•  
  •  
Apri le opzioni

Jim Broadbent

Jim Broadbent è un attore inglese, è nato il 24 maggio 1949 a Lincoln (Gran Bretagna).
Nel 2008 ha ricevuto il premio come miglior attore miniserie o film tv al Golden Globes per il film Longford. Dal 1999 al 2008 Jim Broadbent ha vinto 4 premi: Festival di Venezia (1999), Golden Globes (2002, 2008), Premio Oscar (2002). Jim Broadbent ha oggi 73 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Il grasso frutto esotico

A cura di Fabio Secchi Frau

Tralasciando il teatro inglese, e quindi i soliti noti e quei talentuosi in via di definitiva consacrazione, Jim Broadbent si pone sui palcoscenici e al cinema come un grasso e simpatico frutto esotico capace di regalare dolcezze inimmaginabili, sia quando veste i panni del tenero signore canuto che si prende cura dei quattro bambini che finiranno nel magico regno di Narnia, sia quando geniale, bizzarro, arioso e adrenalinico intona, con pennellate dark della sua voce, "The Show Must Go On" dei Queen in un claustrofobico e neo psichedelico Moulin Rouge, toccato profondamente dalla malattia della sua Satin (Nicole Kidman).

A teatro con Mike Leigh
Figlio di un carpentiere, scultore e arredatore e di una scultrice, cresce con la passione per il teatro e per la recitazione, ereditata dai due genitori, attori dilettanti che fondarono la Holton Players, una troupe di attori. Piccola curiosità: al momento della nascita, erano in due. Infatti, la madre di Jim Broadbent aspettava due gemelli, maschio e femmina. Disgraziatamente però, la femmina morì venendo alla luce e, quindi, rimase solo lui. Educato alla Leighton park School, studia arte alla London Academy of Music and Dramatic Arts, conoscendo la pittrice e scenografa Anastasia Lewis che diventerà poi sua moglie. È sul grande palco del teatro che Broadbent esplora la sua versatilità creativa, diventando uno degli attori più promettenti in circolazione, tanto è vero che lavorerà molto spesso con la Royal National Theatre, la Royal Shakespeare Company e la National Thatre of Brent, da lui fra l'altro coofondata e dove interpreterà sia personaggi femminili che maschili in storie comico-epiche che traggono da opere religiose: "The Messiah", "The Complete Guide to Sex", "The Greatest Story Ever Told", "Revolution!!", "All the World's A Globe". Ma nonostante questo, la sua esperienza migliore è quella che lo lega al regista Mike Leigh che lo dirige ne "Goosepimples" e "Ecstasy", ma solo intorno agli Anni Ottanta.

Il debutto cinematografico
È negli ultimi Anni Settanta, invece che Broadbent comincia a recitare anche al cinema. A partire da The Life Story of Baal (1978) di Edward Bennett con Timothy Spall, seguito da Casablanca Passage (1979) con James Mason e Christopher Lee e I mastini della guerra (1980) con Christopher Walken.

I film con Terry Gilliam
Importantissima è la sua collaborazione con il grande regista Terry Gilliam che lo dirigerà ne I banditi del tempo (1981) con Sean Connery e nel capolavoro di bizzarria Brazil (1985) con Robert De Niro. Ma spiccano anche altri titoli come Vendetta (1984) con Terence Stamp e Amore e rabbia - The Good Father (1986) con Anthony Hopkins. Sposato con l'artista Anastasia Lewis nel 1987, recita con Dennis Hopper ne Running Out of Luck (1987) e con Gene Hackman ne Superman IV (1987), poi eccolo in qualche episodio del telefilm Il brivido dell'imprevisto (1988), seguito dalla pellicola con Tim Robbins Eric il vichingo (1989).

I film con Mike Leigh
È il 1991, quando Mike Liegh lo vuole dirigere in un lungometraggio, Dolce è la vita (1991), esperienza che si ripeterà anche ne Topsy-Turvy (1999), che gli farà ottenere una nomination ai BAFTA come miglior attore protagonista, nonché la Coppa Volpi al Festival di Venezia, e ne Il segreto di Vera Drake (2004). Nel 1994, dopo aver affiancato Kevin Kline ne La principessa degli intrighi, è diretto da Woody Allen ne Pallottole su Broadway (1994).

Il padre di Bridget Jones
Ormai anziano, assiste alla morte della madre, ammalata di Alzheimer e, dopo un anno di pausa, lavora con Vanessa Redgrave ne Il senso di Smilla per la neve (1996), seguito da The Secret Agent (1996) con Gérard Depardieu e Robin Williams. Sempre seguendo il filo dello spionaggio, è di nuovo accanto a Sean Connery ne The Avengers - Agenti speciali (1998), poi è con Michael Caine ne Little Voice - È nata una stella (1998) ed è il padre di Bridget Jones nei due film della serie.

L'Oscar per Iris - Un amore vero e il successo di Moulin Rouge
Strappa l'Oscar come miglior attore non protagonista a Jon Voight, in lizza con Ali (2001), quando recita in Iris - Un amore vero (2001), grazie al quale otterrà anche un Golden Globe. Ma il ruolo migliore lo attende quando veste i panni del corposo capo comico del Moulin Rouge (2001), musical di Baz Luhrman che vede fra i protagonisti Nicole Kidman, Ewan McGregor, John Leguizamo, Richard Roxburgh, David Wenham e Kylie Minogue. Meritatamente si prende così due nomination ai BAFTA nello stesso anno, una come miglior attore protagonista per Iris che non vincerà e l'altra come miglior attore non protagonista per Moulin Rouge, che invece riuscirà a vincere!

Gli altri film
Plurinominato agli Emmy e ai Golden Globe per il film tv con Vanessa Redgrave The Gathering Storm (2002), recita per Martin Scorsese ne Gangs of New York (2002) con Leonardo DiCaprio, Cameron Diaz e Daniel Day-Lewis. Poi nel 2003, è con Antonio Banderas nella fiction And Starring Pancho Villa as Himself e si guadagna, incredibilmente, una candidature ai Grammy per il miglior album parlato per bambini per "Winnie the Pooh"! Tre anni più tardi, recita con John Malkovich ne Art School Confidential (2006) e ottiene un altro Golden Globe per il film tv Longford (2006), accompagnato da una candidatura agli Emmy. Considerato per il ruolo di Wilbur Turnblad ne Hairspray (2007), veste i panni del collega universitario di Harrison Ford ne Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo (2008) di Steven Spielberg.

Grandi e piccoli film
Il filo dell'avventura lo lega al cinema in modo indissolubile. Nel 2008 lo vediamo nel magico Inkheart - La leggenda di cuore d'Inchiostro, seguito poi dall'inversione di genere che diventa il dramma di Il mio amico Einstein (2008), The Young Victoria (2009) e Il maledetto United (2009). Il fascino del kolossal lo raggiunge nel 2009, quando gli viene chiesto di prendere parte a Harry Potter e il principe mezzosangue, seguito da Harry Potter e i doni della morte - Parte I. Prende poi parte anche a film più intimisti come Another Year (2010) di Mike Leigh. Presta la voce a Babbo Natale nel film d'animazione Arthur Christmas - Il figlio di Babbo Natale (2011) di Sarah Smith e Barry Cook ed interpreta ottimamente il marito della "lady di ferro" Margaret Thatcher (interpretata da una sempre eccellente Meryl Streep) in The Iron Lady (2012), di Phyllida Lloyd.
Lo stesso anno è nel cast del pluripremiato Cloud Atlas, diretto da Tom Tykwer e Lana Wachowski. Nel 2013 è coinvolto in altre produzioni, che entrambe riscuotono un buon successo: Closed Circuit, per la regia di John Crowley e Le Week-End, regia di Roger Michell. L'anno successivo interpreta Mr Gruber nel tenero film Paddington, ed Herbert nel frenetico Big Game - Caccia al Presidente. La partecipazione a serie Tv come i 5 episodi della serie London Spy, nel 2015, non gli preclude (come anche in precedenza) anche quella a film, come al pluripremiato e di successo Brooklyn, diretto da John Crowley, nelle sale italiane l'anno successivo.
Nel 2016 viene scelto dal regista Dexter Fletcher per interpretare il commentatore della BBC nel film storico-biografico Eddie the Eagle - Il coraggio della follia. In quest'anno è presente anche nel cast di due film che portano nei titoli i nomi di due personaggi molto conosciuti nel mondo del cinema, è infatti in The Legend of Tarzan (diretto da David Yates), e interpreta il padre di Bridget Jones in Bridget Jones's Baby.
Più recentemente ha lavorato in King of Thieves (2018), Il ritratto del duca e Sei minuti a mezzanotte (2020).

Ultimi film

Drammatico, (Irlanda - 2018), 96 min.

News

La commedia so british con i premi Oscar Jim Broadbent e Helen Mirren. Dal 3 marzo al cinema. SCOPRI DOVE VEDERLO...
Dal regista di Notting Hill, un'irresistibile commedia interpretata dai due Premi Oscar Jim Broadbent e Helen Mirren....
Mike Leigh torna al cinema con una commedia sul tempo che scorre su e dentro di noi.
Harry Potter e il principe Mezzosangue affronta tangenzialmente il tema del rimpianto.
In arrivo il sesto episodio della saga nata dalla penna di J. K. Bowling.
Il cast ricorderà l'attore Rob Knox alla premier mondiale.
La pellicola uscirà nei cinema italiani il 15 luglio.
Confermata la durata del film che sarà di 153 minuti.
Gallery tratta dal trailer giapponese.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati