Diverso da chi?

Acquista su Ibs.it   Dvd Diverso da chi?  
Un film di Umberto Carteni. Con Luca Argentero, Claudia Gerini, Filippo Nigro, Antonio Catania, Francesco Pannofino.
continua»
Commedia, durata 102 min. - Italia 2008. - Universal Pictures uscita venerdì 20 marzo 2009. MYMONETRO Diverso da chi? * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 41 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,99/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
Trailer Diverso da chi?
Il film: Diverso da chi?
Uscita: venerdì 20 marzo 2009
Anno produzione: 2008
   
   
   
Piero, un giovane politico gay dichiarato, viene affiancato nella corsa all'elezione di sindaco di una città del nordest dalla conservatrice Adele. L'incontro inizialmente aggressivo si trasformerà in un'attrazione sessuale reciproca.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
L'esordio di Carteni è una commedia brillante e ben scritta
Marianna Cappi     * * * - -

Piero è fidanzato da quattordici anni con Remo, col quale convive in una città del nord-est. Impegnato in politica e attivista gay, per un errore di calcolo dei suoi compagni di partito e un intervento della sorte, si ritrova candidato sindaco per il centrosinistra. Per la campagna elettorale, gli viene affiancata Adele, ultramoderata antidivorzista, incapace di parlare senza inserire la parola "famiglia" in ogni singola frase. L'inizio del rapporto di lavoro è disastroso ma, quando Remo suggerisce a Piero di smetterla di attaccarla e di cercare di ingraziarsela, le cose cambiano radicalmente e la frequentazione tra uomo e donna porta alla conoscenza che porta all'amore. Che ne sarà ora della sua immagine di simbolo gay? E come dirlo a Remo senza rischiare di farsi lasciare?
"This is a man's world" canta James Brown sui titoli di testa, mentre la canoa dei due protagonisti fila dritta sull'acqua liscia e la forza dell'amore gonfia i bicipiti e porta alla vittoria. "This is a man's world but it would be nothing without a woman to care": ed eccola la donna che viene a rimestare ed increspare le acque, a fare un po' di confusione, insomma, tra le certezze di Piero, che si credeva "stragay" ma non può non arrendersi al nuovo sentimento.
Adele, da buona "centrista sincera" ha meno problemi di lui ad ammetterlo, d'altronde le sue convinzioni le ha già rivoltate come un calzino. E così il bacchettone finisce quasi per apparire lui, che non ha il coraggio di dirsi diverso dai diversi, bisessuale. Il film di esordio di Umberto Carteni, Diverso da chi? , scritto in tempi non politicamente sospetti da Fabio Bonifacci, fa del ribaltamento la figura retorica al centro della propria costruzione, assicurandosi un ritmo indiscutibile e una piacevole e salubre libertà ideologica.
Ad un set up alquanto spassoso, in cui primeggia la descrizione fuori di metafora dell'ambiente politico nostrano, verista e dunque tragicomica, in perfetta tradizione "all'italiana", segue il momento della farsa pura - nella più teatrale delle locations, il divano - e infine il turno dei sentimenti: la politica si perde un po' per strada, il privato reclama il suo spazio. La chiusura non è impeccabile ma non può dirsi timida né reazionaria, se mai un po' prevedibile, tanto per rimpinguare il numero dei paradossi.
Applausi alle coppie comiche Argentero-Gerini e Catania-Cederna e bravo Bonifacci, che, pur riportando il mondo gay all'interno del rassicurante quadro delle istituzioni, della famiglia e del focolare (Remo è un critico e un cuoco sopraffino, l'agnizione finale ha luogo in un asilo), dimostra di sapere bene che, dai tempi di Shakespeare passando per quelli di Cary Grant, non c'è ingrediente più affine alla commedia delle variazioni sul tema dell'identità sessuale.

Premi e nomination Diverso da chi? MYmovies
il MORANDINI
Diverso da chi? recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Diverso da chi?
Primo Weekend Italia: € 1.036.000
Incasso Totale* Italia: € 3.214.000
Ultima rilevazione:
Box Office di lunedì 24 agosto 2009
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
sabato 25 ottobre 2014 alle ore 14,50 in TV su DIVAUNIVERSAL
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination Diverso da chi?

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
4
David di Donatello
0
4
* * * - -

Film divertente, ben recitato, piacevole

domenica 22 marzo 2009 di Bobby

Quante commedie americane semplici abbiamo apprezzato ? Milioni. Per una volta che anche in Italia riusciamo a fare un film divertente, ben recitato e fotografato, senza parolacce o cose volgari, godiamocelo no ? Senza bisogno di derivare chissà quale messaggio politico, sociale o altro. La fotografia politica della realtà è comunque credibile (ottimo Catania); la Gerini è perfetta nella parte così come Nigro, fin troppo innamorato e devoto. Tra tante americanate piene solo di effetti speciali, continua »

* * * - -

Un bel film rovinato da un finale pessimo

giovedì 2 aprile 2009 di masmassy

Cominciamo dalla fine, altrimenti so che non leggereste: Immaginate voi stessi, proprio voi, anche se etero. Vostra moglie/marito vi tradisce, aspetta un figlio da un altra persona e voi che fate? I salti di gioia perchè voi di figli non potete averne e così il vostro compagno/compagna vi ha fatto un regalo tradendovi. Ma che meraviglia!!! E che dire del chiamarlo "Figlio vostro" ? O del fatto che vostro marito/moglie vi dica "Ma io vi amo entrambi uguale" e voi tutti contenti "Ok, è uguale!" E continua »

* * * * -

Un film diverente e con spunti di riflessione

domenica 22 marzo 2009 di Ju84

Sinceramente non me l'aspettavo così bello e interessante, è una commedia davvero simpatica e che diverte moltissimo, e che allo stesso tempo offre numerosi spunti di riflessione, non solo per quanto riguarda la tematica gay e in generale le "diversità", ma anche per il panorama politico italiano, confrontato con il resto d'europa (metà delle capitali europee è stata amministrata da sindaci omosessuali, il primo ministro islandese è omosessuale), lascia intravedere quanto la nostra politica sia continua »

* * * - -

Favola fresca e simpatica: fa pure ridere!

sabato 21 marzo 2009 di il conformista

Premetto che dopo aver letto tutti questi commenti di miracolati che hanno visto il film "in anteprima", dovevo vederlo solo per il gusto. Piacerebbe anche a me essere inviatato gratis e poi scrivere 10 recensioni pessime. Mi sembra molto infantile perchè è chiaro che è sempre la stessa persona che moltiplica senza fantasia le proprie recensioni, pensando di fare danni, per di più senza aver visto il film. In ogni caso il film è molto divertente, soprattutto la Gerini che ha un'ottima alchimia continua »

Piero (Luca Argentero) e Adele (Claudia Gerini)
Piero: È una devianza perversa la mia capisci?
Adele: A me nessuno me l'aveva mai detto devianza perversa…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Adele (Claudia Gerini) e Piero (Luca Argentero)
Adele: Ma perché non ammetti di essere diverso?
Piero: Io? Ma diverso da chi?!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Remo (Filippo Nigro)
Sei tesa? Ma guarda come giri la polenta...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Diverso da chi?

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 26 agosto 2009

Cover Dvd Diverso da chi? A partire da mercoledì 26 agosto 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Diverso da chi? di Umberto Carteni con Luca Argentero, Claudia Gerini, Filippo Nigro, Antonio Catania. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Diverso da chi? è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Diverso da chi?

APPROFONDIMENTI | Il travaglio dell'accettazione della propria identità sessuale.

Il film

lunedì 16 marzo 2009 - a cura della redazione

Diverso da chi?, il film Piero (Luca Argentero), brillante trentacinquenne gay, è "fidanzato in casa" con Remo (Filippo Nigro) e vive in una città del nord-est. Per testimoniare il "diritto alla diversità" partecipa alle primarie del centrosinistra ma, per una serie di eventi imponderabili, le vince e si trova ad essere candidato sindaco, tra i pregiudizi degli avversari e lo sgomento del suo partito. Come può un gay diventare sindaco nel "profondo nord"? Per bilanciarlo gli affiancano Adele (Claudia Gerini), moderata tutta d'un pezzo, contraria persino al divorzio, un simbolo vivente dei valori tradizionali conosciuta come "la furia centrista".

INTERVISTE | Esce in sala la commedia con Luca Argentero che propone una famiglia "diversa".

Due volte diverso

lunedì 16 marzo 2009 - Marianna Cappi

Diverso da chi?, due volte diverso Luca Argentero è Piero, un gay "al 150%", che si ritrova candidato sindaco per il centrosinistra in una roccaforte di destra del nord-est e finisce per innamorarsi di Claudia Gerini alias Adele, la "furia centrista", bigotta e antidivorzista. Una disgrazia? No, una commedia: Diverso da chi?, l'esordio alla regia di Umberto Carteni, sceneggiato da Fabio Bonifacci, per la nuova coppia del cinema italiano Cattleya-Universal. Più di trecento copie previste per la sortita, anteprime sold out e il plauso dell'Arcigay, felice che il film contribuisca a rompere il tabù della bisessualità.

NEWS | Gomorra di Matteo Garrone è il film dell'anno.

Record di candidature per il divo

venerdì 29 maggio 2009 - Marlen Vazzoler

Nastri d'Argento: record di candidature per Il Divo Per i Nastri d'Argento 2009 il film di Garrone riceverà il Nastro dell'anno mentre quello di Sorrentino ha conquistato ben nove candidature per: regia, produttore, sceneggiatura, attore protagonista, attrice non protagonista, fotografia, scenografia, montaggio e sonoro in presa diretta. Nella gara come miglior regista scendono in campo anche Marco Bellocchio col suo Vincere, Pupi Avati per Il papà di Giovanna, Marco Risi per Fortapàsc e Francesca Archibugi per Questione di cuore. Nella serata del 27 giugno al Teatro Antico di Taormina saranno 39 i film italiani, usciti dal primo maggio 2008 al 24 maggio 2009, che si sfideranno nelle vari sezioni votate da oltre 350 giornalisti del SNGCI.

NEWS | Il Divo e Gomorra si aggiudicano il maggior numero di nomination.

Candidature 2009

giovedì 9 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

David di Donatello: candidature 2009 L'edizione 2009 dei David di Donatello è dominata dalle 16 (su 22) nomination ottenute da Il Divo, il film diretto da Paolo Sorrentino e dalle 11 nomination aggiudicate da Gomorra, il film di Matteo Garrone. La candidatura come miglior film vede in gara Ex di Fausto Brizzi, Si può fare di Giulio Manfredonia e Tutta la vita davanti di Paolo Virzì; a contendersi invece il titolo di miglior regista oltre a Garrone e Sorrentino, Brizzi, Manfredonia e Pupi Avati per Il papà di Giovanna. Per la categoria come miglior attrice si scontreranno Donatella Finocchiaro (Galantuomini), Claudia Gerini (Diverso da chi?), Valeria Golino (Giulia non esce la sera), Ilaria Occhini (Mar Nero) e Alba Rohrwacher (Il papà di Giovanna), mentre tra gli uomini la sfida sarà tra Silvio Orlando, vincitore della Coppa Volpi a Venezia per Il papà di Giovanna, Tony Servillo (Il Divo), Valerio Mastandrea (Non Pensarci), Claudio Bisio (Si può fare) e Luca Argentero (Diverso da chi?).

   

Ma Luca era Gay?

di Federica Lamberti Zanardi Il Venerdì di Repubblica

Il gioco di parole con il brano di Povia viene facile visto che Luca Argentero: dopo Saturno contro di Ozpetek, è ancora un omosessuale nella commedia Diverso da chi?. Dove l'ex bello del «Grande Fratello» dimostra che quelli davvero strani sono i politici... Sono ancora un gay. E a coppia che formo con il mio compagno Remo è quella che tutti, etero e non, vorrebbero avere. Anche se, come canta Povia, Luca era gayma poi arriva lei. Nel mio caso arriverà Adele e mi sconvolgerà la vita». Luca Argentero si diverte a giocare con la trama e i protagonisti del suo prossimo film, Diverso da chi? (nella sale dal 20 marzo), dove, come in Saturno contro di Ferzan Ozpetek, veste i panni di un affascinante omosessuale. »

Quasi un Luca era gay ma in versione cinema

di Paolo D'Agostini La Repubblica

È uno di quei film che ti fanno chiedere: come sarebbe se fosse americano? In effetti è un mix di temi attuali nella loro trasversalità sovranazionale e di altri temi invece ancorati alla nostra esperienza italiana. Sul primo versante l' affermarsi di una riconoscibile presenza gay sulla scena pubblica. Sull' altro il fertile annaspare del nuovo centrosinistra nostrano nella scommessa di tenere insieme sensibilità e provenienze diverse. Tutto in chiave leggera leggera (a differenza di "Milk"). E se a un certo punto l' apparente "pentimento", o l' apparente "guarigione" del candidato sindaco Argentero attratto dalla candidata vicesindaco Gerini, bacchettona e familista, fa pensare a un "Luca era gay" in versione cinema, poi tutto si sistema nel rispetto e nell' orgoglio delle rispettive scelte e identità. »

Un triangolo tra gay e politica

di Alberto Castellano Il Mattino

Mentre in Italia il dibattito sulle coppie di fatto e i matrimoni gay si è spostato negli ultimi tempi sul terreno etico e genetico, complice la canzone sanremese di Povia («Luca era gay») e su quello mediatico-politico-spettacolare (la candidatura di un trans alle prossime elezioni per cui ora anche la destra avrà il suo Luxuria), la commedia «Diverso da chi?» dell'esordiente Umberto Carteni ipotizza una terza via di convivenza e coesistenza tra omo e eterosessuali. Insomma, se nel Paese reale il confronto serio sull'argomento ristagna limitandosi agli exploit di qualche clamoroso outing, a una canzonetta che ha ridato fiato agli italiani provinciali o a tutto ciò che fa audience, tendenza e politicamente corretto, la fiction si dimostra più audace, fantasiosa e problematicamente moderna. »

Quando la commedia italiana riesce ad uscire dalle macchiette. Bravi

di Roberta Ronconi Liberazione

Nel profondo nord-est un gruppo consiliare di centrosinistra si trova a fare i conti con la candidatura a sindaco e le inevitabili primarie. Alla ricerca di qualcuno da "bruciare", puntano il dito sul giovane gay Piero (Luca Argentero), politico appassionato ai temi delle "diversità". Ingenuo ma sinceramente impegnato, Piero decide di correre alla poltrona del municipio. Dalla sua parte, un gruppo di amici "omo" pronti a sostenerlo in tutto: contro, la candidata iper-centrista Adele (Claudia Gerini) e i burocrati di partito. »

Diverso da chi? | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | bobby
  2° | ju84
  3° | il conformista
  4° | paola d. g. 81
  5° | marta
  6° | lax
  7° | masmassy
  8° | paperinik
  9° | everlong
10° | olgadik
11° | stoccio
12° | epatarnello
13° | altryx
14° | alespiri
15° | paride86
16° | marezia
17° | marezia
18° | molok
Nastri d'Argento (5)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 20 marzo 2009
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità