Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 2 giugno 2020

Adriano Giannini

Giannini, il figlio

49 anni, 10 Maggio 1971 (Toro), Roma (Italia)
occhiello
Stai qua a magna come se fosse il pranzo di natale e a sentì ste cazzate sulle migntte africane che so meglio delle nostre!
dal film La casa sulle nuvole (2008) Adriano Giannini  Michele Raggi
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Adriano Giannini
Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino



All'alba del regime franchista, l'atroce episodio di tredici giovani donne innocenti.

Le 13 rose: Il fiore della resistenza femminile

mercoledì 8 luglio 2009 - Edoardo Becattini cinemanews

Le 13 rose: Il fiore della resistenza femminile Ogni rosa ha la sua spina così come ogni storia ha le sue pieghe oscure che il cinema cerca di mettere letteralmente in luce. Dopo la Rosa Bianca dei fratelli Scholl vista con gli occhi della giovane Sophia e la Rosenstrasse di tutte le donne che protestarono contro la deportazione dei propri mariti, ancora una volta il cinema che incontra una storia di resistenza femminile non si contenta di mostrare la dissidenza al totalitarismo ma vuole "anche le rose". Le 13 rose racconta così di altrettante giovanissime donne ispaniche che, all'indomani della Guerra civile, divennero le prime vittime innocenti di un neo-regime totalitario bisognoso di urlare la propria forza attraverso braccia alzate, canti d'orgoglio nazionalista, processi farseschi e punizioni eccellenti. Attraverso un'alleanza fra forze e capitali sia spagnoli che italiani, Le 13 rose utilizza un'appassionata ricostruzione di una delle infinite ingiustizie della Storia lavorando sulla componente dialettica; così che oltre alla naturale distinzione ideologica fra collaborazionisti e dissidenti, vi oppone anche una visione di "gender" che vede da una parte un gruppo di uomini capaci solo di fuggire, tradire e torturare, e dall'altra le vite di tredici giovani "senza spine" che pagarono con la vita il loro amore per l'arte, la libertà e l'umanità.

Il film tv diretto da Ricky Tognazzi.

L'isola dei segreti, un film tv di misteri e passioni

lunedì 11 maggio 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

L'isola dei segreti, un film tv di misteri e passioni Prima, di quattro puntate, da domani 12 maggio 2009, Canale 5 manderà in onda il film tv diretto da Ricky Tognazzi. Un progetto che nasce dal desiderio, sia del regista sia dei produttori (Alessandro Jacchia e Maurizio Momi per la Albatross Entertainmeet S.p.a.) di fare qualcosa di nuovo. Desiderio molto sentito, ultimamente, da Mediaset, che sta sperimentando diversi prodotti con buoni successi, anche se con un po' di ansia, ammette Jacchia, che riconosce in questo film un lavoro di talento.
Con questo film si ripercorre la strada di un genere, molto apprezzato nel passato, ovvero quello degli sceneggiati italiani, che riscuote successo in altri paesi (Francia, Germania, ma è anche utilizzato nel cinema americano) per capire se il pubblico sia pronto a recuperare il genere mistery. Un film che, oltre ai suoi protagonisti, Romina Mondello e Adriano Giannini (lei è Maria Grimaldi, ispettore di polizia; lui è Vasco Brandi, il commissario), vede un cast artistico assai nutrito (potremmo citare, tra gli altri Enrico Lo Verso, Giovanna Ralli, Tosca D'Aquino, Randi Ingerman, Giovanni Esposito, Franco Sciacca, Larissa Volpentesta, ma anche lo stesso regista) fatto assai desueto in una fiction italiana. Ricky Tognazzi, dopo aver ringraziato tutti, in particolare Simona Izzo (la moglie sceneggiatrice "sul campo" come si definisce lei, che ha seguito il marito durante tutte le riprese), si dice riconoscente anche alla produzione per l'occasione che gli è stata data di affrontare un genere nuovo, simile agli sceneggiati Rai degli anni passati (come "Il segno del comando", con cui, interviene la moglie, sono cresciuti), in cui ritrovare non solo il mistery, ma un grandissimo giocattolo: dalla commedia, al melodramma, attraverso il giallo alla Agatha Christie.

lunedì 4 maggio 2020 - Un docu-drama che indaga su alcuni dei più celebri casi di cronaca nera. Disponibile su Infinity.

Italica Noir, una miniserie true crime con la voce di Adriano Giannini

a cura della redazione cinemanews

Italica Noir, una miniserie true crime con la voce di Adriano Giannini Su Infinity arriva Italica Noir, una miniserie antologica di genere true crime che vanta la partecipazione straordinaria del celebre attore e doppiatore italiano Adriano Giannini nei panni della voce narrante. Il docu-drama indaga su alcuni dei più celebri e scioccanti casi di cronaca nera della nostra storia, impressi nella memoria recente o sorprendentemente dimenticati, combinando una rigorosa e documentata ricerca storica con le atmosfere della letteratura e del cinema noir.

Prodotto da Grey Ladder Productions, in co-produzione con Amateru, Tagli Magazine e Dimago, e in associazione con Davide Caci e Luca Brunetti, il progetto è stato co-finanziato da Infinity LAB, il primo hub italiano permanente creato da Infinity sulla piattaforma Produzioni dal Basso per essere l’incubatore di nuove storie, di idee e di competenze per registi, videomaker, autori e sceneggiatori.

I quattro casi del docu-drama (Il Diavolo per Amico; Ludwig odia; Insonnia ‘84; Il Lupo) raccontano di orrori trascinati e spinti da gesta folli e disperate, dal culto delle Bestie di Satana, salito agli onori della cronaca nella metà degli anni ‘80, agli attentati di matrice neonazista condotti nel nord Italia dall'organizzazione “Ludwig”. Ogni caso è raccontato dalla straordinaria voce di Adriano Giannini, che accompagna lo spettatore in un'esperienza immersiva e coinvolgente, in grado di affascinare, spaventare e "sedurre" verso il lato oscuro della storia italiana.
Ne Il Diavolo per Amico si intrecciano le vicende, separate ma collegate fra loro, di un gruppo di giovani dell'hinterland milanese e la loro ossessione per l'occulto e per il satanismo, nata quasi per gioco e cresciuta fino a esplodere in una follia omicida. Il nome che identifica questo gruppo di giovani assassini è "Le Bestie di Satana". 

Ludwig odia si concentra sull'epilogo della vicenda di terrore della misteriosa sigla “Ludwig”, un'anomala ma feroce organizzazione di ispirazione neonazista che, dal 1977 al 1984, ha commesso e rivendicato 28 omicidi. “Ludwig” è una banda che agisce di notte, con violenza brutale, e le cui motivazioni, al di là di una confusa fede nel nazionalsocialismo più estremista, appaiono spesso oscure. 

Con la struttura di un vero e proprio "giallo", in cui l'evento scatenante è l'omicidio di Francesco D'Alessio, rampollo di una ricca famiglia milanese, Insonnia ‘84 ruota attorno ai luoghi simbolici dell'epoca e della città in cui è ambientato: dai locali di maggior tendenza fino al residence Maria Clotilde, che ospita giovani modelle e importanti esponenti del mondo della moda milanese. 

Con l'atmosfera e lo stile di un western all'italiana, il quarto episodio di Italica Noir, Il Lupo, mette in scena una caccia all'uomo collettiva e personale al tempo stesso. Luciano Liboni, conosciuto come "Il Lupo", sta terrorizzando l'Italia intera. I media nazionali scandiscono il tempo lungo la fuga disperata del Lupo, che ha alle spalle una storia personale tragica e violenta e che, filtrato attraverso l'immaginario collettivo, diventa quasi un pistolero da far west moderno. 


Creata da Davide Mela e Alessandro Regaldo, Italica Noir è tratta dall’omonima raccolta di saggi di Federico Mosso, edita dalla casa editrice torinese Il Rinnovamento. 

   

Altre news e collegamenti a Adriano Giannini »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità