Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 17 agosto 2017

Adriano Giannini

Giannini, il figlio

46 anni, 10 Maggio 1971 (Toro), Roma (Italia)
occhiello
Stai qua a magna come se fosse il pranzo di natale e a sentì ste cazzate sulle migntte africane che so meglio delle nostre!
dal film La casa sulle nuvole (2008) Adriano Giannini è Michele Raggi
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Adriano Giannini
Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino



All'alba del regime franchista, l'atroce episodio di tredici giovani donne innocenti.

Le 13 rose: Il fiore della resistenza femminile

mercoledì 8 luglio 2009 - Edoardo Becattini cinemanews

Le 13 rose: Il fiore della resistenza femminile Ogni rosa ha la sua spina così come ogni storia ha le sue pieghe oscure che il cinema cerca di mettere letteralmente in luce. Dopo la Rosa Bianca dei fratelli Scholl vista con gli occhi della giovane Sophia e la Rosenstrasse di tutte le donne che protestarono contro la deportazione dei propri mariti, ancora una volta il cinema che incontra una storia di resistenza femminile non si contenta di mostrare la dissidenza al totalitarismo ma vuole "anche le rose". Le 13 rose racconta così di altrettante giovanissime donne ispaniche che, all'indomani della Guerra civile, divennero le prime vittime innocenti di un neo-regime totalitario bisognoso di urlare la propria forza attraverso braccia alzate, canti d'orgoglio nazionalista, processi farseschi e punizioni eccellenti. Attraverso un'alleanza fra forze e capitali sia spagnoli che italiani, Le 13 rose utilizza un'appassionata ricostruzione di una delle infinite ingiustizie della Storia lavorando sulla componente dialettica; così che oltre alla naturale distinzione ideologica fra collaborazionisti e dissidenti, vi oppone anche una visione di "gender" che vede da una parte un gruppo di uomini capaci solo di fuggire, tradire e torturare, e dall'altra le vite di tredici giovani "senza spine" che pagarono con la vita il loro amore per l'arte, la libertà e l'umanità.

Il film tv diretto da Ricky Tognazzi.

L'isola dei segreti, un film tv di misteri e passioni

lunedì 11 maggio 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

L'isola dei segreti, un film tv di misteri e passioni Prima, di quattro puntate, da domani 12 maggio 2009, Canale 5 manderà in onda il film tv diretto da Ricky Tognazzi. Un progetto che nasce dal desiderio, sia del regista sia dei produttori (Alessandro Jacchia e Maurizio Momi per la Albatross Entertainmeet S.p.a.) di fare qualcosa di nuovo. Desiderio molto sentito, ultimamente, da Mediaset, che sta sperimentando diversi prodotti con buoni successi, anche se con un po' di ansia, ammette Jacchia, che riconosce in questo film un lavoro di talento.
Con questo film si ripercorre la strada di un genere, molto apprezzato nel passato, ovvero quello degli sceneggiati italiani, che riscuote successo in altri paesi (Francia, Germania, ma è anche utilizzato nel cinema americano) per capire se il pubblico sia pronto a recuperare il genere mistery. Un film che, oltre ai suoi protagonisti, Romina Mondello e Adriano Giannini (lei è Maria Grimaldi, ispettore di polizia; lui è Vasco Brandi, il commissario), vede un cast artistico assai nutrito (potremmo citare, tra gli altri Enrico Lo Verso, Giovanna Ralli, Tosca D'Aquino, Randi Ingerman, Giovanni Esposito, Franco Sciacca, Larissa Volpentesta, ma anche lo stesso regista) fatto assai desueto in una fiction italiana. Ricky Tognazzi, dopo aver ringraziato tutti, in particolare Simona Izzo (la moglie sceneggiatrice "sul campo" come si definisce lei, che ha seguito il marito durante tutte le riprese), si dice riconoscente anche alla produzione per l'occasione che gli è stata data di affrontare un genere nuovo, simile agli sceneggiati Rai degli anni passati (come "Il segno del comando", con cui, interviene la moglie, sono cresciuti), in cui ritrovare non solo il mistery, ma un grandissimo giocattolo: dalla commedia, al melodramma, attraverso il giallo alla Agatha Christie.

Per amor vostro

* * * - -
(mymonetro: 3,37)
Un film di Giuseppe M. Gaudino. Con Valeria Golino, Massimiliano Gallo, Adriano Giannini, Elisabetta Mirra, Edoardo Crò.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2015. Uscita 17/09/2015.

Ho ucciso Napoleone

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,83)
Un film di Giorgia Farina. Con Micaela Ramazzotti, Libero de Rienzo, Adriano Giannini, Elena Sofia Ricci, Iaia Forte.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 26/03/2015.

Ambo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,52)
Un film di Pierluigi Di Lallo. Con Serena Autieri, Adriano Giannini, Maurizio Mattioli, Sara Putignano, Riccardo Graziosi.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2014. Uscita 04/12/2014.

La foresta di ghiaccio

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,69)
Un film di Claudio Noce. Con Emir Kusturica, Ksenia Rappoport, Domenico Diele, Adriano Giannini, Giovanni Vettorazzo.
continua»

Genere Thriller, - Italia 2013. Uscita 13/11/2014.

Senza nessuna pietà

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,73)
Un film di Michele Alhaique. Con Pierfrancesco Favino, Greta Scarano, Claudio Gioé, Renato Marchetti, Iris Peynado.
continua»

Genere Noir, - Italia 2014. Uscita 11/09/2014.
Filmografia di Adriano Giannini »

martedì 1 agosto 2017 - Fuori Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, il film di Silvio Soldini con Valeria Golino e Adriano Giannini sarà dall'8 settembre al cinema.

Il colore nascosto delle cose, il trailer

a cura della redazione cinemanews

Il colore nascosto delle cose, il trailer Teo è un uomo in fuga. Dal suo passato, dalla famiglia di origine, dai letti delle donne con cui passa la notte e da cui scivola fuori alle prime luci del giorno, dalle responsabilità. Il lavoro è l'unica cosa che veramente ama, fa il "creativo" per un'agenzia pubblicitaria e non stacca mai, tablet e cellulari lo tengono in perenne e compulsiva connessione con il mondo. Emma ha perso la vista a sedici anni, ma non ha lasciato che la sua vita precipitasse nel buio. O meglio, l'ha riacchiappata al volo, ha fatto a pugni con il suo handicap e l'ha accettato con la consapevolezza che ogni giorno è una battaglia. Fa l'osteopata e gira per la città col suo bastone bianco, autonoma e decisa. Si è da poco separata dal marito e Teo, brillante e scanzonato, sembra la persona giusta con cui concedersi una distrazione. Per Teo invece, tutto nasce per gioco e per scommessa, Emma è diversa da tutte le donne incontrate finora ed è attratto e impaurito dal suo mondo. Una ventata di leggerezza li sorprende, ma quel galleggiare in allegria bruscamente finisce. Ognuno torna alla propria vita, ma niente sarà più come prima. Il film di Silvio Soldini, interpretato da Valeria Golino e Adriano Giannini, sarà presentato Fuori Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Distribuito da Videa, Il colore nascosto delle cose uscirà al cinema l'8 settembre.

   

giovedì 27 luglio 2017 - Si tratta di Paolo Virzì, Sebastiano Riso, Andrea Pallaoro e i Manetti Bros. Tra i nomi più attesi al Lido quelli di George Clooney, Darren Aronofsky, Guillermo Del Toro e Paul Schrader. E su MYMOVIESLIVE - Nuovo Cinema Repubblica torna anche quest'anno la Sala Web con una selezione di titoli imperdibili.

Venezia 74, presentato il programma: 4 italiani in Concorso

Paola Casella cinemanews

Venezia 74, presentato il programma: 4 italiani in Concorso Quattro film italiani in Concorso alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia, altri quattro in gara nella sezione Orizzonti, un gran numero di produzioni nostrane sparpagliate Fuori concorso, in Giornate degli Autori e Settimana della Critica. "Di solito mi lamento dello scarto fra quantità e qualità dei film italiani", ha esordito il direttore artistico Alberto Barbera. "Quest'anno la situazione invece è capovolta, la qualità dei titoli selezionati è molto alta e c'è stato davvero l'imbarazzo della scelta. Una rondine non fa primavera, ma molte rondini forniscono un segnale positivo". Certo, mancano all'appello alcuni grandi autori italiani. "Garrone, Sorrentino, Bellocchio, Moretti sono ancora al lavoro", ammette Barbera. Ma in Concorso c'è Paolo Virzì con il suo attesissimo film "americano", The Leisure Seeker, scritto da Stephen Amidon insieme a Francesco Piccolo e Francesca Archibugi e interpretato da Helen Mirren e Donald Sutherland. Accanto a Virzì, una pattuglia di autori emergenti: dai Manetti Bros con il musical napoletano Ammore e malavita sulla camorra e i cantanti neomelodici al "rigoroso e austero" Hannah di Andrea Pallaoro (all'opera seconda dopo Medeas), protagonista unica Charlotte Rampling, a Una famiglia con Micaela Ramazzotti sul tema dell'utero in affitto firmato da Sebastiano Riso, che aveva debuttato proprio a Venezia come concorrente della Sic.

Fra gli altri titoli in concorso spiccano Suburbicon diretto da George Clooney con Matt Damon e Julianne Moore, Mother! di Darren Aronofsky con Jennifer Lawrence e Javier Bardem, The shape of water di Guillermo Del Toro e La Villa di Robert Guediguian, ciascuno "il film più bello degli ultimi 10 anni" del suo autore, a detta di Barbera. E poi l'attesissimo Mektoub, My Love di Abdellatif Kechiche, Three Billboards del regista di In Bruges Martin McDonagh con Frances McDormand e Woody Harrelson, First Reformed di Paul Schrader con Ethan Hawke e Amanda Seyfried e Ex Libris di Frederick Wiseman. Come preannunciato, aprirà le danze Downsizing di Alexander Payne con Matt Damon e Christoph Waltz.

Altre news e collegamenti a Adriano Giannini »
Per amor vostro (2015) Ho ucciso Napoleone (2015)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità