Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Periodici (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 27 ottobre 2020

Liam Neeson

L'eroe o suo padre

Nome: William John Neeson
68 anni, 7 Giugno 1952 (Gemelli), Ballymena (Gran Bretagna)
occhiello
Non ti ricordi di me? Abbiamo parlato due giorni fa. Ti avevo detto che ti avrei trovato...
dal film Io vi troverò (2008) Liam Neeson  Bryan
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Liam Neeson
Razzie Awards 2013
Nomination peggior attore non protagonista per il film Battleship di Peter Berg

Golden Globes 2005
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Kinsey di Bill Condon

Golden Globes 1997
Nomination miglior attore per il film Michael Collins di Neil Jordan

Festival di Venezia 1996
Premio coppa volpi migliore interpretazione maschile per il film Michael Collins di Neil Jordan

Premio Oscar 1994
Nomination miglior attore per il film Schindler's List di Steven Spielberg

Golden Globes 1994
Nomination miglior attore per il film Schindler's List di Steven Spielberg



Liam Neeson interpreta l'uomo qualunque in cerca di sé nel thriller psicologico di Collet-Serra.

L'uomo (stra)ordinario

giovedì 24 febbraio 2011 - Marzia Gandolfi cinemanews

L'uomo (stra)ordinario Nordirlandese cresciuto nei ‘disordini’ e ‘canonizzato’ nella Cracovia in bianco e nero di Steven Spielberg (Schindler's List), Liam Neeson è un attore letteralmente all’altezza. 193 centimetri di talento e Irishness che hanno prodotto uno stile introverso e originale. Lato ‘chiaro’ della forza in una galassia lontana lontana, Neeson domina il registro drammatico cucendosi spesso addosso personaggi instabili e sovversivi, che oppongono il gran rifiuto e promuovono il riscatto sociale (Rob Roy, Michael Collins). Mai rassegnato, in lui si dibatte lo scontro culturale tra la tradizione insulare e quella americana e s’infiamma un’inquietudine inquadrata nella storia irlandese di dissenso e anticonformismo. Gli introversi esplosivi appaiono perfetti per la sua personalità impetuosa, esibita questa volta nel thriller psicologico di Jaume Collet-Serra, che lo vuole professore senza identità a Berlino. E proprio il ‘carattere’ della capitale tedesca sarà il primo antagonista del dottor Martin Harris, botanico americano sostituito da un impostore, che vive la sua vita, bacia la sua compagna e interviene al suo convegno di biotecnologia. Straniero e privato della sua identità, fatta a pezzi da un trauma e un volo tragico nel fiume, il protagonista di Unknown è mosso dal desiderio ossessivo di rimettere insieme i pezzi di sé, di trovare una logica al caos in cui lo hanno evidentemente precipitato e di evadere da una città che toglie il respiro e preclude la libertà di movimento. Soffocato dalla claustrofobia urbana, trascurato dalle istituzioni, confinato nella solitudine di un isolamento forzato l’uomo comune di Neeson, sceso dall’aereo e destinato a un piacevole soggiorno berlinese, è costretto ad arrangiarsi trovando nel suo agire impacciato l’uomo d’azione. Ma è a questo punto della storia che il regista reinventa la classica narrazione “a colpo di scena” della letteratura thriller, appagando i piaceri più immediati dello spettatore e gratificandone insieme gli aggiornati compiacimenti culturali. Presi un genere popolare e un soggetto familiare (l’uomo qualunque scambiato questa volta ‘con un altro’ e non ‘per un altro’), Collet-Serra li corregge vanificando l’illusione del pubblico di sapere qualcosa.

L’ombra del sospetto
Accade che in Unknown le persone e le situazioni possano non essere sempre ciò che sembrano. Il regista suggerisce nelle fughe urbane e nei combattimenti ‘corpo a corpo’ del nostro eroe ordinario, assediato caparbiamente da sicari professionisti, una disinvoltura davvero (troppo) straordinaria. Martin Harris è davvero allora chi dice di essere? Il cinema non è nuovo al personaggio che si rivela o potrebbe rivelarsi altro. Ammiccando al Cary Grant hitchcockiano (Intrigo internazionale) o all’Harrison Ford polanskiano (Frantic), il regista spagnolo propone al talento di Liam Neeson un innocuo professore che ‘tanto gentile e onesto (ap)pare’ nella conduzione della storia. Al contrario, nel gran finale, l’ordinarietà del personaggio lascerà il passo a una straordinarietà che non è più generata dagli eventi inaspettati ma è sempre stata lì, sedata soltanto da un brutto incidente che ha colpito duro alla testa e all’anima del protagonista. Martin Harris non esiste, è una falsa identità creata e dopo dimenticata e infine creduta propria ed effettiva da un killer spedito a Berlino per avvicinare e assassinare, sotto mentite spoglie, un celebre professore. La sceneggiatura combina dunque la vertigine narrativa con la vertigine del protagonista, strutturando il film come un viaggio paranoico sull’orlo di un abisso. Grazie all’ambiguità garbata e persino romantica di Neeson a stento lo spettatore indovinerà la verità e l’altro che è in lui: un criminale costretto nell’epilogo a un faccia a faccia con se stesso. Nello specchio di un albergo e negli occhi larghi e chiari di Diane Kruger il sicario vedrà il riflesso dell’anima originale e avvertirà l’insorgere del sentimento più gentile.

   

Men in Black - International

Men in Black - International

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,57)
Un film di F. Gary Gray. Con Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Liam Neeson, Emma Thompson, Rafe Spall.
continua»

Genere Azione, - USA 2019. Uscita 25/07/2019.
Karenina & I

Karenina & I

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,63)
Un film di Tommaso Mottola. Con Gørild Mauseth, Liam Neeson, Sonia Bergamasco, Fekla Tolstoy, Valentin Zaporozhets.
continua»

Genere Documentario, - Russia, Gran Bretagna, Norvegia, Italia 2017. Uscita 09/03/2019.
Un uomo tranquillo

Un uomo tranquillo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,79)
Un film di Hans Petter Moland. Con Liam Neeson, Tom Bateman, Tom Jackson, Emmy Rossum, Laura Dern.
continua»

Genere Azione, - Gran Bretagna 2019. Uscita 21/02/2019.
Schindler's List

Schindler's List

* * * * -
(mymonetro: 4,31)
Un film di Steven Spielberg. Con Liam Neeson, Ben Kingsley, Ralph Fiennes, Caroline Goodall, Embeth Davidtz.
continua»

Genere Drammatico, - USA 1993. Uscita 24/01/2019.
Widows - Eredità Criminale

Widows - Eredità Criminale

* * * - -
(mymonetro: 3,24)
Un film di Steve McQueen (II). Con Viola Davis, Michelle Rodriguez, Elizabeth Debicki, Cynthia Erivo, Colin Farrell.
continua»

Genere Thriller, - Gran Bretagna 2018. Uscita 15/11/2018.
Filmografia di Liam Neeson »

domenica 18 ottobre 2020 - Intanto a livello globale, il mercato fa segnare -19% rispetto alla scorsa settimana. 

Ottimo sabato per Greenland che si conferma primo con quasi 130mila euro

Andrea Chirichelli cinemanews

Ottimo sabato per Greenland che si conferma primo con quasi 130mila euro Gran sabato per Greenland, che ottiene quasi 130mila euro con poco meno di 20mila spettatori e sale a 1,1 milioni di euro complessivi. La sfida per il secondo posto la vince La vita straordinaria di David Copperfield, che supera di una manciata di euro Lockdown all’italiana, con entrambi i titoli che chiudono a 76mila euro. Gran balzo in avanti per Trash, che incassa 49mila euro e sale a 62mila totali.

A centro classifica ci sono Un divano a Tunisi, con 43mila euro e un totale di 327mila e Lasciami andare, che incassa altri 31mila euro e sale a 284mila. Tenet è settimo e riesce a ottenere altri 26mila euro, per un totale che oramai sfiora i 6,7 milioni di euro. In coda ci sono Lacci, che incassa 25mila euro e sale a 719mila, Il giorno sbagliato, anch’esso a 25mila euro per un totale di 1,1 milioni e Divorzio a Las Vegas, che ottiene 21mila euro per un totale di 218mila. 
 

Globalmente il mercato fa segnare un -19% rispetto alla settimana scorsa, un po’ per l’assenza di new entry di rilievo, un po’ per l’aumento considerevole dei contagi.
Andrea Chirichelli

 Una Tokyo Tower illuminata di rosso celebra il clamoroso successo di Demon Slayer the Movie: Mugen Train che sta polverizzando ogni record d’incasso e presenze nel suo primo weekend di programmazione in Giappone. Il sabato è si concluso con 890mila presenze, il doppio rispetto al detentore del record, Frozen 2 (guarda la video recensione), che aveva avuto 452mila spettatori e quattro volte la cifra ottenuta dal fenomeno Your Name, altro titolo animato di enorme successo. Tutte le sale IMAX che proiettano il film sono sold-out, e nelle sale normali il tasso di riempimento è dell’80%, una cosa mai vista prima. Un evento straordinario nell’anno più difficile di sempre per il cinema…ma non nei mercati orientali, dove il Covid sembra, per ora, essere stato sconfitto.

Ben altre cifre e clima negli USA. Andrew Cuomo, governatore di New York ha annunciato che il 25% delle sale potrà riaprire dal 23 ottobre, se le cose non peggioreranno, mentre tra i film in sala, va in testa l’action Honest Thief, con Liam Neeson, che incassa 1,3 milioni di dollari nel rimo giorno di programmazione e dovrebbe chiudere il weekend con più di 4 milioni, una cifra che in condizioni normali forse non avrebbe permesso al film nemmeno di entrare in top ten, ma quest’anno va così. 

Box Office Italia di sabato 17 ottobre 2020
1. Greenland: Euro 129.869
2. La vita straordinaria di David Copperfield: Euro 76.581
3. Lockdown all'italiana: Euro 76.416
4. Trash: Euro 49.318
5. Un divano a Tunisi: Euro 43.916
6. Lasciami andare: Euro 31.286
7. Tenet: Euro 26.357
8. Lacci: Euro 25.676
9. Il giorno sbagliato: Euro 25.398
10. Divorzio a Las Vegas: Euro 21.404

mercoledì 14 ottobre 2020 - Quanto a presenze il film più visto rimane però Greenland, terzo. Disney intanto scommette sullo streaming.

Il caso Pantani stacca tutti al box office. Maledetto Modigliani insegue

Andrea Chirichelli cinemanews

Il caso Pantani stacca tutti al box office. Maledetto Modigliani insegue Il caso Pantani – L’omicidio di un campione prende il largo e stacca gli altri film, permettendo al mercato di crescere parecchio rispetto alla settimana scorsa: l'incasso è di 84mila euro per un totale di 145mila in due giorni. Maledetto Modigliani, secondoottiene 61mila euro e sale a 98mila euro. Il più visto, quanto a presenze è sempre Greenland, che ottiene altri 55mila euro per un totale di 840mila euro (e dovrebbe raggiungere il milione entro la fine del weekend).

Tutti sotto i 20mila euro gli incassi degli altri film in classifica: Lasciami andare è quarto con 18mila euro e supera i 200mila complessivi, Lacci incassa altri 15mila euro e sale a 655mila. Un divano a Tunisi ottiene 14mila euro e raggiunge 237mila euro. In coda troviamo Divorzio a Las Vegas, con 11mila euro e 169mila complessivi, Il giorno sbagliato, con 10mila euro e 1,1 milioni di euro, Tenet, che sta per lasciare la top ten dopo quasi due mesi di presenza, con 9 mila euro ed un totale di 6,6 milioni, mentre chiude Waiting for the Barbarians, con 8mila euro e 498mila euro complessivi.

DISNEY: AVANTI TUTTA SULLO STREAMING
Grandi cambiamenti in vista in casa Disney che, per bocca del suo amministratore delegato, ha ufficialmente dichiarato un avanti tutta sullo streaming e ovviamente su Disney+, che diventa da oggi in poi la piattaforma di riferimento per tutte le future produzioni. Dopo aver chiuso un 2019 incredibile dal punto di vista degli incassi, con oltre 13 miliardi di dollari incassati dalle sale cinematografiche grazie ad Avengers: Endgame (guarda la video recensione), Il Re Leone (guarda la video recensione) e molte altre produzioni di successo, Disney sta vivendo il peggior anno della sua storia recente, non essendo riuscita a mandare nelle sale nemmeno un film a causa del Covid, tra rimandi e spostamenti forzati su Disney+. Brutte notizie per le sale e tutto sommato anche per gli altri player dello streaming, quali Netflix, Amazon, HBO ed Apple, che dovranno vedersela d’ora in poi con un concorrente molto più agguerrito del previsto.

AMAZON E BOX OFFICE USA
Proprio Amazon ieri ha peraltro ufficializzato che l’atteso sequel di Coming to America (ovvero Il Principe cerca moglie) sarà reso disponibile su Prime Video e molto probabilmente salterà l’uscita nelle sale. Nei cinema americani questa settimana proverà a dire la sua Honest Thief, con Liam Neeson, che avrà dalla sua un migliaio di schermi e oltre 180 sale Imax, per provare a tenere in vita un mercato eufemisticamente boccheggiante.

Box Office Italia di martedì 13 ottobre 2020
1. Il caso Pantani - L'omicidio di un campione: Euro 84.401
2. Maledetto Modigliani: Euro 61.128
3. Greenland: Euro 55.620
4. Lasciami andare: Euro 18.102
5. Lacci: Euro 14.925
6. Un divano a Tunisi: Euro 14.625
7. Divorzio a Las Vegas: Euro 11.800
8. Il giorno sbagliato: Euro 10.758
9. Tenet: Euro 9.784
10. Waiting for the Barbarians: Euro 8.284
 

lunedì 12 ottobre 2020 - Lacci e Lasciami andare sul podio. Negli StatesTenet deve cedere il passo a Nonno questa volta è guerra!.

Cresce la voglia di blockbuster USA: Greenland stravince anche il weekend

Andrea Chirichelli cinemanews

Cresce la voglia di blockbuster USA: Greenland stravince anche il weekend Greenland stravince il weekend e grazie ad una domenica da ben 271mila euro sale a 725mila euro complessivi, segno che i blockbuster americani funzionano ancora (o meglio, funzionerebbero, se non ci fosse il Covid). Completano il podio due film italiani: Lacci, che ieri ha ottenuto 77mila euro ed è salito a 628mila euro e Lasciami andare, che ha aggiunto 73mila euro al suo bottino di 178mila euro complessivi.

Quarto posto per Un divano a Tunisi, che incassa 66mila euro e sale a 212mila, mentre Divorzio a Las Vegas galleggia a metà classifica con 64mila euro ed un totale di 146mila euro. A centro classifica troviamo Tenet, che riesce ancora ad incassare 50mila euro e superare la barriera dei 6,6 milioni di euro.

Bene anche Il giorno sbagliato, che incassa 49mila euro e sale a quasi 1,1 milioni. In coda ci sono Padrenostro, con 43mila euro e 900mila euro complessivi, Onward (guarda la video recensione), che continua a tornare in classifica nei weekend con 34mila euro e 1,1 milioni e Burraco fatale con 25mila euro e un totale di 268mila. Si resiste, insomma, ma il futuro è sempre più incerto.

Dopo sei settimane di dominio, Tenet cede il primo posto a Nonno questa volta è guerra!, che vince il weekend USA con 3,6 milioni di dollari contro i 2,1 di Tenet. Il film di Nolan arriva quindi a 48,3 milioni negli USA e a un totale di 323,3 milioni di dollari globali. Il dato di Tenet appare particolarmente sconfortante alla luce del numero di sale occupate dal film, oltre 2300, ma secondo un sondaggio effettuato tra gli spettatori di Nonno questa volta è guerra!, quasi la metà ha affermato di non andare al cinema perché, in sintesi, non ci sono film da vedere. Sul podio resiste anche Hocus Pocus, che incassa 1,1 milioni di dollari, per un totale di 4 milioni complessivi. Honest Thief, thriller con Liam Neeson, apre in Canada con 320mila dollari da 170 sale.

In Cina My People, My Homeland arriva a 321 milioni, Jiang Ziya tocca quota 217 ma rallenta parecchio e non dovrebbe superare i 250 milioni a fine corsa (un terzo dell’incasso totale di Ne Zha).

Box Office Italia di domenica 11 ottobre 2020
1. Greenland: Euro 271.257
2. Lacci: Euro 77.062
3. Lasciami andare: Euro 73.951
4. Un divano a Tunisi: Euro 66.272
5. Divorzio a Las Vegas: Euro 64.959
6. Tenet: Euro 50.924
7. Il giorno sbagliato: Euro 49.087
8. Padrenostro: Euro 43.526
9. Onward - Oltre la magia: Euro 34.777
10. Burraco fatale: Euro 25.384

Altre news e collegamenti a Liam Neeson »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Vulnerabili
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità