Deepwater - Inferno sull'Oceano

Acquista su Ibs.it   Dvd Deepwater - Inferno sull'Oceano   Blu-Ray Deepwater - Inferno sull'Oceano  
Un film di Peter Berg. Con Mark Wahlberg, Kurt Russell, John Malkovich, Gina Rodriguez, Dylan O'Brien.
continua»
Titolo originale Deepwater Horizon. Azione, Ratings: Kids+13, durata 97 min. - USA 2016. - Medusa uscita giovedì 6 ottobre 2016. MYMONETRO Deepwater - Inferno sull'Oceano * * * - - valutazione media: 3,20 su 19 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un disastro umano e ambientale dolorosissimo. Valutazione 4 stelle su cinque

di ashtray_bliss


Feedback: 28096 | altri commenti e recensioni di ashtray_bliss
mercoledì 5 ottobre 2016

Deepwater Horizon è la storia, terribilmente recente e dolorosamente vera, di una catastrofe ambientale di dimensioni enormi, e di una tragedia umana altrettanto importante. Sono passati appena sei anni da quando si scatenò quel disatroso incidente sulla piattaforma petrolifera al largo del Golfo del Messico e affittata, all'epoca, dalla multinazionale British Petroleum (nota semplicemente con l'acronimo BP). La sera del 20 aprile ci fù un'ingente fuoriuscita di petrolio che danneggiò la piattaforma stessa e provoco un impetuoso incedio, costato la vita ad 11 lavoratori, ma l'aspetto più terribile e grave fu ai danni dell'ambiente stesso, dal momento che miliaia di tonnellate di petrolio si sono riversate in mare con le gravi conseguenze che ne derivano per la salute e per l'ecosistema. Peter Berg però, ormai consolidato regista di film action e catastrofici, decide qui di optare per l'aspetto umano, quello che lo interessa di più e quello che gli riesce meglio raccontare. Del resto Deepwater Horizon, dal titolo omonimo con la piattaforma, non vuole essere un documentario o un film forzatamente ambientalista, ma un film che racconta nel modo più verosimile e genuino la tragedia umana. In primis, che hanno dovuto affrontare persone semplici, lavoratori comuni che non si portano dietro il glamour delle metropoli ma la forza di volontà degli abitanti della periferia, talvolta rurale, americana che sbarcano il lunario lavorando su una piattaforma petrolifera in mezzo all'oceano, isolati per giorni dal resto del mondo. Berg sceglie così di affidare la parte di Michael Williams nuovamente a Mark Wahlberg (col quale ha collaborato in Lone Survivor), volto comune di un personaggio che si scoprirà a sua insaputa un eroe.
Il film stesso è dedicato a tutti quegli eroi spesso dimenticati e passati in secondo piano, tutte quelle persone comuni che si vedono coinvolte in eventi drammatici e riescono a non perdere la loro integrità morale, mettendo da parte egoismi personali e istinti primordiali di sopravvivenza, riscoprendo la vera natura umana; quella della solidarietà, dell'aiuto reciproco, del non abbandonare il prossimo in pericolo. Che ci sia pure una certa retorica è innevitabile, cosi come non si può negare che il mito dell'eroismo americano e dei suoi valori più tradizionali è ancora molto sentito e radicato nell'inconscio degli statunitensi (d'altronde non bisogna sottovalutare che Mike diventa l'emblema di questo eroismo perchè è un uomo, marito e padre di famiglia). Ma eccezion fatta per questa piccola enfasi, che viene ribadita soltanto nel finale del film con un doveroso ricordo-omaggio verso le vittime, il film rappresenta benissimo un mondo tipicamente maschile, quello dei lavoratori sulle piattaforme petrolifere, enfatizzando non solo la difficoltà e pericolosità di chi è ultimo tra gli ultimi, addetto a raccogliere e pulire la melma, ma mettendo in evidenza in modo schietto e onesto il divario sociale che divide il gruppo di dipendenti dal resto della numericamente inferiore elite presente sulla piattaforma. Berg, mette così in risalto un contrasto veritiero quanto verosimile, che rappresenta un passaggio narrativo cruciale nel tentativo di spiegare come sono andate le cose, e sopratutto un modo per cercare di ristabilire giustizia e attribuire delle colpe precise, perchè un incidente di queste dimensioni non scaturisce senza la responsabilità umana.
La ricostruzione dei fatti presentata da Berg fa cadere la colpa sulla criminale arroganza e superficialità dei due executive manager della BP, uno dei quali viene reso magistralmente da John Malkovich. I boss, infatti, per risparmiare soldi e accellerare i tempi delle trivellazioni diedero l'ordine di procedere con la trivellazione del pozzo petrolifero senza accertarsi sulla solidità del cemento. Ma i segni premonitori che sta per accadere qualcosa di infausto, il regista li dissemina sin dalle prime inquadrature nelle quali apre lo scenario con una bollicina di gas che evade dal fondo oceanico. 
Tecnicamente la pellicola in questione è assolutamente impeccabile. Berg riesce a bilanciare bene il dramma e usa caparbiamente i classici ingredienti dei thriller e action movies: l'adrenalina e la suspence crescente, il disastro imminente che bussa alla porta attraverso piccole scene premonitrici (la cravatta viola, l'incidente in elicottero, la coca cola della bambina che esplode). In termini invece di spettacolarizzazione Berg si contiene il più possibile mirando a creare un dramma solido, e proprio per questo nella prima ora si sofferma a raccontare minuziosamente la vita a bordo della piattaforma, gli scontri con i manager della BP, le preoccupazioni del personale tecnico riguardo la vacillante sicurezza del titanico mezzo che li ospitava. Il linguaggio usato dai protagonisti nella prima parte del film è infatti molto tecnico, un'espediente a doppio taglio, usato per incrementare il più possibile la verosimiglianza della situazione, ma che in altri casi potrebbe far annoiare o al limite far smarrire lo spettatore. Fortunatamente non è questo il caso, Berg riesce a farci immedesimare nella dura quotidianità a bordo della petrolifera e dosando coscientemente gli elementi sopracitati riesce a tenere vivo l'interesse e la curiosità del pubblico.
Quello che invece ci viene mostrato nella seconda parte, è la rapprsentazione spettacolarizzata di un disastro di proporzioni enormi e di un danno umano e ambientale irreparabile. La pressione del gas, la fallibilità dei sofisticati sistemi di emergenza, la forza violenta con la quale il petrolio è fuoriuscito causando la tragedia. Da lì a breve la piattaforma andrà in fiamme e a questo punto il regista ci proprina una serie di immagini ed effetti speciali agghiaccianti ma visivamente impeccabili, da vero disaster movie che si rispetti, ma di nuovo focalizzandosi sull'aspetto umano, sull'eroe improvviso che ognuno di noi può diventare. L'esplosione diventa una gara contro il tempo per mettere in salvo quante più vite possibili, comprese quelle dei colpevoli. 
Ottima la resa attoriale, dal ormai consolidato Mark Wahlberg nei panni dell'(anti)eroe a stelle e striscie, al crepuscolare e antipatico Malkovich nei panni di un opportunista e sprezzante manager BP, per finire al veterano Kurt Russel e alla dinamica ma fragile Gina Rodriguez. Ruolo secondario quello della Hudson che invece è necessaria solo per enfatizzare il dramma di Mike, che sta vivendo un incubo senza avere le certezze o le garanzie di riabbracciare la sua famiglia. Ottima la regia, che bilancia il dramma (reale) al action e disaster movie piu' classici senza sottrarsi dal trasmettere un preciso messaggio etico e ambientalista, chiudendo con una scena di preghiera aastanza esplicita ed esplicativa di quanto appena superato. Il regista riesce così a confezionare abilmente un prodotto di intrattenimento convenzionale ma non superficiale, senza distogliere lo sguardo da chi ha vissuto la tragedia nel prima, durante e dopo, ma senza omettere le riflessioni ambientali ed ecologiste.
Un ottimo film. Da vedere senza ombra di dubbio. 4/5.

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
Sei d'accordo con la recensione di ashtray_bliss?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di ashtray_bliss:

Vedi tutti i commenti di ashtray_bliss »
Deepwater - Inferno sull'Oceano | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | andrea giostra
  2° | ashtray_bliss
  3° | vincenzo ambriola
  4° | filippo catani
  5° | ennio
  6° | onufrio
  7° | dhany coraucci
  8° | raysugark
Premio Oscar (2)
BAFTA (1)


Articoli & News
Video recensione
la video recensione
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 6 ottobre 2016
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità