Via col vento

Film 1939 | Drammatico 222 min.

Regia di Victor Fleming, George Cukor, Sam Wood. Un film Da vedere 1939 con Clark Gable, Vivien Leigh, Leslie Howard, Olivia De Havilland, Hattie McDaniel, Thomas Mitchell. Cast completo Titolo originale: Gone with the Wind. Genere Drammatico - USA, 1939, durata 222 minuti. - MYmonetro 4,80 su 102 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Via col vento tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Rossella O'Hara è innamorata di Ashley che sposa Melania. Crederà di amarlo per tutta la vita. Nel frattempo si sposa tre volte. L'ultimo marito è Rhett Butler. La loro vita è inquinata dal fantomatico amore di lei per l'altro. Il film ha ottenuto 18 candidature e vinto 11 Premi Oscar.

Passaggio in TV
lunedì 30 aprile 2018 ore 15,05 su STUDIOUNIVERSAL

Via col vento è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,80/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,70
ASSOLUTAMENTE SÌ
Grande evasione di qualità in un'opera perfetta.

Rossella O'Hara è innamorata di Ashley che sposa Melania. Crederà di amarlo per tutta la vita. Nel frattempo si sposa tre volte. L'ultimo marito è Rhett Butler (Gable). La loro vita è inquinata dal fantomatico amore di lei per l'altro. Quando muore Melania e Ashley sarebbe libero, Rossella si rende conto che l'uomo non significa niente per lei, che è stata vittima di un colossale abbaglio, che il suo vero amore è il marito. Lo rincorre e glielo dice, ma Rhett non le crede, ormai è troppo tardi. "Che ne sarà di me?", domanda Rossella piangente. "Francamente me ne infischio", dice Rhett uscendo nella nebbia. Nel frattempo c'è stata la guerra di Secessione. Il Sud ha perso e tutto il suo mondo è crollato. È il film che ha avuto più spettatori nella storia del cinema. Tre milioni e mezzo di dollari di investimento nel 1939. Tratto dal massimo best-seller dell'epoca, opera di Margareth Mitchell, venne prodotto da David Selznick che ne fu autore e padrone, cambiando ben tre registi (Cukor, Wood e Fleming). Tutta la produzione fu all'insegna del "gigantesco" e della cura assoluta di ogni particolare: il miglior architetto, Manzies; il miglior stilista, Plunkett; il miglior sceneggiatore, Howard; il miglior fotografo, Haller; e il miglior compositore, Steiner. Tutti premi Oscar. La ricerca della protagonista divenne un caso nazionale. Dopo aver costretto tutte le grandi dive hollywoodiane a un provino, Selznick scelse la quasi sconosciuta Vivian Leigh, che veniva dall'Inghilterra. La troupe lavorò al film quasi un anno e mezzo e la "prima" avvenne in Atlanta, teatro di gran parte della vicenda, nel dicembre del 1939. Erano presenti gli ultimi, decrepiti, reduci della guerra civile. Il film fu subito un trionfo. Tutta l'America e poi tutto il mondo lo videro. In Italia arrivò nel 1949. Via col vento è un'opera perfetta, è quello che vuole essere, una "grande evasione" di qualità. Spettacolo, interpretazione, ricostruzione, storia, musica, sceneggiatura: tutto funziona. Film per la famiglia, di buoni contenuti didattici, ha creato una serie di "precedenti di immagine" che fanno parte della comunicazione e della cultura del Novecento: la grinta ironica di Gable, quella capricciosa di Vivian, il gesto compassato di Howard, la dolcezza a oltranza della de Havilland, il buon senso e l'ingombro di Mamie (la McDaniels, primo attore di colore premiato con l'Oscar). Tutti "segnali" che fanno parte delle abitudini di diverse generazioni di occidentali. Come alcuni grandi titoli del cinema, e forse più di tutti, Via col vento è qualcosa più di un film. È un vecchio amico, una cara abitudine. Proposto in tivù più volte ha sempre mantenuto un gradimento alto e costante, competendo coi grandi titoli del momento. Negli anni Settanta in Italia si tentò di ridoppiarlo per ricomporre un linguaggio che si diceva superato (i neri dicono ancora "badrone", fra le altre cose). Gable fu doppiato dal povero Vannucchi. Un disastro. Via col vento va bene così. Lasciamolo stare.

VIA COL VENTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 maggio 2009
daisyowl

per tutti i fan di questo meraviglioso film, vi prego, aiutatemi a spiegare a chi non lo apprezza o lo liquida con qualche insulto perchè si sbaglia!! -innanzitutto consiglio a chi non è arrivato a capirlo fino in fondo di sforzarsi a leggere le 930 pagine di romanzo, a cui il film è piuttosto fedele; -vorrei dire a chi si lamenta della sua lunghezza che le vicende del romanzo non si [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 gennaio 2012
Filippo Catani

Nella Georgia sconvolta dalla guerra di secessione, la giovane Rossella O'Hara cerca di portare avanti la sua tenuta di Tara. Allo stesso tempo si innamorerà di un uomo che finisce per sposare un'altra donna e lei finirà per risposarsi tre volte. Film pluripremiato che ha fatto la storia del cinema. Soprattutto uno dei film più lunghi della storia con i suoi 222 minuti [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 agosto 2009
ALESSANDRA VERDINO

"Tutto ciò non mi interessa". "Oseresti dire che questo posto non é nulla per te? La terra é l'unica cosa che conta. Noi siamo irlandesi. Prima o poi, l'amore per questo luogo ti arriverà. Lascia fare al tempo". Le parole di Rossella giovane e di suo padre. Tara é la chiave della storia. Si ritorna sempre lì, nella vita. Per ricostruirsi, aiutare la famiglia, trarre, da lì, la forza per andare [...] Vai alla recensione »

martedì 1 novembre 2016
laurence316

Uno dei più celebri film della storia del cinema, Via col vento è un interminabile e sconfinato film-fiume, tratto da un altrettanto strabordante romanzo campione di vendite (oltre 60 milioni le copie vendute) di Margaret Mitchell, scritto e rimaneggiato più e più volte dai più svariati autori, di cui accreditato rimarrà soltanto Howard, le cui riprese si [...] Vai alla recensione »

sabato 28 marzo 2009
AmyBeth

un film eccezionale,con attori meravigliosi e con 11 oscar sulle spalle,un caso senzA Precedenti nella storia del cinema.Giudicato da molti a buon diritto come il più grande film di tutti i tempi in una cornice dettagliata e sontuosa,con musiche ormai leggendarie e frasi ormai inserite nel gergo popolare,è veramente un capolavoro,un pilastro della storia del cinema.

lunedì 18 aprile 2011
mondolariano

Potrà non piacere a molti, soprattutto a chi detesta i fazzoletti strappalacrime e il cinema melodrammatico. Ma “il film dei film” non è solo retorica: è uno smisurato affresco epico inciso nell’immaginario collettivo. Difficile dire da dove derivi la sua leggenda, un mito che superò subito il successo del romanzo originale. Forse dagli attori, forse dalla smaltata cornice scenografica, forse dall’uso [...] Vai alla recensione »

domenica 24 maggio 2015
jacopo b98

 Nella Georgia della guerra di secessione, Rossella O’Hara (Leigh) è innamorata del buon Ashley Wilkes (Howard), che però sposa la sua mite cugina Melania (de Havilland). Per tutta la vita Rossella inseguirà il sogno di un amore con Ashley, ma finirà per sposarsi con due uomini che non ama e, rimasta vedova di entrambi, coronerà il sogno d’amore del [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 settembre 2010
il cinefilo

TRAMA:Il film racconta la storia di Rossella O'Hara(Vivien Leigh)e della sua famiglia durante il periodo della guerra civile americana(o guerra di secessione e la sua durata va dal 1861 al 1865 con la sconfitta degli stati confederati del sud)e durante questo periodo viene raccontata anche la sua relazione con Rhett(Clark Gable)e con l'amato Ashley(Leslie Howard).

sabato 25 febbraio 2017
GUSTIBUS

Non era ancora entrata in guerra..1939..quando L'EUROPA era ormai nel turbine.L'AMERICA il nucleare cinematografico L'AVEVA gia'inventato!Producendo questo film...davvero impensabile capire come abbiano fatto....hanno iniziato le riprese nel '37...cambiando piu'volte il regista..E intanto uscivano e vediamo FILM sgranati di quel periodo.

martedì 29 novembre 2011
Fiffa89

"Via col vento" è senza ombra di dubbio il miglior film del filone storico mai costruito. Caratterizzato da una colonna sonora che padroneggia l'era odierna come gli anni 40', è un film che racchiude in sè diversi temi. Ambientato ai tempi della Guerra Civile Americana che tanto amo, è reso celebre in particolare da due personaggi: Rossella O' Hara [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 aprile 2012
tiamaster

Via col vento è un capolavoro che anche dopo 73 anni dalla sua realizazione è ancora capace di emozionare.Epico sia dal punto di vista della guerra sia dal punto di vista romantico,via col vento è un capolavoro mai buonista e con un finale molto amaro.Via col vento emoziona oggi come allora,ed è stato pure l'incasso più alto di sempre per 34 anni.Un capolavoro,il miglior victor fleming,i migliori clark [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 agosto 2010
AMBROGINO

questo film e uno dei migliori della storia del cinema di hollywood che io abbia mai visto e bellissimo specialmente quella parola finale dopotutto domani e un altro giorno  ti fa pensare dentro la testa ti fa sentire qualcosa dentro di te ti fa venire le lacrime dagli occhi la colonna sonora e bellissima la trama e anche bella comunque e anche stato premiato con 10 oscar tra cui miglior film [...] Vai alla recensione »

domenica 16 marzo 2014
Renato C.

Vedo che il Morandini ricorda le varie edizioni del film compresa quella ridoppiata (male!!!) del 1976! Non viene minimamente fatto cenno alla ristampa in 70mm del 1968 che, almeno a Milano è stata proiettata su schermo concavo formato "cinerama" e quindi con la dovuta stereofonia del tempo, al cinema Alcione!! E ne era uscita una stupenda versione!! In quegli anni sono stati ristampati in 70mm anche [...] Vai alla recensione »

sabato 25 febbraio 2017
GUSTIBUS

SINCERAMENTE AVEVO SCRITTO UN PAPIRO...SU QUESTA E UNICA PIETRA MILIARE DEL CINEMA...UN FILM DI 78 ANNI FA....DOVE PRIMEGGIAVANO STANLIO E OLIO...CHARLOT...E FILM CON SFONDI DOVE IL CARTONATO ALLE SPALLE SI VEDEVA...SONO AMERICANI...E RISTORCETE IL NASO..MA NON ERANO ANCORA ENTRATI IN GUERRA E IL NUCLEARE DEL CINEMA L'AVEVANO GIA' PREPARATO LORO.

lunedì 2 febbraio 2015
il befe

un filmmmmm.

domenica 21 agosto 2011
critichetti

Il film,pietra miliare del cinema,narra le vicissitudini di una giovane donna,volubile e testarda,ma decisa a ottenere tutto ciò che vuole.Anche durante il periodo della guerra,la giovane non si addolcisce minimamente di fronte alle crudeltà che il conflitto porta con se.Alla fine delle ostilità,Rossella prende in mano Tara, la proprietà terriera del padre,e,dopo aver vanamente [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 novembre 2009
marezia

Mercoledì 25 novembre su Studio Universal in seconda serata sarà trasmesso SENZA DOPPIAGGGIO. Le orecchie ringraziano...

lunedì 2 febbraio 2015
il befe

classico e romantico

mercoledì 2 aprile 2014
10205688976097489@facebook

Via col vento è uno dei film più belli che sia mai stato realizzato, pieno di emozioni, ironia, attori splendidi, sentimento... Nonostante gli anni passati il suo fascino resta ancora immutato.  

lunedì 13 gennaio 2014
Matteo bettini corinaldo

Il film-fiume,forse,più famoso della storia del cinema.se si pensa soltanto al lavoro di preparazione che occorse per iniziare a girare(il gigantesco casting per scegliere la Scarlett O'Hara,che consegnò alla leggenda Vivien Leigh,e l'avvicendarsi dei registi che,per vari motivi,ebbero contrasti col produttore Selznick,da molti ritenuti il vero autore del film)si può comprendere la grandezza di Via [...] Vai alla recensione »

sabato 7 gennaio 2012
Giuliano D

Via col vento, con la sua regia, i suoi attori, la sua sceneggiatura e la sua colonna sonora, affascina, nonostante i quasi 73 anni, tutto il mondo. Scenografia, montaggio e fotografia perfetti con ottimi effetti speciali, che all'epoca affascinarono il grande pubblico internazionale. All'epoca il film più costoso di tutti i tempi (con 4 milioni spesi che al tempo erano una forte somma [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 agosto 2009
NancyB

mi ricordo che ogni anno lo passavano in rai..la prima volta che lo vidi dovevo avere 4 anni se non sbaglio!!!o lo mandavano in due puntate( una volta i film li potevano vedere anche i bimbi visto che iniziavano presto e finivano in tempo per andare a nanna) oppure lo passavano su rai tre fino alle due della notte!!ed io restavo li incantata e mio padre che mi chiamava e cercava di mandarmi a letto"ma [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 agosto 2014
elgatoloco

Nonostante un doppiaggio italiano, decisamente très agé, per essere benevoli senza voler infierire, anche di stampo razzista per come fa parlare gli Afro-Americani(ma pare che l'anche originale in american english non sia molto più tenero con i fratelli negri), nonostante la difficoltà di mediare con tre(almeno)registi, con un libro di Margaret Mitchell dal taglio pienamente& [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 aprile 2011
sayonara66

Viao Col Vento un grande capolavoro in assoluto, grandi attori e ottimo regista  Victor Flemming. lui come regista ebbe due grandi riconoscimenti Gone with the Wind(via col vento. e ´il Mago di Oz,soprattutto, lo considero il migliore in assoluto , per il bel racconto scene di guerre, bei colori, musiche, e tanti personaggi che hanno preso parte alla riuscita di questo film, pero´mi [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 aprile 2010
Russell

Margaret Michell scrive un libro di genere romantico, ambientato in uno dei periodi più turbolenti della storia americana: la guerra di secessione. Il libro ha buon successo e diventa a sua volta un vero e proprio best-seller. Infine il produttore David Selznick decide di prendersi la responsabilità produttiva di quello che sarebbe divenuto il miglior film di tutti i tempi.

venerdì 31 luglio 2009
ALESSANDRA VERDINO

"Tutto ciò non mi interessa". "Oseresti dire che questo posto non é nulla per te? La terra é l'unica cosa che conta. Noi siamo irlandesi. Prima o poi, l'amore per la terra ti arriverà. Lascia fare al tempo". Le parole di Rossella giovane, e le parole di suo padre. Tara é la chiave della storia. Si ritorna sempre lì, nella vita. Per ricostruirsi, aiutare la famiglia, trarre, da lì, la forza per [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 aprile 2012
brando fioravanti

Storia sentimentale durante l'avvento della guerra di seccessione. Attori bravi, ma troppo formali, nonostante sia incomparato nel suo successo il film perde vigore col passare degli anni. Le scenografie sono buone, ma troppo lunghe e stancano visto che non tengono confronto con quelle attuali. Un bel film, ma ce ne sono di meglio in quel epoca.

sabato 21 gennaio 2017
Contrammiraglio

A tratti insostenibile da come è razzista, anche se i negri per metà erano trattati davvero a quella maniera, ma imperdibile; almeno una volta nella vita va visto!

domenica 11 ottobre 2009
Tony71

troppo lungo, troppo razzista, troppo melenso... Buona cmq la recitazione dei protagonisti, la fotografia e la colonna sonora

Frasi
Chi ha coraggio può fare a meno della reputazione!
Una frase di Rhett Butler (Clark Gable)
dal film Via col vento - a cura di donatella
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Armond White
The New York Times

“Gone With the Wind,” the quintessential Hollywood movie, has long deserved to be rescued from critical disdain and given its correct place among American pop masterpieces, like “The Godfather” and “On the Waterfront” and “E.T.,” that enlighten as much as they entertain. Molly Haskell provides that defense in “Frankly, My Dear: ‘Gone With the Wind’ Revisited,” an earnest work of moviegoer remembrance [...] Vai alla recensione »

Stephen L. Carter
The New York Times

Midway through Donald McCaig’s unexpectedly diverting novel, “Rhett Butler’s People,” a black man about to be lynched in the post-bellum South asks Rhett to please shoot him dead before the mob breaks into the jail and does worse. Rhett obliges. Thus does McCaig correct the record. In Margaret Mitchell’s telling — that is, in “Gone With the Wind” — we learn that Rhett has been arrested for killing [...] Vai alla recensione »

Gian Piero dell'Acqua

Il noto romanzo di Margaret Mitchell ambientato durante la guerra di secessione americana. Eloquente parabola di un momento essenziale nella storia della società americana, il film, come il libro, ebbe immenso successo: resiste tuttora in testa alla classifica degli incassi mondiali. “Colossale e magniloquente superproduzione, legata più al nome del produttore Selznick che a quello del regista” (Georges [...] Vai alla recensione »

Mario Gromo
La Stampa

Con molto ritardo è giunto anche ai nostri schermi il film-record, il film-mammouth, il film-tour de force. Sono alcuni termini che, nei vari Paesi, salutarono lo spetta colo monumentale. Quando, nel 1939, apparve negli Stati Uniti, la «prima» si trasformò in un avvenimento nazionale. E poi, sigla dello straordinario successo, i mesi passavano e le repliche non si stancavano.

winner
miglior film
Premio Oscar
1939
winner
miglior regia
Premio Oscar
1939
winner
premio speciale
Premio Oscar
1939
winner
miglior attrice
Premio Oscar
1939
winner
miglior attrice non protag.
Premio Oscar
1939
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
1939
winner
miglior fotografia a colori
Premio Oscar
1939
winner
miglior fotografia a colori
Premio Oscar
1939
winner
miglior scenogr.
Premio Oscar
1939
winner
miglior montaggio
Premio Oscar
1939
winner
miglior montaggio
Premio Oscar
1939
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati