nelson, debutta cinematograficamente nel film romantico di Arthur Hiller Love Story (1970) con Ali MacGraw, Ryan O'Neal e Ray Milland, pur preferendo sempre recitare a teatro ne "Fortune and Men's Eyes" (1969), "Four on a Garden" (1971), "Blue Boys" (1972) e "Ulysses in Nighttown" (1974). Nel contempo, comincia anche a muovere i suoi primi passi televisivi apparendo nella soap opera One Life to Live (1971-1975), ma anche in telefilm come Baretta (1976) e Charlie's Angels (1976). Nel 1971, sposa l'assistente del suono Kate Lardner, nipote dello sceneggiatore Ring Lardner. Con lei e con i due figli della donna avuti da un precedente matrimonio, si trasferisce a Los Angeles, dove stringe amicizia con il mitico Robert Duvall che ritroverà sul set di Betsy (1978) con Laurence Olivier. Nel 1978, recita accanto a Faye Dunaway ne Occhi di Laura Mars, poi viene preso in considerazione da John Carpenter come protagonista di 1997: Fuga da New York (1981), ma la produzione spinge perché si scelga Kurt Russell.

Gli anni Ottanta
Divorzia dalla prima moglie per sposare la fotografa Kimberlea Gayle Cloughley dalla quale avrà ben due figli: l'attore Austin Leonard Jones e Victoria Kafka Jones. Con l'arrivo degli Anni Ottanta, arrivano anche i primi riconoscimenti, come la nomination ai Golden Globe come miglior attore in una commedia per La ragazza di Nashville (1980). Dopo i televisivi La ballata della sedia elettrica (1982) e La gatta sul tetto che scotta (1985), è di nuovo accanto a Robert Duvall ne La colomba solitaria (1989), mentre sarà con Gene Hackman in Uccidete la colomba bianca (1989).

Gli anni Novanta
Il nuovo decennio, gli porta altre candidatura, come quella di miglior attore non protagonista per la miniserie Lonesome Dove (1989), nella quale ha recitato con l'amico Duvall, ma solo dopo il war movie Apache - Pioggia di fuoco (1990) con Nicolas Cage e soprattutto l'incontro con un altro grande amico molto rilevante nella sua carriera, il regista Oliver Stone, sembra che la carriera di Jones abbia la svolta decisiva verso la popolarità mondiale. Stone infatti lo dirigerà ne JFK - Un caso ancora aperto (1991) con Jack Lemmon, Kevin Costner e Walter Matthau, guadagnandosi una candidatura all'Oscar e al BAFTA come miglior attore non protagonista. Stone, entusiasta della caratterizzazione di Jones, lo imporrà poi ne Tra cielo e terra (1993) e lo scandaloso e iper-violento Assassini nati - Natural Born Killers (1994).
In seguito al dramma familiare La voce del silenzio (1993), con Kathleen Turner, riesce finalmente a stringere nelle sue mani un Oscar (quello come miglior attore non protagonista soffiatolo via a Leonardo DiCaprio per Buon compleanno, Mr Grape e a John Malkovich per Nel centro del mirino) grazie al suo ruolo di agente federale astuto e instancabile nella pellicola con Harrison Ford Il fuggitivo (1993). In questo thriller d'inseguimento avvincente e ben costruito, anche se poco originale, Tommy Lee Jones emerge caparbio, inflessibile e soprattutto onesto. Una sorta di Humphrey Bogart che agisce legalmente e che merita, pertanto, anche un Golden Globe e l'ennesima nomination al BAFTA.
In seguito, affronterà soprattutto pellicole d'azione, partendo da Blown Away - Follia esplosiva (1994) con Jeff Bridges, ma muoverà il suo primo inedito (almeno per noi) passo nella regia e nella sceneggiatura con il film tv The Good Old Boys (1995) dove dirigerà Frances McDormand, Sam Shepard, Sissy Spacek e Matt Damon in un western texano ad alto tasso di avventure. Tornato alla recitazione, affianca Susan Sarandon ne Il cliente (1994) e Jim Carrey e Nicole Kidman in Batman Forever (1995), ma i film per i quali maggiormente lo si riconosce, anche fra un pubblico più giovane, sono i due capitoli di MIB - Men in Black (1997-2002), diretti da Barry Sonnenfeld e con Will Smith al suo fianco. Nelle divertenti pellicole fantascientifiche, Tommy Lee Jones interpreta l'agente K, appartenente a una sezione speciale per il controllo dell'immigrazione aliena sulla Terra, che fra repellenze e situazioni buffe, si trova a scontrarsi prima contro un vermone gigante e poi contro una sexy aliena, dimostrando che nella carriera di Jones nulla è preso sul serio.

I Duemila e Le tre sepolture come regista
Nel Duemila, recita ne Regole d'onore (2000) con Samuel L. Jackson e in Space Cowboys (2000) di e con Clint Eastwood. A ridosso di una breve relazione con la modella Lisa Taylor, sposa l'operatrice di camera Dawn Jones nel 2001, e dopo una serie di pellicole mediocri, torna regista (ma questa volta anche protagonista) della pellicola drammatica Le tre sepolture (2006) con Barry Pepper. Indossati i panni del cowboy urbano Pete che, scoperto il brutale omicidio del suo migliore amico messicano, decide di farsi giustizia da solo, offre al mondo intero una grande e positiva sorpresa dirigendo una sorta di western alla Peckinpah e vincendo la Palma d'Oro come miglior attore al Festival di Cannes.

Una carriera di qualità
Comincia proprio qui la carriera di qualità di Jones che passa dall'ultima regia di Robert Altman Radio America (2006) con Kevin Kline e Meryl Streep a Nella valle di Elah(2007) con la Sarandon, fino ad approdare al film dei fratelli Coen Non è un paese per vecchi (2007) e a Bertrand Tavernier in In the Electric Mist (2008). Passa poi al drammatico The Sunset Limited, da lui anche diretto nel 2011 prima di tornare a vestire i panni dell'agente K di Men in Black 3. Sarà poi il marito di Meryl Streep in Il matrimonio che vorrei (2012) di David Frankel e il personaggio Thaddeus Stevens in Lincoln di Steven Spielberg. Affianca Matthew Fox nei panni del generale MacArthur nel film Emperor di Peter Webber, ed è protagonista insieme a Robert De Niro e Michelle Pfeiffer del film di Luc Besson Cose nostre - Malavita. Tornerà nel 2016 in Criminal di Ariel Vromen, in Jason Bourne, quinto capitolo della saga, diretto da Paul Greengrass, e in Mechanic: Resurrection, sequel del fortunato action movie Professione Assassino.
Più che come caratterista di duri, ci piace ricordarlo per la sua opera prima cinematografica e quindi anche come un possibile nipote di John Wayne, un cowboy dell'ultima generazione che staziona a cavallo sopra le rimpiante pietre miliari della settima arte e che, con grinta e versatilità, guarda a Hollywood come a una sudicia e pietrosa vallata.

Ultimi film

Fantascienza, Thriller - (USA, Brasile - 2019), 124 min.
Azione, Drammatico - (USA, Gran Bretagna - 2016), 117 min.
Azione, Thriller - (USA - 2016), 123 min.
Drammatico, Western - (USA - 2014), 122 min.

I film più famosi

Fantascienza, Thriller - (USA, Brasile - 2019), 124 min.
Drammatico, (USA - 2007), 124 min.
Commedia, (USA - 2006), 100 min.
Drammatico, (USA - 2003), 137 min.
Drammatico, (USA - 2006), 120 min.
Drammatico, Western - (USA - 2014), 122 min.
Biografico, (USA, India - 2012), 150 min.

News

Le foto del film diretto da Steven Spielberg. Candidato a 12 Oscar.
Nuove immagini di Captain America: The First Avenger.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati