Il padrino

Film 1972 | Drammatico +16 175 min.

Regia di Francis Ford Coppola. Un film Da vedere 1972 con Marlon Brando, James Caan, Al Pacino, Robert Duvall, Diane Keaton, Richard Castellano. Cast completo Titolo originale: The Godfather. Genere Drammatico - USA, 1972, durata 175 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 4,91 su 162 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Il padrino
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Vito Corleone, emigrato bambino dalla Sicilia negli Usa, è diventato un grande "padrino", ossia il capo di un'importante famiglia mafiosa. Il film ha ottenuto 14 candidature e vinto 4 Premi Oscar, ha vinto un premio ai David di Donatello, 8 candidature e vinto 6 Golden Globes.

Consigliato assolutamente sì!
4,91/5
MYMOVIES 4,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,80
ASSOLUTAMENTE SÌ
Capolavoro di Coppola, sempre coinvolgente e intramontabile.

Vito Corleone, emigrato bambino dalla Sicilia negli Usa, è diventato un grande "padrino", ossia il capo di un'importante famiglia mafiosa. Ci si rivolge a lui come a un personaggio di grandissimo rilievo: nelle prime sequenze don Vito riceve gente come in una vera e propria udienza, gli chiedono favori e lui decide se farli o meno. I favori consistono nel punire, o addirittura uccidere qualcuno, nell'ottenere un certo appalto o lavoro. Corleone ha tre figli, Michael (Pacino), Sonny (Caan), Fredo (Cazale). Quando il vecchio viene gravemente ferito in un attentato, è Michael, eroe di guerra e avvocato, che il patriarca avrebbe voluto tener lontano dagli affari, ad affrontare la situazione. Uccide il responsabile dell'attentato e il poliziotto complice, poi fugge in Sicilia. Quando ritorna diventa il capo indiscusso e introduce sistemi più moderni ed efficaci. A poco a poco diventa tutt'uno col suo ruolo. Nel frattempo si è sposato e ha avuto figli che comunque non lo hanno distolto dall'"altra" famiglia. Il film si chiude col massacro, ordinato da Michael, di tutti i suoi rivali, mentre il nuovo padrino assiste in chiesa al battesimo di uno dei suoi figli. Film di enorme successo, premiato con l'Oscar. Tratto dal best-seller di Mario Puzo ha avuto successivamente due sequel (ottimo il Padrino II, inutile il III), ha inventato un filone infinito (anche se non si può non ricordare La fratellanza di Martin Ritt, di quattro anni prima) e ha rilanciato, una volta ancora, Marlon Brando, che si era presentato al provino per quel ruolo con la modestia di un principiante. Brando con le guance gonfiate e la voce impastata, la grinta inquietante di Pacino, il notissimo tema di Nino Rota, aggiunti alla "cultura" mafiosa e agli ambienti siciliani, sono diventati segnali indispensabili e senza tempo, reiterati in centinaia di pellicole, libri e articoli. In questo film, ma soprattutto nel secondo (ricordiamo la strepitosa ricostruzione della "Little Italy"). Un autentico precedente al quale si sarebbero largamente ispirati i registi dell'ultima generazione, come Scott, Landis, Line e Cimino. Il Padrino è un'opera sempre vedibile e sin troppo coinvolgente se è vero che si è indotti a stare dalla parte dei cattivi. Si potrebbe discutere sull'immagine del nostro paese suggerita da un film di tale impatto: passavamo dall'Italia dei poveracci di Ladri di biciclette a quella dei furbi del Sorpasso, al paese dei mafiosi nei Padrini.

IL PADRINO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
TIMVISION
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 12 aprile 2009
Reiver

Stavolta sarò molto breve.Il voto è per non rovinare la media di questo splendido film.Succede però che in questi giorni Sky sta facendo passare in continuazione i tre Padrini,e allora,sebbene io li conosca a memoria,una sera ho buttato un'occhiata.Quando ho sentito la voce di James Caan ho avuto un sobbalzo...Poi ha parlato Pacino e allora mi sono stropicciato gli occhi e poi le orecchie (si può fare?eh [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 giugno 2010
il cinefilo

TRAMA:Il film racconta le vicende di una famiglia mafiosa italo-americana e "governata" dal boss don Vito Corleone(il grande Marlon Brando)che gestisce i suoi"affari"attraverso omicidi,ricatti e vendette ma organizzati sempre con attenzione e astuta "prudenza" fino a quando non salirà al comando il figlio Micheal(Al Pacino)...RECENSIONE:Francis Ford Coppola dirige con questo primo capitolo della trilogia(le [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 dicembre 2010
joker 91

il film che tutti anche senza averlo visto conoscono. Coppola in uno stato di grazie dipinge un film iconico con attori che diventeranno tutti dei miti escluso Brando che a quel tempo lo era già. Un film crudo,romanzato con interpreti eccellenti ed una colonna sonora di Nino Rota paurosa, Marlon Brando crea la figura più grande mai vista ed si inizia ad intravedere un certo [...] Vai alla recensione »

martedì 21 luglio 2015
Super Santos

Simpatizzare per un mafioso non è motivo di orgoglio eppure questo film riesce a spingerti in questa direzione. Sia Al Pacino che Brando danno quella sensazione di potere assoluto nel loro ruolo ,quello del padrino, che va oltre la legge ,la giustizia e tutte le regole comunemente da osservare. E sembra quasi che vengano "assolti" nel farlo da una società corrotta che [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 giugno 2014
Great Steven

IL PADRINO (USA, 1972) diretto da FRANCIS FORD COPPOLA. Interpretato da MARLON BRANDO – AL PACINO – JAMES CAAN – DIANE KEATON – ROBERT DUVALL – JOHN CAZALE – TALIA SHIRE – STERLING HAYDEN – RICHARD CASTELLANO – RICHARD CONTE – AL LETTIERI § Tratto dal superlativo romanzo scritto in lingua inglese di Mario Puzo (1969), che ha collaborato [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 dicembre 2011
Gianni Lucini

Nella notte degli Oscar del 28 marzo 1973 Marlon Brando rifiuta di ritirare la preziosa statuetta, vinta per la sua interpretazione nel film “Il Padrino” e va a rendere omaggio agli indiani d’America in segno di solidarietà con le loro rivendicazioni. Son passati quasi vent’anni da “Fronte del Porto” ma Marlon Brando non è cambiato.

mercoledì 8 dicembre 2010
claudus

A Marlon Brando sarebbero bastati i primi venti minuti del film per vincere la statuetta come miglior attore protagonista. Durante il resto della storia ci fa un grande regalo. Una sorpresa indimenticabile. Già prima che si veda il suo volto , grazie alla straordinaria ripresa dalle spalle ( per circa cinque minuti, e che farà scuola in casa Tarantino ) utilizza la mano come [...] Vai alla recensione »

martedì 30 giugno 2015
gabrigilli1997

 Questo film può essere definito come la conferma dell'immenso talento di Marlon Brando, all'epoca in discesa a causa di film pessimi. Qui, invece, è Marlon Brando che rappresenta tutto il film,con il suo personaggio monumentale di Vito Corleone, dalla scena con il signor Buonasera a quella della sua commovente morte in giardino, di fronte agli occhi ingenui del nipote.

giovedì 25 giugno 2015
gabrigilli1997

Questo film può essere definito come la conferma dell'immenso talento di Marlon Brando, all'epoca in discesa a causa di film pessimi. Qui, invece, è Marlon Brando che rappresenta tutto il film,con il suo personaggio monumentale di Vito Corleone, dalla scena con il signor Buonasera a quella della sua commovente morte in giardino, di fronte agli occhi ingenui del nipote.

sabato 12 luglio 2014
kondor17

Tra i film ed i serial su cosa  nostra, questo va messo di sicuro in cima alla lista. Con un cast da capogiro, FF Coppola ci fa.vedere cos'è il vero cinema. Sceneggiatura, interpretazione, montaggio, uso della macchina da presa, musica tutto praticamente perfetto. Forse un pò antico nel modo di girare e (volutamente?) lento nelle pause e nei silenzi, ma questo gli dona tutt'oggi [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 novembre 2016
biso 93

Il Padrino e' un film del 1971 diretto da Francis Ford Coppola, tratto dal romanzo di Mario Puzo. Il Padrino e' considerato uno dei film piu' bella nella storia del cinema e per quanto ci si possa sforzare, e' difficile andare contro questa etichetta. The Godfather e' un film corposo, ricco di personaggi dalla forte caratterizzazione e interpretati in modo eccelso.

venerdì 22 gennaio 2010
Andrea Castello

Don Vito è il capostipite della famiglia Corleone la quale, grazie al racket, diviene una delle più importanti organizzazioni criminali di New York. I guai iniziano quando i Corleone rifiutano un'offerta nel business della droga da parte de "il Turco" (affiliato alla famiglia rivale Tartaglia).Primo capitolo di una delle trilogie più famosa della storia del cinema.

mercoledì 13 gennaio 2010
GiampyBazz

Ho visto la saga decine di volte...in Tv, su VHS (che custodisco ancora gelosamente) e quando ho deciso di aggiornare la mia videoteca con i Dvd....un orrore! I dvd sono stati rimasterizzati e ridoppiati! Sentire Al PAcino con la voce di uno dei Chips (con tutto il rispetto per John e la sua voce italiana) o De Niro con un siciliano maccheronicamente forzato e' un vero sacrilegio! Voi che avete [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 dicembre 2010
Giordy.91

!!!!!!!!!!!!!!!stupendo"!!!!!!!!!!!!!!!

martedì 17 agosto 2010
Evghen950

Secondo me il padrino è il miglior film che per ora ho visto in vita mia....  con prove di grande talento di molti attori.... ovviamente Al Pacino, Marlon Brando, ma anche John Cazale, Robert Duvall, Diane Keaton e molti altri.... forse non c'è nessuno che reciti male.  Ottimo doppiaggio. Una storia che, nel suo genere, non è difficile come quella del terzo film [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 agosto 2012
tiamaster

Tre stelle e mezzo a questo film,uno dei più grandi della storia,io mi dico COME SI Fà???dare meno di 5 stelle a "il padrino" equivale a dichiarare di non intendersi di cinema!!! e non è un caso isolato....tre stelle a "il buio oltre la siepe",due e mezzo a "Ben-Hur".......MA COME SI Fà????

martedì 25 gennaio 2011
peppe97

La prima volta che l' ho visto mi sono commosso e , non sono l' unico. C'è infatti un regidìsta Chris Columbus che ha avuto la mia stessa reazione , perciò credo che film migliori di questo siano in pochi e, sfiderei chiunque ad elencarli!! P.S A chiunque dico che IL PADRINO è , per me , un film che val la pena vedere!!!!!!

lunedì 7 dicembre 2009
Luca Scialo

Uno dei miei film preferiti, secondo solo proprio al suo sequel. Il film riesce nell'impresa di non mitizzare (come invece molti lo hanno accusato) nè ridicolizzare gli italo-americani che negli States hanno intrapreso attività illecite e sanguinarie. Lo staff di grandi attori han reso la trama ancor più impeccabile e accattivante.

martedì 16 febbraio 2010
Pierluigi Persano

ma come fa il morandini a dare 3 stelle e mezzo ad uno dei film più belli di sempre??? pazzo!!!!!

mercoledì 17 febbraio 2016
Teach

Davvero un magnifico film perfetto un capolavoro un film di Coppola davvero stupefacente con un ottimo cast Marlon Brando magnifico Al Pacino anche lui bella interpretazione pero a parer mio è meglio Apocalypse Now

lunedì 5 ottobre 2015
pie9701

Unico ed irripetibile. Ottima l'interpretazione di Brando e di Al Pacino. Pellicola senza dubbio meglio riuscita delle successive due, che fa di lei una pietra miliare della storia del cinema e della trilogia.

giovedì 26 aprile 2012
paolotog

capolavoro

martedì 15 dicembre 2009
tonipilato

Anche io ho sentito, più che visto, il Padrino ridoppiato e ho pensato di vedere un altro film!! Certe voci diverse e i cognomi cambiati sono assolutamente inaccettabili!!! Sono d'accordo ch la tele ci mostra finti eroi ogni giorno e che faccia passare per màrtiri anche coloro che invece dovrebbero essere vittima di martìri, ma cambiare certe cose a film cult e leggende è criminale!! Ma non è uno spreco [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
il_marco95

...finalmente ho baciato le mani a questo film. Grandioso, epico, mai noioso, carismatico, imperdibile, ben recitato! 5 stelle

mercoledì 17 giugno 2009
joker91

sono passati ormai molti anni da quando francis ford coppola creava questo capolavoro ma gli anni non anno mai cambiato la reputazione del film e resta sempre una dellle pelllicole più grandi e conosciute. marlon brando grandioso,al pacino agli esordi in questo film dimostra le sue grandi capacità che con gli anni lo porteranno a essere forse l' attore più grande di tutti i tempi assieme a de niro [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 luglio 2015
Barolo

Notevole e fedele  ricostruzione dalla mafia italo-americana negli anni del dopoguerra,grande cura nei dettagli,interpretazioni magistrali,con Marlon Brando in testa Film da non perdere

sabato 27 giugno 2015
stefano bruzzone

 Il Padrino è da considerarsi il film dei films.Ogni commento sarebbe riduttivo e non all'altezza del capolavoro di Coppola. Voto: 10 e lode

mercoledì 4 febbraio 2015
MrMassori

Non solamente un Film, ma un'opera d'arte a 360°. E' un Capolavoro Immortale ed una pietra miliare della storia del Cinema. Senza alcun dubbio è tra i miei 15 film preferiti in assoluto.

domenica 26 ottobre 2014
yurigami

Uno dei film più belli sulla mafia, il più bello tra gli ultimi film di Marlon Brando, da pelle d'oca, però gli altri due, un poco noiosi a parer mio, questo vince tutto. Una volta i criminali credevano in qualcosa, come diceva William Fichtner in batman il cavaliere oscuro. P..s. l'unico padrino che non bacia i culi...

lunedì 3 marzo 2014
brian77

Non solo è uno dei capolavori della storia del cinema, ma è uno di quei film che danno la sensazione che il cinema sappia ancora avere una dimensione mitica. Dopo tanta spazzatura minimalista o estetizzante, e tanti Blockbuster cialtroni, ce ne stavamo quasi dimenticando.

martedì 16 luglio 2013
CoCh_98

Un capolavoro inossidabile, una regia e sceneggiatura straordinarie e delle interpretazioni stupende da parte di tutto il cast. Un film che spiega in maniera impeccabile la sorte di una delle Cinque Famiglie di New York. Da vedere e rivedere. 

martedì 8 novembre 2011
Nalipa

Spero lo abbiano visto tutti coloro che si definiscono amanti del cinema, La vicenda narrata magistralmente introduce nelle vicende famigliari (dove per famiglia si intende "LA FAMIGGHIA") dei Corleone - Imperdibile perché si conosce il patriarca iniziatore interpretato da un monumentale Brando. Ogni due o tre anni rivedo l'intera trilogia e vi assicuro che ogni volta é un vero piacere.!

lunedì 24 maggio 2010
francescol82

Non penso ci sia bisogno di spendere molte parole: è un cult imperdibile, chi non l'ha mai visto deve assolutamente rimediare.

sabato 22 maggio 2010
toty bottalla

Il grande capolavoro è caratterizzato alla perfezione da attori straordinari addirittura in qualche caso migliorati nella versione sonora italiana, da un doppiaggio strepitoso, la fotografia e l'ambientazione sono fantastiche e i dialoghi sono l'esaltazione poetica seppure del male.

domenica 20 settembre 2009
mirkettotrumpeter

Ragazzi, ho notato una ambiguità....nel primo capitolo "Clemenza" parla dialetto napoletano, mentre nel secondo capitolo,nelle scene che raccontano il passato di don vito, Clemenza parla in siciliano come Don Vito....insomma, visto che sicuramente non hanno sbagliato loro ma mi sbaglio io illuminatemi! :D

lunedì 4 settembre 2017
Chris Nolan

Uno dei più grandi film della storia

mercoledì 21 giugno 2017
antovanta

Uno dei film più belli che abbia mai visto. Pieno di colpi di scena, coinvolgente e tutt'altro che noioso. 

venerdì 8 marzo 2013
GiorgiaTru

Un grando Marlon Brando

venerdì 8 marzo 2013
GiorgiaTru

mercoledì 20 febbraio 2013
giampini

C'è bisogno di commentare???

mercoledì 18 luglio 2012
stefano bruzzone

 il primo...un capolavoro assoluto....3 ore e 10 che filano via senza quasi accorgersene...occhi ed orecchie incollati allo schermo per godere di ogni istante di questo affresco sulla vita di Vito Corleone. Un cast giovanissimo che segnerà la storia del cinema mondiale capitanati da un Marlon Brando ben oltre la perfezione interpretativa.

giovedì 13 maggio 2010
Antonio_10

Buongiorno, ieri riguardando per l'ennesima volta il film Il Padrino, ho notato che durante una scena,sul corpo di Michael Corleone appare riflesso il volto di una donna.L'immagine non può essere voluta,non è coerente con il contesto dell'azione e sembrerebbe un riflesso creatosi chissà come. Vorrei sapere se la cosa era stata notata da voi appassionati del film. Ciao

mercoledì 24 marzo 2010
Saix91

... si sa che il Morandini ha un'attendibilità sul cinema pari a quella di Biscardi sul mondo della grammatica italiana. Dare tre e mezzo a questo film è un insulto, come lo è dare tre e mezzo a Qualcuno volò sul nido del cuculo e tre a Il ritorno del re, tutti capolavori, film da 5 stelle, pietre miliari del cinema.

venerdì 27 marzo 2009
ibracadabra 8

per questo cult ogni aggettivo non gli fa onore,xchè,è come se vedessi, un alieno e rimani senza parole.tutta la saga è un opera d arte,però il 1capitolo e il 2capitolo,sono epici,la scena dove micheal ,al ristoante uccide sollozzo e il capitano della poliia è da antologia. 8 MERAVIGLIA DEL MONDO.

giovedì 10 maggio 2012
SamuBotta

Lo dovrebbero chiamare così il film. Coppola è riuscito a creare il film gangster o forse il più bello della storia del cinema. Una storia tutta all'italiana con magistrali attori come Marlon Brando,Al Pacino, Robert Duvall e James Caan. In questo film ti innamori della mafia dei corleone ei comportamenti infidi che hanno verso di loro e fai il tifo per i protagonisti con [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 settembre 2011
Andrea Levorato

Il Padrino ***1/2 Produzione: USA 1972 Genere: Drammatico, Gangster Attori principali: Al Pacino, James Caan, Marlon Brando, Robert Duvall, Diane Keaton Regia: Francis Ford Coppola Trama: Alla morte del padre, Vito, Michael Corleone accetta con riluttanza di occuparsi degli affari di famiglia, ma della famiglia mafiosa. Mini recensione: “Il Padrino” tecnicamente è un film [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 febbraio 2010
Marv89

Dilungarmi per parlare di questo capolavoro è superfluo, la pellicola dice tutto, una perfezione di ingegneria cinematografica by F.F.Coppola con al suo seguito un cast stellare ad interpretare quello che è "IL FILM" per eccellenza. L'atmosfera nel film è perfetta, fa immergere lo spettatore nella New York del tempo, geniali gli scenari siciliani dove viene immerso [...] Vai alla recensione »

domenica 31 gennaio 2010
jos_d

Sicuramente il più famoso film su “cosa nostra” mai realizzato, “Il padrino”rappresenta un’opera cinematografica di livello eccelso che, oltre a tenere col fiato sospeso per le vicende che l’animano, propone un quadro sociale di enorme spessore, in cui viene presentato un mondo che, nonostante l’enorme influenza esercitata sulla società americana, è caratterizzato da orizzonti culturali propri, basati [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 maggio 2010
MARVELman

Tutti i commenti negativi a mio nome su questo film che compaiono su questo forum non sono miei ma opera di utenti che hanno voluto costruirmi una  pessima ma soprattutto FALSA reputazione tra gli  altri utenti, infatti sono stati scritti prima che il sito introducesse la registrazione con nickname e password, tempi in cui bastava copiare il nome da una persona e scrivere sotto false [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 settembre 2010
andrea3456

Il film è troppo lungo, alcune scene sono inutili come il matrimonio iniziale. C'è di meglio.

Frasi
Gli amici tienitili stretti ma i nemici ancora di più. I nemici sono dappertutto Michael anche io potrei essere un tuo nemico.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Shippo
Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare.
(I'm going to make him an offer he can't refuse.)
Frase scelta da 1500 addetti ai lavori dell'American Film Institute come la numero 2 tra le 100 migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi tratte da film di produzione USA
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Pavelo
Gli amici sono come le api... fanno il miele ma fanno anche la me**a!
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di FlaSh
Le donne qui, sono come le lupare...
Una frase di Fabrizio (Angelo Infanti)
dal film Il padrino - a cura di lele
Questa è una pazza! Ma senti, è più prudente insegnarti l’inglese…
Io lu sacciu l’inglese: mandei, tusdei…tusdei, vendsdei, frandi, spandei, saturdei…dai, andiamo, guidiamo!!
Dialogo tra Apollonia (Simonetta Stefanelli) - Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Siamo due facce della stessa ipocrisia…
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino - a cura di mau mau
Don Corleone: Questo non lo chiedere.
Bonasera: Io vi darò tutto quello che volete.
Don Corleone: Da molti anni ci conosciamo ma questa è la prima volta che vieni da me per consiglio o per aiuto. Nemmeno me lo ricordo l'ultima volta che mi invitasti a casa tua a pigliare un caffè, anche se mia moglie fece pure da madrina a tua figlia. Ma diciamoci la verità: la mia amicizia tu non la volevi, avevi paura di trovarti in debito.
Bonasera: Non mi volevo mischiare in queste cose.
Don Corleone: Questo l'ho capito. Trovasti il paradiso tuo in America. Commercio avviato, vita sicura, polizia che ti protegge, giustizia in tribunale… a che ti serviva un amico come me? Ma ora vieni da me e mi dici Don Corleone, fatemi giustizia!. Però non lo domandi con rispetto, tu non offri amicizia, non ti sogni nemmeno di chiamarmi padrino. Invece ti presenti a casa mia il giorno che si marita mia figlia e mi chiedi un omicidio a pagamento.
Bonasera: Io vi chiedo giustizia.
Don Corleone: Questa non è giustizia. Tua figlia è ancora viva.
Bonasera: Anche iddi annu a suffriri chiddu che lei soffre. Dicite o prezzo e io pago.
Don Corleone: (Si alza, si gira, si accosta alla finestra) Ma che ti fici, Bonasera? Che ti fici mai per meritare questa mancanza di rispetto? Se venivi da me in amicizia i bastardi che hanno sfigurato tua figlia avrebbero una punizione oggi stesso. E se per questo un onestu'uomo come te si trovasse dei nemici, quei nemici diventerebbero nemici miei e avrebbero paura di te.
Bonasera: Mi volete amico… (e chinando la testa sussurra) Padrino?
Don Corleone: (Gli mette affettuosamente un braccio sulla spalla) Bravo… un giorno, e non arrivi mai quel giorno, ti chiederò di ricambiarmi il servizio. Ma fino a quel momento consideralo un dono in occasione delle nozze di mia figlia.
Bonasera: Grazie… Padrino.
Dialogo tra Don Vito Corleone (Marlon Brando) - Bonasera (Salvatore Corsetto)
dal film Il padrino - a cura di Patrizia
Ci vivi abbastanza in famiglia?
Sì, certo.
Bravo, perché un uomo che sta troppo poco con la famiglia non sarà mai un vero uomo.
Dialogo tra Johnny Fontane (Al Martino) - Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Michael Corleone: Mio padre non è diverso da qualunque altro uomo di potere…
Kay Adams: Già…
Michael Corleone: Da chiunque abbia la… responsabilità di altri uomini, come un senatore, un presidente.
Kay Adams: Non vedi come è ingenuo quello che dici?
Michael Corleone: Perché?
Kay Adams: Senatori e presidenti non fanno ammazzare la gente.
Michael Corleone: Chi è più ingenuo, Kay?
Dialogo tra Michael Corleone (Al Pacino) - Kay Adams (Diane Keaton)
dal film Il padrino
Perché solo i veri amici ti possono tradire.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Mai dire a una persona non della famiglia ciò che ti passa nella testa!
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Johnny quand'era appena agli inizi aveva firmato un impegno di esclusiva con un famoso maestro. Ma, dato che la sua carriera andava di bene in meglio, se ne voleva liberare. E chiese aiuto a mio padre che è suo padrino. Allora mio padre andò a trovare quel maestro, e gli offrì diecimila dollari per sciogliere il contratto. La risposta fu no. Il giorno appresso, papà andò a trovarlo di nuovo accompagnato da Luca Brasi, e questa volta quello firmò la rinuncia, in cambio di un assegno di cento dollari.
E come si era convinto?
Papà gli aveva fatto un'offerta che non poté rifiutare.
Offerta in che senso?
Luca gli puntò una pistola alla testa, e mio padre disse che in quel documento ci sarebbe stata la sua firma o il suo cervello. È una storia vera.
Dialogo tra Michael Corleone (Al Pacino) - Kay Adams (Diane Keaton)
dal film Il padrino
Barrese è morto. E anche Philip Tattaglia. Moe Greene. Strachi. Cuneo. Oggi sistemo tutte le questioni della famiglia, non dirmi che sei innocente Carlo, confessa quello che hai fatto.
In gamba. Non avere paura, Carlo. Che diamine, non renderei mai vedova mia sorella, e poi sono anche il padrino di tuo figlio no? Ma non venirmi a dire che sei innocente, perché è un insulto alla mia intelligenza e la cosa mi disturba molto.
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Io credo nell'America. L'America feci la me fortuna. E io criscivo a me figghia come n'americana, e ci detti libertà...
Una frase di Bonasera (Salvatore Corsetto)
dal film Il padrino
Michael Francis Rizzi, rinunci a Satana?
Sì, rinuncio.
Rinunci a tutte le sue opere?
Sì, rinuncio.
Rinunci a tutte le sue colpe?
Sì, rinuncio.
Dialogo tra Don Vito Corleone (Marlon Brando) - Connie Rizzi (Talia Shire) - Moe Greene (Alex Rocco) - Carlo Rizzi (Gianni Russo) - Cuneo (Rudy Bond) - Bruno Tattaglia (Tony Giorgio) - Don Emilio Barzini (Richard Conte) - Philip Tattaglia (Victor Rendina) - Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
In vita mia non ho fatto altro che prevedere ogni pericolo: le donne possono essere imprudenti, ma l'uomo no… Non far vedere mai ciò che hai sotto le unghie.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Don Gnappo VII
Sonny: E questo che minchia è? Clemenza: È all' usu calabrisi… significa che Luca Brasi dorme coi pesci!!!
Dialogo tra Sonny Corleone (James Caan) - Peter Clemenza (Richard Castellano)
dal film Il padrino - a cura di Nino
Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Ma io sono superstizioso, sapete? E se gli capitasse un incidente a Michael, o se si pigliasse una palla nella testa da parte di qualcuno della polizia, o se lo trovassero impiccato nella sua cella, e persino se fosse colpito da un fulmine... qualcuno dei presenti ne sarebbe responsabile... E allora io non perdono. Ma, tolto questo, vi prometto e vi giuro, sulla testa dei miei nipotini, che non sarò io il primo a rompere la pace stipulata oggi.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Bonasera: Io credo nell'America. L'America ha fatto la mia fortuna e io crescii mia figlia come un'americana. Ci detti libertà ma ci insegnai puro a non disonorare la famiglia. Idda avia un boyfriend non italiano, se ne ivano u cinema insieme, tornavano a casa tardi e io non protestavo. Due mesi fa lui l'invitò in macchina conn'autro amico suo, la fecero bere whisky e poi cercarono di approfittarsi di lei. Lei resistette. L'onore lo mantenne. Iddi la pestarono come un animale. Quando arrivai all'ospedale la sua faccia faceva paura, la mascella era rotta, l'aviano cusuta cu fil di ferro e neanche chiangere poteva, tant'era o male. Ma io chiangeva, povera figghia mea, ca a luce era degli occhi miei, bellissima era... non sarà cchiù bedda come prima (Pausa. Piange. Gli portano un bicchierino di liquore) M'avite a scusare. Andai alla polizia da buon americano, i due furono pigghiati e processati. O giudice li condannò, ma non avìano precedenti e ci dette la condizionale, sospensione della pena, li fece uscire nello stesso giorno. Io restai dint'a chell'aula come un fesso e quei due bastardi mi ridevano in faccia. Allora dissi a mia moglie: per la giustizia dobbiamo andare da Don Corleone.
Don Corleone: Ma perché andaste alla polizia, perché non veniste da me subito?
Bonasera: Che cosa volete da mia, domandatemi tutto, ma facite chiddu che m'aspetto da voi.
Don Corleone: Sarebbe a dire...?
Una frase di Bonasera (Salvatore Corsetto)
dal film Il padrino - a cura di Patrizia
I miei figli li ho viziati… Parlano invece di ascoltare…
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Fredo sei il fratello maggiore e io ti voglio bene, ma non ti azzardare a schierarti mai più contro la famiglia è chiaro…mai più!!
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Ma di', glielo hai detto a Moe Greene?
Gli faremo un'offerta che non potrà rifiutare.
Dialogo tra Michael Corleone (Al Pacino) - Don Vito Corleone (Marlon Brando) - Fredo Corleone (John Cazale)
dal film Il padrino
A me non me piace la violenza Tom, io sono un uomo d'affari, e il sangue costa troppo caro.
Una frase di Virgil 'il Turco' Sollozzo (Al Lettieri)
dal film Il padrino
Mai dire a una persona estranea alla famiglia quello che c'hai nella testa.
Dialogo tra Don Vito Corleone (Marlon Brando) - Sonny Corleone (James Caan)
dal film Il padrino
Don Corleone, sono molto onorato e gratissimo che mi avete voluto invitare allo sposalizio di vostra figlia, e mi auguro che la prima creatura sia masc**o e in salute!
Una frase di Luca Brasi (Lenny Montana)
dal film Il padrino
Johnny: Padrino, io non so più cosa fare ...che devo fare
Don Corleone fa un balzo felino e dà uno schiaffo paterno sulla faccia del figliocco.
Padrino: DEVI FARE L'UOMO, DEVI FARE !!!! .....
(e canzonandolo un po’) : Ah che cosa devo fare, ... Che devo fare ?... Schifo fai !!! Che sei diventato ora ... un finocchio ? ... Che piangi come una femmina ?
Dialogo tra Johnny Fontane (Al Martino) - Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Sal. 1972
Ricordati Mike, chi avanzerà la proposta di Barrese quello è il traditore.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di dema
Mi piace la pasta con le sarde, ma sinceramente le preferisco con l'olio che faceva papà!
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino - a cura di Santaloja
Tessio: Di' a Michael, fu questione d'affari, lo sempre ammirato.
Tom: Questo lui lo sa.
Tessio: Tom puoi aiutarmi tu? Per la nostra vecchia amicizia?
Tom: Non posso fare niente.
Dialogo tra Tom Hagen (Robert Duvall) - Sal Tessio (Abe Vigoda)
dal film Il padrino
Vito Corleone: Io ho sempre lavorato e non ho rimorsi, ho avuto cura della mia famiglia e ho sempre rifiutato di fare il pupo attaccato ai fili tenuti in mano da quei pezzi i' novanta. E non ho rimpianti, era la mia vita, ma pensavo che un giorno finalmente sarebbe toccato a te tenere i fili. Il Senatore Corleone, il Governatore Corleone oppure non so...
Michael Corleone: Un altro pezz' i' Novanta...
Vito Corleone: Ah, il tempo non mi è bastato, non ho avuto il tempo.
Michael Corleone: Ci arriveremo papà, ci arriveremo.
Dialogo tra Michael Corleone (Al Pacino) - Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
"La vera ricchezza di un uomo sono i figli!"
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Stef
Quando colpiscono, colpiscono quelli che amiamo.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Non odiare mai il tuo nemico: ti offusca la mente
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Sacerdote: Michael Francis Rizzi, rinunci a Satana? [L'azione si sposta su Clemenza che uccide a fucilate Don Anthony Stracci nell'ascensore di un hotel]
Michael Corleone: Sì, rinuncio. [Viene mostrato l'assassinio di Moe Greene, sparato in un occhio da parte di un sicario di Michael Corleone, in un centro benessere]
Sacerdote: Rinunci a tutte le sue opere? [Willy Cicci uccide Don Carmine Cuneo con quattro colpi di pistola, dopo averlo intrappolato nella porta girevole di un hotel]
Michael Corleone: Sì, rinuncio. [Rocco Lampone ed un altro sicario fanno fuori a mitragliate Don Philip Tattaglia, mentre è a letto con una prostituta]
Sacerdote: Rinunci a tutte le sue colpe?
Michael Corleone: Sì, rinuncio. [Albert Neri, vestito da poliziotto, uccide Don Emilio Barrese e le guardie del corpo nella scalinata d'ingresso di un tribunale]
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Gli faremo un'offerta che non potrà rifiutare…
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Senatore, siamo due facce della stessa ipocrisia, ma non Le permetto di tirare in ballo la mia famiglia!
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino - a cura di Susy
Io credo nell'America...
Dialogo tra Don Vito Corleone (Marlon Brando) - Bonasera (Salvatore Corsetto)
dal film Il padrino
A' pistola lasciala... Pigliami i cannoli.
Una frase di Peter Clemenza (Richard Castellano)
dal film Il padrino
"Bravo. Un giorno, e dovesse mai arrivare quel giorno, ti chiederò di contraccambiarmi la cortesia. Ma, fino ad allora, accetta questo, come se fosse un dono in occasione delle nozze di mia figlia."
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di Luca
Non potrei mai rendere orfano mio nipote prima che nascesse.
Una frase di Sonny Corleone (James Caan)
dal film Il padrino
Se tocchi di nuovo mia sorella ti scanno !
Una frase di Sonny Corleone (James Caan)
dal film Il padrino - a cura di dsds
"Quand'è l'ultima volta che mi invitasti a casa tua a pigliare un caffè?"
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino - a cura di giampini
La pistola voglio che la metta apposto uno di piena fiducia. Non voglio che mio fratello resti in quel cesso col coso in mano e basta.
Una frase di Sonny Corleone (James Caan)
dal film Il padrino
Attent'i creature a'mmarcia indietro
Una frase di Peter Clemenza (Richard Castellano)
dal film Il padrino - a cura di Maucian
Questo incarico diamolo a Clemenza, voglio gente di affidamento, uomini che non si fanno prendere la mano. Noi non siamo assassini, anche se quel beccamorto ne sembra convinto.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
Quello Sonny è uscito pazzo, vuole che ci organizziamo coi materassi a terra, dobbiamo trovare un posto lontano da casa.
Una frase di Peter Clemenza (Richard Castellano)
dal film Il padrino
Se Don Corleone ha tutti i giudici e i politici di New York, lui non ci può negare la possibilità di servircene. Se abbiamo sete dobbiamo poter bere anche noi l'acqua di quel pozzo. È chiaro che verrà ricompensato per il suo disturbo. Dopo tutto non siamo comunisti...
Una frase di Don Emilio Barzini (Richard Conte)
dal film Il padrino
Affidiamo questo incarico a qualche senatore ebreo di un altro distretto.
Una frase di Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
C'è una soluzione: eliminare Sollozzo.
Una frase di Michael Corleone (Al Pacino)
dal film Il padrino
Ti farò un offerta che non potrai rifiutare!
Don Vito Corleone (Marlon Brando)
dal film Il padrino
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Antonio Monda
La Repubblica

Tra tutti i miti, gli aneddoti e i racconti apocrifi che circondano la realizzazione del Padrino ce n'è uno assolutamente vero: era un film che nessuno voleva realmente fare, a cominciare da Francis Ford Coppola, i produttori della Paramount e persino Mario Puzo. Non è l'unico paradosso che ha caratterizzato la lavorazione di uno dei più grandi successi di tutti i tempi: gli attori scelti da Coppola [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Nel film era Tom Hagen, il consigliere di don Corleone. Sfogliano l’album di ricordi de Il Padrino, Francis Coppola e Robert Duvall, entrambi al Festival di Toronto per Assassination Tango: l’attore, 71 anni, ne è regista e interprete e balla il tango con la moglie Luciana Pedraza; Coppola lo produce con la sua American Zoetrope, la società creata proprio nel '71, l’anno del Padrino, ma talmente [...] Vai alla recensione »

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Gli oriundi italiani non volevano interpreti Usa. Il regista simulò persino un attacco di cuore durante una discussione con chi si opponeva al nome di Marlon Brando. Undicesimo appuntamento, domani, con le videocassette dei «Grandi Film» che il Corriere della Sera offre ai lettori al prezzo speciale di 3,50 euro (oltre il costo del giornale, che comunque può essere acquistato senza la cassetta). Vai alla recensione »

Luciano

Radici, classicismo e memoria, in parte questo il segreto del successo del film, voglia di bei grandi film, come ne davano una volta al Cinema. Il secondo episodio della serie, buon per lui, non aggiunge nulla, è un' altra cosa. Il Padrino (parte 1a) in sé per sé è saga, ampio respiro. La Sicilia da cartolina può dar fastidio ma è necessaria, visto che il punto di vista è americano, e la terra d'origine [...] Vai alla recensione »

Giovanni Grazzini
Il Corriere della Sera

Una logica inflessibile lega il trionfo del romanzo di Mario Puzo al successo che il film, anche grazie alla tanta pubblicità gratuita ricevuta, ora si appresta ad avere in Italia: per portare a casa milioni di dollari, la riduzione cinematografica d’un best-seller deve scendere ancora di qualche gradino rispetto all’originale. In tal modo il cinema per i consumi di massa, fratello gemello della letteratura [...] Vai alla recensione »

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Che cosa avrebbe detto di un film come questo il Marlon Brando di vent’anni fa, quello che piuttosto che interpretare un personaggio controvoglia scappava con l’aereo? Quando alla Fox mobilitarono l’ufficio legale per trascinarlo a fare Napoleone sul set di Desirée, il ribelle di Hollywood disse: «Vuol dire che la truccatura reciterà al posto mio». Anche le guance imbottite e la senilità simulata di [...] Vai alla recensione »

winner
miglior film
Premio Oscar
1972
winner
miglior attore
Premio Oscar
1972
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
1972
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
1972
winner
miglior attore straniero
David di Donatello
1973
winner
miglior film
Golden Globes
1973
winner
miglior regia
Golden Globes
1973
winner
miglior attore
Golden Globes
1973
winner
miglior scenegg.ra
Golden Globes
1973
winner
miglior scenegg.ra
Golden Globes
1973
winner
miglior colonna sonora
Golden Globes
1973
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati