Dizionari del cinema
Periodici (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerd 19 ottobre 2018

Antonio Catania

Un attore di spicco nel nuovo cinema italiano

66 anni, 1 Gennaio 1952 (Capricorno), Acireale (Italia)
occhiello
Siccome marco non vuole parlare parlo io,ieri e successa una cosa tra me mio padre e mio figlio
SUBBUGLIO TOTALE
ma parli sempre tu...di te poi!!!!!

dal film Ma che colpa abbiamo noi (2002) Antonio Catania Ernesto
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Antonio Catania
Nastri d'Argento 1999
Premio miglior attore non protagonista per il film La cena di Ettore Scola

Nastri d'Argento 1999
Nomination miglior attore non protagonista per il film La cena di Ettore Scola



Da venerd 8 gennaio su Canale 5.

Tutti per Bruno: dalla Spagna un format poliziesco

venerd 8 gennaio 2010 - Alessandra Giannelli cinemanews

Tutti per Bruno: dalla Spagna un format poliziesco Prodotto di punta, di questo nuovo anno, per Canale 5 una fiction che vede protagonista il noto, e amato, Claudio Amendola, desideroso di proporsi in nuove vesti rispetto al "familiare" Giulio Cesaroni. 12 episodi per 6 serate, da venerd 8 gennaio, questi i numeri di Tutti per Bruno. Presentata dallo stesso protagonista, impegnato in questi giorni sul set de I Cesaroni (la nuova serie andr in onda tra un anno circa), che, in termini entusiastici, racconta del suo personaggio, il poliziotto Bruno Miranda, un tipo divertente, caratteristica dell'intera serie. Lo spirito quello della comicit spiega l'attore: "Ci siamo calati bene in questi personaggi, che ci somigliano (accanto a lui Antonio Catania, nei panni del poliziotto Giuliano Scarpa e Gabriele Mainetti, in quelli del collega Luca Corsari) e poi il segreto stato quello di aver riproposto il gruppo de I Cesaroni: dalla regia, alla troupe, anche se cambia la produzione. Io sono convinto che abbiamo realizzato un lavoro moderno, fatto bene, nuovo; un modo di fare la fiction poliziesca inusuale, ci siamo presi delle libert che caratterizzano questa serie come una novit. Ho ritrovato, e spero possa avere lo stesso esito fortunato, il clima che avevamo nella prima serie de I Cesaroni. Questa ancora l'evoluzione di quella fiction che sta un po' cambiando in questi ultimi anni, per fortuna. La cosa che voglio sottolineare l'importanza di questo cast, abbiamo attori conosciuti, ma tutti coloro che hanno partecipato hanno dato un valore aggiunto, anche nei piccoli ruoli si stati attenti a prendere gli attori giusti. Speriamo che la risposta sia positiva perch io non vedo l'ora di fare la seconda serie. Per la prima volta, le sceneggiature erano dei 'vangeli', talmente centrate, che io mi auguro lo siano anche nella seconda".

Un nemico che ti vuole bene

* * - - -
(mymonetro: 2,00)
Un film di Denis Rabaglia. Con Diego Abatantuono, Antonio Folletto, Mirko Trovato, Sandra Milo, Roberto Ciufoli.
continua»

Genere Thriller, - Italia 2018. Uscita 04/10/2018.

Ricchi di fantasia

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,70)
Un film di Francesco Miccich. Con Sergio Castellitto, Sabrina Ferilli, Valeria Fabrizi, Matilde Gioli, Antonio Catania.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 27/09/2018.

Una storia senza nome

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,96)
Un film di Roberto And. Con Micaela Ramazzotti, Renato Carpentieri, Laura Morante, Jerzy Skolimowski, Antonio Catania.
continua»

Genere Commedia, - Italia, Francia 2018. Uscita 20/09/2018.

Puoi baciare lo sposo

* * - - -
(mymonetro: 2,34)
Un film di Alessandro Genovesi. Con Diego Abatantuono, Monica Guerritore, Salvatore Esposito, Cristiano Caccamo, Dino Abbrescia.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 01/03/2018.

Tiro libero

* * - - -
(mymonetro: 2,29)
Un film di Alessandro Valori. Con Simone Riccioni, Antonio Catania, Maria Chiara Centorami, Biagio Izzo, Paolo Conticini.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 21/09/2017.
Filmografia di Antonio Catania »

venerd 28 settembre 2018 - Su MYmovies.it i primi 6 minuti di una produzione italo-svizzera che trova il suo punto di forza nel confronto tra due scuole di recitazione. Dal 4 ottobre al cinema.

Un nemico che ti vuole bene, guarda l'inizio

a cura della redazione cinemanews

Un nemico che ti vuole bene, guarda l'inizio Una notte di pioggia il professore Enzo Stefanelli salva la vita a un giovane ferito da un'arma da fuoco. In cambio l'uomo colpito, un killer di professione, gli promette di trovare e uccidere un suo nemico, chiunque esso sia. Anche se Enzo insiste nell'affermare di non avere un nemico, il giovane si mette a cercarne uno, creando il caos nella vita del professore. Dapprima scettico, finalmente Enzo apre gli occhi sulla sua vita e sulle persone che lo circondano... Riuscir Enzo a individuare il suo vero nemico? E come si comporter il killer, ormai diventato il suo unico amico? E se fosse vero che ognuno di noi ha un nemico da eliminare? "Una produzione italo-svizzera che trova il suo punto di forza nel confronto tra due scuole di recitazione: quella di un attore consumato come Diego Abatantuono e quella di Antonio Folletto che il grande pubblico ha imparato a conoscere nel ruolo del giovane poliziotto neI bastardi di Pizzofalcone". Dalla recensione di Giancarlo Zappoli, MYmovies.it Diretto da Denis Rabaglia, Un nemico che ti vuole bene - di cui presentiamo in anteprima i primi 6 minuti - sar al cinema da gioved 4 ottobre. Nel cast, tra gli altri, troviamo Diego Abatantuono, Antonio Folletto, Mirko Trovato, Sandra Milo, Roberto Ciufoli, Antonio Catania, Paolo Ruffini e Massimo Ghini.

luned 24 settembre 2018 - Evento di chiusura della Movie Week, il cult di Salvatores ha lanciato alcuni dei volti pi noti della comicit italiana agli albori della loro carriera.

Kamikazen, successo per la proiezione del film a Milano

a cura della redazione cinemanews

Kamikazen, successo per la proiezione del film a Milano Successo per la proiezione di Kamikazen - Ultima notte a Milano di Gabriele Salvatores a Il Cinemino, in occasione della chiusura della Milano Movie Week. La serata nata dalla collaborazione tra Infinity, Il Cinemino e Colorado Film con l'intento di poter valorizzare un vero cult che ha lanciato alcuni dei volti pi noti della comicit italiana agli albori della loro carriera. Paolo Rossi, Gigio Alberti, Claudio Bisio, Antonio Catania, Nanni Svampa, Bebo Storti, Mara Venier, Silvio Orlando, David Riondino sono solo alcuni degli attori per i quali Kamikazen ha rappresentato la loro opera prima e un vero e proprio trampolino di lancio per le loro carriere. "Sono molto felice di vedere una sala cos piena per un cult del cinema italiano. C' molto bisogno di eventi culturali come la Movie Week di Milano nel nostro paese, perch il cinema parte del nostro DNA culturale. Il nostro impegno quello di portare il cinema prima di tutto e spero che il pubblico e soprattutto i giovani possano innamorarsi di film come questo scoprendoli per la prima volta o riscoprendoli, per capire la nostra storia e il nostro futuro". Pablo Falanga, direttore commerciale di Infinity Da Kamikazen iniziato un circuito virtuoso che ha dato il La alla filmografia di Salvatores e che ha portato il cinema italiano ad una riscoperta di Milano. Una Milano, protagonista del film, che ha saputo accogliere gli attori di Kamikazen, provenienti da tutta Italia, e tirare fuori da tutti loro il meglio - ha ricordato Gino. Il film conta anche numerosi cameo di personaggi che nel tempo sono diventati protagonisti indiscussi della comicit italiana, come Aldo e Giovanni (ancora senza Giacomo) e il vignettista Sergio Staino. Una comparsa speciale anche quella di Michele.

Gigio Alberti ha dichiarato di aver visto il film solo una volta quando usc, ma ricorda esattamente la piccola parte di Michele, definendola "la peggiore interpretazione del cinema", scatenando l'ilarit della sala.

   

domenica 23 settembre 2018 - I personaggi di Roberto And sono rimpianti di un'Italia che sembra confinata al piccolo e al provinciale.

Una storia senza nome, ennesimo film "postumo" sul cinema italiano

Roy Menarini cinemanews

Una storia senza nome, ennesimo film Il cinema italiano rinegozia ogni volta la sua cittadinanza presso il suo pubblico. curioso a dirsi, ma la verit che gli spettatori di oggi faticano a trovarsi a casa loro con i nostri film. Forse per questo che forme di dialogo pi intenso con la televisione (attraverso i volti dei protagonisti noti al piccolo schermo o grazie a uno stile pi lineare) hanno sortito negli ultimi anni effetti positivi sul botteghino. Ci accade perch il cinema pi immaginativo e pi d'autore - che ha vissuto non solo anni di artisticit innegabile ma anche periodi di grandeur produttiva e di pubblico di massa - non sembra pi in grado di "far sentire a casa" i nostri spettatori. Forse solo Paolo Sorrentino, Paolo Virz e Giuseppe Tornatore hanno costruito nel tempo un rapporto fiduciario e profondo con un'audience nazionale, che ne ha abbracciato il mondo poetico. Tutto questo per dire che Una storia senza nome (guarda la video recensione) di Roberto And si candida a ennesimo film "postumo" sul cinema italiano. Un piccolo film di Cristina Comencini, Latin Lover, poco studiato e poco apprezzato, aveva in modo non dissimile indagato il mondo del cinema italiano attraverso le lenti del grottesco. And ci aggiunge il prisma del giallo, che per la filmografia del regista (di estrazione letteraria) risulta uno schema di interpretazione del mondo, non importa quale storia si stia raccontando o quale genere narrativo sia in apparenza prevalente. La ronde sospesa tra operetta e parodia di Una storia senza nome risulta abbastanza sconcertante. I toni cambiano vorticosamente, il montaggio seziona e organizza una materia caotica e un racconto poco comprensibile persino se preso con le molle dell'ironia, e forse davvero troppa fiducia si continua ad accordare alla pur solida tenuta attoriale di Micaela Ramazzotti, che deve caricare su di s tutte le svolte della trama, un melodramma famigliare dai risvolti tragicomici, un lavoro trasformativo sulla femminilit del personaggio, e una diffusa fragilit che ne costante marca interpretativa.
Tuttavia, a questi limiti che rischiano di confondere un pubblico disabituato ai moduli incerti, fa eco questa sorta di desiderio e di nostalgia verso un'utopia italiana che Latin Lover identificava nel passato del cinema nazionale. Lo sceneggiatore implausibile di Alessandro Gassmann, la spia onnipotente di Renato Carpentieri, il produttore magnanimo di Antonio Catania, gli intrighi giganteschi ed epici di Palazzo Chigi, sono altrettanti rimpianti (anche nella grandezza del crimine) di un'Italia che sembra invece confinata al piccolo e al provinciale. Un sogno postumo, appunto. Una fantasia d'amore. Ecco perch, tra tutti i difetti che possiamo imputare a Roberto And, non si pu aggiungere quello del cinismo, visto che l'autore attraversato da un sincero (per quanto ingenuo) affetto verso la storia del cinema e verso il periodo nel quale il cinema era in grado di confondersi con la realt e darle forma. Il resto puro gioco di specchi, o di scatole che si contengono e si separano, tutte per guidate da questa relazione d'incanto che perdura anche quando siamo alla fine del secondo decennio del nuovo secolo. Segno che l'immaginario del cinema, anche del cinema italiano, si rinnova e rielabora costantemente. Un giorno ritrover anche la sua cittadinanza.

   

luned 17 settembre 2018 - Su MYmovies.it i primi 7 minuti di un viaggio on the road dalla periferia romana alla Puglia, inseguendo il sogno di diventare ricchi e felici. Dal 27 settembre al cinema.

Ricchi di fantasia, guarda l'inizio del film con Castellitto e Ferilli

a cura della redazione cinemanews

Ricchi di fantasia, guarda l'inizio del film con Castellitto e Ferilli Sergio (Sergio Castellitto), carpentiere, e l'ex cantante Sabrina (Sabrina Ferilli) sono una coppia di amanti molto innamorati ma impossibilitati a lasciare i rispettivi compagni a causa delle ristrettezze economiche in cui si trovano a vivere. Tutto sembra cambiare quando i colleghi di Sergio si vendicano dei suoi scherzi facendogli credere di avere vinto 3 milioni di euro alla lotteria. Convinto di essere diventato ricco, Sergio decide di abbandonare la sua vecchia vita portando con s non solo Sabrina, ma anche i loro parenti. Quando Sergio e Sabrina scoprono che non c' nessuna vincita, decidono di non svelarlo a nessuno e trascinano le proprie famiglie in un viaggio on the road dalla periferia romana alla Puglia. Ma la verit viene sempre a galla e le tensioni tra caratteri tanto diversi sono destinate a esplodere. Ricchi di fantasia un viaggio on the road dalla periferia romana alla Puglia, inseguendo il sogno di diventare ricchi... e felici. Diretto da Francesco Miccich, Ricchi di fantasia - di cui presentiamo in anteprima i primi 7 minuti - sar al cinema da gioved 27 settembre. Nel cast, oltre a Sergio Castellitto e Sabrina Ferilli, troviamo tra gli altri anche Valeria Fabrizi, Matilde Gioli, Antonio Catania, Antonella Attili, Gianfranco Gallo e Paolo Calabresi.

Altre news e collegamenti a Antonio Catania »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità