Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 19 ottobre 2017

Claudio Amendola

Il gladiatore del cinema italiano

54 anni, 12 Febbraio 1963 (Acquario), Roma (Italia)
occhiello
Chi nasce tondo non può morire quadrato…
dal film Mery per sempre (1989) Claudio Amendola è Pietro
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Claudio Amendola
Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Il permesso - 48 ore fuori di Claudio Amendola

Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Suburra di Stefano Sollima

Nastri d'Argento 2015
Nomination miglior attore non protagonista per il film Noi e la Giulia di Edoardo Leo

David di Donatello 2015
Nomination miglior attore non protagonista per il film Noi e la Giulia di Edoardo Leo

Nastri d'Argento 2015
Premio miglior attore non protagonista per il film Noi e la Giulia di Edoardo Leo

David di Donatello 1993
Nomination miglior attore non protagonista per il film Un'altra vita di Carlo Mazzacurati

David di Donatello 1993
Premio miglior attore non protagonista per il film Un'altra vita di Carlo Mazzacurati



Un thriller psicologico che scorre attraverso l'immaginario infantile.

La fisica dell'acqua: Traumi liquidi

giovedì 22 aprile 2010 - Edoardo Becattini cinemanews

La fisica dell'acqua: Traumi liquidi Madre e matrigna allo stesso momento, nella nostra cultura l'acqua vive la contraddizione di essere sorgente vitale per eccellenza al cui interno si annida una pulsione mortifera. La vita umana ha inizio nell'acqua e in essa trova una sua parte fondamentale, ma la sua natura mutevole e non accogliente ne mette in luce fin dalla prima infanzia anche un lato oscuro. Il cinema ha fatto proprio nel corso del tempo questo stato perturbante e inquieto dell'acqua, questa sospensione fra purezza e paura, trasformandola di volta in volta nel luogo del sogno, dell'astrazione, dell'ignoto, dei meccanismi della memoria. Unire l'elemento acqua alla perdita dell'innocenza è il presupposto de La fisica dell'acqua, film che affronta le paure dei bambini e la complessità con cui essi guardano alle figure adulte all'interno delle pratiche del thriller psicologico. Il bambino che guarda è in questo caso Alessandro, sette anni e un'ossessione per i principi fisici e le dinamiche biologiche naturali. Da quando il padre è morto, Alessandro vive solo con la madre Giulia in una casa che si affaccia sul lago. L'arrivo improvviso dell'ambiguo zio Claudio scatenerà una serie di complessi, piccole gelosie e diaboliche macchinazioni. Nel mettere in scena questo conflitto amletico, la doppia sfida del regista Felice Farina vede da una parte la scelta di affidare a due attori di popolarità televisiva le dinamiche tensive del thriller, e dall'altra la decisione di affrontare un genere che sfugge alle consuetudini produttive italiche e che è costato al film un lungo travaglio produttivo.

Da venerdì 8 gennaio su Canale 5.

Tutti per Bruno: dalla Spagna un format poliziesco

venerdì 8 gennaio 2010 - Alessandra Giannelli cinemanews

Tutti per Bruno: dalla Spagna un format poliziesco Prodotto di punta, di questo nuovo anno, per Canale 5 è una fiction che vede protagonista il noto, e amato, Claudio Amendola, desideroso di proporsi in nuove vesti rispetto al "familiare" Giulio Cesaroni. 12 episodi per 6 serate, da venerdì 8 gennaio, questi i numeri di Tutti per Bruno. Presentata dallo stesso protagonista, impegnato in questi giorni sul set de I Cesaroni (la nuova serie andrà in onda tra un anno circa), che, in termini entusiastici, racconta del suo personaggio, il poliziotto Bruno Miranda, un tipo divertente, caratteristica dell'intera serie. Lo spirito è quello della comicità spiega l'attore: "Ci siamo calati bene in questi personaggi, che ci somigliano (accanto a lui Antonio Catania, nei panni del poliziotto Giuliano Scarpa e Gabriele Mainetti, in quelli del collega Luca Corsari) e poi il segreto è stato quello di aver riproposto il gruppo de I Cesaroni: dalla regia, alla troupe, anche se cambia la produzione. Io sono convinto che abbiamo realizzato un lavoro moderno, fatto bene, nuovo; un modo di fare la fiction poliziesca inusuale, ci siamo presi delle libertà che caratterizzano questa serie come una novità. Ho ritrovato, e spero possa avere lo stesso esito fortunato, il clima che avevamo nella prima serie de I Cesaroni. Questa è ancora l'evoluzione di quella fiction che sta un po' cambiando in questi ultimi anni, per fortuna. La cosa che voglio sottolineare è l'importanza di questo cast, abbiamo attori conosciuti, ma tutti coloro che hanno partecipato hanno dato un valore aggiunto, anche nei piccoli ruoli si è stati attenti a prendere gli attori giusti. Speriamo che la risposta sia positiva perché io non vedo l'ora di fare la seconda serie. Per la prima volta, le sceneggiature erano dei 'vangeli', talmente centrate, che io mi auguro lo siano anche nella seconda".

Venerdì ritorna la fiction sulla famiglia più amata d'Italia.

I Cesaroni: le novità e le sorprese della terza serie

martedì 3 febbraio 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

I Cesaroni: le novità e le sorprese della terza serie Ci siamo, da venerdì 6 febbraio tornerà, su Canale 5, la famiglia Cesaroni con tutti i suoi personaggi: dalla coppia Claudio AmendolaElena Sofia Ricci, ai più giovani Alessandra Mastronardi, Matteo Branciamore, ma anche Antonello Fassari, Max Tortora, Elda Alvigini e Ludovico Fremont. Il gruppo storico, su cui, diciamolo, spiccano la simpatia di Amendola, la bravura di Fassari e Tortora, ma anche quella tutta al femminile della Ricci. Tante le storie che saranno raccontate, sempre in quel della Garbatella, dove la famiglia, e il suo simpatico contorno, lavorano, studiano e amano. E si perché le storie d'amore più seguite d'Italia incanteranno ed incuriosiranno ancora il pubblico. Grandi interpreti (permettetecelo, Max Tortora è fenomenale!), molte le sorprese, tanto il divertimento, cui tutti cercano di dare una spiegazione, ma che Antonello Fassari risolve: "Perché siamo tutti un po' Cesaroni"! Presentata, proprio a Cinecittà (qui sono stati ricreati gli interni della serie), la terza stagione della fiction "evento" della televisione italiana, come ha dichiarato Giancarlo Schieri, direttore di Mediaset, definendo eccezionale tutto il cast, sia tecnico sia artistico. È la serie più lunga della televisione italiana (per il numero di serate): dal 6 febbraio per 15 venerdì, mentre è già in fase di scrittura la quarta, che sarà ancora più lunga, a dimostrazione, sottolinea Schieri, di quanto il pubblico voglia bene a questo prodotto, così come gliene vuole l'Azienda. È con enorme piacere che Carlo Bixio, il papà della fiction (alias il produttore), presenta questa terza stagione, ammettendo che l'interesse è cresciuto da parte del pubblico, tanto che il picco dello share in senso assoluto, lo scorso anno, è stato del 33,90% con ben 8.200.000 spettatori, incollati ala tv esattamente nella scena d'amore tra Eva e Marco (la storia più seguita e amata, soprattutto tra gli adolescenti).

Il permesso - 48 ore fuori

* * * - -
(mymonetro: 3,05)
Un film di Claudio Amendola. Con Luca Argentero, Claudio Amendola, Giacomo Ferrara, Valentina Bellè, Antonino Iuorio.
continua»

Genere Noir, - Italia 2017. Uscita 30/03/2017.

Pino Daniele - Il tempo resterà

* * * - -
(mymonetro: 3,25)
Un film di Giorgio Verdelli. Con Tony Esposito, Ezio Bosso, Gaetano Daniele, Selif Keita, Enzo Biagi, Enzo Gragnaniello, Eros Ramazzotti, Stefano Bollani, Clementino.
continua»

Genere Documentario, - Italia 2017. Uscita 20/03/2017.

Suburra

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,52)
Un film di Stefano Sollima. Con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Alessandro Borghi, Greta Scarano.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2015. Uscita 14/10/2015.

Noi e la Giulia

* * * - -
(mymonetro: 3,18)
Un film di Edoardo Leo. Con Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 19/02/2015.

Cha Cha Cha

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,97)
Un film di Marco Risi. Con Luca Argentero, Eva Herzigova, Claudio Amendola, Pippo Delbono, Pietro Ragusa.
continua»

Genere Thriller, - Italia 2013. Uscita 20/06/2013.
Filmografia di Claudio Amendola »

venerdì 6 ottobre 2017 - Francesco Acquaroli, Filippo Nigro e Eduardo Valdarnini sono i potenti intrallazzatori della serie.

Il crimine in doppio petto: Samurai, Cinaglia e il giovane Lele

Andrea Fornasiero cinemanews

Il crimine in doppio petto: Samurai, Cinaglia e il giovane Lele Criminali in doppio petto o "smart casual", i romani di Suburra - La serie sono meno coatti ma non meno pericolosi dei loro analoghi di Ostia. Potenti intrallazzatori e corrotti dagli interessi tentacolari, devono tutti in qualche modo fare i conti con il meditabondo Samurai, qui interpretato non più di Claudio Amendola bensì da Francesco Acquaroli, reduce dal successo di Rocco Schiavone e che già aveva avuto il piccolo ruolo del padre del Libanese in Romanzo Criminale - La serie. Entra nella sfera di influenza del Samurai il politico Amedeo Cinaglia, interpretato da Filippo Nigro, attore già passato per la regia di Ozpetek e in Tv per due stagioni di RIS. Il più giovane è infine Lele Marchilli, di cui veste i panni Eduardo Valdarnini, fin qui noto più che altro per la commedia Qualcosa di nuovo di Cristina Comencini. Li abbiamo incontrati in occasione della prima romana di Suburra - La serie.

venerdì 6 ottobre 2017 - Tre giovani accomunati solo dalla sete di potere e denaro si ritrovano all'incrocio tra chiesa, politica e criminalità in una Roma in cui non c'è più niente di sacro.

Roma nera, nuda e dissoluta. Suburra - La serie è ora su Netflix

Andrea Fornasiero cinemanews

Roma nera, nuda e dissoluta. Suburra - La serie è ora su Netflix Un prete va in overdose nel corso di un'orgia: inizia così Suburra - La serie, che continua riannodando la vicenda e tornando indietro di un giorno, per svelare come Monsignor Teodosiou sia a capo di una commissione, che deve decidere la vendita di alcuni terreni del Vaticano al centro di una speculazione edilizia. In questo affare sono coinvolte la malavita romana, capeggiata dal Samurai, la mafia siciliana e la famiglia Adami di Ostia. Volevamo mostrare protagonisti più giovani e da dove sia nata l'energia che vediamo nel film. Sono personaggi universali ma anche particolari, calati nel contesto di Roma. È un racconto di formazione dove imparano a sopravvivere e a crescere. Barbara Petronio Quando uno di loro, Aureliano Adami, aggredisce uno degli zingari Anacleti (ossia una versione fittizia dei Casamonica), la rivalità tra le due famiglie rischia di far saltare tutto e deve intervenire il Samurai, che nel mentre ha anche problemi di natura più politica: portare dalla sua il consigliere comunale Amedeo Cinaglia e neutralizzare l'interferenza di Sara Monaschi, che lavora per il Vaticano. Inoltre Aureliano, Spadino degli Anacleti e Lele, figlio di un poliziotto ma nel giro della coca e indebitato con il Samurai, si ritrovano in una difficile alleanza di comodo senza sapere che stanno rischiando di complicare le cose a persone molto più potenti di loro.

Altre news e collegamenti a Claudio Amendola »
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità