Advertisement
Richard Jewell, una vicenda da cinema civile che chiude la trilogia di Eastwood sui veri eroi americani

Dopo Sully e Ore 15:17 - Attacco al treno, il regista punta sulla storia di una guardia di sicurezza considerata eroe e poi accusata di essere complice di un attentato. Al cinema.
di Andrea Fornasiero

Richard Jewell

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Paul Walter Hauser (34 anni) 15 ottobre 1986, Grand Rapids (Michigan - USA) - Bilancia. Interpreta Richard Jewell nel film di Clint Eastwood Richard Jewell.
sabato 18 gennaio 2020 - Focus

Tratto da una storia vera, e in particolare da un articolo di Vanity Fair che la raccontava già nel 1997, Richard Jewell (guarda la video recensione) completa la trilogia di Clint Eastwood dedicata ai veri eroi americani iniziata con Sully ed è probabilmente il migliore dei tre capitoli.
 

Se già Sully era un’opera riuscita dove il protagonista interpretato da Tom Hanks compiva un gesto eroico che però lo metteva al centro di un’indagine, in cui la compagnia aerea cercava di fare i propri interessi anziché gratificare il pilota, in Richard Jewell è nientemeno che il governo degli Stati Uniti, attraverso l’FBI, a dimostrarsi irriconoscente verso l’eroe.
Andrea Fornasiero, MYmovies.it

Richard, a differenza di Sully non è del resto un esperto pilota, bensì un uomo qualunque con l’ossessione per la legge e l’ordine, una fissazione che l’ha reso così zelante in passato da fargli perdere vari posti di lavoro. È questa stessa forma mentis a fargli notare ogni dettaglio, quindi pure il pacco bomba che lo porterà a dare il suo salvifico allarme, ma appena iniziano le indagini gli si rivolta contro perché corrisponde al profilo del “falso eroe/attentatore solitario”.

L’FBI, in assenza di altre piste, si fissa su di lui e i media ci vanno a nozze sbranando il povero innocente, che dalla sua ha solo la madre (Kathy Bates) e un amico avvocato, interpretato da un ottimo Sam Rockwell, che incarna il ruolo di uomo di legge eccentrico e indipendente con scioltezza e understatement. Il paradosso della persecuzione di Jewell vede al centro un uomo che vuole credere nella legge a tutti i costi, che cerca di essere amico persino di chi entra a perquisire casa sua e non sembra mai arrabbiarsi, nemmeno quando diventa chiaro che gli agenti dell’FBI giocano sporco per incastrarlo. L’avvocato è così per metà esasperato dagli atteggiamenti di Richard e per l’altra metà abbastanza paziente da attendere che arrivi, finalmente, la goccia che farà traboccare il vaso.

Questa insolita dinamica aggiunge un gradito tocco di ironia, e quindi di umanità, a una vicenda da cinema civile, rendendo il film più agile del pur buon Sully nonostante le oltre due ore di durata. E sicuramente si tratta di un’operazione più riuscita del capitolo di mezzo della trilogia, Ore 15:17 - Attacco al treno (guarda la video recensione), che nel suo tentativo di voler essere del tutto vero, finiva invece per sembrare più finto. Dalle parti del reenactment più che del cinema, lo ricordiamo come uno dei pochi passi falsi della carriera di Eastwood.

Va anche però ricordato che Eastwood, e con lui lo sceneggiatore Billy Ray, hanno commesso un grave errore in Richard Jewell. Uno dei protagonisti è la giornalista del “Atlanta-Journal Constitution” Kathy Scruggs, interpretata da Olivia Wilde e realmente esistita: per larga parte del film è lei la più spregevole e a un certo punto ottiene un’informazione attraverso uno scambio di favori sessuali con una sua fonte. Questa scena ha mandato su tutte le furie la redazione presso cui Kathy lavorava (la donna è morta nel 2001) e la polemica ha travolto il film, accusato di commettere esattamente l’errore che vuole stigmatizzare: un “character assassination”, ossia una pesante diffamazione. Visto che Eastwood non ha nemmeno usato la cautela di uno pseudonimo, è difficile scusarlo.


RICHARD JEWELL: VAI ALLA SCHEDA COMPLETA CONTINUA A LEGGERE
In foto una scena del film Richard Jewell.
In foto una scena del film Richard Jewell.
In foto una scena del film Richard Jewell.
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati