Bombshell - La voce dello scandalo

Film 2019 | Biografico, Drammatico +13 108 min.

Titolo originaleBombshell
Anno2019
GenereBiografico, Drammatico
ProduzioneUSA
Durata108 minuti
Regia diJay Roach
AttoriNicole Kidman, Charlize Theron, Margot Robbie, Kate McKinnon, Allison Janney John Lithgow, Malcolm McDowell, Alice Eve, Alanna Ubach, Stephen Root, Connie Britton, Brigette Lundy-Paine.
Uscitagiovedì 26 marzo 2020
Distribuzione01 Distribution
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Jay Roach. Un film con Nicole Kidman, Charlize Theron, Margot Robbie, Kate McKinnon, Allison Janney. Cast completo Titolo originale: Bombshell. Genere Biografico, Drammatico - USA, 2019, durata 108 minuti. Uscita cinema giovedì 26 marzo 2020 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Bombshell - La voce dello scandalo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La ricostruzione del caso Roger Ailey, potente capo di Fox News licenziato perché accusato di molestie sessuali da diverse dipendenti. Il film ha ottenuto 3 candidature a Premi Oscar, 2 candidature a Golden Globes, 3 candidature a BAFTA, 4 candidature e vinto un premio ai Critics Choice Award, 3 candidature a SAG Awards, Al Box Office Usa Bombshell - La voce dello scandalo ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 27,9 milioni di dollari e 312 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un dramma serrato, coraggioso e ironico, sul valore della donna nella società americana.
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 13 gennaio 2020
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 13 gennaio 2020

Nel 2016, durante un dibattito con Donald Trump, Megyn Kelly, anchorwoman di Fox News, rete televisiva espressione della destra conservatrice americana, incalza il futuro Presidente a proposito della sua misoginia, e per questo viene attaccata dagli ascoltatori e dal presidente del network, Roger Ailey. Nello stesso periodo, la presentatrice Gretchen Carlson, sensibile ai temi del femminismo in un ambiente poco incline a valorizzare le donne, viene licenziata da Ailey e poco dopo fa causa all'ex capo per molestie sessuali, dando così inizio alla bufera giudiziaria che travolgerà l'uomo e porterà al suo licenziamento. Sull'onda del caso, anche Megyn Kelly accusa ufficialmente Ailey, mentre la giovane giornalista Kayla Pospisil, che per coronare il sogno di fare carriera a Fox News aveva accettato le offerte di Ailey, trova il coraggio di lasciare il suo posto.

Un dramma serrato sul ruolo e sul valore della donna nella società americana, e in particolare nell'informazione televisiva, prima linea di un sistema di potere e di rappresentazione in cui il giornalismo cede alle richieste della politica e dello spettacolo.

Un anno prima che il caso Weinstein scuotesse Hollywood e desse inizio alle battaglie culturali, sociali e mediatiche del movimento #metoo, il licenziamento di Roger Alley da Fox News per molestie sessuali fu un episodio altrettanto eclatante ma meno gravido di conseguenze. A distanza di tre anni Bombshell ne ricostruisce i passaggi e i protagonisti, scegliendo una forma di racconto che alla ricerca documentaria unisce l'audacia iperrealista del nuovo cinema impegnato americano, dissacrante alla maniera di Adam McKay e diretto alla maniera di Inside Job, e qui rappresentato dal regista Jay Roach, autore del film dedicato a Sarah Palin, Game Change, e dallo sceneggiatore Charles Randolph, già responsabile dello script di La grande scommessa.

Bombshell non teme di fare nomi e cognomi, spinge a tratti sul pedale dell'ironia (soprattutto nel modo in cui veterani John Lithgow e Malcolm McDowell interpretano Roger Ailey e Rupert Murdoch), ma non ricorrere mai a toni beffardi e caricaturali. Al contrario, ha una severità di sguardo che coinvolge ogni personaggio e ogni sfumatura dei loro comportamenti, dalle donne che trovano il coraggio di denunciare le molestie, consapevoli però di essere state a lungo controparte di un compromesso inconfessabile, al villain spaventoso Roger Ailey, che alla giornalista a cui ha appena chiesto di alzare il vestito fino alla vita ricorda minaccioso che lui «è discreto, ma spietato».

Uomini e donne di Bombshell, colpevoli e innocenti, vittime o complici, si muovono in realtà in un contesto ben più ampio delle loro singole storie, che costituisce il vero nucleo del film: la sede di Fox News a New York, che nella prima scena Megyn Kelly (interpreta da Charlize Theron con tanto di trucco prostetico che le stravolge i lineamenti e le ha fatto guadagnare una Nomination agli Oscar) illustra nella sua stratificazione simbolica e l'immagine della rete nella cultura americana, emblema dell'unione fra giornalismo, potere e conservatorismo.

Inevitabile che in un simile contesto le donne impiegate - per quanto spesso a favore del loro capo e incapaci di distinguere fra autoconvincimento e coercizione - siano schiacciate fra il peso delle ambizioni, la paura di perdere il lavoro, la spinta delle convinzioni (geniali alcuni scambi di battute sul mondo dei liberal visto dalla parte avversa) e l'obbligo più o meno accettato di mostrare il corpo prima di ogni cosa, nascondendo talvolta la propria identità (come fa la giornalista lesbica e democratica interpretata da Kate McKinnon) oppure vergognandosi delle proprie illusioni, come succede alla Kayla Pospisil di Margot Robbie, che a differenza dei personaggi reali di Kelly e Carlson (Nicole Kidman) è stata creata mettendo insieme diverse testimonianze raccolte durante la lavorazione.

Inaspettatamente, Bombshell è così un film sul rapporto fra la cultura femminile e la destra americana; sull'implicita vergogna o malafede nel riconoscersi in un universo di idee e valori finito nelle mani di un pensiero ostinatamente maschilista; e soprattutto sul valore ideale e monetario di ogni corpo, ogni sogno, ogni forma di verità.

Che sia anche un film abbastanza scaltro da cavalcare l'onda del #metoo, mostrando nel finale un certo piacere moralistico nell'osservare la caduta di un gigante, è senza dubbio vero; ma lo è altrettanto che per una volta la questione femminile sia osservata all'interno del mondo del lavoro, accettando la complessità e le contraddizioni di una battaglia che prima di essere mediatica e spettacolare è sociale, economica, e dunque individuale.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
La storia dello scandalo sessuale che travolse la Fox.
Overview di Massimiliano Carbonaro
lunedì 28 ottobre 2019

Sono stati numerosi gli scandali negli Stati Uniti che vengono riassunti con l'hashtag #MeToo - per segnalare le molestie sessiste e la violenza sessuale sul posto del lavoro - a cominciare da quello che travolse Harvey Weinstein. Meno conosciuto in Italia ma altrettanto dirompente è quello che coinvolse nel 2016 il potentissimo signore della tv Roger Ailes e che ora viene raccontato nel film Bombshell con il supporto di un super cast.

Roger Ailes, Presidente e CEO di Fox News e Fox Television all'epoca dello scandalo, è stato consulente per i media per Richard Nixon, Ronald Regan e George W. Bush ma ha anche contribuito come consigliere alla campagna elettorale per la presidenza di Donald Trump. In seguito alle accuse fu costretto a dimettersi. È morto nel 2017.

Il film diretto da Jay Roach mette insieme nel cast Nicole Kidman, Charlize Theron e Margot Robbie, tutte splendidamente bionde perché dovevano incarnare quella Bombshell che è il titolo del film, ossia l'esplosiva bionda bomba del sesso, che è uno dei miti femminili di una certa mascolinità. Ma anche i ruoli necessariamente interpretati da uomini vedono super professionisti a cominciare dall'attore chiamato ad impersonare proprio Roger Ailes, un bravissimo e incredibilmente somigliante John Lithgow. Fa sorridere che per la parte di Rupert Murdoch sia stato scelto Malcolm McDowell che per tutti è e resterà il Drugo di Arancia Meccanica.

La trama racconta, appunto, della decisione di alcune donne di primo piano della Fox News di reagire ai soprusi sessisti e molestie (quando non si è trattato di vera e propria violenza) da parte di Alies, a cominciare dalla giornalista e commentatrice tv Gretchen Carlson che ha il volto della Kidman, seguita poi da Charlize Theron che interpreta un'altra giornalista, Megyn Kelly. Unico personaggio inventato è quello di Kayla Pospisil che è stato affidato a Margot Robbie, nella parte della new entry della redazione.

Per la realizzazione di questo film particolarmente accurato si è prestata attenzione a ogni dettaglio a cominciare dal regista: Jay Roach è diventato famoso per i film della saga di Austin Powers, ma negli ultimi lavori si è dedicato a raccontare personaggi realmente vissuti come mostra il film L'ultima parola - la vera storia di Dalton Trumbo o All the Way, biopic sull'ex presidente degli Stati Uniti Lyndon Johnson. La sceneggiatura è firmata da Charles Randolph, che ha vinto l'Oscar per la Miglior Sceneggiatura non Originale con il film La grande scommessa, un'altra storia ispirata a personaggi realmente esistiti.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
NEWS
NEWS
mercoledì 18 dicembre 2019
 

La vicenda di Roger Ailes - accusato di molestie sessuali - e dell'emittente a cui faceva capo: la Fox News. Vai all'articolo »

OVERVIEW
lunedì 28 ottobre 2019
Massimiliano Carbonaro

Un cast di star per raccontare lo scandalo molestie che travolse il capo di Fox News, Roger Ailes. Prossimamente al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
mercoledì 16 ottobre 2019
 

Regia di Jay Roach. Un film con Nicole Kidman, Charlize Theron, Margot Robbie, Kate McKinnon, Allison Janney. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
giovedì 22 agosto 2019
 

Regia di Jay Roach. Un film con Nicole Kidman, Charlize Theron, Margot Robbie, Kate McKinnon, Allison Janney. Guarda il trailer »

winner
miglior trucco
Critics Choice Award
2020
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati