Deepwater - Inferno sull'Oceano

Film 2016 | Azione +13 97 min.

Titolo originaleDeepwater Horizon
Anno2016
GenereAzione
ProduzioneUSA
Durata97 minuti
Regia diPeter Berg
AttoriMark Wahlberg, Kurt Russell, John Malkovich, Gina Rodriguez, Dylan O'Brien, Kate Hudson Juston Street, J.D. Evermore, Brad Leland, Joe Chrest, Stella Allen, Douglas M. Griffin, Jeremy Sande, David Maldonado.
Uscitagiovedì 6 ottobre 2016
TagDa vedere 2016
DistribuzioneMedusa
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,19 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Peter Berg. Un film Da vedere 2016 con Mark Wahlberg, Kurt Russell, John Malkovich, Gina Rodriguez, Dylan O'Brien, Kate Hudson. Cast completo Titolo originale: Deepwater Horizon. Genere Azione - USA, 2016, durata 97 minuti. Uscita cinema giovedì 6 ottobre 2016 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,19 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Deepwater - Inferno sull'Oceano tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La cronaca della fuoriuscita di petrolio in una piattaforma di trivellazione il 20 aprile del 2010, a causa di un'esplosione che uccise 11 lavoratori e ne ferì 16. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar e 1 candidatura a BAFTA. In Italia al Box Office Deepwater - Inferno sull'Oceano ha incassato 898 mila euro .

Deepwater - Inferno sull'Oceano è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,19/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO SÌ
Un disaster movie che dosa al meglio la componente umana e quella spettacolare. E un film sulle due facce della responsabilità.
Recensione di Marianna Cappi
martedì 4 ottobre 2016
Recensione di Marianna Cappi
martedì 4 ottobre 2016

Il 20 aprile 2010 sulla piattaforma trivellatrice semisommergibile Deepwater Horizon, situata al largo della costa della Lousiana, 126 lavoratori si sono trovati immersi nel peggior scenario possibile: una devastante esplosione, che ha causato un inferno di fuoco, undici vittime e uno sversamento di greggio nell'oceano riconosciuto come il più grave disastro ambientale della storia.
Mentre le televisioni di tutto il mondo si sono concentrate per mesi sulla portata del danno all'ecosistema, il film di Peter Berg torna sulla piattaforma nel Golfo del Messico (ricostruita, poiché la British Petroleum si è ben guardata dall'offrire supporto alla produzione) per raccontare la giornata degli uomini e dell'unica donna sulla Deepwater, la lotta strenua per la sopravvivenza e gli atti di estremo coraggio che si sono verificati in quell'occasione. Il risultato è un disaster movie avvincente e intelligente, che ha saputo indovinare la giusta dimensione, un equilibrio riuscito tra dramma umano e componente spettacolare, e nel quale non c'è spazio per la vaghezza tecnica e logistica che in molti blockbuster funziona da alibi e da riempitivo.
Oggettivando il pericolo sempre in agguato su questo genere di impianti in una serie di piccoli contrattempi che si rivestono così, automaticamente, della suspence del presentimento, e presentando la forza d'animo dei personaggi che lavorano sulla piattaforma come una verosimile qualità di partenza, quasi una dote, che si portano dietro per necessità oltre che per virtù, Berg prepara con cura il terreno per l'esplodere dell'imprevisto come una catastrofe annunciata ma anche come un campo di guerra, dove regna il cameratismo e un senso di condivisione della sorte.
Deepwater non racconta, perciò, la vicenda di un uomo ordinario - Mike Williams, capo tecnico elettronico della Transocean - alle prese con una situazione straordinaria, o lo fa solo in apparenza, mentre racconta in realtà di un uomo e di un gruppo di persone dal coraggio quotidianamente straordinario, tali da meritare che le loro gesta riempiano un film e che tale film non sia frutto di un romanzo di fantasia sfrenata e catastrofica ma di una serie di dettagliate interviste ai protagonisti e contenga perciò una dimensione di realismo che si fa apprezzare.
Un buon disaster movie, dunque, che poggia su basi tragicamente reali, che non sbandiera istanze generiche né gronda retorica (eccezion fatta per il finalissimo, più a rischio in questo senso). E anche un film sulla responsabilità e le sue due facce: quella penale, di chi ha preso rischiose scorciatoie in nome del profitto, e quella morale, di chi, invece, non si è affrettato ad abbandonare gli altri alla comoda speranza di un colpo di fortuna.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
DEEPWATER - INFERNO SULL'OCEANO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 11 ottobre 2016
ANDREA GIOSTRA

 Il Film di Peter Berg, con un Cast di attori hollywoodiani bravissimi e di grande fama cinematografica - Mark Wahlberg, Kurt Russel, John Malkovich, Gina Rodriguez, Dylan O'Brien, solo per citarne alcuni! - è molto interessante e certamente da vedere. Il Film racconta un fatto realmente accaduto il 20 aprile 2010, e ne traccia i contorni umani, sociali, solidali, coraggiosi, incoscienti [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 ottobre 2016
Ashtray_Bliss

Deepwater Horizon è la storia, terribilmente recente e dolorosamente vera, di una catastrofe ambientale di dimensioni enormi, e di una tragedia umana altrettanto importante. Sono passati appena sei anni da quando si scatenò quel disatroso incidente sulla piattaforma petrolifera al largo del Golfo del Messico e affittata, all'epoca, dalla multinazionale British Petroleum (nota semplicemente [...] Vai alla recensione »

domenica 9 ottobre 2016
Vincenzo Ambriola

Deepwater Horizon è una piattaforma semisommergibile per la prospezione petrolifera. In altre parole è un gigante che galleggia sull'acqua, mantenuto stabilmente fermo su un punto per mezzo di grandi rotori, collegato al fondo dell'oceano con un tubo lungo quasi due chilometri che scava alla ricerca di petrolio. Come ci si può aspettare, il funzionamento di questo mostro dipende da tecnologie complesse [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 ottobre 2016
Filippo Catani

Il film ripercorre la storia vera dell'incredibile incidente occorso alla piattaforma petrolifera Deepwater nel 2010 e in modo particolare quella degli uomini e dell'unica donna a bordo. Tutti vedemmo e osservammo impotenti la terribile tragedia che si stava consumando con migliaia di barili di petrolio al giorno che si riversavano nell'oceano.

martedì 28 novembre 2017
raysugarK

Realizzare storie vere sugli incidenti ambientali richiede molto impegno per cercare di raccontare, il più fedele possibile su come i fatti siano andati e anche come le vittime si sono sentite in queste situazioni. Infatti raccontare sull’incidente della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon, è uno degli argomenti più complessi e delicati da raccontare.

venerdì 14 aprile 2017
Onufrio

20 aprile 2010. Al largo delle coste del Golfo del Messico, la piattaforma Deepwater inizia a dare segni di cedimento mentre avviene l'ennesimo controllo di sicurezza, fango e gas invadono il mostro galleggiante causando numerose esplosioni ed un disastro umano (11 morti) ed ecologico per via dell'eccessiva quantità di petrolio finito nell'oceano.

giovedì 13 ottobre 2016
DHANY CORAUCCI

Prima ci sono gli abissi. Un mostro di cemento e di acciaio è conficcato nel punto più profondo a dare la misura della grandiosità dell’uomo, ma anche del suo avido desiderio di onnipotenza e di profitto. Poi c’è la natura, c’è il mare, così misteriosi e insondabili, eppure così vulnerabili.

lunedì 10 ottobre 2016
Super2davide

Bel film, curato nei minimi particolari, profondo ed entusiasmante.

martedì 11 ottobre 2016
Flaw54

Fatti drammaticamente  veri. La vicenda è narrata con realismo e senza artifici retorici di sorta e la recitazione è puntuale, sobria e profondamente realistica. Tutto è noto, ma il film è piacevole e capace di spingere verso una profonda riflessione.

sabato 21 gennaio 2017
Liuk

Per essere un disaster movie è veramente poco spettacolare e le scene d'azione sono ridotte a pochi minuti. Essendo basato su una storia vera richiama comunque un minimo di attenzione, ma veramente minimo. Si può vedere ma senza grandi aspettative.

martedì 1 novembre 2016
Emanuele 1968

Finchè non si fa male qualcuno, non sono mica contenti. Pure li in America succede questo per tenere ha mano soldi, buonanotte ambiente e sicurezza.

giovedì 13 ottobre 2016
pier delmonte

Film che ricorda il grande disastro ambientale della British Petroleum nel golfo del Messico ma questo non basta per obbligare ad andarlo a vedere, la carica di adrenalina e’ inferiore alle previsioni del tempo di Andrea Giuliacci e la recitazione finira’ a “Chi l’ha visto”, la parte di Jonh Malkovich l’avrei fatta pure io.

sabato 8 ottobre 2016
gianmaria.silv

Film potenzialmente interessante ma rovinato da una recitazione pessima e una sceneggiatura imbarazzante. Scritto molto male, pieno di abttute senza senso. Non tocca il tema del disastro ambientale.  Punta tutto sugli effetti speciali, ma sostanzialmente ha ua trama ridotta all'osso. Sconsigliato.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Acerbi
Il Giornale

È stato il più grosso disastro ambientale americano. Il 20 aprile 2010, la piattaforma semisommergibile Deepwater Horizon esplose, nel Golfo del Messico, prendendo fuoco. Nell'incidente, morirono undici persone, mai più ritrovate. Il film ripercorre gli avvenimenti di quella tragica giornata, cercando di spiegarne il perché. All'inizio, si fa molta fatica a seguire «tecnicamente» la vicenda, ma l'ultima [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Golfo del Messico, 20 aprile 2010: un incidente sulla piattaforma di estrazione petrolifera Deepwater Horizon provoca 11 morti e molti feriti tra i lavoratori e la fuoriuscita di tonnellate di greggio (oltre 50 mila barili) per tre mesi. Un disastro ambientale senza precedenti. Da un articolo del New York Times, ora se ne occupa anche il grande schermo: Deepwater - inferno sull'oceano di Peter Berg, [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Cosa è successo?». L'ottava regia dell'eclettico Berg si apre con una domanda posta durante un processo mentre lo schermo è così nero da trasformarsi subito negli abissi, altrettanto oscuri, del Golfo del Messico. E' lì che era posizionata la piattaforma petrolifera Deepwater Horizon il 20 aprile 2010. Sopra di essa, due Americhe: chi vuole estrarre il petrolio fregandosene della sicurezza (la multinazional [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

I film di catastrofe basati su fatti immaginari seguono un po' tutti lo stesso schema: presentazione dei personaggi e dei fatti che condurranno al disastro nella prima parte, azione spettacolare nella seconda. Non se ne distacca Deepwater Inferno sull'oceano, che però è basato su un'autentica, gravissima catastrofe ecologica avvenuta nel Golfo del Messico nell'aprile 2010 a causa della piattaforma [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati