Dizionari del cinema
Quotidiani (3)
Periodici (2)
Miscellanea (4)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 4 giugno 2020

Clint Eastwood

L'uomo della polvere

Nome: Clinton Eastwood Jr.
90 anni, 31 Maggio 1930 (Gemelli), San Francisco (California - USA)
occhiello
Non voglio aver bisogno di te perché non posso averti…
dal film I ponti di Madison County (1995) Clint Eastwood  Robert Kincaid
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Clint Eastwood
Critics Choice Award 2009
Nomination miglior attore per il film Gran Torino di Clint Eastwood

Premio Oscar 2005
Nomination miglior attore per il film Million Dollar Baby di Clint Eastwood

Premio Oscar 1993
Nomination miglior attore per il film Gli spietati di Clint Eastwood



Dopo Sully e Ore 15:17 - Attacco al treno, il regista punta sulla storia di una guardia di sicurezza considerata eroe e poi accusata di essere complice di un attentato. Al cinema.

Richard Jewell, una vicenda da cinema civile che chiude la trilogia di Eastwood sui veri eroi americani

sabato 18 gennaio 2020 - Andrea Fornasiero cinemanews

Richard Jewell, una vicenda da cinema civile che chiude la trilogia di Eastwood sui veri eroi americani Tratto da una storia vera, e in particolare da un articolo di Vanity Fair che la raccontava già nel 1997, Richard Jewell (guarda la video recensione) completa la trilogia di Clint Eastwood dedicata ai veri eroi americani iniziata con Sully ed è probabilmente il migliore dei tre capitoli.
 

Se già Sully era un’opera riuscita dove il protagonista interpretato da Tom Hanks compiva un gesto eroico che però lo metteva al centro di un’indagine, in cui la compagnia aerea cercava di fare i propri interessi anziché gratificare il pilota, in Richard Jewell è nientemeno che il governo degli Stati Uniti, attraverso l’FBI, a dimostrarsi irriconoscente verso l’eroe.
Andrea Fornasiero, MYmovies.it
Richard, a differenza di Sully non è del resto un esperto pilota, bensì un uomo qualunque con l’ossessione per la legge e l’ordine, una fissazione che l’ha reso così zelante in passato da fargli perdere vari posti di lavoro. È questa stessa forma mentis a fargli notare ogni dettaglio, quindi pure il pacco bomba che lo porterà a dare il suo salvifico allarme, ma appena iniziano le indagini gli si rivolta contro perché corrisponde al profilo del “falso eroe/attentatore solitario”.

L’FBI, in assenza di altre piste, si fissa su di lui e i media ci vanno a nozze sbranando il povero innocente, che dalla sua ha solo la madre (Kathy Bates) e un amico avvocato, interpretato da un ottimo Sam Rockwell, che incarna il ruolo di uomo di legge eccentrico e indipendente con scioltezza e understatement. Il paradosso della persecuzione di Jewell vede al centro un uomo che vuole credere nella legge a tutti i costi, che cerca di essere amico persino di chi entra a perquisire casa sua e non sembra mai arrabbiarsi, nemmeno quando diventa chiaro che gli agenti dell’FBI giocano sporco per incastrarlo. L’avvocato è così per metà esasperato dagli atteggiamenti di Richard e per l’altra metà abbastanza paziente da attendere che arrivi, finalmente, la goccia che farà traboccare il vaso.

Questa insolita dinamica aggiunge un gradito tocco di ironia, e quindi di umanità, a una vicenda da cinema civile, rendendo il film più agile del pur buon Sully nonostante le oltre due ore di durata. E sicuramente si tratta di un’operazione più riuscita del capitolo di mezzo della trilogia, Ore 15:17 - Attacco al treno (guarda la video recensione), che nel suo tentativo di voler essere del tutto vero, finiva invece per sembrare più finto. Dalle parti del reenactment più che del cinema, lo ricordiamo come uno dei pochi passi falsi della carriera di Eastwood.

Va anche però ricordato che Eastwood, e con lui lo sceneggiatore Billy Ray, hanno commesso un grave errore in Richard Jewell. Uno dei protagonisti è la giornalista del “Atlanta-Journal Constitution” Kathy Scruggs, interpretata da Olivia Wilde e realmente esistita: per larga parte del film è lei la più spregevole e a un certo punto ottiene un’informazione attraverso uno scambio di favori sessuali con una sua fonte. Questa scena ha mandato su tutte le furie la redazione presso cui Kathy lavorava (la donna è morta nel 2001) e la polemica ha travolto il film, accusato di commettere esattamente l’errore che vuole stigmatizzare: un “character assassination”, ossia una pesante diffamazione. Visto che Eastwood non ha nemmeno usato la cautela di uno pseudonimo, è difficile scusarlo.
D’altra parte la polemica riguarda in fondo una singola scena che, sì, inventa e denigra gratuitamente la deontologia della giornalista ma non cambia la sostanza dei fatti: Scruggs fu la prima a dare la notizia avviando appunto la persecuzione di Jewell. Insomma nell’economia del film ha poco peso e non cambia le cose, anche se lascia il retrogusto amaro di una scorrettezza che oltretutto poteva facilmente essere evitata. 

Eastwood qui continua la collaborazione con il musicista americano-cubano Arturo Sandoval, iniziata con il precedente Il corriere – The Mule (guarda la video recensione), e la sinergia tra i due è tale che il film sembra musicato dallo stesso regista.

Ma vogliamo spendere le ultime parole sul protagonista Paul Walter Hauser, attore fattosi notare nella serie Kingdom e nel film Tonya (guarda la video recensione). Nei precedenti tentativi di adattamento di questa storia il suo ruolo sarebbe dovuto andare a Jonah Hill, che è rimasto come producer insieme a Leonardo DiCaprio, ma Walter Hauser, oltre ad assomigliare in modo impressionante al vero Jewell, offre un’interpretazione che non fa rimpiangere nessuna star: è ossessivo e ridicolo ma al tempo stesso è sua la profonda e umana dignità che sostiene il film. 

Lancia Celebration of Lives Award al grande regista.

Biografilm Festival: la video intervista a Clint Eastwood

giovedì 10 giugno 2010 - a cura della redazione cinemanews

Biografilm Festival: la video intervista a Clint Eastwood Anche quest'anno, in occasione del Biografilm Festival, il Lancia Celebration of Lives Award ha premiato la carriera di un autore contemporaneo che ha regalato al genere biografico opere straordinarie. A stringere il premio ieri, è stato l'attore e regista Clint Eastwood, il quale in questa video intervista realizzata dalla moglie Dina Ruiz, racconta l'inizio della sua carriera, il suo rapporto con Sergio Leone e con l'Italia, ma soprattutto analizza la sua passione per le biografie. I ricordi del regista offrono un chiaro affresco del cinema italiano dei primi anni Sessanta visto con gli occhi curiosi di un giovane attore americano che mette piede, per la prima volta, in Paesi mai visti prima. È la narrazione di un'esperienza che Eastwood definisce splendida nonostante le molte difficoltà incontrate, a partire dalle barriere linguistiche.

   

La riscoperta di tre eroi.

Eastwood, Connery, Wayne: eroi del dvd

lunedì 8 settembre 2008 - Pino Farinotti cinemanews

Eastwood, Connery, Wayne: eroi del dvd Il dvd sta riproponendo nuove serie che poi nuove non sono, e questo è interessante. In edicola parte una proposta su Sean Connery; la Warner ripresenta, in edizione preziosa, tutti e cinque i titoli dell'ispettore Callaghan, con Clint Eastwood; ancora in edicola stanno uscendo alcuni dei titoli fondamentali con John Wayne. Le ragioni per queste scelte editoriali sono molte, legate a variabili magari complesse, ma la prima opzione naturalmente è il marketing, dunque il gradimento, e quei tre nomi sono in testa a quella hit parade, per numero di titoli e per gradimento, appunto. Il segnale va rilevato: nel mezzo di tanta proposta, nella televisione, fra fiction più o meno sentimentali e banali, fra film violenti o tristi o "effettistici", il mercato del dvd, che è sempre più importante in termini di numeri e che dunque sempre più rappresenta la scelta popolare, riscopre l'eroe. Eastwood è del '30, come Connery. Nasce come eroe, certo non senza macchia, del nuovo western di Leone che diede indicazioni che cambiarono il genere. E anche diretto da altri, il "westerner" di Clint aveva sempre quella personalità. Terminata quella stagione, in qualche modo Eastwood non volle dilapidare quell'eredità e continuò a operare, questa volta in un ambiente che non erano i boschi, le pianure o le rocce, ma a San Francisco nei panni dell'ispettore Callaghan che altri non è che uno sceriffo metropolitano. Quando Callaghan ha di fronte un criminale non sta a leggergli i suoi diritti, lo ammazza ritenendo di fare un favore alla collettività. Nel west si faceva così.

Il Corriere - The Mule

Il Corriere - The Mule

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,91)
Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Bradley Cooper, Laurence Fishburne, Michael Peña, Dianne Wiest.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2018. Uscita 07/02/2019.
Il buono, il brutto, il cattivo

Il buono, il brutto, il cattivo

* * * * -
(mymonetro: 4,18)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Lee Van Cleef, Eli Wallach, Luigi Pistilli, Rada Rassimov.
continua»

Genere Western, - Italia, Spagna 1966. Uscita 17/07/2014.
Per qualche dollaro in più

Per qualche dollaro in più

* * * * -
(mymonetro: 4,03)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Gian Maria Volonté, Lee Van Cleef, Mara Krupp, Luigi Pistilli, Klaus Kinski.
continua»

Genere Western, - Italia 1965. Uscita 03/07/2014.
Per un pugno di dollari

Per un pugno di dollari

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,82)
Un film di Sergio Leone. Con Clint Eastwood, Gian Maria Volonté, Marianne Koch, Wolfgang Lukschy, Sieghardt Rupp.
continua»

Genere Western, - Italia 1964. Uscita 19/06/2014.
Di nuovo in gioco

Di nuovo in gioco

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Robert Lorenz. Con Clint Eastwood, Chelcie Ross, Raymond Anthony Thomas, Ed Lauter, Amy Adams.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2012. Uscita 29/11/2012.
Filmografia di Clint Eastwood »

venerdì 8 maggio 2020 - Tra le grandi sorprese del cinema Made in USA, il film può contare su un super cast e su una trama che fa ridere ma anche emozionare. Dal 1° giugno sulle principali piattaforme streaming.

In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon, il trailer italiano del film [HD]

Massimiliano Carbonaro cinemanews

In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon, il trailer italiano del film [HD] Affetto dalla sindrome di Down, Zak scappa dal suo istituto per raggiungere una scuola per wrestler in Florida. La sua fuga sarà l'occasione per "vivere".

Arriverà dal 1° giugno sulle principali piattaforme streaming l'intensa e sorprendente commedia In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon - di cui MYmovies mostra in anteprima il trailer ufficiale italiano - una delle grandi sorprese della stagione cinematografica made in USA, forte di un cast capeggiato da Shia Labeouf e Dakota Johnson
 

Il film è stato presentato negli Stati Uniti come una moderna rivisitazione delle avventure di Huckleberry Finn, celeberrimo romanzo di uno dei più importanti scrittori americani della fine dell'Ottocento, Mark Twain. Non manca infatti il tono picaresco e uno splendido viaggio in zattera sul fiume come nel celebre libro.
Massimiliano Carbonaro, MYmovies.it
Ma il rapporto tra il ragazzino e un mezzo criminale con cui stringe uno straordinario legame di affetto e amicizia ricorda per certi versi anche il bellissimo film di Clint Eastwood, Un mondo perfetto, con Kevin Costner. Nel dettaglio, In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon mette in scena le singolari avventure di Zak, che nonostante la sindrome di Down, insegue appunto il suo sogno di entrare in un'accademia dove imparare l'arte del wrestling e diventare un professionista. Fuggito dall'istituto dove è in qualche modo trattenuto - alla finestra ci sono le sbarre - si imbatte in Tyler un pescatore di granchi in difficoltà e con qualche problema con la legge. In principio Tyler non vuole aiutarlo, ma quando assiste a una scena di bullismo nei confronti di Zak decide di accompagnarlo in Florida. Si unisce al loro viaggio Eleanor, l'infermiera incaricata di inseguire Zak e a lui profondamente legata. Nel lungo viaggio i tre si imbattono in curiosi personaggi e hanno diverse straordinarie e divertenti avventure.

La storia intensa, dolce-amara in molti aspetti, è resa ancora più interessante grazie alla presenza di un cast straordinario. A cominciare dal bravissimo Zack Gottsagen ossia Zak, splendido al suo primo film. Poi abbiamo Shia LaBeouf (American Honey, Borg McEnroe) appunto nei panni di Tyler e Dakota Johnson (oltre alla saga di Cinquanta sfumature, ricordiamo A Bigger Splash) in quelli di Eleanor. A questi si sono aggiunti due straordinari attori come Thomas Haden Church e Bruce Dern, oltre a Jon Bernthal che in molti ricordano per il suo ruolo del personaggio Marvel, Il punitore, nell'omonima serie tv. Senza dimenticare gli ex wrestler Mick Foley e Jake "The snake" Roberts

La regia e la sceneggiatura del film sono firmate da Tyler Nilson e Michael Schwartz. Il titolo originale del film The Peanut Butter Falcon fa riferimento a una scena che è anche possibile vedere nel trailer in cui Zak sceglie il suo nome da wrestler, ossia Falcon.

Altre news e collegamenti a Clint Eastwood »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità