Dizionari del cinema
Quotidiani (3)
Periodici (2)
Miscellanea (4)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
luned 22 ottobre 2018

Clint Eastwood

L'uomo della polvere

Nome: Clinton Eastwood Jr.
88 anni, 31 Maggio 1930 (Gemelli), San Francisco (California - USA)
occhiello
Non voglio aver bisogno di te perch non posso averti
dal film I ponti di Madison County (1995) Clint Eastwood Robert Kincaid
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Clint Eastwood
Premio Oscar 2004
Nomination miglior attore per il film Million Dollar Baby di Clint Eastwood

Premio Oscar 1992
Nomination miglior attore per il film Gli spietati di Clint Eastwood



Lancia Celebration of Lives Award al grande regista.

Biografilm Festival: la video intervista a Clint Eastwood

gioved 10 giugno 2010 - a cura della redazione cinemanews

Biografilm Festival: la video intervista a Clint Eastwood Anche quest'anno, in occasione del Biografilm Festival, il Lancia Celebration of Lives Award ha premiato la carriera di un autore contemporaneo che ha regalato al genere biografico opere straordinarie. A stringere il premio ieri, stato l'attore e regista Clint Eastwood, il quale in questa video intervista realizzata dalla moglie Dina Ruiz, racconta l'inizio della sua carriera, il suo rapporto con Sergio Leone e con l'Italia, ma soprattutto analizza la sua passione per le biografie. I ricordi del regista offrono un chiaro affresco del cinema italiano dei primi anni Sessanta visto con gli occhi curiosi di un giovane attore americano che mette piede, per la prima volta, in Paesi mai visti prima. la narrazione di un'esperienza che Eastwood definisce splendida nonostante le molte difficolt incontrate, a partire dalle barriere linguistiche.

   

La riscoperta di tre eroi.

Eastwood, Connery, Wayne: eroi del dvd

luned 8 settembre 2008 - Pino Farinotti cinemanews

Eastwood, Connery, Wayne: eroi del dvd Il dvd sta riproponendo nuove serie che poi nuove non sono, e questo interessante. In edicola parte una proposta su Sean Connery; la Warner ripresenta, in edizione preziosa, tutti e cinque i titoli dell'ispettore Callaghan, con Clint Eastwood; ancora in edicola stanno uscendo alcuni dei titoli fondamentali con John Wayne. Le ragioni per queste scelte editoriali sono molte, legate a variabili magari complesse, ma la prima opzione naturalmente il marketing, dunque il gradimento, e quei tre nomi sono in testa a quella hit parade, per numero di titoli e per gradimento, appunto. Il segnale va rilevato: nel mezzo di tanta proposta, nella televisione, fra fiction pi o meno sentimentali e banali, fra film violenti o tristi o "effettistici", il mercato del dvd, che sempre pi importante in termini di numeri e che dunque sempre pi rappresenta la scelta popolare, riscopre l'eroe. Eastwood del '30, come Connery. Nasce come eroe, certo non senza macchia, del nuovo western di Leone che diede indicazioni che cambiarono il genere. E anche diretto da altri, il "westerner" di Clint aveva sempre quella personalit. Terminata quella stagione, in qualche modo Eastwood non volle dilapidare quell'eredit e continu a operare, questa volta in un ambiente che non erano i boschi, le pianure o le rocce, ma a San Francisco nei panni dell'ispettore Callaghan che altri non che uno sceriffo metropolitano. Quando Callaghan ha di fronte un criminale non sta a leggergli i suoi diritti, lo ammazza ritenendo di fare un favore alla collettivit. Nel west si faceva cos.

Il buono, il brutto, il cattivo

* * * * -
(mymonetro: 4,17)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Lee Van Cleef, Eli Wallach, Luigi Pistilli, Rada Rassimov.
continua»

Genere Western, - Italia, Spagna 1966. Uscita 17/07/2014.

Per qualche dollaro in pi

* * * * -
(mymonetro: 4,03)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Gian Maria Volont, Lee Van Cleef, Mara Krupp, Luigi Pistilli, Klaus Kinski.
continua»

Genere Western, - Italia 1965. Uscita 03/07/2014.

Per un pugno di dollari

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,80)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Gian Maria Volont, Marianne Koch, Wolfgang Luschky, Sieghardt Rupp, Antonio Prieto.
continua»

Genere Western, - Italia 1964. Uscita 19/06/2014.

Di nuovo in gioco

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Robert Lorenz. Con Clint Eastwood, Chelcie Ross, Ed Lauter, Amy Adams, Raymond Anthony Thomas.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2012. Uscita 29/11/2012.

Gran Torino

* * * * -
(mymonetro: 4,00)
Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Bee Vang, Ahney Her, Christopher Carley, John Antony, Austin Douglas Smith, John Carroll Lynch.
continua»

Genere Azione, - USA 2008. Uscita 13/03/2009.
Filmografia di Clint Eastwood »

mercoled 3 ottobre 2018 - Non c' dubbio che a Gibson non manchino le intuizioni e che anche in questo lavoro ci metter del suo.

Mel Gibson girer il remake de Il mucchio selvaggio

Pino Farinotti cinemanews

Mel Gibson girer il remake de Il mucchio selvaggio Non c' dubbio che a Gibson non manchino le intuizioni. Diciamo che nelle sue scelte che ci ha messo del suo con un linguaggio non convenzionale, sconcertante, magari estremo, basta un richiamo a film come La Passione, o Apocalypto, e a Braveheart, titoli capaci di accordare, al massimo livello, il giudizio critico col botteghino. Gibson sta lavorando al remake de Il mucchio selvaggio, il classico western di Sam Peckinpah. Ha gi scritto la sceneggiatura e sar produttore del film per la Warner. The Wild Bunch merita un racconto, diciamo una retrospettiva. Non improprio dire che nel 1969, quando usc, rappresentava una sorta di chiusura di una parabola del genere. Il western una cosa seria. il genere pi completo, possiede, meglio, possedeva, tutti i codici felici del cinema: scenari secondo il contesto, i fiumi e le praterie, i boschi e il deserto. Era il segnale di una nazione che si stava formando, grande nazione, in prospettiva la pi grande. E poi, l'eroe: colui che individualmente portava giustizia nella collettivit. Il bandito che rapinava la banca veniva catturato. E c' di pi, il popolo del cinema stava dalla parte dell'eroe. Infine gli indiani che erano gli antagonisti, erano i cattivi. Tutto questo era il western, che niente aveva a che fare con il west, quello vero, che era un collettore delle peggiori emigrazioni del mondo. L'uomo del west non era Gary Cooper, o John Wayne, o James Stewart, era un disperato, magari un criminale in fuga o un avventuriero senza un destino.

Le donne del west erano davvero poco avvenenti, basta un dagherrotipo della famosa Calamity Jane, che non era la Doris Day dei film, era un mostro. Alla fine degli anni sessanta, con la generale riforma culturale, chiamiamola cos, il cinema decise che il western doveva evolversi, diventare "west", e cos cambiarono i modelli. Per cominciare occorreva rendere giustizia agli indiani, una razza di fatto annientata. E cos il generale Custer, da eroe diventava genocida, il selvaggio e crudele Geronimo, diventava simbolo di ribellione e libert. Il concetto di eroe senza macchia veniva derubricato ad avventuriero con un trascorso sporco, magari ex galeotto, con un piccola intenzione di redenzione finale, per forza.
Dunque non pi Il cavaliere della valle solitaria, Mezzogiorno di fuoco, Sentieri selvaggi, Sfida all'O.K Corral, Un dollaro d'onore, ma Il piccolo grande uomo, Butch Cassidy, Un uomo chiamato cavallo, Soldato blu, e, appunto, Il mucchio selvaggio. Un dato pu essere questo: nel corso di tutte le stagioni dorate del genere non una volta un western, neppure uno dei capolavori citati sopra, ha ottenuto un Oscar. Nella successive stagioni, con l'evoluzione "realistica" ecco i riconoscimenti, con Balla coi lupi, una romantica indicazione ecologica con tanto di lingua indiana a prevalere, e poi con Gli spietati, dove Clint Eastwood davvero non assomigliava a Wayne e a Cooper.

Mucchio selvaggio , in questo senso, un perfetto paradigma. Gli "eroi" sono una banda che ha fatto una rapina, siamo negli anni della rivoluzione messicana, primo Novecento. Riparano in un villaggio e si mettono a disposizione dei governativi che combattono Pancho Villa. Ma alla fine, gli "sporchi" si schierano con la rivoluzione, sapendo che non ne usciranno vivi. Sopra ho scritto "per forza": la redenzione dei cattivi. Fa storia la sparatoria finale, con quel montaggio travolgente, in apnea.

The Wild Bunch un titolo santificato. Nel 1999 stato dichiarato degno di conservazione e inserito nel cartello del National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. L'anno prima l'American Film Institute l'aveva inserito fra i migliori cento film americani di sempre. Tutto questo pregresso stato acquisito, come storia e cultura, da Gibson, che certo si ritrova in tutti quegli estremi e nella violenza. E non c' dubbio che ci metter del suo caricando ulteriormente.

   

Altre news e collegamenti a Clint Eastwood »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità